Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
giusti 6
giustificazioni 2
giustizia 5
giusto 38
gli 171
glie 1
glielo 1
Frequenza    [«  »]
38 dinanzi
38 dove
38 gente
38 giusto
37 carne
37 miei
37 misericordia

L'Imitazione di Cristo

IntraText - Concordanze

giusto

   Libro, Capitolo
1 I, I | dissertazioni che fanno santo e giusto l'uomo; ma è la vita virtuosa 2 I, III | Cristo (Fil 3,8). Dotto, nel giusto senso della parola, è, in 3 I, XIX | attentamente e metterle nel giusto ordine. Se non riesci a 4 I, XXI | vizi a fornire materia di giusto dolore e di profonda compunzione; 5 I, XXII | combattere; è questo il momento giusto per correggersi. Quando 6 I, XXIV | effetti, chi non tiene nel giusto conto il timore di Dio non 7 I, XXV | Dio, senza dubbio, sarà giusto e generoso nella ricompensa. 8 II, III | altri. Sarebbe invece più giusto che tu accusassi te stesso 9 II, VI | UNA COSCIENZA RETTA~ ~ 2. Giusto vanto dell'uomo retto è 10 III, III | valgo. Tu solo sei buono, giusto e santo; tutto puoi e ogni 11 III, VII | seguire quello che loro sembra giusto, anziché affidarsi ad altri 12 III, XVIII | del Padre tuo; perciò è giusto che io, misero peccatore, 13 III, XVIII | fin quando a te piacerà; è giusto che, per la mia salvezza, 14 III, XIX | di buon grado, e riterrei giusto doverle sopportare. E' una 15 III, XIX | quel che gli sarà sembrato giusto, e da chi gli sarà piaciuto. 16 III, XXII | ogni cosa. Quello che sia giusto concedere a ciascuno, lo 17 III, XXV | anzi quando mi proclamerai giusto e mi dirai santo qualunque 18 III, XXX | tristezza in gaudio. Io sono giusto veramente, e degno di molta 19 III, XXXVIII| creatura, che non abbia il suo giusto posto. ~ 2. Se, di fronte 20 III, XXXIX | affidala a me; al tempo giusto disporrò sempre io per il 21 III, XL | immutabilmente buono, giusto, santo, talché fai e disponi 22 III, XLI | contro di me. A me, dunque, è giusto che si dia vergogna e disprezzo; 23 III, XLIII | ciascuno secondo che ritengo giusto. ~ ~ 24 III, XLVI | importanza di quanto sia giusto? Solo per questo, perché 25 III, XLVI | del proprio criterio. Il giusto, infatti non resterà turbato, " 26 III, XLVI | scagionato da altri. Il giusto considera, infatti, che " 27 III, XLVI | O Signore Dio, "giudice giusto, forte e misericordioso" ( 28 III, XLVI | potrei per questo ritenermi giusto (1 Cor 4,4); perché, se 29 III, XLVI | nessun vivente sarebbe giusto, al tuo cospetto" (Sal 142, 30 III, XLIX | di accettare tutto come giusto, facendo in modo di eseguirlo 31 III, L | delle tentazioni. ~ 2. Padre giusto e degno di perpetua lode, 32 III, L | Padre degno di amore, è giusto che in questo momento il 33 III, L | il quale tu colpisci il giusto insieme con l'empio, ma 34 III, LII | ESSERE COLPITO~ ~ 1. E' giusto, o Signore, quello che fai 35 III, LV | il tuo comando è buono, giusto e santo, tale che ci invita 36 III, LVIII | detto del profeta: "tu sei giusto, o Signore, e retto è il 37 IV, I | avvicinarsi? Ecco, Noè, uomo giusto, lavorò cent'anni nella 38 IV, X | Comunione per umiltà, o per un giusto impedimento, gli va data


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License