Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
S. Alfonso Maria de Liguori
Glorie di Maria

IntraText CT - Lettura del testo
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

- 681 -


1. *

In Germania un certo uomo cadde in un grave peccato; non volendo confessarlo per rossore, ed all'incontro non potendo sopportare il rimorso della coscienza, andò per buttarsi al fiume; ma poi si trattenne, e piangea pregando Dio che ce lo perdonasse senza confessione. Una notte dormendo si sentì scuotere ad una spalla con una voce che gli disse: Va, ti confessa. Andò alla chiesa, ma neppure si confessò. Un'altra notte intese la stessa voce. Torna alla chiesa, ma ivi giunto disse che prima volea morire, che confessare quel peccato. Ma volendo già tornare in casa volle prima andare a raccomandarsi a Maria SS., la cui immagine stava nella stessa chiesa, ed appena inginocchiato si sentì tutto mutato. S'alzò subito, chiamo il confessore e, piangendo dirottamente per la grazia ricevuta dalla Vergine, si confessò intieramente; e dopo disse che aveva inteso maggior contento, che se avesse guadagnato tutto l'oro del mondo (Ann. Soc. 1650, ap. Aur., Aff. scamb., t. 3, c. 7).




* Esempio 1. - AURIEMMA, Affetti scambievoli tra la Vergine Santissima e suoi divoti, parte 2, cap. 7. Bologna, 1681, II, pag. 116-118. Dice S. Alfonso, con Auriemma, Ann. Soc. 1650. Probabilmente: IO. NADASI, Annales Mariani Societatis Iesu, ab anno 1521 usque ad hodierna tempora. Romae, 1658. Ma il fatto riferito non s'incontra all'anno 1650.






Precedente - Successivo

Copertina | Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) © 1996-2006 Èulogos