Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
fatte 2
fatti 10
fattisi 1
fatto 54
favo 1
favore 4
favorevole 2
Frequenza    [«  »]
55 ho
55 molti
54 cui
54 fatto
54 santo
54 sopra
53 figlio

L'Imitazione di Cristo

IntraText - Concordanze

fatto

   Libro, Capitolo
1 I, III | Quanto più uno si sarà fatto interiormente saldo e semplice, 2 I, III | piuttosto che cosa abbiamo fatto; né ci verrà chiesto se 3 I, XIII | come desidereresti fosse fatto a te. ~ 2. Causa prima di 4 I, XVII | durevolmente stare, se non si sarà fatto umile dal profondo del cuore, 5 I, XIX | radicalmente, perché quel che ho fatto fin qui è nulla. Il nostro 6 I, XXIII| pochi quelli che, per il fatto di essere malati, diventano 7 I, XXIII| pochi quelli che, per il fatto di andare frequentemente 8 I, XXIV | conosce tutto il male che hai fatto; tu che tremi talvolta alla 9 I, XXV | altrettanto; se talvolta l'hai fatto, procura di emendarti. Come 10 I, XXV | alla violenza che avrai fatto a te stesso. Amen. ~ ~FINISCONO 11 II, II | alla gloria, perché si è fatto piccolo; all'umile Dio rivela 12 II, II | mondo. Non credere di aver fatto alcun progresso spirituale, 13 II, VI | sentirai in coscienza di aver fatto del male, sarai sempre timoroso 14 II, VI | rallegrarti se non quando avrai fatto del bene. I cattivi non 15 II, VI | Dio, "e quello che hanno fatto andrà in fumo, e i loro 16 II, XI | sia persuaso di non aver fatto niente; che non faccia gran 17 II, XI | Verità stessa: "Quando avrete fatto tutto ciò che vi è stato 18 III, VII | poi, fattisi arditi per il fatto che sentivano la grazia 19 III, X | sopra di tutto ciò, sta il fatto che tu stesso ti sei degnato 20 III, XIII | sottopormi all'uomo? Mi sono fatto l'ultimo e il più piccolo 21 III, XIV | mi possa sembrare di aver fatto. Con quale pienezza di sottomissione 22 III, XVII | Giacché, qualunque cosa avrai fatto di me non può essere che 23 III, XVIII| ed ingiurie; per il bene fatto ho ricevuto ingratitudine; 24 III, XX | appare in modo chiaro dal fatto che proprio i pensieri che 25 III, XXI | hanno piegato e mi hanno fatto avvicinare a te. Dicevo 26 III, XXIV | a sé: ciò che questi ha fatto e ciò che ha detto ricadrà 27 III, XXVII| essere da noi raggiunto o fatto più grande, fuori di noi; 28 III, XIX | del tutto: così hai già fatto più volte con me, "o mio 29 III, XXXI | occorre capire che tu, che hai fatto tutte le cose, non hai nulla 30 III, XXXI | indaga quanto uno abbia fatto, ma non si indaga attentamente 31 III, XXXVI| diede alcuna importanza al fatto d'essere giudicato da questo 32 III, XLIII| verrà meno ogni ragionamento fatto di sole parole. ~ 2. Sono 33 III, L | come tu vuoi così è stato fatto, e quello che fai è buono. 34 III, L | Quello che hai dato e hai fatto a me, tutto è tuo. "Povero 35 III, L | come hai voluto è stato fatto. Giacché questo è il dono 36 III, L | chiunque permetterai che sia fatto. Nulla accade quaggiù senza 37 III, LII | O Signore, che cosa ho fatto perché tu mi abbia a concedere 38 III, LII | conforto? Non rammento di aver fatto nulla di buono; rammento 39 III, LVI | e hai promesso, così sia fatto veramente, e a me sia dato 40 III, LVIII| che divino. Sono io che ho fatto i santi tutti; sono io che 41 III, LVIII| ciascuno di quelli che io ho fatto grandi, con tanta gloria, 42 III, LVIII| cieli; chi dunque si sarà fatto piccolo come questo fanciullo, 43 IV, II | lode incessante, per il fatto che riceviamo il tuo santo 44 IV, II | ascolti, ciò deve apparirti un fatto così grande, così straordinario 45 IV, IV | rinvigorita la speranza e l'amore fatto più ardente e più grande. ~ 46 IV, V | considera di chi sei stato fatto ministro, con l'imposizione 47 IV, V | 16.14). Ecco, sei stato fatto sacerdote e consacrato per 48 IV, V | irreprensibile. Non si è fatto più leggero il tuo carico; 49 IV, V | offerta, fin che non sia fatto degno di ottenere grazia 50 IV, IX | per quelli che mi hanno fatto qualche torto, mi hanno 51 IV, XI | appieno il verbo di Dio fatto carne, quale fu all'inizio 52 IV, XII | comandato che così fosse fatto; sarò io a supplire a quel 53 IV, XII | concedo, non già per il fatto che tu ne sia degno, ma 54 IV, XVII | schiava del Signore; sia fatto a me secondo la tua parola" (


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License