Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
egli 13
egritudin 1
ei 1
el 65
elemento 1
eletti 2
ella 8
Frequenza    [«  »]
70 tu
66 già
65 dal
65 el
63 gran
63 pur
63 te
Michelangelo Buonarroti il Vecchio
Rime

IntraText - Concordanze

el

   Rima
1 1 | Cosa mobil non è che sotto el sole~non vinca morte e cangi 2 2 | all'ombra mi rimango,~quand'el sol de' suo razzi el mondo 3 2 | quand'el sol de' suo razzi el mondo spoglia:~ogni altro 4 8 | Dio, o Dio,~come mi passa el core~chi non par che mi 5 13 | indietro, perché son morti, e el loro operare è fermo. ~ 6 14 | 014~El e la Notte parlano, e 7 14 | corso condotto~alla morte el duca Giuliano; è ben giusto~ 8 19 | punto m'arde e ghiaccia el core.~Dunche nel mie dolore~ 9 22 | ond'io sarò come nel foco el ghiaccio,~che si distrugge 10 22 | sospetti ognor s'attrista,~el corpo di in spera 11 22 | tuo regno~non ha' tu tutto el tempo mio passato,~che de' 12 24 | porta al mie veneno,~quand' el passo dier libero a' fier 13 25 | legato,~volge in tal uso el suo misero stato,~che libertà 14 25 | libertà domanderebbe appena.~E el tigre e 'l serpe ancor l' 15 31 | penso e pruovo~il male, el ben mi cresce in un momento.~ 16 33 | sicuro scudo,~ché tutto el mondo a morte è men che 17 34 | gran desio.~Come dal foco el caldo, esser diviso~non 18 35 | 035~El ciglio col color non fere 19 35 | ciglio col color non fere el volto~col suo contrar, che 20 35 | manco sale e scende quand' el copre;~onde più corte son 21 35 | grinze fan quando l'aopre.~El bianco bianco, el ner più 22 35 | aopre.~El bianco bianco, el ner più che funebre,~s'esser 23 35 | che funebre,~s'esser può, el giallo po' più leonino,~ 24 35 | Pur tocchi sotto e sopra el suo confino,~e 'l giallo 25 37 | distingui e concedi e parti el tempo;~quante vuo', breve 26 38 | porta~quel che 'n un punto el tempo e morte fura!~Che 27 42 | io miro,~veggio scolpito el viso di costei.~Tu 'l de' 28 43 | comprendo:~così sospeso, el corpo e l'alma muore.~ 29 45 | cor che s'innamora,~quand'el superchio ardor troppo l' 30 47 | 047~Quand'el ministro de' sospir mie 31 52 | man fo pigra e muovo tardi el piede.~ 32 53 | 053~Chi di notte cavalca, el conviene~c'alcuna volta 33 54 | men belle:~c'amore o forza el dirne è grazia sola;~e men 34 66 | giusto per vo' si facci el mie peccato,~di ch'i' pur 35 67 | note, al basso,~sfogare el cor colla suo rozza rima,~ 36 67 | loco~e di pagli' e di terra el loro ospizio:~chi ingombra ' 37 67 | ciuco col basto primizio;~el vecchio gode e fa poche 38 67 | oro e sanza sete alcuna.~El giorno c'a solcare i colli 39 67 | po', doppo l'opra, lieti el sonno tentano;~sazi di ghiande, 40 67 | l'usanze streme e strane,~el meglio e 'l peggio, e le 41 67 | gravida vacca e pel bel toro.~El Dubbio, el Forse, el Come, 42 67 | pel bel toro.~El Dubbio, el Forse, el Come, el Perché 43 67 | toro.~El Dubbio, el Forse, el Come, el Perché rio~no ' 44 67 | Dubbio, el Forse, el Come, el Perché rio~no 'l può ma' 45 67 | un lega e l'altro piega.~El Dubbio armato e zoppo si 46 67 | vento far canna paluste.~El Perché è magro, e 'ntorn' 47 67 | l buio è la suo scorta.~El Come e 'l Forse son parenti 48 68 | passo passo,~come edera fa el mur fra sasso e sasso.~ 49 70 | non ch'i' so che 'l giorno el cor non lega,~né sforza 50 70 | che non ha venti,~sotto el tüo grande el mïo arbitrio.~ 51 70 | venti,~sotto el tüo grande el mïo arbitrio.~Colui che 52 85 | errore.~Ma la sua disciplin' el lum' intero~mi può ben dar, 53 86 | persuaso afferma.~Novanta volte el sol suo chiara face~prim' 54 86 | pace.~Or che nostra miseria el ciel ti tolle,~increscati 55 86 | benché chiaro,~sie quand'el sol fra no' il caldo rinforza.~ 56 86 | rinforza.~Nel tuo morire el mie morire imparo,~padre 57 101| le braccia sua lucenti, el vulgo volle~notte chiamar 58 105| il pelo.~Voglia sfrenata el senso è, non amore,~che 59 109| e ' suo sospir non ode.~El mondo è cieco e di suo gradi 60 157| l'offesa mortal veggio:~el mezzo, a chi troppo ama, 61 193| fragil vita,~che, chiusi el dell'ultima partita,~ 62 209| e dorma~per render bello el mie terrestre velo;~ché 63 232| vicina,~salvo più lento el mie resto trapassa.~Né per 64 248| suoi~fe' chiaro a torto el nido ove nacq'io,~né sare' 65 275| in tal lapedicina.~Quand'el sol nacqui, e da chi il


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License