Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
leziosaggine 1
lezioso 1
li 103
lì 209
lib. 3
libano 1
libbra 1
Frequenza    [«  »]
211 gente
211 noi
210 signore
209 lì
206 sé
205 mezzo
204 dio
Alessandro Manzoni
I promessi sposi

IntraText - Concordanze

corrige!it
sistema esperto ortografico
Il servizio automatico di controllo finale che verifica ogni parola nel contesto
e trova erri in visi bili ai norma li con troll i orto grafi ci

Provalo sui tuoi documenti. Gratis

    Capitolo
1 IV | d'un frate! se rimaneva in ginocchio, ancora per 2 V | stesso don Rodrigo, ch'era in capo di tavola, in casa 3 V | conte duca, non lo voleva , per le stesse ragioni; 4 V | zitto; e lo vedeva sempre fermo, senza dar segno d' 5 VI | andito buio. Quando furon , gli disse sotto voce: - 6 VI | uomo che è -. Lucia rimase , e la guardò con un volto 7 VI | rintanato in casa? E farlo star ? ché, benché sia pesante 8 VI | d'un certo Tonio, ch'era poco distante; e lo trovò 9 VI | desinare all'osteria, e parleremo -. La proposta 10 VI | timore che abbia a dirmi, in pubblico: quelle venticinque 11 VII | tu aspetti qualche poco, vicino al convento, non 12 VII | che metteva alla scala, e diede un'altra occhiata 13 VII | ritiravan rasente al muro, e di facevano scappellate e inchini 14 VII | era innanzi agli altri, fu per entrare, colui, senza 15 VII | gridando tutt'e due insieme (, è il giuoco che lo richiede), 16 VII | seguitò la sua strada. E , mentre prendeva il tegame 17 VII | vicino a quella casa, e si divisero. I due promessi 18 VII | credere che si fosse abbattuta a caso, e che Tonio l'avesse 19 VIII | paragone anche Carneade: e il lettore era rimasto arrenato. 20 VIII | del terreno. Picchia anche , e aspetta: e' poteva ben 21 VIII | passi da Pescarenico. - vedrete un battello fermo; 22 IX | servito. Il baroccio era pronto; il conduttore salutò 23 IX | conduttore entrò in un'osteria, e , come pratico del luogo, 24 IX | avrebbe voluto fermarsi , almeno tutto quel giorno, 25 IX | ch'ebbe di leggere, stette alquanto a pensare; poi 26 IX | se quel buon religioso , ottiene di mettervi nelle 27 IX | grandissima autorità; e pensò che , meglio che altrove, la 28 IX | vecchie donne di servizio: e anche desinava, quando c' 29 IX | un angolo della camera, e , con la faccia nascosta 30 IX | tanto ardore. S'alzò di , andò a un tavolino, riprese 31 X | due chiamati, e vedendo Gertrude, la guardarono 32 X | concertarono che verrebbe di a due giorni.~In tutto il 33 X | s'entrò in un altro, e si vide la porta del chiostro 34 X | e due pesasse di rimaner testa testa; e andarono 35 X | che si facesse monaca; ma finiva la sua autorità sopra 36 X | per le quali si trovava ; e disfaceva mille volte 37 X | volta passare o girandolar , per ozio, allettato anzi 38 X | sua mente, e si piantava , e non voleva moversi! Quante 39 XI | rimescolare il sangue, stette alquanto a guardar tristamente 40 XI | si perdeva in una fogna. c'era una colonna, con sopra 41 XI | sportello. Renzo rimase , con la sua lettera in mano. 42 XII | figliuoli, - predicava di il capitano, - che fate 43 XII | alcuni della casa stettero rannicchiati ne' cantucci; 44 XII | lui al centro della folla. c'era uno spazio vòto, e 45 XII | crocicchio non molto distante di ), s'era messo l'assedio 46 XII | nella piazza de' Mercanti. E eran ben pochi quelli che, 47 XII | braccio teso, pareva che fosse per dire: ora vengo io, 48 XII | via de' fustagnai, e di si sparpagliò nel Cordusio. 49 XII | s'aspettavano di trovar già al lavoro, videro soltanto 50 XIII | e riposto nascondiglio. rannicchiato, stava attento, 51 XIII | stesso tempo, con lo star a pigiare, impicciavan di 52 XIII | sapeva che partito prendere. non era altro che una, lasciatemi 53 XIII | la meglio; ma riuscirvi, stava il punto. Chi sapeva 54 XIII | largo, - che si sentì gridar vicino: - largo! è qui l' 55 XIII | indietro da uno che lo vedeva lì per essere schiacciato 56 XIII | da uno che lo vedeva per essere schiacciato da 57 XIII | come abbiam detto, eran già con le medesime buone intenzioni, 58 XIII | uscir al largo, del tutto. Ferrer, mentre cominciava 59 XIV | mangian l'oche, e si trovan tante penne, tante penne, 60 XIV | fuggiti, ve', allora. Tenerlo quel signor curato... So 61 XV | verso l'uscio di scala. Renzo, al chiasso de' saluti 62 XV | trecento scudi: sì, son che covano trecento scudi; 63 XV | del palazzo di giustizia.~, come a tutti gli altri 64 XV | dimodoché, quando l'oste capitò , a dir ciò che sapeva intorno 65 XV | estraneo che, passando di a caso, si fosse trovato 66 XVI | Scappa, scappa, galantuomo: c'è un convento, ecco 67 XVI | . Ma trovar la strada, stava il male. Lasciato 68 XVI | poi andare alla porta. Fu lì per farsi insegnar la 69 XVI | andare alla porta. Fu lì per farsi insegnar la strada 70 XVI | allontanarsi in fretta di : che la strada se la farebbe 71 XVI | le sue forze; pensò che sarebbe il luogo di fare 72 XVI | aveva disegnato di far un'altra fermatina, per 73 XVI | immaginandosi che volesse dormir , non gli uscisse fuori a 74 XVI | demonio che li portava. Son sul Cordusio, vedon lì quel 75 XVI | Son lì sul Cordusio, vedon quel forno che fin da ieri, 76 XVII | risolveva d'uscir subito di per la strada già fatta, 77 XVII | Arrampicarsi sur una pianta, e star a aspettar l'aurora, per 78 XVII | paglia; e pensò che, anche , una dormitina sarebbe ben 79 XVII | Se Renzo si fosse trovato andando a spasso, certo 80 XVII | il non saper di certo se essa fosse confine, o se, 81 XVII | pescatore.~- E quella riva , è bergamasca?~- Terra di 82 XVII | suo primo pensiero. - Sta' , maledetto paese", fu il 83 XVII | cadente e delle rote, se stia un certo Bortolo Castagneri.~- 84 XVIII | nelle carceri, e lo ritenga , sotto buona custodia, per 85 XVIII | notizie di qui, notizie di , e ne faceva parte all'ospiti.~- 86 XVIII | aveva patito, per andar a patire; e quella prima 87 XVIII | pesciaiolo che doveva passar di , tornando da Milano; e gli 88 XVIII | renda merito; e giacché era , volle, prima d'andare a 89 XIX | reverendo?...~Chi fosse stato a vedere, in quel punto, 90 XIX | troppo!, tutto fu naturale: non c'era politica: era 91 XIX | nobile per nascita", e fermi . Giuseppe Ripamonti, che, 92 XIX | situata sul confine; e , assicurandosi a forza di 93 XX | erto e tortuoso sentiero. c'era una taverna, che si 94 XX | strada di Monza?~- Andando di , vanno a rovescio, - rispondeva 95 XX | di esso, e aveva passata tutta la sua vita. Ciò che 96 XXI | Ebbene? - disse, fermandosi .~- Tutto a un puntino, - 97 XXI | a letto: cosa volete far , accucciata come un cane? 98 XXI | che se ne sarebber fatti , d'intorno, lontano; la 99 XXI | confondeva con esso. Di a poco, sente un altro scampanìo 100 XXII | entrò nel salottino: e anche , occhiate, bisbigli, un 101 XXII | riabbassandoli subito, rimase un poco, poi disse o balbettò: - 102 XXII | nome del loro casato; e , applicandosi assiduamente 103 XXIII | ch'era stato come portato per forza da una smania 104 XXIII | stizza, una vergogna di venir come un pentito, come un 105 XXIII | tra i parrochi radunati , si trovasse quello di ***.~- 106 XXIII | mentre il suo nuovo amico era in terzo, pensò che il mezzo 107 XXIII | Chi lo può conoscere? Ecco , ora pare sant'Antonio nel 108 XXIII | al lettighiero che stesse a aspettare, si levò una 109 XXIV | dal digiuno, era rimasto fermo, quasi sull'uscio; 110 XXIV | tenere a segno quelle facce , - pensava, - non ci vuol 111 XXIV | molto più grosso di lui; bisognerà rodere il freno. 112 XXIV | sentendo che il cuore era lì per pentirsi, ritornò 113 XXIV | sentendo che il cuore era per pentirsi, ritornò alla 114 XXIV | del cardinale.~- A vederlo davanti all'altare, - diceva, - 115 XXIV | era la sola che si trovava presente, fa coraggio a 116 XXIV | terribile carrozza trovata sulla strada, per l'appunto 117 XXIV | verso Lucia, ch'era rimasta con la madre, tutt'e due 118 XXIV | andò verso il mezzo, e , essendo ancora a cavallo, 119 XXIV | e quelle parole, rimaste tanto tempo ravvolte insieme, 120 XXV | intanto ch'era vota; e stette ad aspettare.~Il cardinale 121 XXV | donne.~Don Abbondio uscì di tutto contento che il cardinale 122 XXV | buona intenzione, e che sarebbe sicura dall'insidie 123 XXV | non parlare... - E restò senza concludere, in un 124 XXV | che il discorso finisse ; ma vedeva il cardinale, 125 XXVI | delle meno precise, restò senza articolar parola. 126 XXVI | rivelarne il motivo -. E stette alquanto, aspettando di 127 XXVI | stessa paura era sempre a far l'ufizio di difensore), 128 XXVI | per taglio, e a tenerli tutti, ché ogni momento 129 XXVI | inaspettato, Agnese rimase pensierosa. Dopo qualche 130 XXVII | cerchi la foglia; stette un momento, per farsi tornar 131 XXVII | sul suo avvenire, anche compariva colui, per dire, 132 XXVII | cuore uno scapestrato (ed è che inclinano sempre), non 133 XXVII | liberamente, era in casa: ogni persona era soggetta, 134 XXVIII | dalla soldatesca, alloggiata o di passaggio, n'eran fuggiti 135 XXVIII | per la strada, e rimaneva morto: spettacolo ancor 136 XXVIII | dugent'ottantotto, o giu di : a' nostri giorni, una grande 137 XXVIII | accattoni a ricoverarsi .~Molti vi concorsero volontariamente; 138 XXVIII | di gente che, parte era ad aspettare, parte accorreva; 139 XXIX | Abbondio andò, tornò, di a un momento, col breviario 140 XXIX | fermarsi.~Si concluse di star un poco a prender fiato; 141 XXIX | che da un pezzo stavan ammucchiate, e gliele distribuì; 142 XXX | andasse ripetendo che ne aveva ancora de' vecchi.~- Quando 143 XXX | sperpero, di sporchizie: ma , per buona sorte, non s' 144 XXX | di quel che c'era stato, e altrove, se ne vedeva 145 XXXII | esterna del duomo, e stavan guardando attentamente. 146 XXXII | saliti sui tetti, se di potessero veder da lontano 147 XXXII | men del bisogno. Fu spesso lì per mancare affatto di 148 XXXII | del bisogno. Fu spesso per mancare affatto di viveri, 149 XXXIII | battente socchiuso, riman a spiare.~- Ah traditore 150 XXXIII | butta a giacere, e lo tien , gridando, con un versaccio 151 XXXIII | sua strada.~Renzo rimase tristo e scontento, a pensar 152 XXXIII | del paese. Pensò d'andar .~E andando, passò davanti 153 XXXIII | stesso, pareva che fosse per contrastare il passo, 154 XXXIII | insieme nella casuccia. E , senza sospendere i discorsi, 155 XXXIII | dicendogli che buttasse i danari; e fatto questo, 156 XXXIII | di qualche cascinotto, e passar la notte; ché con 157 XXXIV | faceva di continuo, non soltanto, ma in varie parti 158 XXXIV | tutti i suoi pensieri.~Stato alquanto, prese la diritta, 159 XXXIV | porcheria nel cappello. Ma da solo a solo, mi son dovuto 160 XXXIV | dentro, trovo i dispiaceri apparecchiati. Basta... 161 XXXIV | cominciato a sentire mentre era fermo a discorrere: un rumor 162 XXXIV | ponte Marcellino; prese di , e riuscì in Borgo Nuovo. 163 XXXIV | fetor de' cadaveri lasciati che i pochi rimasti vivi 164 XXXIV | la scena; e infatti, di a non molto, riuscì in un 165 XXXIV | nella strada, e lasciati fin che passasse un carro 166 XXXIV | bacio in fronte, la mise come sur un letto, ce l' 167 XXXIV | che s'avanzava, e si fermò , per lasciarla passare. 168 XXXIV | tratto dalla peste; e stava senza sentimento, per esser 169 XXXIV | viaggiatore. La casa doveva esser vicina, e chi sa se tra 170 XXXIV | galantuomini.~Renzo non istette a pensare: gli parve subito 171 XXXIV | eran già fermati, e stavan come titubanti, e che, seguitando 172 XXXIV | questa bella compagnia... , lì, appunto, mi pare, in 173 XXXIV | questa bella compagnia... lì, , appunto, mi pare, in quella 174 XXXIV | giovine; ché, se non eravamo noi a salvarti, lui ti dava 175 XXXIV | venne subito in mente che di s'andava diritto al lazzeretto; 176 XXXV | vista di Renzo, e lo tenne , sopraffatto e compreso. 177 XXXV | un momento.~Levatosi di finalmente, andò costeggiando 178 XXXV | corse verso quella parte; e , a girare, a cercare, innanzi, 179 XXXV | sono. Tu vedi quella chiesa nel mezzo... - e, alzando 180 XXXV | parte del terreno che è davanti, è assegnata alle 181 XXXV | renderà conto di te. Cercala ; cercala con fiducia e... 182 XXXVI | a una capanna; e stette aspettando, mezzo nascosto, 183 XXXVI | chiunque si fosse trovato come semplice spettatore. 184 XXXVI | in istato di camminare. le donne venivan l'ultime; 185 XXXVI | inginocchiarsi sull'ultimo scalino; e fece a Dio una preghiera, 186 XXXVI | di compassione.~- E anche , - proseguì Renzo, - ha 187 XXXVI | e tutti i figliuoli: di a poco, venutale la peste 188 XXXVI | confortando un moribondo. Si fermò , aspettando in silenzio. 189 XXXVI | interessato; e, quando quello fu , disse, a voce più alta, 190 XXXVI | da Renzo; il quale, stato a guardarlo fin che non 191 XXXVII | quel lazzeretto, quel mare! ti volevo a trovarla! E 192 XXXVII | il Signore... Sono stato lì...! Ti dirò poi -. E 193 XXXVII | Signore... Sono stato...! Ti dirò poi -. E si 194 XXXVII | finestra, e per dare anche una fregatina di mani. Tornò 195 XXXVII | e soggiunse: - entrate , e vedrete che c'è due panche, 196 XXXVII | momento dopo, Agnese si trovò sull'altra: e son certo 197 XXXVII | avesse potuto trovarsi in terzo, a veder con gli 198 XXXVII | monastero di Milano; che , dopo molto infuriare e 199 XXXVIII| s'impuntano, e si piantan , e alzano una zampa e poi 200 XXXVIII| Io sono stato solamente ne' contorni, e, per dir 201 XXXVIII| Renzo: - non è quel latino che mi fa paura: quello 202 XXXVIII| della messa: anche loro, , bisogna che leggano quel 203 XXXVIII| che andava cavando fuori, proprio, in quel canto, 204 XXXVIII| don Abbondio, volle star un poco a far compagnia 205 XXXVIII| non c'era gran male fin . Chi lo fece il male, furon 206 XXXVIII| stare sul loro, Lucia, che non era aspettata per nulla, 207 XXXVIII| qualche fastidiuccio anche . L'uomo (dice il nostro 208 XXXVIII| una lisca che lo punge, un bernoccolo che lo preme: 209 XXXVIII| delle porte, quando c'è d'intorno gente che ha la


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License