Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Lettere

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 440 -


337. AL P. D PASQUALE DE MATTEIS, DELLA COMPAGNIA DI GESÙ, IN NAPOLI,

Dolore del Santo per la perseguitata Compagnia di Gesù.

 

Viva Gesù, Maria e Giuseppe!

 

NOCERA, 17 AGOSTO 1760.

 

Molto Revdo Padre e Pne colmo.

Ringrazio sommamente V. R. della bell'opera del Padre Natale.


- 441 -


Ho inteso ancor io qui più notizie funeste di Portogallo. Povero regno! Lo piango.

Io in quest'ottobre sarò a riverirla in Napoli. Frattanto non lascio di pigliarmela con alcuni, che vogliono accettar per vere tutte le cose che si dicono contra i Gesuiti. Dico almeno che anche i tiranni non lasciano d'interrogare i rei, prima di condannarli; solamente i Gesuiti si condannano senza sentirli.

Mi consolo non però con dire che ci è Dio, il quale un giorno scoprirà tutte le verità.

Mi raccomando alle sue orazioni; e a rivederci ad ottobre, ed in quella mattina che vengo, sappia che vengo col pensiero di restarmi a refettorio, o mi cacciate, o non mi cacciate. Viva Gesù e Maria!

 

Di V. R.

Devmo ed obblino servo vero

ALFONSO DE' LIGUORI della C. del SS. Redentore.

 

Conforme ad un'antica copia.




Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos