Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
cosa 289
cosciente 1
coscienza 35
cose 263
così 227
cosicché 25
cospetto 8
Frequenza    [«  »]
277 tutto
270 me
265 al
263 cose
263 tuo
260 tua
248 sono

L'Imitazione di Cristo

IntraText - Concordanze

cose

                                                           grassetto = Testo principale
    Libro, Capitolo                                        grigio = Testo di commento
1 I, I | desideri carnali e aspirare a cose, per le quali si debba poi 2 I, I | distolto dall'amore delle cose visibili di quaggiù e che 3 I, I | tu sia portato verso le cose di lassù, che non vediamo. 4 I, II | sapienti. Ma vi sono molte cose, la cui conoscenza giova 5 I, II | sapiente colui che attende a cose diverse da quelle che servono 6 I, II | ti pare di sapere molte cose; anche se hai buona intelligenza, 7 I, II | che sono molte di più le cose che non sai. Non voler apparire 8 I, III | sottile discussione intorno a cose oscure e nascoste all'uomo; 9 I, III | oscure e nascoste all'uomo; cose per le quali, anche se le 10 I, III | necessario, ci dedichiamo a cose che attirano la nostra curiosità 11 I, III | parola discendono tutte le cose e tutte le cose proclamano 12 I, III | tutte le cose e tutte le cose proclamano quella sola parola; 13 I, III | Soltanto chi sente tutte le cose come una cosa sola, e le 14 I, III | stanco di leggere molte cose, o di ascoltarle: quello 15 I, III | agevolmente capirà molte cose, e difficili, perché dall' 16 I, III | semplice conoscenza delle cose - la quale è, in se stessa, 17 I, VI | tentazione ed è vinto in cose da nulla e disprezzabili. 18 I, VI | già nell'uomo volto alle cose esteriori sta la pace; ma 19 I, VIII | costumi; e con esse tratta di cose che giovino alla tua santificazione. 20 I, X | discorrere e fantasticare delle cose che amiamo assai e che desideriamo, 21 I, X | o dobbiamo parlare, dire cose edificanti. Infatti, mentre 22 I, X | conversione intorno alle cose dello spirito; tanto più 23 I, XI | che fanno gli altri, e di cose che non ci riguardano, potremmo 24 I, XI | troppo preoccupati delle cose di quaggiù; di rado riusciamo 25 I, XI | perfino avere conoscenza delle cose di Dio, e fare esperienza, 26 I, XI | non riesci a vincere nelle cose piccole e da poco, come 27 I, XIII | umiliati per essere caduti in cose tanto da poco, non ripongono 28 I, XIII | fiducia in se stessi, nelle cose più grandi. ~ ~ 29 I, XIV | perfetta pace quando le cose vanno secondo i loro desideri 30 I, XVI | anche tu presenti molte cose che altri debbono sopportare. ~ 31 I, XVII | decisamente te stesso in molte cose. Non è cosa facile stare 32 I, XVIII | nulla volevano avere delle cose del mondo; mangiavano appena 33 I, XVIII | materiali. ~ 2. Erano poveri di cose terrene, molto ricchi invece 34 I, XIX | nostro profitto spirituale. Cose esterne e cose interiori 35 I, XIX | spirituale. Cose esterne e cose interiori sono necessarie 36 I, XIX | ci piace pensare a certe cose; ad, invece quando siamo 37 I, XX | quali sono tratte tutte le cose. Che cosa altrove potrai 38 I, XX | anche tu vedessi tutte le cose di questo mondo, che cosa 39 I, XX | poiché talvolta sentire cose nuove reca piacere, occorre 40 I, XXI | infatti fa sbocciare molte cose buone, che, con la leggerezza 41 I, XXI | riusciamo a guardare alle cose celesti. Se il nostro pensiero 42 I, XXI | giudizio. Invece queste cose non penetrano nel nostro 43 I, XXII | resti turbato quando le cose non vanno secondo la tua 44 I, XXII | vedrai che tutte queste cose passeggere sono un nulla, 45 I, XXII | particolarmente gravoso, giacché le cose temporali non si possono 46 I, XXII | fede; gente sommersa dalle cose terrene, tanto da gustare 47 I, XXII | come fossero un nulla - le cose che avevano amato. Ben diversamente, 48 I, XXII | basso dall'attaccamento alle cose di quaggiù - si elevava 49 I, XXII | elevava interamente alle cose invisibili, che non vengono 50 I, XXII | questo mondo" (Sal 56,2) e le cose mortali "siano assunte dalla 51 I, XXIII | egli pensa soltanto alle cose di oggi e non piuttosto 52 I, XXIII | oggi e non piuttosto alle cose future. In ogni azione, 53 I, XXIII | non lo spendi utilmente in cose meritorie per la vita eterna. 54 I, XXIII | preoccupati soltanto delle cose di Dio. Fatti ora degli 55 I, XXIV | inganno a noi stessi amando le cose carnali, contro l'ordine 56 I, XXV | tendere verso le virtù. Due cose giovano particolarmente 57 I, XXV | vocazione, volgendo i desideri a cose diverse da quelle che ci 58 I, XXV | occuparti soltanto delle cose dello spirito. Allora saresti 59 II, I | dimora deve essere tra le cose celesti; quelle terrene 60 II, I | passaggio. Passano tutte le cose, e con esse anche tu; vedi 61 II, I | colui che stima tutte le cose per quello che sono, non 62 II, I | evitando di valutare le cose secondo i criteri del mondo, 63 II, I | disperde mai del tutto nelle cose esterne. Per lui non è un 64 II, I | quanto più uno attira a sé le cose esteriori, tanto più resta 65 II, I | vantaggio; che se molte cose spesso ti sono causa i disagio 66 II, I | ancora purificato, volto alle cose di questo mondo; se invece 67 II, III | di esserlo; dice sovente cose che non dovrebbe dire e 68 II, III | dovrebbe dire e tralascia cose che più gli converrebbe 69 II, IV | sollevarsi al di sopra delle cose terrene, la semplicità e 70 II, IV | fa meno conto di quelle cose che prima gli sembravano 71 II, V | rimproveriamo negli altri piccole cose e passiamo sopra a quelle 72 II, V | prima di occuparsi di altre cose, guarda dentro di sé; e, 73 II, VI | permette di sopportare tante cose ed è piena di letizia, anche 74 II, VIII | comincerai a deviare verso le cose esteriori, potrai subitamente 75 II, IX | anche se avessi tutte queste cose, poco mi aiuterebbero e 76 II, XI | pregio è come quello di cose provenienti da lontano, 77 II, XII | sia toccato di soffrire cose simili. La croce è, dunque, 78 II, XII | desiderare, in alcun modo, che le cose vadano bene quaggiù. Se 79 II, XII | Ed è una necessità che le cose stiano così. Non c'è rimedio 80 II, XII | delle tribolazioni. Ma le cose poi andranno subito meglio, 81 II, XII | mostrerò - dice Gesù - quante cose egli debba patire per il 82 II, XII | momento che molti sopportano cose più gravose per il mondo. ~ 83 II, XII | infatti può comprendere le cose del cielo, se non si adatta 84 II, XII | e meditate tutte queste cose, sia questa, "che per entrare 85 III, I | occhi, che, chiusi alle cose esteriori, sono attenti 86 III, I | quotidiano, a comprendere le cose arcane del cielo. Beati 87 III, I | la pace; lascia tutte le cose che passano, cerca le cose 88 III, I | cose che passano, cerca le cose eterne. Che altro sono le 89 III, I | eterne. Che altro sono le cose corporali, se non illusioni? 90 III, III | di Dio. Il mondo promette cose da poco e che durano ben 91 III, III | grande smania. Io prometto cose grandissime ed eterne; eppure 92 III, III | trovano essi più gioia in cose false di quanta ne trovi 93 III, IV | tuoi vizi e i tuoi peccati; cose che ti debbono affliggere 94 III, IV | tue iniquità: in quante cose hai errato e quante cose 95 III, IV | cose hai errato e quante cose buone hai tralasciato. Ci 96 III, IV | anelando continuamente alle cose eterne, provano fastidio 97 III, IV | fastidio a sentir parlare di cose terrene e soffrono ad assoggettarsi 98 III, IV | ammaestra a disprezzare le cose di questa terra e ad amare 99 III, V | spinge ad operare grandi cose e suscita desideri di sempre 100 III, V | al di sopra di tutte le cose create, può trovare riposo. 101 III, V | fare ogni cosa, e molte cose compie e manda ad effetto; 102 III, V | non leggero, né intento a cose vuote; sobrio, casto, costante, 103 III, VI | a lui, quando ti insinua cose cattive e turpi. Digli: 104 III, VI | entrare nei miei orecchi cose simili. Allontanati da me, 105 III, XI | devi imparare ancora molte cose, fin qui non bene apprese. 106 III, XI | Signore, quali sono queste cose? Che tu indirizzi il tuo 107 III, XI | io voglia che vadano le cose; se invece c'è sotto una 108 III, XI | intraprendere e nel desiderare cose buone. Ché il tuo animo 109 III, XI | lieta di poche e semplici cose, senza esitare di fronte 110 III, XII | peso. Ammettiamo che le cose stiano così e che costoro 111 III, XII | frequentemente, proprio dalle stesse cose dalle quali si ripromettono 112 III, XIII | nulla ho creato tutte le cose per amor tuo, mi feci piccolo 113 III, XV | Dammi di morire a tutte le cose del mondo; fammi amare di 114 III, XVI | soddisfazione in queste cose. Anche se tu avessi tutti 115 III, XVI | Dio, creatore di tutte le cose, che consiste la tua completa 116 III, XVIII | sopportato con dolcezza cose da far arrossire ed ingiurie; 117 III, XIX | sopportare; non devo tollerare cose simili da una tale persona, 118 III, XIX | male assai, e mi rimprovera cose che non avevo neppure pensato; 119 III, XXI | celesti, al di sopra delle cose visibili e delle cose invisibili, 120 III, XXI | delle cose visibili e delle cose invisibili, e di tutto ciò 121 III, XXI | provvidenza si reggono tutte le cose. Sia, dunque, lode e gloria 122 III, XXI | anima e insieme tutte le cose create ti esaltino e ti 123 III, XXII | non avere molte di quelle cose, dalle quali vengono lodi 124 III, XXIII | Capitolo XXIII ~LE QUATTRO COSE CHE RECANO UNA VERA GRANDE 125 III, XXIII | Un uomo che faccia tali cose, ecco, entra nel regno della 126 III, XXIII | dei peccati; innalza alle cose celesti tutto l'animo mio, 127 III, XXIII | rincresca di pensare alle cose di questo mondo, dopo aver 128 III, XXIII | a nulla valgono tutte le cose, se non ci sei tu. ~ ~ 129 III, XXIV | di varie persone: tutte cose che sviano e danno un profondo 130 III, XXV | devozione. Non è da queste cose, infatti, che si distingue 131 III, XXV | la virtù; non è in queste cose che consistono il progresso 132 III, XXV | piccole come nelle grandi cose, per il tempo presente come 133 III, XXV | bilanciando bene tutte le cose, le prospere e le contrarie. 134 III, XXVI | spiritualmente dal tendere alle cose celesti e passare tra le 135 III, XXVI | tenga lontano soltanto dalle cose che la vanità di questo 136 III, XXVI | distoglie dall'amare le cose eterne e mi avvince tristemente 137 III, XXVI | luogo dell'attaccamento alle cose della terra, infondi in 138 III, XXVI | vestito e tutte le altre cose utili a sostenere il corpo. 139 III, XXVI | sostenere il corpo. Di queste cose utili fa' che io usi moderatamente, 140 III, XXVI | Dio vieta di cercare le cose superflue e quelle che danno 141 III, XXVII | affrancato dalla schiavitù delle cose. Non desiderare ciò che 142 III, XXVII | te stesso e con tutte le cose che puoi desiderare ed avere. 143 III, XXVII | desiderio di vane lodi: tutte cose che passano, col passare 144 III, XXVII | fa' che io guardi tutte le cose come passeggere, e me con 145 III, XXX | sollievi e ti conforti in cose esteriori. Avviene così 146 III, XXX | turbarsi o rallegrarsi per cose future, che forse non accadranno 147 III, XXX | illuda o ti adeschi con cose vere o false; non badare 148 III, XXX | con l'attaccamento alle cose presenti o con il timore 149 III, XXX | presenti o con il timore delle cose future. ~"Non si turbi dunque 150 III, XXXI | che hai fatto tutte le cose, non hai nulla in comune 151 III, XXXI | separarsi appieno dalle cose create, destinate a perire. ~ 152 III, XXXI | preoccupiamo tanto di queste cose che passano e non hanno 153 III, XXXI | presto ci buttiamo alle cose esteriori, senza più sottoporre 154 III, XXXI | avuto. ~La natura bada alle cose esterne dell'uomo; la grazia 155 III, XXXI | la grazia si rivolge alle cose interiori. Quella frequentemente 156 III, XXXII | coloro che portano amore alle cose e a se stessi, pieni di 157 III, XXXII | piuttosto sentirti spinto a cose più alte; almeno ad aspirare 158 III, XXXII | Ma tu hai ancora molte cose da abbandonare; e se non 159 III, XXXII | non rinunzierai a tutte le cose e del tutto, per me, non 160 III, XXXIII | di di tutte le varie cose che si frappongono, sia 161 III, XXXIV | colui che ama il mondo e le cose del mondo! Mio Dio e mio 162 III, XXXIV | noi, recano gioia tutte le cose; se, invece, tu sei lontano, 163 III, XXXIV | noi ti lodiamo in tutte le cose. Senza di te nulla ci può 164 III, XXXIV | seguono te, disprezzando le cose di questo mondo e mortificando 165 III, XXXV | ammonizioni e critiche sprezzanti. Cose, queste, che aiutano nella 166 III, XXXV | posto al servizio di Cristo; cose, infine, che preparano la 167 III, XXXVII | dovrò rinunciare, e in quali cose dovrò abbandonare me stesso? 168 III, XXXVII | piccole come nelle grandi cose. Nulla io escludo: ti voglio 169 III, XXXVIII| BUON GOVERNO DI SE' NELLE COSE ESTERNE E IL RICORSO A DIO 170 III, XXXVIII| e padrone di te; che le cose siano tutte sotto di te, 171 III, XXXVIII| stanno al di sopra delle cose di questo mondo, e tengono 172 III, XXXVIII| con l'occhio sinistro le cose che passano, e con il destro 173 III, XXXVIII| passano, e con il destro le cose del cielo; infine non sono 174 III, XXXVIII| così da attaccarvisi, dalle cose di questo tempo, ma traggono 175 III, XXXVIII| questo tempo, ma traggono le cose a sé, perché servano al 176 III, XXXVIII| uscirai istruito su molte cose di oggi e del futuro. Era 177 III, XXXIX | rinunciare a se stessi, anche in cose di poco conto. Il vero progresso 178 III, XLII | vinci te stesso, in tutte le cose; così potrai giungere a 179 III, XLIII | insegno a disprezzare le cose terrene, a rifuggire da 180 III, XLIII | verso di me, apprese le cose di Dio; e le sue parole 181 III, XLIV | CI SI DEVE ATTACCARE ALLE COSE ESTERIORI~ ~ 1. O figlio, 182 III, XLIV | ESTERIORI~ ~ 1. O figlio, molte cose occorre che tu le ignori, 183 III, XLIV | crocifisso; molte altre cose, occorre che tu vi passi 184 III, XLIV | Ecco per una perdita nelle cose di questo mondo, si piange; 185 III, XLIV | uomo inclina tutto verso le cose esteriori, e beatamente 186 III, XLV | mai non commetta simili cose. Da' alla mia bocca una 187 III, XLVI | staffilate. E perché mai cose tanto da nulla ti feriscono 188 III, XLVI | umane. Ecco, anche se molte cose si potessero inventare e 189 III, XLVII | gli uomini. Oh!, se queste cose avessero un gusto per te 190 III, XLVIII | il cielo che tutte queste cose temporali finissero e che 191 III, XLVIII | curiosità, impicciato in molte cose vane, circondato da molti 192 III, XLVIII | desidero star saldo alle cose celesti, ma le cose temporali 193 III, XLVIII | alle cose celesti, ma le cose temporali e le passioni 194 III, XLVIII | al di sopra di tutte le cose, ma, nella carne, sono costretto 195 III, XLVIII | di me, sto pensando alle cose del cielo e, mentre prego, 196 III, XLVIII | balza davanti la turba delle cose carnali. Dio mio, "non stare 197 III, XLVIII | cielo, volentieri penso alle cose del cielo; se amo il mondo, 198 III, XLVIII | avversità del mondo; se amo le cose carnali, di esse sovente 199 III, XLVIII | diletto nel pensare alle cose dello spirito. Qualunque 200 III, XLVIII | spirito. Qualunque siano le cose che io amo, di queste parlo 201 III, XLIX | a inclinare verso le tue cose terrene. Tutto ciò, infatti, 202 III, XLIX | ardono dal desiderio delle cose celesti, ma non sono liberi 203 III, XLIX | di restare attaccati alle cose terrene; e perciò, quello 204 III, L | deve essere sopraffatto da cose esteriori, vilipeso anche 205 III, L | futura. Tu conosci tutte le cose, nel loro insieme e una 206 III, L | animo umano. Tu conosci le cose che devono venire, prima 207 III, L | io, invece, discerna le cose esteriori e le cose spirituali 208 III, L | discerna le cose esteriori e le cose spirituali in spirito di 209 III, L | che sono attaccati alle cose del mondo, amando soltanto 210 III, L | mondo, amando soltanto le cose visibili. Forse che uno 211 III, LI | Capitolo LI ~DEDICARSI A COSE PIU' UMILI QUANDO SI VIENE 212 III, LIII | CON CIO' CHE HA SAPORE DI COSE TERRENE~ ~ 1. Preziosa, 213 III, LIII | tollera di essere mescolata a cose esteriori e a consolazioni 214 III, LIII | consideralo un nulla; alle cose esteriori anteponi l'occuparti 215 III, LIII | trovare godimento nelle cose passeggere. Occorre allontanarsi 216 III, LIV | natura mira a possedere cose rare e belle, mentre detesta 217 III, LIV | modesto; non disprezza le cose rozze, né rifugge dal vestire 218 III, LIV | 2. La natura guarda alle cose di questo tempo; gioisce 219 III, LIV | agita per la perdita di cose materiali; non si inasprisce 220 III, LIV | agli altri; rifugge dalle cose personali, si contenta del 221 III, LIV | che Dio soltanto; delle cose necessarie in questa vita 222 III, LIV | essere utile a conseguire le cose eterne. ~ 3. La natura si 223 III, LIV | invece, riconduce tutte le cose a Dio, da cui provengono 224 III, LIV | natura è avida di conoscere cose segrete e vuol sapere ogni 225 III, LIV | far parlare di sé e delle cose sue, desiderando, invece, 226 III, LIV | grazia innalza l'uomo dalle cose terrestri all'amore del 227 III, LV | proponendomi molte buone cose; ma mi manca la grazia che 228 III, LV | umanità, non riesco a salire a cose più elevate. ~ 2. La tua 229 III, LVI | pienamente. Figlio, tutte queste cose le conosci e le hai lette; 230 III, LVII | bene che accadono simili cose; deponile, dunque, dal tuo 231 III, LVII | importa quali e quanto grandi cose dovrò aver patito? Concedimi 232 III, LVIII | DI CONOSCERE LE SUPERIORI COSE DEL CIELO E GLI OCCULTI 233 III, LVIII | dal voler disputare delle cose del cielo e degli occulti 234 III, LVIII | nel regno dei cieli. Sono cose che danno luogo spesso a 235 III, LVIII | un altro santo. Ma sono cose che, a volerle conoscere 236 III, LVIII | non portano alcun frutto; cose che, invece sono sgradite 237 III, LVIII | occuparti avidamente di queste cose, che vanno al di della 238 III, LIX | grande conforto, tra tutte le cose che si vedono sotto il cielo? 239 III, LIX | proteggermi. In verità, tutte le cose che sembrano fatte per dare 240 IV, I | arca dell'alleanza, con le cose sante che custodisce, e 241 IV, I | bocca aperta a sentire le cose straordinarie compiute dai 242 IV, I | visite, un desiderio di cose nuove, non mai viste; ma 243 IV, II | Infatti, hai parlato "e le cose furono" (Sal 148, 5); e 244 IV, IV | comprendere pienamente queste cose, che superano anche l'intelligenza 245 IV, VII | fortemente inclinato verso le cose esteriori e così poco attento 246 IV, VII | avido di udire o vedere cose nuove e belle, e così lento 247 IV, VII | così gioioso quando le cose ti vanno bene e così poco 248 IV, VII | nel proporti di fare molte cose buone, ma capace, invece, 249 IV, IX | discepolo ~ 1. Tue sono le cose, o Signore, quelle del cielo 250 IV, X | quotidiani ostacoli, dalle cose divine. Anzi è molto dannoso 251 IV, XI | il compimento di tutte le cose" (1Cor 13,10), cesserà l' 252 IV, XI | eterno. Conscio di queste cose meravigliose, trovo molesta 253 IV, XI | santissimo. ~ 2. In verità, due cose sento come massimamente 254 IV, XI | di questo corpo, di due cose riconosco di avere bisogno, 255 IV, XI | mi mancassero queste due cose. Le quali potrebbero essere 256 IV, XIII | a gustare sempre più le cose celesti ed eterne, grazie 257 IV, XV | un distorto amore per le cose di questo mondo, sarà veramente 258 IV, XV | rinuncia del tutto alle cose di quaggiù, morendo a se 259 IV, XVIII | Pro 25,27). Dio può fare cose più grandi di quanto l'uomo 260 IV, XVIII | quelli che, volendo indagare cose troppo sublimi, perdettero 261 IV, XVIII | Non soffermarti su queste cose; non voler discutere con 262 IV, XVIII | servo di Dio sopporti tali cose, talora è utile assai. Il 263 IV, XVIII | immenso ed onnipotente, fa cose grandi e imperscrutabili,


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License