Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

CCEO

IntraText CT - Lettura del testo

  • TITOLO XVI IL CULTO DIVINO E SPECIALMENTE I SACRAMENTI
    • Capitolo VIII I SACRAMENTALI, I LUOGHI E I TEMPI SACRI, IL CULTO DEI SANTI, IL VOTO E IL GIURAMENTO
      • Art. IV Il culto dei Santi, delle sacre icone o immagini e delle reliquie
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

Art. IV

Il culto dei Santi,
delle sacre icone o immagini e delle reliquie

Can. 884

(= CIC83, C.1186) Per incrementare la santificazione del popolo di Dio, la Chiesa raccomanda alla speciale e filiale venerazione dei fedeli cristiani Santa Maria sempre Vergine, Madre di Dio, che Cristo ha costituito Madre di tutti gli uomini, e inoltre promuove il culto vero e autentico degli altri Santi, col cui esempio infatti i fedeli cristiani sono edificati e con l’intercessione sostenuti.

Can. 885

(= CIC83, C.1187) E’ lecito venerare con culto pubblico solo quei servi di Dio che per autorità della Chiesa sono iscritti tra i Santi o i Beati.

Can. 886

(cf CIC83, C.1188) Rimanga ferma la prassi di proporre nelle chiese le sacre icone o immagini alla venerazione dei fedeli cristiani, nel modo e nell’ordine da stabilire per diritto particolare della propria Chiesa sui iuris.

Can. 887

(cf CIC83, C.1189) §1. Le sacre icone o le immagini preziose, ossia insigni per antichità o per arte, esposte nelle chiese alla venerazione dei fedeli cristiani non possono essere trasferite in un’altra chiesa o alienate (cf CIC83, C.1190 §2), se non col consenso scritto dato dal Gerarca che esercita la sua potestà sulla stessa chiesa, fermi restando i cann. 1034-1041.

(= CIC83, C.1189 b) §2. Le sacre icone o le immagini preziose non siano neppure restaurate se non col consenso scritto dato dallo stesso Gerarca, il quale, prima di concederlo, consulti dei periti.

Can. 888

(= CIC83, C.1190 §1) §1. Non è lecito vendere le sacre reliquie.

(=cf CIC83, C.1190 §2) §2. Le reliquie, le icone o immagini che sono onorate in qualche chiesa da grande venerazione del popolo non possono in alcun modo essere alienate validamentetrasferite in perpetuo in un’altra chiesa se non col consenso della Sede Apostolica o del Patriarca, il quale non può darlo se non col consenso del Sinodo permanente, fermo restando il can. 1037.

(cf CIC83, C.1189) §3. Per il restauro di queste icone o immagini si osservi il can. 887, §2.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License