Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Sebastiano Satta
Canti

IntraText CT - Lettura del testo

  • MUTTOS
    • L’automobile passa
      • IL PALO TELEGRAFICO
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

IL PALO TELEGRAFICO

 

Sulla deserta vetta

Il palo telegrafico

Ronza perpetuo ai venti.

 

L’orfanello eremita,

Il servetto capraro

Batte con una selce l’esil palo,

E ascolta la profonda

Segreta melodia

Che si sprigiona dal percosso legno.

 

Or si ricorda quando sua madre

A Nuoro venne: era nel luglio ardente;

Nel gran sole tonavan le campane

Dalla chiesa maggiore, e, dentro, l’organo

Sospiroso gemea con simil voce.

 

Fuori una turba oscura,

Ed urli e pianti, e l’ululo

Di sua madre, e suo padre condannato.

 

Il cuore amaro sussultò. Non piange:

Sa che il sardo non deve pianger mai.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by EuloTech SRL - 1996-2008. Content in this page is licensed under a Creative Commons License