Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

CCEO

IntraText CT - Lettura del testo

  • TITOLO XVII I BATTEZZATI ACATTOLICI CHE CONVENGONO ALLA PIENA COMUNIONE CON LA CHIESA CATTOLICA
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

TITOLO XVII

I BATTEZZATI ACATTOLICI CHE CONVENGONO ALLA PIENA COMUNIONE CON LA CHIESA CATTOLICA

Can. 896

A coloro che sono stati battezzati nelle Chiese o Comunità ecclesiali acattoliche e che chiedono spontaneamente di convenire alla piena comunione con la Chiesa cattolica, sia che si tratti di singoli sia di gruppi, non si imponga altro peso fuorché le cose necessarie.

Can. 897

Il fedele cristiano di qualche Chiesa orientale acattolica dev’essere accolto nella Chiesa cattolica con la sola professione della fede cattolica, premettendo una preparazione dottrinale e spirituale adeguata alla condizione di ciascuno.

Can. 898

§1. Oltre al Romano Pontefice, può accogliere un Vescovo di qualche Chiesa orientale acattolica nella Chiesa cattolica, anche il Patriarca col consenso del Sinodo dei Vescovi della Chiesa patriarcale o il Metropolita della Chiesa metropolitana sui iuris con il consenso del Consiglio dei Gerarchi.

§2. Il diritto di accogliere nella Chiesa cattolica qualsiasi altro spetta al Gerarca del luogo o, se così comporta il diritto particolare, anche al Patriarca.

§3. Il diritto di accogliere nella Chiesa cattolica i singoli laici spetta anche al parroco, se non è proibito dal diritto particolare.

Can. 899

(cf CIC83, C.OE 25/486) Il chierico di qualche Chiesa orientale acattolica che conviene alla piena comunione con la Chiesa cattolica può esercitare il proprio ordine sacro secondo le norme stabilite dall’autorità competente; ma un Vescovo non può esercitare validamente la potestà di governo se non con l’assenso del Romano Pontefice, capo del Collegio dei Vescovi.

Can. 900

§1. Colui che non ha ancora compiuto il quattordicesimo anno di età, non venga accolto se i genitori si oppongono.

§2. Se dall’accoglienza del medesimo si prevedono gravi disagi per la Chiesa o per lo stesso, l’accoglienza sia rimandata, se non è imminente il pericolo di morte.

Can. 901

Se vengono accolti nella Chiesa cattolica degli acattolici che non appartengono a qualche Chiesa orientale, devono essere osservate le norme sopra riportate, con gli opportuni riferimenti, purché siano validamente battezzati.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License