Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
buttato 1
buttavano 1
buttiamo 1
c' 43
cacci 2
caccia 2
cacciato 1
Frequenza    [«  »]
44 santa
44 umile
43 animo
43 c'
43 pienamente
43 tue
42 contro

L'Imitazione di Cristo

IntraText - Concordanze

c'

   Libro, Capitolo
1 I, III | vediamo" (Ger 5,21). Che c'importa del problema dei 2 I, VII | che ben conosce quello che c'è in ogni uomo (cfr. Gv 2, 3 I, IX | desideri, per amore della pace. C'è persona così sapiente che 4 I, XIII | un'altra ne sopraggiunge e c'è sempre qualcosa da sopportare, 5 I, XIV | senso umano. Di più, spesso, c'è qualcosa, già nascosto, 6 I, XVI | altro (Gal 6,2). Infatti non c'è alcuno che non presenti 7 I, XVI | difetti o molestie; non c'è alcuno che basti a se stesso 8 I, XXII | altro su questa terra. Non c'è persona al mondo, anche 9 I, XXIII| condizione: l'uomo oggi c'è e domani è scomparso; e 10 II, VI | dell'anima, giacché "non c'è pace per gli empi", dice 11 II, VIII | quando Marta le disse: "C'è qui il maestro, ti chiama?" ( 12 II, IX | guardare i propri meriti. Che c'è di straordinario se sei 13 II, IX | sostenuto dalla grazia. Che c'è di strabiliante se non 14 II, XII | le cose stiano così. Non c'è rimedio o scappatoia dalla 15 III, IV | hanno sulla bocca, ma poco c'è nel loro cuore. Ci sono 16 III, XI | vadano le cose; se invece c'è sotto una qualunque tua 17 III, XIII | sconfitto l'uomo interiore. Non c'è peggiore e più insidioso 18 III, XIII | degli altri. ~ 2. Ma che c'è di strano, se tu, polvere 19 III, XIV | mangiavano i porci. Invero, non c'è santità se tu, o Signore, 20 III, XIV | riscontrare che di mio non c'è assolutamente niente. Dove 21 III, XIX | vantaggio grande, poiché non c'è cosa, per quanto piccola, 22 III, XXI | della propria bassezza? Non c'è, infatti, tra tutte le 23 III, XXX | e che, fuori di me, non c'è aiuto efficace, utile consiglio, 24 III, XXX | non solo piena, ma colma. ~C'è forse qualcosa che per 25 III, XXXIV| condimento della tua sapienza. C'è forse una cosa che uno 26 III, XXXVI| Dio, più che in se stesso. C'è molta gente che parla tanto: 27 III, XXXVI| Is 51,12). L'uomo, oggi c'è, e domani non lo si vede 28 III, XLI | seriamente me stesso, non c'è cosa che possa essermi 29 III, XLII | non dura l'amicizia; non c'è legame d'amicizia veramente 30 III, XLV | sempre pienamente fedele: non c'è amico siffatto, fuori di 31 III, XLIX | stesso. Altro, forse, non c'è, in cui tu debba essere 32 III, LVIII| in me trovano pace. Non c'è nulla che li possa distogliere 33 III, LVIII| uomini di quaggiù; mentre c'è un divario incolmabile 34 IV, I | Signore degli angeli. Eppure c'è un abisso tra l'arca dell' 35 IV, II | sai bene che in lui non c'è alcunché di buono, per 36 IV, III | e mi basta; poiché non c'è consolazione che abbia 37 IV, IV | passioni perverse. "E non c'è nessuno che possa aiutarmi" ( 38 IV, IV | aiutarmi" (Sal 21,12), non c'è nessuno "che possa liberarmi 39 IV, XI | testimone, o Dio, che non c'è cosa che mi possa dare 40 IV, XI | possa dare conforto, non c'è creatura che mi possa dare 41 IV, XIII | 20s). ~ 2. Davvero "non c'è altro popolo così grande, 42 IV, XIII | il cuore verso il cielo. C'è un'altra gente così gloriosa, 43 IV, XIII | come il popolo cristiano? C'è, sotto il nostro cielo,


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License