Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Giuseppe Gioachino Belli
Sonetti romaneschi

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per attivare i link alle concordanze

1410. Le raggione secche secche

 

Er dí1 cche ss’ariddoppia le gabbelle
pe ppareggià l’entrata co l’usscita,
er dí cche cce se scortica la pelle
perché la cassa pubbrica è smartita,2

 

pe cchi rriscòte3 sò rraggione bbelle,
ma ppe cchi ppaga sò scanzi de vita.
Le raggione da dàsse4 nun zò cquelle
che cce venne5 sta Cammera fallita.

 

Li motivi ppiú vveri e pprencipali
s’hanno da ripescà nne la saccoccia
d’un Papa e de settanta Cardinali.

 

Chi mmette fora l’antri6 dua cqui in cima
pijja er turaccio in cammio7 de la bboccia,
dà la siconna causa e nnò la prima.

 

30 dicembre 1834

 




1 Il dire.

2 Smaltita.

3 Riscuote.

4 Da darsi.

5 Ci vende.

6 Gli altri.

7 In cambio.

 

 






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License