Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 439 -


336. AL P. D. ANTONIO TANNOIA, RETTORE DELLA CASA D'ILICETO.

Disposizioni del Santo riguardo ad alcuni Padri, a certi esercizî ed allo studio.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

NOCERA, 18 LUGLIO 1760,

 

Ho ricevuta la lettera del P. Ferrara.

signore, il P. Polestra si mandi a Caposele e Fr. [D. Amato] Ricca si potrà trattenere per qualche altro poco. Anche a me dispiace di mandarlo. Ma fate diligenza per vedere se il padre avrà modo di vivere appresso, colla dote della moglie e colle robe del fratello, il quale promette di soccorrerlo; perciò sarebbe bene forse che Fr. Ricca ne scriva al zio.

 


- 440 -


Mi scrive Mgr [Bernardo Onorati, vescovo] di Trevico, e tanto mi prega che mandassi il P. Melchionna alla Rinnovazione di spirito a S. Nicola; ma comecché il P. Melchionna penso di mandarlo ad altra casa, io scrivo a Monsignore di Trevico che mi compatisca se mando un altro. Ma poi vedete voi di mandarvi due soggetti a queste missioni fatte.

Facilmente il P.[Celestino] de Robertis verrà costì a farsi Certosino vero, mentre il P. Villani ed altri dicono che affatto non conviene che stia a Caposele, dove ha tenuto tante penitenti per più tempo. Il P. Ferrara vi dica poi le ubbidienze formali che ho date a D. Celestino, delle quali ne voglio conto.

Benedico tutti.

Raccomando al P. [D. Giovanni] Rizzi che eserciti gli studenti ad argomentare e far conclusioni, e che circa la grazia li faccia bene stabilire nel sistema del nostro libretto della preghiera1; specialmente legga loro posatamente il terzo e ultimo capo della seconda Parte, facendo fare conclusioni sopra quello.

E se vuole più libretti della preghiera a questo fine, ce li manderò; ma penso che costì già ci staranno. Viva Gesù e Maria, Giuseppe e Teresa!

 

Fratello ALFONSO del SS. Redentore.

 

Conforme all'originale che si conserva nell'archivio del nostro collegio di Pagani.

 




1 Questa operetta intitolata: Del gran mezzo della preghiera per conseguire la salute eterna e tutte le grazie che desideriamo da Dio, era stata pubblicata l'anno precedente, cioè l'anno 1759.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos