Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
acino 1
acivescovo 1
aco 1
acqua 70
acquarola 1
acquasale 1
acquavite 2
Frequenza    [«  »]
71 presto
71 spirituale
71 vuol
70 acqua
70 allo
70 averlo
70 cinque
P. Antonio Maria Tannoia
Della Vita ed Istituto del venerabile servo di Dio Alfonso M. Liguori...

IntraText - Concordanze

acqua
   Libro,  Capitolo
1 1, 5 | esso questi Esercizj un'acqua serotina, che cadde a tempo 2 1, 9 | passavalo che in pane ed acqua in onore di Maria Santissima. ~ 3 1, 12| il digiuno in pane, ed acqua.~Ancorchè portato per i 4 1, 15| Vergine passavalo in pane, ed acqua; e quasi di continuo non 5 1, 15| navigava di continuo contr'acqua, e che volendo esprimere 6 2, 1 | passava, che in pane, ed acqua, ma condito co' medesimi 7 2, 6 | dove, senza far conto di acqua, di sole.~ ~Si fermò 8 2, 6 | in un pantano carico di acqua e fango, cadde il somaro, 9 2, 11| quell'Estate tal penuria di acqua nello Stato di Sanseverino, 10 2, 11| soprabbondanza la pioggia. Indizio di acqua non vi era, e ne fu testimonio 11 2, 13| malconcio, e le mura, facendo acqua da per tutto, ripiene vedevansi 12 2, 17| tanti del Clero; ma altra acqua ci voleva per estinguersi 13 2, 20| dovevansi ammollire con acqua bollente. Il vino non era 14 2, 20| lo stomaco, perchè tutt'acqua, e non senza qualche difetto".~" 15 2, 24| orazioni. ~Una gran penuria di acqua affliggeva, fin dal Marzo 16 2, 24| ottenne da Maria Santissima. L'acqua fu in abbondanza, e si videro 17 2, 36| Raffaele Rossi, sono stati un'acqua, quanto desiderata, altrettanto 18 2, 37| potersi dar moto a tal' acqua. Sicchè quando VS. Illustrissima 19 2, 41| e scaricar grandini, ed acqua. Un fulmine cadde avanti 20 2, 41| errori.~Una somma penuria di acqua affliggeva nel Maggio tutto 21 2, 42| del proprio stato. Quest'acqua fu tale, che penetrò le 22 2, 45| Canonico Crisci per un'altr'acqua serotina in Seminario a 23 2, 47| scrupolo i libri più velenosi. ~Acqua fu questa, che smorzò il 24 2, 50| passavalo che in pane, ed acqua.~ Mi diceva il P. Villani, 25 2, 58| Inverno, se colti da neve, o acqua, non si arrivava che colle 26 3, 4 | il suo arrivo Monsignor Acqua, che n'era Vescovo, non 27 3, 5 | limone, che chiamasi in Roma, acqua fresca.~ Vestì sempre, come 28 3, 8 | mettersi a letto, un bicchier d'acqua. Rincrescendo al servidore 29 3, 8 | mezza notte, richiesto dell'acqua, ce la diede. Non credeva 30 3, 9 | animato dal suo zelo era un acqua serotina, che inzuppava 31 3, 12| semplice, se non in pane ed acqua, nelle Vigilie di Maria 32 3, 13| non propria, cerca dell'acqua bollente in un bacile, e 33 3, 13| loro avanti il fuoco, e l'acqua: voglio dire la sua indignazione, 34 3, 13| si fossero le fonti dell'acqua lustrale.~ ~Non minor afflizione 35 3, 17| Arienzo, tal penuria di acqua, che i pozzi in Primavera 36 3, 17| scaricarono un diluvio di acqua.~ ~Quale e quanto frutto 37 3, 19| queste che tante stille di acqua in faccia ad un sì grave 38 3, 26| facendo uso del vino, chiede acqua per bere. ~Un Fratello Laico 39 3, 26| un vase, ch'era pieno d'acqua, ce lo presenta. Monsignore 40 3, 26| guarda, e vede ch'era un'acqua corrotta, in dove giorni 41 3, 28| Durazzano D. Pasquale dell'Acqua, e forse eravi appostatamente 42 3, 28| dicesse essersi sposato coll'acqua, e fatto divorzio col vino, 43 3, 29| interposto D. Pasquale dell'Acqua suo amicissimo, e Regio 44 3, 30| Maestro con D. Saverio dell'Acqua, allora Sovraintendente 45 3, 35| in più parti, e facendo acqua da per tutto, anche vedevasi 46 3, 1 | Reggimentarj, se non proibì l'acqua, inibì il legnare, ed ogni 47 3, 37| per così intorbidata l'acqua, dar in dietro il popolo, 48 3, 42| pericolosa. Visitato da Medici, acqua, ed olio, lepidamente lor 49 3, 42| catarrale, perché tale, acqua con neve ci bisogna, ed 50 3, 43| maceravansi con digiuni in pane ed acqua; e tanti, oltre delle varie 51 3, 44| se li dava, o di semplice acqua, non prendevalo che coll' 52 3, 44| latte, o una bevanda di acqua. Essendo le tre, radunando 53 3, 57| mezzo di D. Pasquale dell'Acqua Governatore in quel luogo, 54 3, 62| venuto a tempo D. Felice dell'Acqua, Governatore in quel luogo, 55 3, 72| Caputo, disse volergli far l'acqua di S. Vincenzo Ferreri, 56 3, 73| cominciasi a tasteggiar l'acqua, così scrisse il 1. di Marzo 57 3, 77| rame, che servivasi per l'acqua benedetta. ~Costantino Silvio, 58 4, 2 | inviandole una boccia di semplice acqua, le mandò dicendo, che con 59 4, 12| bronzo non dava stilla di acqua. Presaggendosi perduti sementati 60 4, 12| animò tutti, se volevano l'acqua, ricorrere a Maria SS. ~ 61 4, 12| che, Domenica avremo l'acqua". ~In tutt'i giorni susseguenti 62 4, 22| di una barca, che faceva acqua da per tutto, si determina 63 4, 29| Stato. Volendo intorbidar l'acqua, chiese ed ottenne quanto 64 4, 33| necessitandogli un poco di acqua, mancando il Rettore, mandava 65 4, 33| dir soleva, un poco di acqua, che tutti i nettari del 66 4, 37| data dentro un sorso di acqua una cartellina di Maria 67 4, 41| Signor D. Pasquale dell'Acqua, Fiscale di questo Regio 68 4, 45| Essendosegli data dentro l'acqua una reliquia di Monsignore, 69 4, 45| Bevetevi con fede dentro l'acqua queste filaccie della camicia 70 4, 45| a bere dentro un poco di acqua tre filacce della camicia.


IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA