Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
chiedono 7
chierici 99
chierico 57
chiesa 791
chiese 131
chiesta 2
chiesto 3
Frequenza    [«  »]
902 l'
821 2
812 dei
791 chiesa
785 un
728 diritto
705 le

CCEO

IntraText - Concordanze

chiesa

1-500 | 501-791

    Titolo,Capitolo,Art.
1 Prel | riguarda le relazioni con la Chiesa latina, non sia espressamente 2 I | che Dio ha affidato alla Chiesa da compiere nel mondo.~§ 3 I | compiere nel mondo.~§2. Questa Chiesa, costituita e ordinata in 4 I | società, sussiste nella Chiesa cattolica, governata dal 5 I | in piena comunione con la Chiesa cattolica qui sulla terra 6 I | 206) §1. Sono legati alla Chiesa per una ragione speciale 7 I | conducono, sono congiunti con la Chiesa che li sostiene come già 8 I | sostiene come già suoi.~§2. La Chiesa ha una cura speciale dei 9 I | magistero autentico della Chiesa, hanno l’obbligo di conservare 10 I | agire, la comunione con la Chiesa.~§2. Adempiano con grande 11 I | tenuti nei confronti della Chiesa universale e della propria 12 I | universale e della propria Chiesa sui iuris.~Can. 13~(= CIC83, 13 I | promuovere la crescita della Chiesa e la sua continua santificazione.~ 14 I | ciò che i Pastori della Chiesa, che rappresentano Cristo, 15 I | stabiliscono come guide della Chiesa.~§2. I fedeli cristiani 16 I | manifestare ai Pastori della Chiesa le proprie necessità soprattutto 17 I | manifestare ai Pastori della Chiesa il loro parere su ciò che 18 I | che riguarda il bene della Chiesa e di renderlo noto a tutti 19 I | ricevere dai Pastori della Chiesa gli aiuti provenienti dai 20 I | dai beni spirituali della Chiesa, specialmente dalla parola 21 I | prescrizioni della propria Chiesa sui iuris e di seguire una 22 I | accordo con la dottrina della Chiesa.~Can. 18~(= CIC83, C.215) 23 I | partecipano alla missione della Chiesa, hanno il diritto di promuovere 24 I | verso il magistero della Chiesa.~Can. 22~(= CIC83, C.219) 25 I | diritti che hanno nella Chiesa presso il foro ecclesiastico 26 I | sovvenire alle necessità della Chiesa, affinché essa possa disporre 27 I | conto del bene comune della Chiesa, nonché dei diritti degli 28 II | chiama, in questo Codice, Chiesa sui iuris, un raggruppamento 29 II | la suprema autorità della Chiesa riconosce espressamente 30 II | che è proprio di ciascuna Chiesa sui iuris.~§2. I riti di 31 II,1 | Capitolo I~L’ASCRIZIONE A UNA CHIESA SUI IURIS~Can. 29~(cf CIC83, 32 II,1 | battesimo è ascritto alla Chiesa sui iuris a cui è ascritto 33 II,1 | concorde è ascritto alla Chiesa sui iuris a cui la madre 34 II,1 | sposata, viene ascritto alla Chiesa sui iuris a cui appartiene 35 II,1 | ignoti, è ascritto alla Chiesa sui iuris alla quale sono 36 II,1 | battezzati, è ascritto alla Chiesa sui iuris alla quale appartiene 37 II,1 | scegliere liberamente qualunque Chiesa sui iuris alla quale viene 38 II,1 | cristiano a passare a un’altra Chiesa sui iuris.~Can. 32~(cf CIC83, 39 II,1 | passare validamente a un’altra Chiesa sui iuris senza il consenso 40 II,1 | dell’eparchia di qualche Chiesa sui iuris che chiede di 41 II,1 | chiede di passare a un’altra Chiesa sui iuris che ha nello stesso 42 II,1 | diritto di passare alla Chiesa sui iuris del marito, nella 43 II,1 | tornare alla precedente Chiesa sui iuris.~Can. 34~(cf CIC83, 44 II,1 | matrimonio misto passano ad altra Chiesa sui iuris, i figli al di 45 II,1 | diritto stesso alla medesima Chiesa; se invece, nel matrimonio 46 II,1 | genitori passa ad altra Chiesa sui iuris, i figli passano 47 II,1 | ritornare alla precedente Chiesa sui iuris.~Can. 35~I battezzati 48 II,1 | alla piena comunione con la Chiesa cattolica conservino il 49 II,1 | siano perciò ascritti alla Chiesa sui iuris del medesimo rito, 50 II,1 | Ogni passaggio a un’altra Chiesa sui iuris ha valore dal 51 II,1 | Gerarca del luogo della stessa Chiesa o al parroco proprio, oppure 52 II,1 | 2) Ogni ascrizione a una Chiesa sui iuris o passaggio a 53 II,1 | iuris o passaggio a un’altra Chiesa sui iuris sia annotato nel 54 II,1 | anche, se è il caso, della Chiesa latina, dove è stato celebrato 55 II,1 | del parroco della propria Chiesa sui iuris alla quale è stata 56 II,1 | del parroco di un’altra Chiesa sui iuris, rimangono tuttavia 57 II,1 | tuttavia ascritti alla propria Chiesa sui iuris.~ 58 II,2 | quale patrimonio della Chiesa universale di Cristo nel 59 II,2 | fedeli cristiani di qualsiasi Chiesa sui iuris, anche della Chiesa 60 II,2 | Chiesa sui iuris, anche della Chiesa latina, che per ragione 61 II,2 | fedeli cristiani di un’altra Chiesa sui iuris, siano formati 62 II,2 | venerazione del rito della stessa Chiesa, secondo l’importanza dell’ 63 III | LA SUPREMA AUTORITÀ DELLA CHIESA~Can. 42~(= CIC83, C.330) 64 III,1 | C.331) Il Vescovo della Chiesa di Roma, nel quale permane 65 III,1 | Pastore qui in terra della Chiesa universale; egli perciò, 66 III,1 | immediata e universale nella Chiesa, che può sempre esercitare 67 III,1 | suprema e piena potestà nella Chiesa con la legittima elezione 68 III,1 | ha potestà non solo sulla Chiesa universale, ma possiede 69 III,1 | di supremo Pastore della Chiesa universale, è sempre congiunto 70 III,1 | altri Vescovi e anzi con la Chiesa universale; tuttavia egli 71 III,1 | secondo le necessità della Chiesa, il modo, sia personale 72 III,1 | nulla nel governo della Chiesa universale; si osservino 73 III,2 | suprema e piena potestà sulla Chiesa universale.~Can. 50~(= CIC83, 74 III,2 | solenne la potestà sulla Chiesa universale nel Concilio 75 III,2 | secondo le necessità della Chiesa, scegliere e promuovere 76 III,2 | collegialmente la sua funzione sulla Chiesa universale.~Can. 51~(= CIC83, 77 III,2 | dalla suprema autorità della Chiesa, alla quale spetta determinarne 78 IV | antichissima tradizione della Chiesa, riconosciuta già dai primi 79 IV | Concili Ecumenici, nella Chiesa vige l’istituzione patriarcale; 80 IV | presiedono ciascuno la sua Chiesa patriarcale come padre e 81 IV | altri fedeli cristiani della Chiesa a cui presiede, a norma 82 IV | dalla suprema autorità della Chiesa.~Can. 57~§1. La erezione, 83 IV | alla suprema autorità della Chiesa.~§2. Soltanto la suprema 84 IV | la suprema autorità della Chiesa può mutare il titolo legittimamente 85 IV | riconosciuto o concesso a ciascuna Chiesa patriarcale.~§3. La Chiesa 86 IV | Chiesa patriarcale.~§3. La Chiesa patriarcale deve avere entro 87 IV | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e ottenuto l’ 88 IV | ai fedeli cristiani della Chiesa a cui presiede e nelle celebrazioni 89 IV | liturgiche della stessa Chiesa ha la precedenza sugli altri 90 IV | provenienti dai beni della Chiesa patriarcale, con cui possa 91 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~Can. 64~Siano 92 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale deve riunirsi 93 IV,1 | dall’Amministratore della Chiesa patriarcale col consenso 94 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale deve essere 95 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~§2. E’ vietato 96 IV,1 | membri del Sinodo della Chiesa patriarcale, di essere presente 97 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, sia durante 98 IV,1 | ragioni al Sinodo della Chiesa patriarcale; decidere sulla 99 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, tolti coloro 100 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale per l’elezione 101 IV,1 | all’Amministratore della Chiesa patriarcale.~Can. 71~§1. 102 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, la cosa viene 103 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, con la formula 104 IV,1 | e il modo consueto nella Chiesa patriarcale; se invece l’ 105 IV,1 | dell’eletto, il Sinodo della Chiesa patriarcale viene sospeso 106 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale proceda secondo 107 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale informi al più 108 IV,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcaleordini dei 109 IV,2 | altri fedeli cristiani della Chiesa a cui presiede, è ordinaria 110 IV,2 | un Vicario per l’intera Chiesa patriarcale, oppure delegare 111 IV,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, a meno che 112 IV,2 | gli affari giuridici della Chiesa patriarcale, il Patriarca 113 IV,2 | Pontefice che riguardano la Chiesa patriarcale siano notificati 114 IV,2 | fedeli cristiani di tutta la Chiesa a cui presiede per esporre 115 IV,2 | lettere encicliche a tutta la Chiesa a cui presiede sulle questioni 116 IV,2 | che riguardano la propria Chiesa e il rito.~§2. Il Patriarca 117 IV,2 | vita consacrata di tutta la Chiesa a cui presiede, che siano 118 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o anche l’assemblea 119 IV,2 | che riguardano tutta la Chiesa a cui presiede o gli affari 120 IV,2 | Patriarca può visitare una chiesa, una città o un’eparchia, 121 IV,2 | Vescovi eparchiali della Chiesa a cui egli presiede, confrontando 122 IV,2 | fedeli cristiani di qualsiasi Chiesa sui iuris e, unendo le forze, 123 IV,2 | che riguardano tutta la Chiesa a cui presiede, oppure qualche 124 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e dopo aver 125 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale:~ dare al 126 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale dirima la cosa 127 IV,2 | gli altri Vescovi della Chiesa a cui presiede, costituiti 128 IV,2 | territorio della stessa Chiesa, a meno che in un caso speciale 129 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale siano eletti, 130 IV,2 | 88~§1. I Vescovi della Chiesa patriarcale prestino al 131 IV,2 | che riguardano l’intera Chiesa patriarcale a qualunque 132 IV,2 | diritto particolare della Chiesa patriarcale non richieda 133 IV,2 | riconosciuta nella propria Chiesa a qualunque chierico, fermo 134 IV,2 | al Pastore supremo della Chiesa universale.~§2. Il Patriarca 135 IV,2 | gli altri chierici della Chiesa a cui presiede.~§3. Il rapporto 136 IV,2 | relazione sullo stato della Chiesa a cui presiede e, entro 137 IV,2 | Pietro nel primato sulla Chiesa universale.~Can. 93~Il Patriarca 138 IV,2 | favore del popolo di tutta la Chiesa a cui presiede, nei giorni 139 IV,2 | il Patriarca in tutta la Chiesa a cui presiede, ha la stessa 140 IV,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e col previo 141 IV,3 | SINODO DEI VESCOVI DELLA CHIESA PATRIARCALE~Can. 102~§1. 142 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale devono essere 143 IV,3 | Vescovi ordinati della stessa Chiesa ovunque costituiti, esclusi 144 IV,3 | confini del territorio della Chiesa patriarcale e i Vescovi 145 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e presiederlo.~ 146 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale hanno il grave 147 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale; decidere sulla 148 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale nessuno dei 149 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale deve essere 150 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, oppure per 151 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale deve essere 152 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale è canonica e 153 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale ha pieno diritto 154 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, come pure col 155 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, anche preparare 156 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale i singoli Vescovi 157 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, a nessun Vescovo 158 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale emanare leggi 159 IV,3 | emanare leggi per l’intera Chiesa patriarcale, che hanno vigore 160 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale è il tribunale 161 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale porta a termine 162 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale gli atti amministrativi, 163 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~Can. 111~§1. 164 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale stabilisce il 165 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale deve decidere 166 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale compete al Patriarca.~§ 167 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale fino al futuro 168 IV,3 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale componga i suoi 169 IV,4 | tribunale ordinario della Chiesa patriarcale, dell’economo 170 IV,4 | tra i chierici dell’intera Chiesa a cui presiede, dopo aver 171 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale; tra questi 172 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, sostituiscano 173 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, la decisione 174 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~Can. 120~Il 175 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, il Sinodo permanente 176 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale elegga due Vescovi, 177 IV,4 | amministrazione dei beni della Chiesa patriarcale, il Patriarca 178 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale oppure, se vi 179 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale può chiedere 180 IV,4 | altri notai per l’intera Chiesa a cui presiede, a tutti 181 IV,4 | che dev’esserci in ogni Chiesa patriarcale, e tutte le 182 IV,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~ 183 IV,5 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, dopo aver consultato 184 IV,5 | è Amministratore della Chiesa patriarcale il Vescovo più 185 IV,5 | dell’Amministratore della Chiesa patriarcale:~ comunicare 186 IV,5 | a tutti i Vescovi della Chiesa patriarcale;~ eseguire 187 IV,5 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale per l’elezione 188 IV,5 | 129~L’Amministratore della Chiesa patriarcale, nell’eparchia 189 IV,5 | All’Amministratore della Chiesa patriarcale passa la potestà 190 IV,5 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~§2. L’Amministratore 191 IV,5 | L’Amministratore della Chiesa patriarcale non può rimuovere 192 IV,5 | L’Amministratore della Chiesa patriarcale, anche se è 193 IV,5 | tutti i Vescovi della stessa Chiesa, non però nel Sinodo dei 194 IV,5 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale per l’elezione 195 IV,5 | 131~L’Amministratore della Chiesa patriarcale deve al più 196 IV,5 | Vescovi eparchiali della Chiesa a cui presiede, il governo 197 IV,5 | presiede, il governo della Chiesa patriarcale, a norma del 198 IV,5 | territorio della stessa Chiesa, se lui stesso non è impedito, 199 IV,5 | governa interinalmente la Chiesa patriarcale.~§3. Colui che 200 IV,6 | Capitolo VI~I METROPOLITI DELLA CHIESA PATRIARCALE~Can. 133~§1. 201 IV,6 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, nelle eparchie 202 IV,6 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, preparare opportunamente 203 IV,6 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale definisca più 204 IV,6 | consuetudini della propria Chiesa patriarcale e secondo le 205 IV,6 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e approvate 206 IV,6 | dei confini della propria Chiesa patriarcale e che non appartiene 207 IV,7 | raggruppamento consultivo dell’intera Chiesa a cui presiede il Patriarca, 208 IV,7 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale nel gestire 209 IV,7 | bene comune della propria Chiesa, tenendo conto anche del 210 IV,7 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, ogni volta 211 IV,7 | confini del territorio della Chiesa di cui si tiene l’assemblea;~ 212 IV,7 | statuti, persone di un’altra Chiesa sui iuris.~§4. All’assemblea 213 IV,7 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale determinare 214 IV,7 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale nei quali siano 215 IV,8 | VIII~IL TERRITORIO DELLA CHIESA PATRIARCALE E LA POTESTÀ 216 IV,8 | 1. Il territorio della Chiesa a cui presiede il Patriarca 217 IV,8 | rito proprio della stessa Chiesa e dove il Patriarca ha il 218 IV,8 | confini di un territorio della Chiesa patriarcale, oppure se si 219 IV,8 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale approfondire 220 IV,8 | amministrativa di ciascuna Chiesa sui iuris interessata, come 221 IV,8 | confini del territorio della Chiesa patriarcale la potestà del 222 IV,8 | cristiani ascritti alla stessa Chiesa, ma anche su tutti gli altri 223 IV,8 | del luogo della propria Chiesa sui iuris costituito nello 224 IV,8 | rimangono ascritti alla propria Chiesa, sono affidati alla cura 225 IV,8 | Gerarchi del luogo della stessa Chiesa patriarcale, fermo restando 226 IV,8 | confini del territorio della Chiesa da lui presieduta, di cercare 227 IV,8 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale può proporre 228 IV,8 | dei fedeli cristiani della Chiesa a cui presiede, anche attraverso 229 IV,8 | fuori dei confini della Chiesa patriarcale, il Sinodo dei 230 IV,8 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale elegge, a norma 231 IV,8 | confini del territorio della Chiesa patriarcale hanno tutti 232 IV,8 | altri Vescovi della stessa Chiesa, fermo restando il can. 233 IV,8 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e promulgate 234 IV,8 | confini del territorio della Chiesa patriarcale.~§3. Vogliano 235 IV,8 | confini del territorio della Chiesa patriarcale attribuire valore 236 V | dalla suprema autorità della Chiesa, il quale presiede a un’ 237 V | quale presiede a un’intera Chiesa orientale sui iuris non 238 V | Sinodo dei Vescovi della Chiesa arcivescovile maggiore, 239 V | Sinodo dei Vescovi della Chiesa arcivescovile maggiore, 240 V | ordine di erezione della Chiesa a cui presiedono, nella 241 V | a cui presiedono, nella Chiesa arcivescovile maggiore.~ 242 VI,1 | IURIS~Can. 155~§1. A una Chiesa metropolitana sui iuris 243 VI,1 | alla suprema autorità della Chiesa erigere Chiese metropolitane 244 VI,1 | della piena comunione della Chiesa metropolitana sui iuris 245 VI,1 | altri fedeli cristiani della Chiesa metropolitana a cui egli 246 VI,1 | un Vicario per l’intera Chiesa metropolitana sui iuris, 247 VI,1 | confini del territorio della Chiesa metropolitana sui iuris.~§ 248 VI,1 | gli affari giuridici della Chiesa metropolitana sui iuris, 249 VI,1 | Can. 158~§1. La sede della Chiesa metropolitana sui iuris 250 VI,1 | Metropolita che presiede la stessa Chiesa prende il titolo.~§2. Il 251 VI,1 | nella sua.~Can. 159~Nella Chiesa metropolitana sui iuris 252 VI,1 | intronizzare i Vescovi della stessa Chiesa entro il tempo determinato 253 VI,1 | gli altri chierici della Chiesa metropolitana che presiede.~ 254 VI,1 | con tutti i Vescovi della Chiesa metropolitana che presiede.~ 255 VI,1 | Vescovi ordinati della stessa Chiesa metropolitana sui iuris 256 VI,1 | 1434; i Vescovi di un’altra Chiesa sui iuris possono essere 257 VI,1 | gli altri Vescovi della Chiesa metropolitana sui iuris 258 VI,1 | diritto particolare di una Chiesa sui iuris.~§2. Il Metropolita 259 VI,1 | Metropolita che presiede una Chiesa metropolitana sui iuris, 260 VI,1 | autorità amministrativa della Chiesa sui iuris, però col consenso 261 VI,1 | circa le necessità della Chiesa e le doti speciali del candidato 262 VI,1 | il fine.~Can. 172~Nella Chiesa metropolitana sui iuris 263 VI,1 | Amministratore della Chiesa metropolitana sui iuris 264 VI,1 | eparchiale della stessa Chiesa più anziano per ordinazione 265 VI,1 | all’Amministratore della Chiesa metropolitana sui iuris 266 VI,2 | CHIESE SUI IURIS~Can. 174~La Chiesa sui iuris che non è né patriarcale, 267 VI,2 | autorità amministrativa della Chiesa sui iuris, l’autorità competente 268 VII,1 | Eucaristia, costituisca una Chiesa particolare, nella quale 269 VII,1 | veramente presente e opera la Chiesa di Cristo, una, santa, cattolica 270 VII,1 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, bisogna osservare 271 VII,1 | dalla suprema autorità della Chiesa e può essere circoscritto 272 VII,1 | vista dell’utilità della Chiesa o dei fedeli cristiani.~ 273 VII,1 | abbiano esercitato nella Chiesa, sono chiamati Vescovi titolari.~ 274 VII,1,1 | confini del territorio della Chiesa patriarcale sono designati 275 VII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale possono proporre 276 VII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale; il Patriarca 277 VII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale esamini i nomi 278 VII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, tolti coloro 279 VII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale non può riunirsi, 280 VII,1,1 | determinato incarico nella Chiesa.~(cf CIC83, C.380) §2. Prima 281 VII,1,2 | età, condizione, nazione o Chiesa sui iuris, sia che abitino 282 VII,1,2 | principi approvati dalla Chiesa.~§3. Il Vescovo eparchiale 283 VII,1,2 | fedeli cristiani di un’altra Chiesa sui iuris ha il grave obbligo 284 VII,1,2 | conservino il rito della propria Chiesa, lo coltivino e lo osservino 285 VII,1,2 | autorità superiore della stessa Chiesa.~(= 383 §2) §2. Il Vescovo 286 VII,1,2 | presbiteri o parroci della stessa Chiesa sui iuris e fedeli cristiani, 287 VII,1,2 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~Can. 195~(= CIC83, 288 VII,1,2 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~Can. 199~(cf 289 VII,1,2 | consuetudini della propria Chiesa sui iuris.~(cf CIC83, C. 290 VII,1,2 | eparchiale curi che nella propria chiesa cattedrale si celebri almeno 291 VII,1,2 | consuetudini della propria Chiesa sui iuris ; come pure che 292 VII,1,2 | frequentemente alle lodi divine nella chiesa cattedrale o in un’altra 293 VII,1,2 | cattedrale o in un’altra chiesa specialmente nei giorni 294 VII,1,2 | difendere l’unità della Chiesa universale, è tenuto a promuovere 295 VII,1,2 | tradizione della propria Chiesa sui iuris, il Vescovo eparchiale 296 VII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale è rimasto assente 297 VII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale è tenuto a presentare 298 VII,1,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale; il Vescovo 299 VII,1,2 | tratta dei Vescovi di una Chiesa patriarcale o di una Chiesa 300 VII,1,2 | Chiesa patriarcale o di una Chiesa metropolitana sui iuris, 301 VII,1,2 | eparchiale di qualunque Chiesa sui iuris, anche della Chiesa 302 VII,1,2 | Chiesa sui iuris, anche della Chiesa latina, in occasione della 303 VII,1,2 | anche se ascritti a un’altra Chiesa sui iuris, sono affidati 304 VII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, entro cinque 305 VII,1,2 | Pietro nel primato sulla Chiesa universale.~§2. Tutti gli 306 VII,1,2 | tratta però di Vescovi di una Chiesa patriarcale è desiderabile 307 VII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale; in tutti gli 308 VII,1,2 | Vescovo appartiene alla Chiesa patriarcale, al più presto 309 VII,1,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~Can. 211~(= 310 VII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, il Patriarca 311 VII,1,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, non provveda 312 VII,1,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o il Consiglio 313 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, oltre ai cann. 314 VII,1,4 | diritto particolare della Chiesa patriarcale o dal Romano 315 VII,1,4 | tratta di un’eparchia della Chiesa patriarcale, anche il Patriarca;~( 316 VII,1,4 | Metropolita e, se appartiene alla Chiesa patriarcale, anche il Patriarca.~ 317 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, finché l’Amministratore 318 VII,1,4 | particolare della propria Chiesa patriarcale.~Can. 225~(= 319 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa patriarcale compete al Patriarca 320 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, la elezione 321 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa che presiede, oppure la 322 VII,1,4 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, informi al 323 VII,1,4 | Apostolica e, se appartiene a una Chiesa patriarcale, anche il Patriarca.~ 324 VII,2,1 | diritto particolare della Chiesa sui iuris il testo di leggi, 325 VII,2,2 | cristiani ascritti a un’altra Chiesa sui iuris o di un determinato 326 VII,2,2 | particolare della propria Chiesa sui iuris non stabilisca 327 VII,2,2 | altra eparchia o da un’altra Chiesa sui iuris, col consenso 328 VII,2,2 | particolare della propria Chiesa sui iuris in un altro modo 329 VII,2,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~Can. 266~(= CIC83, 330 VII,2,3 | diritto particolare della Chiesa sui iuris, dai sacerdoti 331 VII,2,4 | anche altri di un’altra Chiesa sui iuris.~§4. Al consiglio 332 VII,2,5 | particolare della propria Chiesa sui iuris, non dev’essere 333 VII,2,5 | cose che appartengono alla Chiesa.~§4. Il protopresbitero 334 VII,3 | fedeli cristiani a un’altra Chiesa sui iuris, anzi anche per 335 VII,3 | erigere una parrocchia nella chiesa dello stesso istituto o 336 VII,3 | istituto o società in quella chiesa e quelli del parroco.~Can. 337 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~(# CIC83, C.522) § 338 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris lo permette.~Can. 339 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris (CIC83, C.517 § 340 VII,3 | parrocchiale vicino alla chiesa parrocchiale; tuttavia il 341 VII,3 | pur se battezzati nella Chiesa cattolica, si sono allontanati 342 VII,3 | diritto particolare della Chiesa sui iuris ha l’obbligo di 343 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris, gli opportuni 344 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris oppure, se queste 345 VII,3 | battezzato a una determinata Chiesa sui iuris a norma del can. 346 VII,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~Can. 298~(= CIC83, 347 VII,4 | C.556) Il rettore di una chiesa è il presbitero a cui è 348 VII,4 | demandata la cura di una chiesa che non è né parrocchiale 349 VII,4 | 557) §1. Il rettore di una chiesa è nominato dal Vescovo eparchiale, 350 VII,4 | società.~§2. Anche se la chiesa appartiene a qualche istituto 351 VII,4 | nominare il rettore della chiesa proposto dal Superiore.~§ 352 VII,4 | dal Superiore.~§3. Se la chiesa è unita a un seminario o 353 VII,4 | collegio è anche rettore della chiesa, a meno che il Vescovo eparchiale 354 VII,4 | 558) §1. Al rettore di una chiesa non è lecito compiere nella 355 VII,4 | è lecito compiere nella chiesa a lui affidata le funzioni 356 VII,4 | 559) §2. Il rettore di una chiesa può celebrarvi la Divina 357 VII,4 | ordinare al rettore della chiesa di celebrare nella chiesa 358 VII,4 | chiesa di celebrare nella chiesa a lui affidata determinate 359 VII,4 | parrocchiali, come pure che la chiesa rimanga aperta ad alcuni 360 VII,4 | presunta del rettore della chiesa o di un’autorità superiore, 361 VII,4 | nessuno celebrare nella chiesa la Divina Liturgia o le 362 VII,4 | C.562) Il rettore di una chiesa, sotto l’autorità del Gerarca 363 VII,4 | divine siano celebrati nella chiesa secondo le prescrizioni 364 VII,4 | rimuovere il rettore di una chiesa per una giusta causa; ma 365 VII,4 | ma se il rettore della chiesa è membro di un istituto 366 VIII | confini del territorio di una Chiesa patriarcale occorre osservare 367 VIII | confini del territorio della Chiesa patriarcale, l’Esarca è 368 VIII | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale.~§3. L’Esarca 369 VIII | confini del territorio della Chiesa patriarcale può richiedere 370 VIII | Apostolica e, se appartiene alla Chiesa patriarcale, deve mandare 371 IX | Chiese sui iuris, anche della Chiesa latina, che esercitano la 372 IX | modo il rito di ciascuna Chiesa sui iuris e la potestà dei 373 IX | in piena comunione con la Chiesa cattolica; gli statuti, 374 X | a essere ministri della Chiesa partecipando alla missione 375 X | particolare della propria Chiesa sui iuris.~ 376 X,1 | diritto e dovere proprio della Chiesa formare i chierici e gli 377 X,1 | necessità del ministero della Chiesa universale:~ abbiano cura 378 X,1 | aperte alle necessità della Chiesa universale, specialmente 379 X,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o al Consiglio 380 X,1 | territorio della propria Chiesa; in tutti gli altri casi 381 X,1 | tradizione della propria Chiesa sui iuris, deve comprendere 382 X,1,1 | lo richiede il bene della Chiesa e se lo permettono le forze 383 X,1,1 | oppure, se non a un’intera Chiesa sui iuris, almeno a diverse 384 X,1,1 | diverse eparchie della stessa Chiesa sui iuris, facendo oppurtune 385 X,1,1 | desiderabile che agli alunni di una Chiesa sui iuris sia riservato 386 X,1,1 | tratta del Metropolita della Chiesa metropolitana sui iuris ; 387 X,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale, se si tratta 388 X,1,1 | dei futuri ministri della Chiesa, solleciti dell’unità della 389 X,1,1 | collaudati Dottori della Chiesa specialmente dell’Oriente, 390 X,1,2 | un seminario di un’altra chiesa sui iuris o in un seminario 391 X,1,2 | Cristo in mezzo alla sua Chiesa, luce e sale del mondo contemporaneo.~ 392 X,1,2 | tradizione della propria Chiesa sui iuris ; comunque si 393 X,1,2 | educati al «sentire con la Chiesa» e al suo servizio, come 394 X,1,2 | Cristo vuole per la sua Chiesa non sarà pienamente realizzata, 395 X,1,2 | costante e alla guida della Chiesa.~Can. 352~(cf CIC83, C.255) § 396 X,1,2 | ministeri nella propria Chiesa sui iuris, siano formati 397 X,1,2 | istruiti sulle necessità della Chiesa universale e specialmente 398 X,1,2 | tradizioni della propria Chiesa sui iuris sulla diaconia 399 X,2 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede, dal Patriarca 400 X,2 | particolare, della stessa Chiesa patriarcale, a meno che 401 X,2 | particolare della propria Chiesa sui iuris, non sia già stato 402 X,2 | propria eparchia o della Chiesa sui iuris, a un chierico 403 X,2 | chierico sollecito verso la Chiesa universale, specialmente 404 X,2 | l’Amministratore della Chiesa patriarcale senza il consenso 405 X,2 | quali sono l’utilità della Chiesa o il bene dello stesso chierico; 406 X,2 | diritto particolare di una Chiesa sui iuris, per il lecito 407 X,2 | all’eparchia di un’altra Chiesa sui iuris si richiede anche 408 X,2 | chierico è venuto da un’altra Chiesa sui iuris ;~ gli consti 409 X,3 | Corpo di Cristo che è la Chiesa.~Can. 368~(cf CIC83, C.276) 410 X,3 | esercizi di pietà della propria Chiesa sui iuris.~§2. Abbiano grande 411 X,3 | esercitare a servizio della Chiesa.~§2. I chierici devono accettare 412 X,3 | ogniqualvolta le necessità della Chiesa lo esigano, a giudizio della 413 X,3 | secondo la tradizione della Chiesa universale; così pure dev’ 414 X,3 | secoli dalla prassi della Chiesa primitiva e delle Chiese 415 X,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris.~Can. 378~(CIC83, 416 X,3 | confratelli di qualunque Chiesa sui iuris, operino tutti 417 X,3 | dai beni spirituali della Chiesa, specialmente della parola 418 X,3 | hanno nella missione della Chiesa, particolarmente apprezzando 419 X,3 | pure volgendo al bene della Chiesa la loro competenza ed esperienza, 420 X,3 | difesa dei diritti della Chiesa oppure la promozione del 421 X,3 | particolare della propria Chiesa sui iuris, oppure della 422 X,4 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o, se vi è pericolo 423 X,4 | territorio della propria Chiesa patriarcale, i quali non 424 XI | partecipano alla missione della Chiesa, ma non sono costituiti 425 XI | proposta dal magistero della Chiesa, evitando tuttavia di presentare 426 XI | opinabili, come dottrina della Chiesa.~Can. 403~§1. Fermo restando 427 XI | liturgiche di qualunque Chiesa sui iuris secondo le prescrizioni 428 XI | 2. Se le necessità della Chiesa o una vera utilità lo consigliano 429 XI | magistero autentico della Chiesa non solo per poter vivere 430 XI | particolare della propria Chiesa sui iuris.~§3. Riguardo 431 XI | speciale servizio della Chiesa, hanno l’obbligo di acquisire 432 XII,1,1 | istituto approvato dalla Chiesa, nel quale i fedeli cristiani, 433 XII,1,1 | per l’edificazione della Chiesa e la salvezza del mondo, 434 XII,1,1 | ragione del suo primato sulla Chiesa universale e in vista della 435 XII,1,1 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede; in caso 436 XII,1,1 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale per mezzo di 437 XII,1,1 | invece la proprietà per la Chiesa patriarcale, per l’eparchia, 438 XII,1,1 | istituto religioso di qualsiasi Chiesa sui iuris, anche della Chiesa 439 XII,1,1 | Chiesa sui iuris, anche della Chiesa latina, che viene ascritto, 440 XII,1,1 | Sede Apostolica, a un’altra Chiesa sui iuris, deve osservare 441 XII,1,1 | osservare il diritto di questa Chiesa, salve restando le prescrizioni 442 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale oppure, in tutti 443 XII,1,2 | il diritto di avere una chiesa e di compiervi i sacri ministeri, 444 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede, un monastero 445 XII,1,2 | era stauropegiaco, alla Chiesa patriarcale; i beni invece 446 XII,1,2 | confini del territorio di una Chiesa patriarcale, può essere 447 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale non può essere 448 XII,1,2 | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale e dopo aver 449 XII,1,2 | un monastero di un’altra Chiesa sui iuris senza la licenza 450 XII,1,2 | can. 432, della propria Chiesa.~Can. 452~(cf CIC83, C.644) § 451 XII,1,2 | può essere eretta nella chiesa di un monastero né i monaci 452 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede oppure, in 453 XII,1,2 | un monastero di un’altra Chiesa sui iuris si richiede inoltre 454 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale.~10° La dimissione 455 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale.~Can. 500~(cf 456 XII,1,2 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, il Patriarca.~§ 457 XII,1,3 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, se non dopo 458 XII,1,3 | confini del territorio di una Chiesa patriarcale, una congregazione 459 XII,1,3 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede, dopo aver 460 XII,1,3 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, il consenso 461 XII,1,3 | istituto religioso di un’altra Chiesa sui iuris senza la licenza 462 XII,1,3 | can. 432, della propria Chiesa.~Can. 518~Prima di essere 463 XII,1,3 | licenza, oppure è di un’altra Chiesa sui iuris diversa da quella 464 XII,1,3 | confini del territorio della Chiesa patriarcale, un membro può 465 XII,1,3 | istituto religioso di un’altra Chiesa sui iuris è richiesto il 466 XII,1,3 | confini del territorio della Chiesa a cui presiede, dopo aver 467 XII,2 | società o istituto di un’altra Chiesa sui iuris, anche il consenso 468 XII,3 | sacro riconosciuto dalla Chiesa;~(CIC83, C.713) esercitano 469 XII,3 | particolare di ciascuna Chiesa sui iuris dettare norme 470 XII,4 | dallo Spirito Santo alla Chiesa e aiutino i promotori a 471 XII,4 | particolare della propria Chiesa sui iuris o stabilito dalla 472 XIII | persone giuridiche nella Chiesa e sono chiamate associazioni 473 XIII | sono riconosciute nella Chiesa se i loro statuti non sono 474 XIII | dottrina cristiana a nome della Chiesa, oppure di promuovere il 475 XIII | fedeli cristiani di qualche Chiesa patriarcale e metropolitana 476 XIII | territorio della stessa Chiesa, è il Patriarca, dopo aver 477 XIII | erigere, nella stessa casa o chiesa ad essa annessa, l’associazione 478 XIII | conto del rito della propria Chiesa sui iuris, delle necessità 479 XIII | pubblicamente alla comunione con la Chiesa cattolica, o è incorso nella 480 XIII | Metropolita che presiede a una Chiesa metropolitana sui iuris 481 XIV | dello Spirito Santo, la Chiesa si riconosce tutta missionaria.~( 482 XIV | Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o il Consiglio 483 XIV | attività missionaria della Chiesa.~§3. Nelle singole eparchie 484 XIV | qualcuno ad abbracciare la Chiesa; tutti i fedeli cristiani, 485 XIV | vessazioni sia distolto dalla Chiesa.~Can. 587~§1. Coloro che 486 XIV | vogliono congiungersi alla Chiesa siano ammessi con cerimonie 487 XIV | di ascriversi a qualunque Chiesa sui iuris a norma del can. 488 XIV | la loro ascrizione a una Chiesa che è più affine alla loro 489 XV,1 | FUNZIONE DI INSEGNARE~DELLA CHIESA IN GENERALE~Can. 595~(cf 490 XV,1 | cf CIC83, C.747) §1. La Chiesa, alla quale Cristo Signore 491 XV,1 | uomini.~§2. E’ compito della Chiesa annunciare sempre e dappertutto 492 XV,1 | di insegnare a nome della Chiesa spetta solo ai Vescovi; 493 XV,1 | fede e dei costumi per la Chiesa universale, dichiarano una 494 XV,1 | della fede affidato alla Chiesa, e che nel contempo è proposto 495 XV,1 | magistero solenne della Chiesa, sia dal suo magistero ordinario 496 XV,1 | soprattutto dei Pastori della Chiesa curare che, tra la varietà 497 XV,1 | luce la cattolicità della Chiesa attraverso la legittima 498 XV,1 | magistero autentico della Chiesa e insieme usando una libertà 499 XV,1 | difendere la fede della Chiesa e contribuire al progresso 500 XV,2,1 | mandato di predicare, anche in chiesa, può essere dato dal Vescovo


1-500 | 501-791

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License