Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Michelangelo Buonarroti il Vecchio
Rime

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

244

Se 'l duol fa pur, com'alcun dice, bello,
privo piangendo d'un bel volto umano,
l'essere infermo è sano,
fa vita e grazia la disgrazia mia:
ché 'l dolce amaro è quello
che, contr'a l'alma, il van pensier desia.
Né può fortuna ria
contr'a chi basso vola,
girando, trïonfar d'alta ruina;
ché mie benigna e pia
povertà nuda e sola,
m'è nuova ferza e dolce disciplina:
c'a l'alma pellegrina
è più salute, o per guerra o per gioco,
saper perdere assai che vincer poco.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License