Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
piaccia 2
piace 13
piacerà 5
piacere 27
piacergli 1
piaceri 6
piacerti 1
Frequenza    [«  »]
27 cerca
27 gv
27 peccato
27 piacere
27 piccolo
27 posso
27 sapienza

L'Imitazione di Cristo

IntraText - Concordanze

piacere

   Libro, Capitolo
1 I, VIII | parte, talvolta speriamo di piacere a qualcuno, stando con lui, 2 I, XX | sentire cose nuove reca piacere, occorre che tu sappia sopportare 3 I, XXIV | e il tuo sospiro possono piacere a Dio ed essere esauditi; 4 I, XXIV | saranno più care di ogni piacere di questa terra. ~ 4. Impara 5 II, III | questa, che fa naturalmente piacere a tutti, e nella quale tutti 6 III, VII | tranquilla, secondo il tuo piacere. In verità i meriti non 7 III, X | amore, avranno lasciato ogni piacere della carne troveranno la 8 III, XI | me o non piuttosto di far piacere a te stesso. Se si tratta 9 III, XII | cercando essi ed inseguendo il piacere anche contro l'ordine disposto 10 III, XII | amarezza. Come è breve, questo piacere e falso e contrario al volere 11 III, XII | dell'anima per un piccolo piacere di questa vita corruttibile. 12 III, XII | mondo e nel distacco da ogni piacere. Così ti saranno concesse 13 III, XXVI | non sia prigioniero del piacere; tienimi lontano da tutto 14 III, XXVI | in amarezza per me ogni piacere terrestre: esso mi distoglie 15 III, XXVI | quelle che danno maggiormente piacere. Diversamente la carne si 16 III, XXVII | maggiormente il tuo comodo e il tuo piacere, non sarai mai in pace, 17 III, XXVIII| parole che non ascolti con piacere. Il tuo giudizio su te stesso 18 III, XXVIII| pace chi non desidera di piacere agli uomini, né teme di 19 III, XXXVI | possibile. Che se Paolo cercò di piacere a tutti nel Signore e si 20 III, XLII | secondo il tuo sentimento e il piacere di stare con lui, avrai 21 III, XLVI | mondo e il vano desiderio di piacere agli uomini sono ancora 22 III, XLVIII| io amo; è quello che fa piacere alla nostra natura, o ci 23 III, XLIX | disprezzare te stesso, nel piacere soltanto a me e nel darmi 24 III, LIV | stare oziosa e accetta con piacere la fatica. La natura mira 25 III, LIV | esteriore, nel quale trovino piacere i sensi. La grazia, invece, 26 III, LVIII | soltanto il proprio personale piacere, di disquisire della condizione 27 IV, VIII | così neppure a me potrebbe piacere qualunque cosa tu mi dessi,


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License