0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
                                           grassetto = Testo principale
                                           grigio = Testo di commento

11061   2Apio  II1- 325(282)              |              Originale: gebiti; cfr. Rohrbacher ¶ V, p.
11062   IlFon  III- 970                   |  i Giosuè, i Sansoni, i Gedeoni; ma se Dio vuole, non
11063   Vmeco  III- 358                   |    che presumono, non ¶ gelano di orrore in pensare che
11064   3Apio  II1- 899                   |        Le dita di molti gelavano sui fucili che ancora
11065   2Apio  II1- 399                   |       nel ¶ convento di Gellona. Guglielmo aveva
11066   1Apio  II1-  93                   |  Pausania, mentre che ¶ Gelone141,re di Sicilia,
11067   I1913   14,   VI - 772            |      a campo, a vite, a gelsi una spianata di steppe
11068   I1883   26,   VI -  69            | sono  a salvare e noi gememmo e pregammo Dio ad
11069   I1875 Corso,    6,   VI - 865     |          divino, quanto gemerà inconsolabile? Vi
11070   1PaAn    I- 263                   |  ed alla croce. Chi non gemerebbe alla morte ¶ di Gesù? Le
11071   3PaAn    I- 771                   | vennero supplichevoli a gemergli dinanzi! Ma non ¶ era
11072   MFerv    I-1155                   |    m'ha salvato anch'io gemerò con pietoso affetto,
11073   2Apio  II1- 349                   |   dormirete entro letti gemmati, godrete in ogni
11074   9Ferv  II2- 322(31)               |      in medio angelorum gemmis ornatam stantem et
11075  II1911   IV- 460                   | e la madre che vi hanno generate, perché la ¶
11076   3Apio  II1- 917                   | 2) Saggio del principio generatore delle costituzioni
11077   1Friv  III- 839                   |       di serenità che ¶ generava atti violenti e parole
11078   Gpont  II1- 966                   |   tutte le genti; tu le genererai alla mia fede ¶ ed al
11079   1Friv  III- 843                   |  prodotto? E rispondono genericamente essere un ¶ malore
11080 III1915   IV-1395                   |  Queste <sono> le norme generiche, riassunte dal ¶
11081   I1883    1,   VI -   6(3)         |                      La genericità delle indicazioni non
11082  II1899   IV- 316                   | mondi, perché non vi si generino animaletti.~ ~2. ¶
11083   2PaMa    I- 122                   |  terra". Maria accettò. Generolli ¶ dunque tutti
11084   MFerv    I-1220                   |    Carlo arcivescovo fu generosissimo quando ¶ in una sola
11085   MeMus  III- 807(10)               |    et ¶ synonyma omnium generum et specierum a Linnaeo
11086   2Apio  II1- 245                   | Scriveva Agostino Della Genesi, Del maestro, Della vera
11087   3Apio  II1- 599(107)              |              Originale: Gengiscan; cfr. Rohrbacher VIII,
11088   I1910    2      ,   VI - 514      |      qualche sentimento geniale. Aggiungo che colle
11089 III1899   IV- 948                   |    da peste da amicizie geniali o da ¶ sentimentalità.~ ~
11090   I1910    3,    2,   VI - 523      |         o tanto meno di genialità verso persona veruna né
11091   I1913   28,   VI - 810(174)       |    Provvidenza, Milano, gennaio-febbraio 1904, p. 10
11092   2Apio  II1- 238(160)              |              Originale: gennani; cfr. Rohrbacher IV, p.
11093   I1889    6,   VI - 291            | male. Eccetto Romagna e Genovesato, in altri luoghi soffron
11094   MSMed  III-  98                   |            Proposée aux gens du mond) par un
11095   3Apio  II1- 721                   | portare soccorso a voi, gentil sire, ¶ ed al vostro
11096   SILou    I-1128                   |       la nobile e piagentildonna madre della giovane:~ ~ "
11097   PAS86  III-1053                   |      si è vestito delle gentilezze del ¶ progressista
11098   IlFon  III- 922                   |     1. ¶ Havvi un fiore gentilissimo che si scuote e geme e
11099   1Apio  II1-   5                   |    la destra a lisciare gentilmente il ¶ pelo di un
11100   Asant  III- 236                   |        dica: "Flectamus genua" l'inserviente risponde: "
11101   I1891   37,   VI - 382            |  di 31 gran cuore a me, genuflessogli ai piedi, ed alle minime
11102   Asant  III- 236                   |  di ¶ esse, genuflette. Genufletta in piano anche il
11103   2Apio  II1- 287                   |        si elevò e poi ¶ genufletté tre volte. Girò lo
11104   CanSu  II2- 302                   |      all'ammirazione, ¶ genufletterono e pregarono per dar
11105   3Apio  II1- 655                   |       Continuò il kan: "Genuflettete tre volte dinanzi a me
11106   I1910    7      ,   VI - 549(20)  |   sit; qua ¶ reverentia genuflexerit ante eam; an comitata
11107   3OrFr  II2- 242                   |           ante altaregenuflexus sequentibus verbis Dei
11108   I1913    8,   VI - 727            |           dei sacchi di genziana e portarli personalmente
11109   I1910    0,   14,   VI - 605      |     di ¶ Monticelli, di Genzone, di Filighera, dove le
11110 III1915   IV-1407(51)               | del ¶ francescano padre Geoffrey Schilling. L’A. vi poté
11111   PAS86  III-1039                   |           e dei signori geografi, di cattolici tanto che
11112   3Apio  II1- 799                   |  la mostra di una carta geografica universale, entra ¶ in
11113   Nscuo  III- 613                   |      decimale, le carte geografiche, i solidi geometrici ¶
11114   I1875 Corso,    9,   VI - 887(143)|  dei dati divulgati dal geografo Alexander von ¶ Humboldt
11115   1Friv  III- 853                   |         Strani fenomeni geologici si riproducono in una
11116   1Friv  III- 854                   |    dell'attuale periodo geologico, e mentre la catastrofe
11117   2Apio  II1- 495                   | sette principali figure geometriche. Mistero! Studiando
11118   Nscuo  III- 613                   |   geografiche, i solidi geometrici ¶ ed i fatti principali
11119   SILou    I-1140(17)               |   completa, presa dalle Georgiche di Virgilio (II, 173-174
11120   1Apio  II1-  32(45)               |              Originale: Gerara; cfr. Rohrbacher I, p.
11121   I1910   19      ,   VI - 581      |      nei diversi ordini gerarchici, nel ¶ leggere la vita
11122   3Apio  II1- 850(542)              |              Originale: Gerard; cfr. Rohrbacher ¶ XIV,
11123   3Apio  II1- 850                   |     e con lui gli abati Gérard542 e Crillon e Feller
11124   ASGot  II2-  34                   |     fecondi, ritornammo gerbi, ed ¶ ora mercé la
11125   2Apio  II1- 364                   |      intorno a sé sanGeremaro, san Vandregisilo, san
11126   2Apio  II1- 253                   |     ordinar vescovo <di Geres>175 un monaco,  ./. 
11127  II1913   IV- 778(16)               |          è tratta dal ¶ gergo amministrativo
11128   IlMon  III-1004(8)                | Bodrio, il Sona, […] il Gerla, il ¶ Canale, il
11129   3Apio  II1- 613                   |         in Baviera, e ¶ Gerlacco127, abate nel Belgio,
11130   3Apio  II1- 613(127)              |              Originale: Gerlano; cfr. ROHRBACHER VIII,
11131  I1891b    1,    5,   VI - 393      |       con vimini ceste, gerle, a lavorar di ¶
11132   IlMon  III-1004                   | Porcile, il Dordona, il Gerlo, il Canale, il ¶
11133   2Apio  II1- 507                   |        degli imperatori germanici i quali volevano ¶
11134   I1907    1,   VI - 443            | le parochie minori ¶ di Germasino, di Garzeno, di San
11135   3PaAn    I- 628                   |     il giusto che avete germinato dalla terravergine
11136   Svegl  III- 666                   | radice la quale intanto germoglia e poi spunta da ¶ terra
11137   3OrFr  II2- 165                   |             somiglianti germogliarono e dalla famiglia ¶
11138   1PaAn    I- 235                   |      nel buon terreno e germogliò ¶ e diede frutto
11139   3Apio  II1- 613                   |         esser tradotto. Geroè, preposto in Baviera, e ¶
11140   1Apio  II1-  41                   |    posero attenzione ai geroglifici ed alle ¶ memorie dei
11141   CLAPe  II2- 483                   |   Bema, di Albaredo, di Gerola, di Pedesina, di Cosio, ¶
11142   I1883   27,   VI -  71            |      figlia che fu suor Gerolama dell’Incarnazione, che
11143   RAS86  III-1082                   |   professione ¶ di suor Geronima de Quiroga~ ~ Qual fu
11144   9Ferv  II2- 323                   |      Benigno, Ampellio, Geronzio e ¶ Simpliciano33.~ ~
11145   2Apio  II1- 213                   |    più mai il tempio di Gerosolima; or io lo vo' edificare
11146   SAFam  III-  50                   |   celebrati dal primoGerosolimitano, come sopra si è detto,
11147   3Apio  II1- 662(191)              |              Originale: Gersene, ripetuto nel paragrafo;
11148   9Ferv  II2- 323(33)               |               Ampellio, Gerunzio e Simpliciano
11149   CLAPe  II2- 483                   |    e d'argento, marmi e gessipregiati. Sono pure in
11150 III1899   IV-1059(54)               |            e laici, che gestiva una casa per cure
11151  II1913   IV- 795(45)               |   che furono ¶ chiamati Gesuati
11152  I1891b    4      ,   VI - 430      |      sol lamento era: « Gesummaria che dolore... Quel lassù
11153   1Apio  II1-  63                   |       un sasso e dice: "Gettalo al sepolcro del figlio ¶
11154   I1912   21,   VI - 985            |          delle ¶ suore, gettandoci nella miseria, tra le
11155   MeMus  III- 802                   |   lettera F spezzata, e gettandola a' suoi grida come un ¶
11156   SNA89  III-1166                   |     di voi stesso. Poi, gettandovi ~ ~  ./. nelle ¶ braccia
11157   MFerv    I-1216                   |   quelli: "Tu puoi bene gettarci nella ¶ fornace ardente,
11158   SchMi  III- 784                   |         Enrico iv parve gettargli il guanto di ¶ sfida e
11159   Apadr  III- 119                   |  fascio di vipere e poi gettarli nello abisso delle acque
11160   SAFam  III-  20                   | farà un fascio solo per gettarlo nel fuocoeterno.
11161   2Apio  II1- 485                   |         disponevano per gettarne nel fiume il corpo, ma i
11162   2PaAn    I- 454                   |     venuta l'occasione, gettaronlo in una ¶ cisterna e poi
11163   3PaAn    I- 774                   | più ¶ alta del tempio e gettarvi giù, ché è scritto che
11164   2PaAn    I- 418                   |    con croste di panegettategli, sapete da chi?... dal
11165   1PaAn    I- 191                   |           Che vi tiene? Gettatele quelle catene! ¶ Voi lo
11166   1Apio  II1-  72                   |    Rispose il profeta: "Gettatemi pure in mare e voi siate
11167   PCris  II2-  50                   |  di Assisi in rivederlo gettavangli immondezze ./. Pietro>
11168   3Apio  II1- 546                   |       turchi potevano e gettavanle in parte entro le ¶ mura
11169   1Apio  II1- 110                   |    mezzo della quale tu getterai a terra i nemici del mio
11170   AMFel  III- 190                   |      Per salvar la vita getteresti ancor quegli scrigni ¶
11171   3PaAn    I- 775                   |   perdendo la pazienza, gettiate il fardello intero.~ ~
11172   2Apio  II1- 152                   | al tiranno: “Mio marito Getulio e mio fratello Amanzio
11173   AnPar  III- 525                   |      se è una vittima a ghermire. Il fratello che se ne
11174   IlMon  III-1003                   |     spessocoperte di ghiacciai, eccola scorta da lungi
11175   SILou    I-1080                   |       già mi sentiva il ghiacciato del sudore ¶ di morte ed
11176   I1913   14,   VI - 769            |   cumuli di sabbia e di ghiaia, depositati dal torrente
11177   I1889    2,   VI - 273            | di sassi 41 , e si dice ghiaioso quello a riva di 42 lago
11178   3Apio  II1- 706                   | 1265. Fu ¶ guelfo e poi ghibellino e morì in esiglio a
11179   3Apio  II1- 919(682)              |              Originale: Ghiense; cfr. Rohrbacher XV, p.
11180 III1897 III1897,    IV- 890         |  o in una pensione.~ ~A Ghiffa sul Lago Maggiore, a
11181   3Apio  II1- 867                   |   rivoluzione, fu anche ghigliottinato. Agli ¶ altri fu data la
11182   3PaAn    I- 695                   |    una ¶ parola, che un ghigno possa<no> come<c>chessia
11183   3Apio  II1- 879                   | di Cesena <e ¶ Giovanna Ghini>584, addì 3 luglio 1800
11184   1PaAn    I- 222                   |  rapire ¶ qualche preda ghiotta, raro è che apparisca
11185  II1911   IV- 614                   | MEDITAZIONE~ ~ ~ ~Siate ghiotte più che potete della
11186   Svegl  III- 667                   |   assaporare ¶ tutte le ghiottonerie, vorreste dormire con
11187   2Apio  II1- 476                   | sia santo chi con tanta ghiottornia si pasce ¶ a tutte le
11188   MeMus  III- 813                   |  più ammirare il buonghiribizzo dell'arte o la bellezza
11189   SILou    I-1132                   |     armi di Pio ix. Una ghirlanda d'oro che unisce le due
11190   2PaMa    I-  80                   | di profezie. E tuttavia gi ebrei mi hanno ripudiato
11191   3Apio  II1- 636                   | cristiani d'Inghilterra giacciano nel lutto dello
11192   1PaAn    I- 284                   | un giorno nel quale noi giacemmo distesi nello ¶ inferno
11193   SILou    I-1104                   |        in affitto prati giacenti oltre il Gavo di fronte
11194   AnPar  III- 555                   |         chi l'aiutasse, giacer doveva  angoscioso per
11195   Gpont  II1- 952                   | di salute, mentre l'una giacesi quasi duro macigno. ¶
11196   9Ferv  II2- 323                   |   santi ¶ e dei martiri giacessero comec<c>hessia in un
11197   SAFam  III-  54                   |         sempre".~ ~ Noi giacevamo a mo' di perduti nella
11198   3PaAn    I- 717                   |    Anime peccatrici che giacevate già nude ed obbrobriose,
11199   I1883   28,   VI -  77            |      levavansi dai loro giacigli colle vesti cariche di
11200   3Apio  II1- 859                   |        conventicole dei giacobini e dei cordiglieri.
11201   3Apio  II1- 678                   |             primate dei giacobiti, ne scrisse con
11202   I1910   17      ,   VI - 574      |   dove paralitica se ne giacque per ¶ circa venti mesi
11203   Gpont  II1- 963(27)               |  e al ¶ sommo sacerdote Giaddo invece che al re Ciro e
11204   1Apio  II1-  72                   |     venne alla attual Giaffa, quando un nembo
11205   CfrMo  II2- 275                   |    coperte da' ¶ guanti giallognoli, il ~ ~  ./. legno ¶ del
11206   MeMus  III- 807                   |     che in un vellutogiallognolo ricamato scrive su
11207   I1913   23,   VI - 804            |     fondate dal vescovo Gianelli di santa memoria, e così
11208   I1913   23,   VI - 804            |          vi andarono le gianelline, che speriamo facciano
11209   I1907   22,   VI - 505(230)       | Roncoroni - Sr. Paolina Gianni - Sr. ¶ Luigia Dell’
11210   3Apio  II1- 707                   |       mammalucchi e dei giannizzeri, apostati cristiani, si
11211   3Apio  II1- 746                   |  più pii del suo tempo: Giannotto Manetti ¶ da Firenze,
11212   I1913    9,   VI - 733(34)        |       Giovanni Battista Gianoli; fu pubblicato dal
11213  I1889b    2,   VI - 316            |           Lungi le idee gianseniste. Più si esalti la
11214   2Apio  II1- 301                   |  volle che Illustre e ¶ Gianuario239 con pochi altri
11215  I1889b   14,   VI - 328(40)        |              Originale: Giaporelli. Si tratta del
11216 III1910   IV-1242                   |   occupano in lavori di giardinaggio e di ¶ colonia agricola.~ ~
11217   MeMus  III- 819                   |   commiato da te, ameno giardinetto Löga. Addio a te e porgi
11218   I1889    6,   VI - 292            |          a qualsiasi. I giardinieri lo pagano d’assai. Che
11219   1Apio  II1- 103                   |   il Grande, è il re di Giavan o ¶ di Grecia.~ ~ 2.
11220   3Apio  II1- 608                   |             20 carri di giavellotti sparsi, quando un
11221   1Apio  II1- 105                   |          alla corsa, al giavellotto, e ¶ camminare a piè
11222   I1913   18,   VI - 796            |    monachella piccola e gibbosa: « Siete entrata, ma l’
11223 III1910   IV-1261                   |  di chi è zoppicante, ¶ gibboso, balbuziente o
11224   PAS86  III-1055                   | alla società, il ¶ male giganteggierà ogni  più, e la prima
11225   SILou    I-1123                   |      si ¶ chiama di san Gildardo.~ ~ Or Bernardina volò
11226   2Apio  II1- 444                   |       introdotto da san Gildo. Grimbaldo466 ebbe molto
11227   3Apio  II1- 566                   |     del pontefice a San Gillespredicò la Quaresima
11228   MeMus  III- 817                   | recano lor doni. Ivi il gineproporta suoi profumi
11229   P14Ab  II2- 596                   |    di Como (cfr. Pietro Gini, Da ¶ Leone xiii al
11230 III1905   IV-1174                   |   quale i novizi, quasi ginnasti, si vengono ¶
11231   VpeIl  II2-  18                   |      santa, che fatta a ginocchi ¶ è opera di dura
11232   3Apio  II1- 693(250)              |           X, p.645: «Gioachimo
11233   2Apio  II1- 423(433)              |              Originale: Gioaniccio; cfr. Rohrbacher ¶ VI,
11234   2Apio  II1- 369(363)              |              Originale: Gioanicio; cfr. Rohrbacher ¶ V, p.
11235   3Apio  II1- 626(150)              |              Originale: Gioanniccio, ripetuto nel capitolo e
11236   3Apio  II1- 599(108)              |      Originale: Aciub o Giob; cfr. Rohrbacher VIII,
11237  II1911   IV- 628                   |         avviene che chi gioca di capriccio paga di
11238   MeMus  III- 801                   | Musso~ ~ Un agnello che giocando si pasce sulle verdi
11239   I1913   10,   VI - 737            |   facevano l’incanto di giocattoli ed abiti nei quali gli
11240   TMort    I-1297                   |           Povere anime! Giocondarono già tanto in rimirare a
11241   3PaAn    I- 717                   |  ammanto di virtù? Come giocondate in cuor vostro? ¶ Ditelo
11242   I1875 Corso,   15,   VI - 932     |  persuasi nella mente e giocondati nel cuore. Soggiungerete
11243   VpeIl  II2-  15                   |  del Signore non essere giocondato da Dio fino all'ultimo?
11244   Apadr  III- 145                   |  vi vedrò lassù? Quando gioconderò fra i ¶ vostri amplessi
11245   Vmeco  III- 300                   |  e gli vengono incontro giocondissimi. I tristi si sono risi
11246   2Apio  II1- 292(226)              |              Originale: Giocud; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
11247   I1907   19,   VI - 491            |   discendono dalle alte giogaie, e sono ¶ fresche e pure
11248   1Apio  II1-  71                   |   e del sommo sacerdote Gioiada. Ma vollero ¶ provare
11249   2Apio  II1- 509                   |      fregiate d'oro con gioielli incastonati?”~ ~ Pietro
11250   Gpont  II1- 970                   |    Ma non temeranno, sì gioiranno di gaudio ineffabile
11251   Asant  III- 249                   |         e per questo io gioisco presso al buon affetto
11252   Svegl  III- 734                   |   Sono tribulati eppure gioiscono e ¶ operano. Sono
11253   I1875 Corso,   12,   VI - 908     |     è Madre pietosa, ma gioite parimenti perché è
11254   2Apio  II1- 123                   |       il mondo? Abbiamo gioito in ¶ udire il cantico
11255   1Apio  II1-  71(81)               |              Originale: Gioos; cfr. Rohrbacher ¶ I, p.
11256   1Apio  II1-  71                   |     in isposa al figlio Gioramo che ¶ però fu trascinato
11257   SILou    I-1096                   |      cappella dei padri giorgiani. Ebbene, or che sei ¶
11258   1Friv  III- 827                   |           Il Baradello, giornalettuccio ¶ inverecondo e bugiardo
11259   1PaAn    I- 219                   |           sul campo del giornalismo cattolico, nel campo
11260   SILou    I-1107                   | Indipendénce belge, il <giornalista> Guiroult, che si dicono
11261   SAFam  III-  86                   |    per guadagnare una ¶ giornatella bisogna lavorare da
11262   I1888   32,    3,   VI - 256      |                  ‹Primo giorno›~ ~ 1. O 200 santa Zita,
11263   1Apio  II1-  71                   | un million di ¶ armati. Giosafat, perché più degli altri
11264   3Apio  II1- 924                   |    la sorte del santoGiosafatte: questo è quanto noi
11265   2Apio  II1- 292                   | di eroi.~ ~ Nel 465 poi Gioud226, discepolo dei santi
11266   ITSac    I- 904                   |    altri che, ¶ essendo giovanissimi di età, pure raggiunsero
11267   2Apio  II1- 238                   | venne Graziano benché ¶ giovanissimo a 17 anni, il quale
11268   2Apio  II1- 373                   |   padre: “Istruitemi il Giovannino mio”. Cosma era il più
11269   3PaAn    I- 755                   |  uomo vizioso". Cotalgiovanotto presentossi al celebre
11270 III1898   IV- 920                   | mezzi ¶ più acconci per giovarle
11271   I1889    4,   VI - 283            |  concime ed aspettare a giovarsene ¶ quando è quasi
11272   2PaAn    I- 504                   |   con tutto il cuore di giovarvi. Aiutatemi perché siavi ¶
11273   Gpont  II1-1085                   |     ed il ¶ liberalismo giovasi della loro buona fede
11274   CLAPe  II2- 542                   |   ad Andrea ¶ che se ne giovasse in pro delle anime. Ed
11275   CLAPe  II2- 591                   |   vostro, e di ¶ lui vi giovaste per vivere più
11276   3OrFr  II2- 163                   |           In construrre giovatevi di giunchi e di melma
11277   I1913   16,   VI - 781            | un tempo indeterminato. Giovava a conoscerne lo ¶
11278   I1912    8      ,   VI - 680      |  quanto la superiora ci giovavamo dell’opera tanto
11279   Svegl  III- 671                   |    della carne ~ ~  ./. giovavano ¶ perché in lui abitasse
11280   CLAPe  II2- 552                   |     del ¶ clero, Andrea giovavasene di tutti i cristiani
11281   IlFon  III- 896                   |   un giorno dal ¶ cielo gioverai ai mortali quaggiù
11282  I1891b    2,    6,   VI - 411      |  era straordinariamente gioviale, il suo largo viso
11283   1PaAn    I- 356                   | per una ¶ eternità. Una giovin donna passava una notte
11284   I1913   10,   VI - 736            |    una turba di cento ¶ giovinastri discoli, taluno dei
11285   3OrFr  II2- 155                   |  san Gerolamo scrivea a Gioviniano ed a ¶ Pelagio: "Voi
11286   1Cagr  II2- 423                   |    martiri ¶ Faustino e Giovita ed ella Domenica fece
11287   I1875 Corso,    2,   VI - 834     |   come quelle talpe che girano sotterra, o come
11288   3PaAn    I- 654                   |  che avete in ¶ fronte. Girateli alla eletta dei poderosi
11289   1Friv  III- 833                   |  vivo!... Noi abbiamo ¶ girato per molte ore e
11290   CfrMo  II2- 261                   |  pane e di companatico, girava lo ¶ sguardo e, vista
11291   I1889   IV-  53                   |   instabilità che le fa girolare e quindi ¶ perdersi
11292   3Apio  II1- 716(315)              |              Originale: Girolomo; cfr. Rohrbacher ¶ XI,
11293   SILou    I-1125                   |    tenendo il foglio La Gironda si affrettò dunque al
11294   3Apio  II1- 706                   |     discende per nove ¶ gironi. Ascende poi nella
11295   I1889    5,   VI - 285            |       scorazzare solo e girovagare per sentieri scabri, con
11296 III1899   IV- 992                   | facilmente ai fornitori girovaghi.~ ~s) Non creda alle
11297   Gpont  II1-1098                   |  in fervore tuttodì per girsene pellegrine ¶ ancor
11298   2Apio  II1- 402(403)              |              Originale: Giscla; cfr. Rohrbacher ¶ VI,
11299   2Apio  II1- 351                   |   figliuoletto del reGisulfo con eroico coraggio
11300   I1883   23,   VI -  58            |          se confessori, gittan l’anima in crudelissime
11301   2Apio  II1- 156                   |       dietro a tutti si gittano in capo piatti e ¶
11302   PAS86  III-1051                   |      a chicchesia e dal gittare gli occhi ¶ sulle altre
11303   I1883   28,   VI -  75            |        Se mi diceste di gittarmi entro ¶ quell’acqua o
11304   SILou    I-1136                   |    letto speditamente e gittarsi in ginocchio per
11305   I1883   23,   VI -  57            |   manellina di paglia a gittarvi! E vedendo d’aver nulla,
11306   3PaAn    I- 743                   |   che in seppellirlo lo gittassero  come un cane morto.
11307   3OrFr  II2- 143                   |         Signor Dio mio, gittate gli occhi sopra di me e ¶
11308   I1887     ,   VI - 163            |  è bambina... è un seme gittato... ha uopo che tutti il
11309   Vmeco  III- 300                   |     della eternità e le gitterà nel nulla, a ¶ fine che
11310   3Apio  II1- 658                   |   San Luigi pregò, indi gittossi in mare e venne co' suoi
11311   3OrFr  II2- 121                   | Salvatore. Francesco, ¶ giubilandone, effondeva i suoi
11312   Svegl  III- 737                   |    Statevi contente e ¶ giubilate nei cuori vostri.~ ~~ ~
11313   AnPar  III- 491                   |       sacerdote, mentre giubilava allo incontro dei
11314   Gpont  II1-1097                   |  al corpo ed all'anima, giubilavane dicendo: "Non dubitatene
11315   Apadr  III- 134                   |   Vedendo il Signore tu giubilerai ¶ in una estasi continua
11316   SAFam  III-  95                   |      I quali siccome ne giubileranno ¶ d'allegrezza, così
11317   Svegl  III- 736                   |        Stiamo contenti, giubiliamone in cuor ¶ nostro. Così
11318   2Apio  II1- 426                   |      trasportando con ¶ giubilio le immagini e le
11319   2Apio  II1- 327                   | i libri delle Antichità giudaiche di Giuseppe Flavio, le
11320   2PaAn    I- 555                   |             trattamenti giudaici con le violazioni più
11321   Svegl  III- 689                   |     abbraccia il popolo giudaico con il popolo cristiano
11322   Vmeco  III- 328                   |  accenno alcuni nomi. I giudaizzanti, i nazzareni, gli
11323   3PaAn    I- 785                   | furono guadagno, queste giudicai ¶ un detrimento per la
11324   I1893   IV-  75                   |     della cura d'anime, giudicansi ¶ per il ricovero.~ ~3.
11325   Gpont  II1-1089                   |     a noi, non a lei il giudicarla. In quanto alle sue
11326  II1899   IV- 274                   | apprezzare le persone e giudicarle; ~ ~d) sieno tarde a
11327   4Croc  II2- 463                   | depresso nella persona, giudicaronlo, piuttosto che un ¶
11328   Svegl  III- 735                   |    il Signore verrà per giudicarvi. Lasciatevi governare ¶
11329   Apadr  III- 123                   |   fossero miti, che non giudicassero ¶ veruno, che non
11330   1PaAn    I- 280                   |  giudicate, o fratelli? Giudicatene pure il meglio che
11331   Vmeco  III- 297                   |         Anime giuste, ¶ giudicatevi con rigoroso esame
11332   I1887     ,   VI - 154            |    furono chiamate ¶ in giudicatura di Dongo... Lo scrivente
11333   I1875 Corso,   16,   VI - 939     | la santa volontà di Dio giudicavalo il colmo della santità
11334   2PaAn    I- 585                   |   far cosa di pro, così giudicavano di lui, mentre Dio ¶
11335   Vmeco  III- 293                   |   apostoli con ¶ frutto giudicheranno un  la terra, e
11336   2PaAn    I- 501                   |        il mio tempo, io giudicherò le giustizie"87.
11337   I1883    7,   VI -  21            |     vi guardi che punto giudichiate il superior vostro o
11338   1Apio  II1-  14                   | condannano l'astrologia giudiziaria, ma commendano lo ¶
11339   I1889    3,   VI - 278            |  vegetali ». La pratica giudiziosa deve distinguere in
11340   SAFam  III-  20                   | nel decorso anno, ¶ per giugner poi anch'essi a vivere
11341   3Apio  II1- 872                   | molte fatiche un figlio giugnesse a tergere una ¶ lagrima
11342   3PaAn    I- 669                   |    dell'anno santo, che giugnessero ambedue le ¶ mani, che
11343   3Apio  II1- 770                   |          a ¶ Barcellona giugneva un personaggio di
11344   3Apio  II1- 529                   | Da Germania e da Italia giugnevano lettere perché
11345   2Apio  II1- 194(95)               |      Originale: figlio; Gìuliano l’Apostata era figlio di
11346   FIPop  II2-  81(16)               |         cfr. Alessandro Giulini, Medici ¶ di Marignano,
11347   1Friv  III- 828                   | chiesa di san Quirico e Giulitta, ché  si voleva
11348   Asant  III- 235                   |    e ¶ incrocia le mani giungendole verso al petto.~ ~ 4. ¶
11349   I1912    3,    2,   VI - 656      |   dispendio di viaggio, giungendovi il mattino seguente 10 .
11350   3Apio  II1- 548                   |    si disponevano, ecco giunger notizia che genovesi e
11351   MFerv    I-1158                   |      non aspettò che tu giungessi al suo cospetto. Un
11352   IlFon  III- 973                   |  il  in predicazione, giungessimo  ./. ad ora tarda al ¶
11353   3Apio  II1- 925                   |  ne sono sicura". E poi giungevan le mani a ¶ pregare: "
11354   MFerv    I-1158                   |      dai venti africani giungevi ¶ per posarti nel
11355   SILou    I-1101                   |       lagrimevole stato giunsi al luogo del
11356   I1883   30,   VI -  83            |       priora far la sua giuntarella in opere di
11357   I1883   39,   VI - 107            |            Non facciamo giunterelle di rigori, ¶ e stiamo in
11358  I1891b    1,   13,   VI - 399      |  gli scricchiolavano le giunture, pativa terribilmente ¶
11359   2PaAn    I- 490                   |      il guadagno di una giuocata, l'utile di un'impresa,
11360   2PaAn    I- 554                   |   Dio come di un ¶ vile giuocatore! Si sputi in faccia a
11361   1Friv  III- 826                   |     corsie dei ~ ~  ./. giuocatori. ¶ I derviesi si
11362   3PaAn    I- 785                   |           Scorge poi un giuocat<t>olo e per quello darebbe
11363  II1899   IV- 322                   | quel momento, rispose: «Giuocherei tuttavia, perché non ¶
11364   2Apio  II1- 412(416)              |        Lodovico e fe'giurar di nuovo da tutti i
11365   2Apio  II1- 420                   |      essere consecrato, giurasse di conservare nei
11366   SAFam  III-  25                   |   del tuo Statuto tu mi giurassi di difendere ¶ la
11367   3Apio  II1- 895                   | che i pontefici venturi giurerebbero la costituzione del ¶
11368   1PaAn    I- 228                   |  pretendete; no, io non giurerò punto".~ ~ Il governo
11369   1PaAn    I- 227                   |        chiama su perché giuri il sacerdote Fournet. E
11370   I1913   17,   VI - 787            | e conchiuse coi signori Giuriani, Tognoni, ¶ nostri di
11371 III1907   IV-1201                   |       38. Per rinnovare giuridicamente i voti annuali e ¶ per
11372   SILou    I-1113                   |       della verità, e ¶ giurino al cospetto di Dio che
11373   2Apio  II1- 317                   |      e nelle scienze di giurisprudenza e di ¶ teologia. In
11374   1PaMa    I-  39                   |  stanno i Franceschi, i Giuseppi da ¶ Copertino, i Felici
11375   3PaMa    I- 170                   |    Maria ebbe la grazia giustificante che la ¶ preservò dal
11376   2PaAn    I- 504                   |   il luogo, il modo per giustificarci. Certo è che Dio vuol ¶
11377   Vmeco  III- 395                   |  egli cerca Dio basta a giustificarlo. O se altri, benché non
11378   I1912    2,   VI - 965            |       le autorità e di ­giustificarne le buone intenzioni.
11379   2Apio  II1- 270                   |       che Nestorio ¶ si giustificasse in un concilio generale.
11380   SNA89  III-1141                   |  cui non avete colpa, ¶ giustificatevi con tutta dolcezza; se
11381   3PaAn    I- 685                   |      e un indemoniato". Giustificavasi il divin Salvatore, ma
11382   3Apio  II1- 527                   |       dicendo: "Io mi ¶ giustificherò nella prossima dieta in
11383   AnPar  III- 580                   | parla: "Chi è giusto si giustifichi tuttavia, e chi è già
11384   3Apio  II1- 730                   | assistevano san Lorenzo Giustinani ./. ed il beato
11385   2Apio  II1- 317                   | Iesu Christi”. Le leggi giustiniane sono certamente lodevoli
11386   3Apio  II1- 742                   |  persona di san Lorenzo Giustiniani. Un antipapa, Amedeo di ¶
11387   3Apio  II1- 819                   |   nella quale ¶ disse: "Giustissima cosa è che il padre
11388   3Apio  II1- 534                   |     il suo capo al gran giustiziere del regno.~ ~ Ma nessuno
11389   MeMus  III- 807                   |  e sono gli Ailanthus ¶ glandulosa, generosi in donare
11390   2Apio  II1- 330(288)              |   fondò il monastero di Glanfeuil nell'Angiò
11391   2Apio  II1- 460                   |       e il vescovo di ¶ Glastonburì492. Gli baciò la destra
11392   2Apio  II1- 460(492)              |              Originale: Glastouburì; cfr. Rohrbacher VII, p.
11393   TMort    I-1302                   |      della fami~ ~  ./. glia ¶ di commercio. Il
glie
11395   3Apio  II1- 649                   | città, egli poco di poi <glie>l'avrebbe riconsegnata, ¶
11396  II1911   IV- 560                   |    di Dio.~ ~Temono che glieli portino via la
11397   I1875 Corso,    7,   VI - 869     |  era. La fronte del fi-~glio era coperta del pallore
11398   Gpont  II1-1086                   |   nel 1850 scrivendo al Globe disse che "l'abolizione
11399   9Ferv  II2- 337                   |   son del caso, reco un globetto di ¶ metallo forato con
11400   MeMus  III- 816                   |    piegare sul suo capo globicini di fiori candidissimi.
11401   I1875 Corso,   10,   VI - 894     |      caduta distacca un globoletto, questo discende e s’
11402   3OrFr  II2- 130                   |        d'Assisi, che ci gloriammo di essere ascritti alla
11403   2Apio  II1- 213                   |        le sculture e si gloriano nei ¶ loro simulacri123...
11404   3OrFr  II2- 173                   | diceva: Guardimi Dio di gloriarmi d'altro fuorché della
11405   1Apio  II1- 108                   | che ora perdiamo... Non gloriartene, o tiranno, Iddio ti ¶
11406  II1911   IV- 672                   | a voi non rimane che di gloriarvene e ¶ ringraziare il
11407  II1911   IV- 508                   |    che vi ¶ rimane onde gloriarvi? Verissimo è pertanto
11408   3OrFr  II2- 200                   |        i ¶ sacerdoti si gloriassero di vestire l'abito di
11409   50Rmi  III-1103                   |     del tempiosanto. Gloriatevene, che l'onore invero è
11410   1Friv  III- 848                   | addimostrarono. Mi sono gloriato di essere il protettore ¶
11411   3OrFr  II2- 133                   |        e signori che si glorieranno <di> presentarsi di
11412   I1875 Corso,   15,   VI - 929     |  voi fate il bene e che glorificate il vostro ¶ celeste
11413   I1887     ,   VI - 171(95)        |           Originale: e /glorifi‹catelo›
11414   Mfior    I- 970                   |   Maria che Gesù era il glorificatore dei santi, però ella ¶
11415   AnPar  III- 458                   | quasi luce di paradiso, glorificava ¶ quella salma
11416   1PaAn    I- 278                   |  cose future. Egli mi ¶ glorificherà, perché riceverà di ciò
11417   2PaAn    I- 576                   |     di castigo: "Quanto glorificò ¶ se medesimo e fu in
11418   3PaAn    I- 673                   | è peggio, se ei se ne ¶ gloriò.~ ~ 6. Poco a poco anche
11419   3OrFr  II2- 236                   |    Matris eius Virginis gloriosae Mariae, ac eiusdem beati
11420   3OrFr  II2- 240                   |      Elisabeth precibus gloriosis fac nos prospera mundi ¶
11421   AMFel  III- 215                   |      scolaro"39. Perciò gloriosissimi sono stati e Pietro ¶ in
11422   ITSac    I- 879                   |       gloriosi come è ¶ gloriosissimo il corpo risorto del
11423   3OrFr  II2- 236                   |     dignatus es, quique gloriosum confessorem tuum patrem ¶
11424   2Apio  II1- 432                   |   seguente: Biblioteca, Glossario greco, Amfilochia,
11425   I1912    8      ,   VI - 680      |   si conservò sempre il glutine della ­carità, e se
11426   MeMus  III- 817                   |    Il Myrtus romana, la Glycine sinensis, il Ficus
11427   3Apio  II1- 920                   |  vescovi di Colonia, di Gnesen <e> di ¶ Posen furono
11428   Nscuo  III- 607                   |          sci, sce, gli, gnia, etc.~ ~ 8. Deve altresì
11429   I1888    3      ,   VI - 200(13)  |  quasi baston di soste- gno a quell’unico
11430   I1912   33,   VI - 995            |     ai compagni fece lo gnorri e glielo portò poi
11431   2Apio  II1- 288                   |    capitano Edrane219 e Gobaze, il barbaro re dei ¶
11432   IlMon  III-1003                   | a mo' di piramide e poi gobbe ¶ sporgenti di montagne
11433   1PgDo  II2- 365(14)               |              Originale: Gobbet; cfr. R. F.Rohrbacher
11434   3Apio  II1- 856                   |    vescovi apostati, il Gobel, ¶ suffraganeo di
11435   SILou    I-1072                   |   grani candidi come le gocciole ¶ di latte. Bernardina,
11436   I1883   21,   VI -  53            |    non è questa che una goccioletta di quell’oceano immenso
11437   Gpont  II1- 951                   |  dardeggiando su quella gocciolina che posa nel cavo d'una
11438   Vmeco  III- 288                   |     fuor fuori scorreva gocciolonifin sul terreno. In
11439   3Apio  II1- 531(13)               |              Originale: Gocler; cfr. Rohrbacher VII, p.
11440   I1910   19      ,   VI - 580      |   la Serva di Dio tosto godé fama di santità. Una
11441   I1883    2,   VI -  10            |   richiamata, ché ormai godeami una pace di paradiso? Ma
11442   2Apio  II1- 377                   |     Aveva di quelli che godeansi i patrimonii ¶ dei
11443   ASGot  II2-  34(8)                |     Commendata sunt ei [Godehardo] et alia duo monasteria,
11444   ASGot  II2-  34(8)                |              praedictum Godehardum eis [monachis] Patrem
11445   3Apio  II1- 852                   |           per il popolo godemmo già l'indulto d'essere
11446   Apadr  III- 134                   |    angeli, nell'aspetto godente dei santi, ¶ continuerai
11447   2PaAn    I- 419                   |    è il modo! Per noi ¶ goderci i begli anni della
11448   2Apio  II1- 234                   | non adesso, ¶ ché possa godermela negli anni più freschi”.
11449   3Apio  II1- 875                   |      I francesi poi non goderono a ¶ lungo il frutto
11450   I1907   21,   VI - 499            |   di mondo ed io voglio godervi lassù! ». Di poi volgeva
11451   1Apio  II1-  65                   |  suoi sudditi, ¶ perché godessero della prosperità che Dio
11452   Vmeco  III- 362                   |  Signore, esultiamo e ¶ godiamone tutti in questo .~ ~ 4
11453   Svegl  III- 726                   |           ma tuttavia è godibile. Può poi avvenire che il
11454   2Apio  II1- 346                   |       la Persia? Quanto godrebbero tutti in veder l'
11455   VpeIl  II2-   6                   |     mi aiuti, oh quanto godrei in essere il padre degli
11456   3Apio  II1- 591                   |   ti conferimmo, noi ne godremmo, ma come ¶ osasti non
11457   Apadr  III- 114                   |          ti pare che ne godresti? Sì, ¶ certamente. E tu
11458   2Apio  II1- 485                   | abate di Sant'Albano, e Godrico, abate di Croiland, i ¶
11459   3Apio  II1- 759                   | stento e di fame fra le gole dei monti. I turchi
11460   CfrMo  II2- 273                   |   l'avambraccio fino al gomito. Le ¶ furono messe calze
11461   3Apio  II1- 768                   |    malore ¶ che come un gomitolo tutta stringevasi nelle
11462   3Apio  II1- 796(434)              |           Originale: il Gondé ed il Colligny; cfr.
11463   2Apio  II1- 366                   |        san Diodato, san Gondelberto, sant'Idolfo si ¶
11464   2Apio  II1- 320                   | Cadoc275, figlio di san Gondelio.~ ~ Sant'Iltuto ebbe a
11465   2Apio  II1- 302(242)              |      due suoi fratelli, Gondemaro e Chilperico, ¶ come
11466   I1912    3,    2,   VI - 656      | poche masserizie in una gondola e da Pianello se ne
11467   9Ferv  II2- 335                   |  suoi occhi si facevano gonfi di lagrime e sospirando
11468   3PaAn    I- 716                   |         in viso, se gli gonfiano gli occhi e poi esce in
11469   2Apio  II1- 151                   |   capo a mo' di volta e gonfiarsi in giro a modo di vela
11470   SchMi  III- 767                   |  del martirio". Intanto gonfiavasi con credere che avrebbe
11471   Mfior    I- 964                   |     marine ¶ si elevano gonfie, quei sassi son tutti
11472   1PaAn    I- 355                   |  danno svariati colori. Gongolano i bambini, ma ecco che
11473   IlFon  III- 880                   | tuo ¶ cuore, o Filotea, gongoli di gioia in pensare al
11474   SILou    I-1056                   |    della lunga ed ampia gonnella apparivano i suoi piedi
11475   2Apio  II1- 336                   | ed al costume savio.~ ~ Gontranno re poneva sua cura in ¶
11476   I1883   28,   VI -  77            |  Al provinciale Alfonso Gonzales, che s’opponeva a quell’
11477   2Apio  II1- 173                   | ululato furibondo dalla gorga di una prostituta
11478   AnPar  III- 569                   | canto dell'usignolo che gorgheggia.~ ~ 12. Sii tu fedele in
11479  II1913   IV- 772                   |  uccelli che al mattino gorgheggiano con passione singolare.~ ~
11480   1Apio  II1-  15                   |         al più bizzarro gorgheggio, dai tremiti ¶ e trilli
11481   I1889   11,   VI - 308            | Al nocciuolo insidia il gorgoglione, al ¶ pero l’eumolpo, al
11482   2Apio  II1- 221                   |   e intanto aiutò santa Gorgonia, la propria sorella, nel
11483   CanSu  II2- 291(20)               |  Domini; cfr. Francesco Gosso, Torino, ¶ Archidiocesi
11484   3Apio  II1- 908                   |     il duca di Sassonia Gota, parente prossimo del re
11485   ASGot  II2-  42(17)               | vita del glorioso s[an] Gotardo vescovo et confessore.
11486   3Apio  II1- 649                   |  usato fervore, fondò a Gotha ¶ l'ospedale di santa
11487   2Apio  II1- 366                   |         Era comparso il goto Vamba. ¶ Le turbe gli
11488   ASGot  II2-  29                   |  alla innocenza del suo Gottarduccio. Volevalo ~ ~  ./. seco
11489   3Apio  II1- 820                   |          Luigi Vincenzo Gotti ./. scrisse fra altre
11490   1Apio  II1-  24                   |  Il chiarissimo teologo Goussetprova con
11491   Gpont  II1-1073                   |         promettere che, governando con senso liberale,
11492   2Apio  II1- 455                   |       che meglio poteva governarli. I francesi ¶ nell'888
11493   I1888   14,    0,   VI - 224      |    Oh se io sapessi ben governarmi, quanto farei di bene,
11494   SAFam  III-  51                   |     senza interruzione, governarono ¶ la Chiesa di Gesù
11495   FIPop  II2-  90                   |     e ¶ nella gerarchia governativa si contano in 10000,
11496   3Apio  II1- 590                   |    ond'è che le cittàgovernavansi in istato libero, e fra
11497   2Apio  II1- 406                   | perseguiti le immagini, governerai per anni 72”. Altro mago
11498   1Apio  II1-  45                   |  tu sceglierai e questi governeranno ¶ con te".~ ~ Erano tre
11499   3Apio  II1- 936                   | il ¶ popolo romano! Noi governeremo con democrazia pura.
11500   1Cagr  II2- 391                   |        noi medesimi che governiamo ¶ l'impero possiamo
11501  II1913   IV- 837                   |      vi ha poste perché governiate in nome suo una gran
11502   2Apio  II1- 417                   |    cacciarono dal paese Gozberto che ammaestrava con
11503   SILou    I-1071                   |          Onde Franchina Gozos, ¶ vicina di casa, disse
11504   3Apio  II1- 526(4)                |              Originale: Gozzelino; cfr. ROHRBACHER VII, p.
11505   3Apio  II1- 682                   |         san SilvestroGozzolini, il beato Amato Ronconi,
11506   3OrFr  II2- 223                   |  pericolosi e ¶ da ogni gozzoviglia.~ ~ III. Sieno frugali
11507   3PaAn    I- 762                   |  di giorno, non nelle ¶ gozzoviglie e nelle ebrietà, non
11508   I1883   13,   VI -  35            | senza intenderlo ralle-~gra il cuore dei riguardanti
11509   I1875 Corso,    1,   VI - 825     |  appetiscono i cadaveri gracidano sino all’indomani perché
11510   1Apio  II1-  39                   |           dappertuttogracidavano con noia grandissima
11511 III1897 III1897,    IV- 905         |    in corpi bene spesso gracili, non raggiungono mai ¶
11512   Vmeco  III- 317                   | per isvenimento ¶ sulla gradinata di quella e morì poco
11513   I1883   32,   VI -  89            |  a Gesù, spero che egli gradirà quello che io fo per lui
11514   3PaMa    I- 157                   |    larghezza di veduta. Gradiressimo che ~ ~ ./. Dio ¶
11515   3Apio  II1- 925                   | portiamo queste catene; gradisci ¶ i nostri patimenti e
11516   I1912    7,    1,   VI - 678      |      di pietà a lei più gradite, come a Como dalla santa
11517   2PaMa    I- 115                   |   a Maria doni a lei sì graditi.Ve ¶ ne accennerò ./. in
11518   MeMus  III- 799                   |        dovesse riuscire graditissima, veggendo da ¶ sì
11519 III1897 III1897,    IV- 889         |           da rendernegraditissimo il soggiorno; ci stanno
11520   2Apio  II1- 495                   |   ho trovato sette note graduali di una scalamusicale”.
11521   I1889   IV-  26                   |            di una mensa graduata, cibi spirituali per
11522 III1905   IV-1154                   |  delpopolo, si dedicano graduatamente agli ¶ studi e si
11523  II1898   IV- 198                   |     d) perché son molto graduate in materia d'istruzione.~ ~
11524   1Friv  III- 859                   |    luogo del disastro a graffiar colle zampe e ¶ scavare
11525   SILou    I-1070                   |    adunque e posesi <a> graffiare entro poca terra che ¶
11526   1Friv  III- 834                   |   e braccia ¶ amputate, graffiate le moltissime e lacere
11527   3Apio  II1- 626                   |    a costo di riceverne graffiature, scrisse ¶ a Giovannicio
11528   I1889    2,   VI - 274            |   son più soggetti alle gragnuole in estate, ai geli d’
11529 III1915   IV-1405(48)               |          padre Vittorio Gragori, in ¶ direzione di Le
11530   3Apio  II1- 809(453)              |              Originale: Grainer; cfr. Rohrbacher XIII,
11531   RAS86  III-1082                   |   qual ¶ pianta arida e grama;~ ~chi te ¶ solo, o mio
11532   Nscuo  III- 600                   | si dispone ai rudimenti gramaticali di ¶ leggere, di
11533  II1911   IV- 446                   |    a ¶ qualche mestiere gramino15, ma utile nella casa.~ ~
11534   3PaAn    I- 654                   |     quindici giovinetto gramissimo nella salute e ad anni ¶
11535   Nscuo  III- 607                   |           o le regolegrammaticali per ragioni che sono di
11536  I1891b    4      ,   VI - 432      |   contento se buono, se gramo, se nulla... Datemi
11537   2Apio  II1- 517(613)              |              Origina1e: gramontini; cfr. ROHRBACHER VII, p.
11538   CLAPe  II2- 504                   |             scultore; ¶ Grana Luca72, Francesco e
11539   3Apio  II1- 788                   | san Serafino di ¶ Monte Granaro, san Francesco
11540   3Apio  II1- 767                   |  portare un apparato di granate, ¶ di palle, di sciabole
11541   1Cagr  II2- 410                   |   benanco fondarono una grancia, o casa figliale, e
11542   Gpont  II1-1063(252)              |              Originale: Grand; cfr. Ballerini, p. 291
11543   Vmeco  III- 269                   | invidiate il tristo che grandeggia? Non dite mai male della
11544  II1913   IV- 793                   | or pensate a tirarli su grandicelli e avviarli nella ¶ gran
11545   3Apio  II1- 565                   | Irlanda nel 1094, fatto grandicello ascoltò da ¶ Imario50,
11546   MeMus  III- 808                   | l'albero della Magnolia grandiflora. A guisa dell'albero ¶
11547   SILou    I-1114                   |     per dodici anni i ¶ grandiosissimi effetti. Benché
11548   I1888   17      ,   VI - 229(124) |   prudenza e con umiltà grandissime prendi tu questi cari
11549   2Apio  II1- 517                   |        a sé chiamolligrandmontini613. Stefano per 50 anni
11550   I1910    0,   25,   VI - 613      |       a Triponte 40 , a Grandola; assistenza allo
11551   3Apio  II1- 843                   |  duca di Lorena e ¶ poi granduca di Toscana. Ne ebbe
11552   2Apio  II1- 476                   |       il ¶ battesimo la granduchessa Olga. Nel 988 Vladimiro,
11553   3OrFr  II2- 151                   |    si ¶ sono distinti i granduchi di Toscana".~ ~Pietro ¶
11554   MFerv    I-1158                   |     affetto. Tu come un granellino portato dai venti
11555   3Apio  II1- 809                   |           di Francesco. Granier453 nella sede di Ginevra
11556   Gpont  II1-1063                   |    e quella del vescovo Grant252, salutato il ¶ suo
11557   9Ferv  II2- 318                   |       di ¶ ferro, detti grap<p>elle, ai ¶ piedi, ma più
11558   I1910   11      ,   VI - 560      |      di ferro, chiamati grappelli. Ma, che io mi sappia,
11559   1Apio  II1-  50                   |   di Betlem e di Sorece grappoli d'uva, come se ne trovò11560   2Apio  II1- 211                   |       per ¶ stipendiare grassamente i sacerdoti, per
11561   I1889    2,   VI - 273            |   di ferro e di materie grasse ovvero che abbondano di ¶
11562 III1899   IV-1085                   |   non sia mai carico di grassume difficile a digerire.~ ~
11563   I1875 Corso,   12,   VI - 909     |  potente, Madre divinae gratiae, perché è Madre di
11564   3OrFr  II2- 243                   |        privilegiorum et gratiarum~ ~cum iisdem vel cum
11565   2Apio  II1- 501                   |  quale diede per titolo Gratissimus.~ ~ 12. Confortava<si>
11566   MFerv    I-1224                   |       già le in~ ~  ./. gratitudini ¶ degli uomini e tue?
11567   CLAPe  II2- 491                   |          alcuni ¶ posti gratuiti nel collegio di san
11568   2Apio  II1- 272                   |  patimentisofferti e gratulandosi con quelli che, uniti
11569   I1912    8      ,   VI - 681(32)  |           ut manum suam gravaret supra se, parceret vero
11570   I1910   11      ,   VI - 558      |  un momento. Non vorrei gravarmi la coscienza per le cose
11571 III1910   IV-1256                   | cammino, ma non possono gravarsi intiero sulle spalle il
11572 III1899   IV-1084                   |     dei bambini non sia gravata.~ ~f) Dagli esercizi di
11573   I1910   11      ,   VI - 561      |  cibo. Probabilmente le gravavano di notte lo stomaco,
11574   9Ferv  II2- 338                   | santo fra noi e Dio non graverà la mano sua". Quei di
11575   I1883    7,   VI -  22            |    città, e qual carico graverebbe sopra di lei se questa
11576   PAS86  III-1037(12)               | italiana dell’enciclica Gravibus Ecclesiae, 24 dicembre
11577   I1888    4      ,   VI - 202      | a credere che i padroni gravino sopra di te la destra,
11578   I1912   12      ,   VI - 689(43)  |       non obstantibus ¶ gravissimis difficultatibus et
11579   3PaAn    I- 712                   | profondo sopra al quale gravita il peso di ¶ milioni di
11580   1Apio  II1-  11                   |     che per la legge di gravitazione ¶ il peso tendente al
11581   I1912   11      ,   VI - 686(39)  | egisset; tolerando, tum graviter aegrotaret, per plures
11582   Svegl  III- 622                   |         quasi che Diograviti più che non dovesse la
11583   I1913   11,   VI - 741            |   morti. Anche ¶ questo gravò i sinistri pregiudizi
11584  II1899   IV- 216                   |        che sanno essere gravose alla ¶ virtù delle
11585   CLAPe  II2- 501                   |   Innocenzo xi; Crotti <Graziadio>58, religioso domenicano
11586   PAS86  III-1071                   |   divozione attrattiva, graziosa, obbligante... Se non ¶
11587   1Cagr  II2- 405                   | tuttavia giovine e ¶ di graziose forme, ricco e glorioso,
11588   SILou    I-1055                   |       in aria una donna graziosissima sopra ¶ ogni concetto.
11589   ITSac    I- 850(32)               |         Nell'originale: grebbie
11590   PCris  II2-  59(12)               | esempio cfr. Basilio da Greccio, Il Terz'Ordine di San
11591   2Apio  II1- 426(444)              |              Originale: Greenlandia; cfr. Rohrbacher ¶ VI,
11592   3Apio  II1- 660                   |      al confronto del ¶ gregario di Satana.~ ~ ~ ~2.
11593   CLAPe  II2- 480                   |      del beatoAndrea Grego da Peschiera, detto l'
11594   1PaAn    I- 247                   |  illustre. Era EnricoGrégoire, vescovo di Blois e già
11595   MFerv    I-1218                   |    Di poi si cinse d'un grembiale intorno e tolta dell'
11596  II1913   IV- 819                   |         a staccarsi dal grembiule delle madri, ma poi ¶
11597   1Friv  III- 834                   |    sono gli uomini. ¶ Gremiti di feriti i corridoi,
11598   SILou    I-1133                   | basilica che intanto si gremiva di ¶ popolo. Mons<ignor>
11599   MeMus  III- 814                   | di pianto. L'Exvarsia ¶ gressantha14 compie l'ufficio di
11600   2Apio  II1- 317                   |         di Giustiniano, Grete re degli eruli venne con
11601   SAFam  III-  31                   |     a questo punto ¶ di grettezza, di non provveder manco
11602  II1911   IV- 512                   |         e diremmo quasi gretto o per lo meno un po' ¶
11603   3Apio  II1- 723                   |  paesello Domremi e per Greuxdisse330 al re: "Ve ne
11604   3Apio  II1- 723(330)              |    paesello e Domremi e Greuxi disse
11605   Gpont  II1-1093(299)              |              Originale: Grevy; cfr. La Civiltà
11606   Gpont  II1-1093                   |    Ma stando Mac-Mahon, Grévy299, Ferry e Gambetta, i ¶
11607   SILou    I-1088                   | Nolite timere, pusillus grex7, ci ¶ sarà la vittoria
11608   MFerv    I-1247                   |    misera consolazione. Gridagli almeno tu: "Dolce Cuore
11609   2Apio  II1- 132                   |  guariscono. “Taci ”, gridangli ¶ i capi del popolo. E
11610   I1907   18,   VI - 487            |   Salvatore benedetto e gridarle: « Va, va, partiti da me
11611   3Apio  II1- 571                   |          a Maddeborgogridaronlo arcivescovo. Isvenne
11612   50Rmi  III-1125                   |    Agnello immacolato e gridarvi: "Morire ma non ¶
11613   IlMon  III- 998                   |  voce contro agli abusi gridasi: Dalli allo inimico!
11614   3PaAn    I- 748                   |   alle vostre passioni. Gridatelo pur di ¶ cuore: "Morte
11615   1Apio  II1-  70                   |    i ministri di Baal e gridatiliipocriti. Piovve poi
11616   Gpont  II1- 994                   |      ritorno sollecito! Gridavamo noi romani: Gregorio non
11617   I1888   32,    8,   VI - 261      | capo ai piedi e poi che gridavate: « Morire, o Signore, ma
11618   2Apio  II1- 129                   |  cadrai. In precipitare griderai: “Vero, ¶ vero. Credetti
11619   Svegl  III- 692                   |       ma nol potrà. Voi griderete con fede: "Fuori Satana,
11620   SAFam  III-  14                   |    adunque,e fuggendogridiam tant'alto sicché tutti
11621   1PaAn    I- 224                   |   scacciamolo da noi. ¶ Gridiamogli contro con le parole. Il
11622   3PaAn    I- 748                   |  meglio vi conviene che gridiate morte? A niuno meglio ¶
11623   I1887     ,   VI - 142            |  che, senza volerlo, un gridio dolce emettesse a dire: «
11624   2Apio  II1- 310                   |  sottrarne una seconda, gridogli con bontà: “Amico, ti
11625   I1912    8,   VI - 974            |      il medesimo regime grigionese, tracce di ¶ romancio
11626   MeMus  III- 796                   | sconfitto nel 1532 da ¶ grigionesi e sforzeschi, abbandonò
11627  I1891b           ,   VI - 387      |         di lavoro o una griglia per ordinare materiali
11628   3Apio  II1- 861                   |   tirato ¶ tre volte il gril<l>etto del ¶ fucile la miccia
11629   ITSac    I- 871                   |      entro? La~ ~ ./. grimevole ¶ fu la sorte del genere
11630   Gpont  II1-1089(290)              |              Originale: Grisogono; cfr. La Civiltà
11631   1PaMa    I-  39                   | Agostini, i Gregori e i Grisostomi, che ¶ in discorrere di
11632   2Apio  II1- 491                   |  nella piccola città di Grona addì 14 luglio 1024. ¶
11633   3PaAn    I- 695                   |     le rondini sotto le grondaie dei tetti di ¶ nostra
11634   PCris  II2-  48                   |  in tratto i suoi occhi grondano lagrime per il dolore
11635   3Apio  II1- 704                   | fra i mistici. <Gerardo Groot>288 confutò i begardi289
11636   3Apio  II1- 857                   |           Erano paesani grossamente vestiti. Portavano
11637   CLAPe  II2- 568                   | ancona grande di legno, grossissimamente ¶ intagliata secondo la
11638   CLAPe  II2- 490                   |  dicevano superstizione grossolana raccomandarsi alla ¶
11639   MeMus  III- 817                   |   abbigliate, e in giro grotticelle, sassi e valloncelli.
11640   CanSu  II2- 293                   |  anni reggevasi con due gruccie, e non lasciava la ¶
11641   I1913   17,   VI - 789            |    di Coira, Schmid von Grünek, dopo la Riforma fu il
11642   3Apio  II1- 798                   |        Al capitano <di> Grumbach fu strappato il cuore ed
11643   2PaAn    I- 431(35)               |                         Gs 5, ¶ 12
11644   Vmeco  III- 339                   |     pane bisogna che lo guadagnamo con il sudor di fronte127.
11645   I1894    3,    IV- 139            |     orfanelle vengono ¶ guadagnando. ./. Insegnamento ¶ alle
11646   I1888    7      ,   VI - 208      |     l’incontra, così tu guadagnane l’affetto di quei carini
11647   3PaAn    I- 792                   | ci è concesso a fine di guadagnarci il ¶ paradiso e Dio.~ ~~ ~
11648   I1883   27,   VI -  73            |   casa o, che è meglio, guadagnarle colla mitezza e colla
11649   3Apio  II1- 907                   |    risorse materiali, ¶ guadagnarono nondimeno644 nello
11650   Svegl  III- 675                   |   regno del paradiso. ¶ Guadagnaronselo a mezzo di stenti e di
11651   Gpont  II1-1027                   |          il ¶ Thomassin guadagnaronsi altissima fama nella
11652   I1888   24      ,   VI - 242      |     sì prezioso che per guadagnarsela vuolsi meriti e brame
11653   1PaAn    I- 241                   |   per caso vi sembri di guadagnarvela, fin ¶ quando durerà?
11654 III1899   IV-1038                   |   Salesio che ¶ insinua guadagnarvisi più mosche con un
11655   I1889    5,   VI - 286            |    il premio ¶ di virtù guadagnasi maggiormente da chi ha
11656   3PaMa    I- 155                   |       al Signore se gli guadagnassimo tutto il ¶ mondo, se
11657   3Apio  II1- 562                   |         soavità di modi guadagnossi l'affetto di quei popoli
11658   9Ferv  II2- 319                   |  Cardinale, ¶ perché in guadarlo con l'aiuto di un
11659   TMort    I-1341                   |           accrescere il guadio dello stesso ¶ paradiso.~ ~
11660   SAFam  III-  66                   |  la coda tra le gambe e guaire nel correre a ¶ riparo.
11661   1PaAn    I- 356                   |       il cane. Questo ¶ guaisce e addentando le vesti
11662   3Apio  II1- 603                   |       di ¶ Cantorberì e Gualtieri vescovo di Rouen.~ ~ In
11663   SILou    I-1129                   |        in un letto e da guanciali sorrettà Kros'cienko (
11664   I1913   23,   VI - 804            |     e così invece delle guanelline vi andarono le
11665   IlMon  III-1008                   |   pioggia a dirotto, io guardai e non vidi persona viva,
11666   Mfior    I-1034                   |       con gli apostoli. Guardala: ti par ella ancor
11667   IlFon  III- 907                   | aperto.~ ~ 6. ¶ Però tu guardalo al fianco destro il tuo
11668   CLAPe  II2- 589                   |      ed ¶ inoperosi… ~ ~Guardammo ¶ la bufera che s'
11669   SILou    I-1134                   |   piedi della Vergine e guardandola in volto con la
11670   IlFon  III- 960                   |    Prega per noi", e tu guardandole con estremo sorriso
11671   4Croc  II2- 459                   |  e reputavasi felice in guardargli in ¶ volto, in ricevere
11672 III1899   IV-1045                   |              c) Bisogna guardarli, più <che> fisicamente,
11673   1Apio  II1-  50                   | dalla terrapromessa, guardaronla lieti e se ne
11674   CLAPe  II2- 523                   |    se il potete. Andrea guardasi addietro e scorgesi un
11675   AnPar  III- 570                   |  inferno dal tuo cuore, guardasti in alto e udisti la voce
11676   1PaAn    I- 275                   |           dopo Pasqua~ ~Guardateli gli ¶ schernitori del
11677   I1888   10      ,   VI - 215      |      sonoti matrigne. ¶ Guardatene dai cosidetti sensali
11678   I1887     ,   VI - 138            |    figlia natale testé. Guardavale in volto come ad un
11679   3Apio  II1- 567                   |     che con tenerezzaguardavali per assisterli.~ ~
11680   2Apio  II1- 156                   |    riuscirono a fuggire guardavan da lungi Gerusalemme e ¶
11681   3PaAn    I- 731                   |      in casa e ¶ fuori. Guardavasi con mestizia in volto
11682   IlFon  III- 939                   |  alla terra?~ ~ 4. ¶ Ma guardavi pure e parla, se è vera
11683   IlMon  III-1003                   |    Ma ei non sarà più e guarderavvi dal ¶ cielo e vi aiuterà
11684   3PaMa    I- 132                   | lo ¶ additiate. Come vi guarderebbe con occhio amorevole! E
11685   2PaAn    I- 554                   |       punto che se ne ¶ guarderebbero il più dei cristiani. Ma
11686   I1875 Corso,    5,   VI - 856     | Né è meraviglia. Voi vi guardereste dall’aspetto orribile di
11687   AnPar  III- 585                   | domestica, ¶ ah come ti guarderesti da una figurastrana
11688   Svegl  III- 627                   |  tradisce.~ ~ 7. Sicché guardiamcene tutti. Guardiamoci dalla
11689   SILou    I-1117                   |    siatela voi la buona guardiana di questo ¶ luogo santo.
11690   3OrFr  II2- 224                   |   e sieno designati dai guardiani quando ne sieno ¶
11691   3OrFr  II2- 173                   |  Apostolo che ¶ diceva: Guardimi Dio di gloriarmi d'altro
11692   2Apio  II1- 240                   |   Gesù Cristo”. Intanto guardossi a non comunicare con i ¶
11693   2Apio  II1- 132                   |   comandiamo ai demoni, guariamo gli ¶ infermi, facciamo
11694   Svegl  III- 702                   |     Giacomo, ¶ Macario, Guarino, romiti santi, sono
11695   CLAPe  II2- 568(129)              |              Originale: Guarinone; cfr.F. S. Quadrio,
11696   IlFon  III- 959                   |       passati. Il patir guarirebbe la nostra ¶ delicatezza,
11697   SILou    I-1053                   | assicuriamo che voi non guarirete altrove che alla grotta ¶
11698   2PaAn    I- 583                   |   si bramacurare per guarirle". Se discorrono male dei
11699   SILou    I-1053                   | voi se il volete potete guarirmi...! Intanto bagnai con
11700   SILou    I-1122                   |     mia grotta ed io ti guarirò!". Si fece dunque
11701   SNA89  III-1166                   | facile a fuggirsi che a guarirsi.~ ~ 18. In tutta la
11702   MFerv    I-1191                   |    venuto fino a te per guarirti, credi che ~ ~  ./. 
11703   SILou    I-1081                   |       Non temere, io ti guarisco; tu vivrai lungamente
11704   I1888   31      ,   VI - 255      |       che il principino guarisse, onde ne ¶ venne
11705   3Apio  II1- 565                   |      persone inferme, ¶ guarivale quando di cuore
11706   I1888   31      ,   VI - 254      |     al male. ­Cristiana guarivane molti. Il figlio di
11707   3Apio  II1- 894                   |         di militari, la guarnigione di Saragozza prigioniera
11708   3Apio  II1- 700                   |        v in Avignone, i guasconi si ¶ accompagnarono ad
11709   SAFam  III-  26                   | ben presto a ¶ Parma, a Guastalla, a Reggio d'Emilia, a
11710   Gpont  II1-1097                   |      conta niente, il ¶ guastamestiere delle opere della
11711   3OrFr  II2- 166                   |   buono e le cose buone guastando, a ¶ tutti si rende
11712   SNA89  III-1166                   |   buone perché è facile guastarsi coi ¶ cattivi, onorate
11713   3Apio  II1- 812                   |  perduto l'opera di Dio guastatadopo la creazione dal
11714   1Apio  II1-  29                   |       I figli del mondo guasteranno ancora i figli di ¶ Dio?
11715   3Apio  II1- 844                   |   mutare anche in ciò e guastò tutto. Fondò le
11716   AnPar  III- 452                   |   le porte d'abisso e ¶ guata in quelle voragini. 
11717   SchMi  III- 767                   |      Gregorio e Basilio guatavanlo e ¶ dicevano: "Qual
11718   2Apio  II1- 178                   |  ne erano ¶ istupiditi. Guatavano immiseriti al cielo,
11719   2PaAn    I- 585                   |       ed or eccolo come guazza in mezzo ai divertimenti
11720   ASGot  II2-  34(8)                |   eis [monachis] Patrem Gubernatoremque, Episcoporum consilio, [
11721   2Apio  II1- 504                   |  Germania nel vescovoGuebardo591. Ma questi manda <a>
11722   3Apio  II1- 656                   |      i nomi della parte guelfa, favorevole al pontefice
11723   SchMi  III- 792(86)               |              Originale: Guercini; cfr. Rohrbacher xiv, p.
11724   3Apio  II1- 728                   |  terribile ¶ tal Ziska, guercio dell'occhio destro, che
11725   1Friv  III- 841(13)               |   parlava ¶ l’onorevole Guerrazzi, con dire che nella
11726   3Apio  II1- 611                   |   che minacciavano <di> guer<r>eggiarsi, al congresso di ¶
11727   2Apio  II1- 290                   |   la difesa”. Intanto ¶ guerreggiò coi popoli germani e
11728   ITSac    I- 874                   | sentì mancarsi il genio guerresco. Intanto sopraggiunsero
11729   CLAPe  II2- 589                   |  Ribattere tuttodì le ¶ guerriglie dei sarcasmi e delle
11730   I1912    2,   VI - 967            |   po’ d’insalata. (Così Guerrina Crosta). 25. Soleva
11731   3Apio  II1- 822(484)              |              Originale: Guerrino; cfr. Rohrbacher ¶ XIV,
11732   1PaMa    I-   4                   | sì viva, ma perché un ¶ gufo sdegna la luce del
11733   I1907    8,   VI - 456(44)        |    Originale: prudenza /gui‹...›
11734   3Apio  II1- 737                   |        I selvaggi della Guiana avevano qualche contezza
11735   3Apio  II1- 576                   |      dissero: "Vogliamo Guibaldo, l'abate di Stavelo62,
11736   2Apio  II1- 504(591)              |              Originale: Guibardo; cfr. Rohrbacher VII, p.
11737   2Apio  II1- 228                   |   Madre, tu sei sì pia. Guidami a salute che io ti son
11738   1Cagr  II2- 394                   |  angelo, Agrippino, per guidarci nella via ¶ del paradiso
11739   9Ferv  II2- 317(22)               |      Lezione probabile: guidarle
11740   PAS86  III-1064                   | la sola Comunione ¶ può guidarli. Bene spesso il
11741   50Rmi  III-1088                   |  di lui... Credo che in guidarmi al paradiso il pontefice
11742   2Apio  II1- 293                   |    Allora permisero che guidasse pur l'esercito. Vahan
11743   CLAPe  II2- 593                   |  giudizii del Signore e guidateci a Dio! Sovrat<t>utto ci
11744  II1913   IV- 765                   |   col suo ¶ bastoncino, guiderà come tanti agnelli le
11745   VpeIl  II2-   6(3)                |           il senato per guiderdonare la ¶ generosità dell'
11746   3PaAn    I- 808                   |      prossimi al finale guidizio. Chi vivrà ancora all'
11747   3Apio  II1- 701                   |         francese. Nella Guienna morirono in numero
11748   Gpont  II1-1059(242)              |     l'A. si riferisce a Guillaume Laurent ¶ Louis
11749   FIPop  II2-  99(51)               |            si tratta di Guillaume-Laurent Angebault ¶ (1790-1869),
11750   FIPop  II2-  99(51)               |     Uzureau, Angebault (Guillaume-Laurent-Luois), in Dictionnaire ¶ d'
11751   2Apio  II1- 149                   |     ma un consan ¶  ./. guineo sebben devoto nella
11752   I1883   23,   VI -  58            |                   Donna Guiomara mi pose in relazione col
11753   3Apio  II1- 679                   |  parlò: "Se volete se~ ~guire il mio consiglio, voi
11754   SILou    I-1107                   | belge, il <giornalista> Guiroult, che si dicono la
11755   3Apio  II1- 530                   |    sant'Angelo. Roberto Guiscardo, abbandonata l'impresa
11756   3Apio  II1- 674                   | elemento, l'hanno fatto guizzare nelle ¶ acque purissime
11757   2PaAn    I- 467                   |  levossi e ¶ fu come un guizzo di lampo, venne sopra
11758   2Apio  II1- 425(439)              |              Originale: Gumesind; cfr. Rohrbacher ¶ VI,
11759   2Apio  II1- 425                   |      santaFlora, san Gumesindo439, san Giorgio di
11760   CLAPe  II2- 485                   |   avvenimenti politici, Gundeberga ed Adelaide, di ¶ stirpe
11761   2PaAn    I- 512                   |     Costoro possono mai gungere ad essere beati un ?~ ~
11762   IlMon  III-1006(9)                |  Malascia; cfr. Palmira Gusmeroli Duca, Territorio
11763   I1913   21,   VI - 802            |  degli uomini di Gatteo gustarono da fanciulli l’
11764 III1899   IV-1013                   |   padre, per trovarvi e gustarvi compiacenze sante.~ ~c)
11765   SAFam  III-  35                   |       noi, se più non ¶ gustassimo la soavità per altro sì
11766   SAFam  III-  92                   |   domestiche mura ¶ non gustavate che giorni di pace, or
11767   MFerv    I-1183                   | son certo ¶ che più non gusteresti un briciolo20 di esca
11768   SILou    I-1138                   |     vi illuminerà e voi gusterete, come ¶ noi gustiamo, il
11769   CLAPe  II2- 483                   |   che sono in copia e ¶ gustosissime. Hanno marroni
11770   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |     Dei strenue domasse gustum, abstinendo a quovis ¶
11771   FIPop  II2-  96(46)               |              Originale: Gutan
11772 III1899   IV-1039                   | La parola del maestro è gutta che cavat ¶ lapidem.~ ~d
11773   I1889    9,   VI - 298            |     valersi dei tubi di guttaperca o di latta, perché non
11774   3OrFr  II2- 237                   |          sermone ditans guttura.~ ~ Accende lumen
11775   I1883   49,   VI - 131            |  et fructus eius dulcis gutturi meo » (Cantic‹um›, cap.
11776   3OrFr  II2- 118(7)                |      di san Domenico di Guzmàn (1170-1221), fondatore
11777   I1891   35,   VI - 381(28)        |   gli allegati manca la H.
11778   3OrFr  II2- 244                   |  vinculo delictorum, ut habeatis vitam aeternam et
11779   Mfior    I- 948                   | unum et anima una e che habebant omnia communia20. Egual
11780   Svegl  III- 631                   |  che un cuor duro "male habebit in ¶ novissimo". Si
11781 III1899   IV-1043                   |         e) Omnia tempus habent49: le ore di ¶
11782 III1905   IV-1186                   |     i quali erano nihil habentes et omnia possidentes32...
11783   I1889    6,   VI - 291            |    E così si avvera che habenti dabitur... e chi non fa
11784   3OrFr  II2- 243                   |     cuiuscumque Ordinis habentibus~ ~ Ant. Intret oratio
11785 III1905   IV-1150                   |   gemendo: «Hominem non habeo...!»5. Vae homini soli,
11786   I1912   12      ,   VI - 689(43)  | a) etsi naturam timidam haberet, zelo admirabili et
11787   Asant  III- 258                   |   eleison.~ ~Sac. Pacem habete.~ ~Ch. Ad te, Domine.~ ~
11788   3OrFr  II2- 239                   |        dignum Filio tuo habitaculum praeparasti, quaesumus,
11789   3OrFr  II2- 240                   |     sacrum poenitentiae habitum imposuimus, ab omnibus ¶
11790   I1912   12      ,   VI - 689(44)  |               b) magnam habuisse partem in infundenda
11791   CLAPe  II2- 576                   |  ferventis<simum> simul habuit animarum, tum per
11792   3Apio  II1- 909                   |          Nella Svizzera Haller652, che scrisse il libro
11793   3Apio  II1- 837(516)              |     Winchelman, Zoega e Haman; cfr. Rohrbacher XIV, p.
11794   3Apio  II1- 837                   |  Winckelmann, Zoëga e ¶ Hamann516.~ ~ ~ ~ Antonio
11795   3Apio  II1- 742(361)              |              Originale: HamuraT; cfr. Rohrbacher XI, p.
11796   FIPop  II2-  96                   | miserando".~ ~ ./. Da ¶ Han-kiou-fu42 scriveva lo stesso
11797   Mfior    I- 931                   |   gioie ineffabili. ./. Hannosi poi d'intorno il buono ¶
11798   3Apio  II1- 936                   | fortezza con l'aiuto di Harcourt ambasciator di Francia e
11799   3Apio  II1- 674(208)              |   Absorgo»; in tedesco: Hasburg
11800   Gpont  II1-1096(304)              |              Originale: Hassoun; cfr. La Civiltà
11801   Gpont  II1-1096                   |    elevò al cardinalato Hassun304, l'illustre confessor
11802   3Apio  II1- 736(351)              |              Originale: Hasti; cfr. Rohrbacher ¶ XI,
11803   Vmeco  III- 344                   |        il Figlio e così hauriet salutem a Domino"136.
11804 III1915   IV-1405(48)               |    in ¶ direzione di Le Havre (Francia), dove si
11805   IlFon  III- 878                   |    E se fra il prossimo havvene uno più difettoso o nei
11806   Gpont  II1-1077                   | duolsi ¶ il protestante Haward280 in ispecie che "i
11807   SILou    I-1147                   |           da<lle isole> Hebridés ne ¶ condusse una povera
11808   MeMus  III- 807                   |   vestite nel tronco di Hedera sempreviva, mettono
11809   MeMus  III- 819                   |     Ed un virgulto dell'Heliotropium odoroso ci ecciti a
11810   FIPop  II2- 100                   |   del 24 giugno 1875 da Hen-kionesponeva egli stesso: "
11811   FIPop  II2- 103                   |    Michele arcangelo ad Hen-kion-fu. La festa riuscì
11812 III1899   IV-1021(34)               |   per opera del gesuita Henry Ramière ¶ (1821-1884),
11813   3Apio  II1- 889(610)              |          der weltlichen Herrschaft des Papstes durch den
11814   ASGot  II2-  34(8)                |  506, p. 509: “[...] in Herveldensi monasterio S[ancti]
11815   3OrFr  II2- 168                   |     obbediente, comec<c>hes<s>ia meschinello, si
11816   MSMed  III-  98                   |         Volland, nato a Heyrieux (Isère, diocesi di
11817   I1875 Corso,    9,   VI - 887(143)| o Dhaulagiri), montagna himalayana che all’epoca della
11818   Vmeco  III- 421                   |   giunse nella valle di Hinnom249 dove si accolgono
11819   2Apio  II1- 378                   |          un convento ad Hirsfeld e poi a Fulda, dove ¶ ha
11820   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |     adstricta, fructus, hisce vero in casibus ¶
11821   3OrFr  II2- 151(76)               |       tra l'altro degli Historiarum seraphicae ¶ Religionis
11822   3Apio  II1- 815(468)              |              Originale: Hittich, ripetuto nel paragrafo;
11823   3Apio  II1- 879                   |    scriveva il generale Hoche: "I ¶ vandesi non hanno
11824  II1899   IV- 300(14)               |          Milano, Ulrico Hoepli editore, 1899, ¶ in cui
11825   3Apio  II1- 879                   |         la battaglia di Hohelinden588, e in seguito trattò
11826   3Apio  II1- 879(588)              |              Originale: Hohenlmden; cfr. Rohrbacher XV, p.
11827 III1915   IV-1407(51)               |  santuario Mount of the Holy Sepulchre, realizzato
11828   Asant  III- 251                   |  gente non sancta: ¶ ab homine iniquo et doloso erue me
11829 III1905   IV-1150                   |    non habeo...!»5. Vae homini soli, quia cum ceciderit
11830  I1889b   20,   VI - 334            |      così. 6. « Inimici hominis domestici eius » 53 , e
11831   I1912   21,   VI - 984            | et non homo, obbrobrium hominum et abiectio plebis » 27 .
11832   ASGot  II2-  42(17)               |  Sig[nor] Pietroantonio Homodeo Dottor in sacra
11833   I1883   12,   VI -  33(118)       |    È il teologo Antonio Honcala, canonico di Avila; cfr.
11834   3OrFr  II2- 236                   |     mortificationis, et honestatis ¶ indicium, ac pro
11835   ASGot  II2-  27(3)                |    Christianis, piis et honestis parentibus feliciter
11836   I1912   10      ,   VI - 685(37)  | an sciat Servam Dei: a) honorasse parentes et sororem
11837   3Apio  II1- 699                   |    ab angelis gloria et honore coronasti eum, ¶ Domine272,
11838   I1912    7      ,   VI - 679(29)  |    Dei aliud fecisse in honorem beataeVirginis,
11839   Vmeco  III- 341                   |            nunc ¶ et in hora mortis nostrae. Amen".
11840   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |  aegrotaret, per plures horas ardentem ¶ sitim, ut
11841   I1913   23,   VI - 804            |  sacrosuolo chiamato Hortus conclusus, fuori
11842   I1887     ,   VI - 191            |   sororum tuarum et per Hospitalem novum in quo tantum
11843   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |            quodcumque ¶ Hospitii paupertas illi praebebat
11844   I1912    8      ,   VI - 681(31)  |   omnibus, non solum in Hospitio, sed etiam in familia
11845   3OrFr  II2- 238                   |    perpeti.~ ~ ~ ~  ./. Hostem repellas longius,~ ~
11846   Gpont  II1-1029(165)              |              Originale: Houranne; cfr. Rohrbacher XIII,
11847   FIPop  II2-  76                   |           e ¶ morì nell'Hu-pè meridionale il 6 gennaio
huc
11849   3Apio  II1- 633(157)              | distinzione, Durando di Huesca, non ¶ contento a
11850   I1912   12      ,   VI - 690(45)  |        absque alio fine humano » (f. 949v
11851   I1875 Corso,    9,   VI - 887(143)|         Alexander vonHumboldt agli inizi del xix
11852   I1907   22,   VI - 504            |   che « exultabunt ossa humiliata »: esulteranno le ossa
11853   50Rmi  III-1104                   |      Pregate di cuore e humiliate capita vestra Deo ed al
11854   I1889    4,   VI - 282            |    dentro noi stessi: « Humiliatio tua in medio tui » 92 .~
11855   PAS86  III-1032                   | curvi filii ¶ eorum qui humiliaverunt te, et adorabunt
11856   I1887     ,   VI - 191            |   Tar‹abini› perterrita humiliavit caput suum et ­confusa
11857   I1910   16      ,   VI - 571(32)  |        Interrogetur: an humiliora servitia domi respuerit,
11858   3OrFr  II2- 242                   | et vota populi huius in humilitate cordis veniam peccatorum
11859   3OrFr  II2- 238                   |        in lumbis tuis ¶ humorem libidinis, ut maneat in
11860   I1913   14,   VI - 772            |      la terra vegetale (humus), a stendervi sopra
11861   Gpont  II1-1067                   |             di Giovanni Huss, di Marcantonio de
11862   I1875            ,   VI - 820     |    conosciuto come Père Hyacinthe. Il riferimento
11863   Vmeco  III- 264                   | opuscolo ¶ (cm 15,5x10, I-50 p.), con l'indicazione
11864   I1883    9,   VI -  27(86)        |         Originale: che [I-54] che hanno
11865   CLAPe  II2- 480                   |   Librai-Editori, 1867, I-76 p., citato a p. 487 e p.
11866   Asant  III- 226                   | Provvidenza, cm 13,5×9, I-8p.), ma senza alcuna
11867   MeMus  III- 807(10)               |    ad annum MDCCCLXXXV, i-iv, Oxford 1893-1895
11868   IlMon  III- 986                   |   e religiosi (capitoli I-XIV). Come riportato nella ¶
11869   PAS86  III-1028(1)                |     si trovano alle pp. I-XL premesse al fasc. 850,
11870   I1910    0      ,   VI - 595(13)  |      ai  nostri, vol. i-xv, Torino, 1859-1862 (
11871   3Apio  II1- 522                   |  soltanto le conferenze i-xxix), e la suddivise in
11872   MeMus  III- 801                   |     è scritto: Io<anni> Iacobo Medici march<ioni>
11873   3Apio  II1- 745(366)              |              Originale: iAllemagna; diversamente in
iam
11875   Gpont  II1-1062(251)              |              Originale: Ianus; cfr. Ballerini, p. 232
11876   1Apio  II1-  26                   |     Cainan, Malaleel, ¶ Iared e poi Enoc, che fu
11877   MeMus  III- 816                   | merito il Rhyncospermum iasminoides che saluta il visitatore
11878   Gpont  II1- 998(84)               | san Medoaldo [...] sant'iAustresigilo, sant'Amando; cfr.
11879   1Friv  III- 854                   |      che nella penisola iberica si va compiendo una ¶
11880   3Apio  II1- 788                   |         il beato Andrea Ibernon, san Serafino di ¶ Monte
11881   MFerv    I-1208                   |  finalmente: "Surgam et ibo ad patrem ¶ meum"34. E
11882   2Apio  II1- 229                   |     nel suo convento ad Ibore. Pervenuto alla chiesa
11883   I1894    1,    IV- 156(29)        |          si ricollegava idealmente alle origini della
11884   I1913   14,   VI - 769            | territorio, fu nel 1900 ideata da quel meraviglioso
11885   I1912   24,   VI - 988            |            alla riva ho ideato e ¶ composto il Da Adamo
11886   1PgDo  II2- 356                   |         presentato come ideatore ed attuatore del
11887   Svegl  III- 618                   |   in cui sono inseriti. Identica è anche la ¶ formula del
11888   I1887     ,   VI - 136            |   risulta­no facilmente identificabili, poiché alcuni sono
11889  I1889b   50,   VI - 361            |  egli era morto. Questa identità di luogo mi era cara:
11890   I1912    9      ,   VI - 682      | Come ho già detto, essa ideò e scrisse un particolare
11891  I1889b     ,   VI - 310            | dalle conseguenze delle ideologie liberali nella forte ¶
11892   MeMus  III- 815                   |   di soldato armato. La Idesia polycarpa ed il Viburnum
11893   2Apio  II1- 415                   |   propria composta dell'idioma teutonico e del latino.~ ~
11894   Gpont  II1-1092                   |  europeeparlate e 49 idiomi dell'oriente intiero. Or
11895  II1899   IV- 300                   |         della casa, Pro idiotis14 è da leggere; ~ ~h) e ¶
11896   3PaAn    I- 741                   |  se credete, come è che idolatrate voi stessi così? ¶ Segno
11897   2Apio  II1- 376                   |   idoli, abbatté alberi idolatrati. Compie miracoli di
11898   2Apio  II1- 148                   | di idolatria e un trono idolatrato, Romapagana. Il
11899   3PaAn    I- 768                   |    e la stoltezza delle idolatricheadorazioni. Ma non
11900   2Apio  II1- 354                   |  Zug, ¶ luogo barbaro e idolatro, operò prodigi; san
11901   ITSac    I- 886                   |    oro da fabbricarneidoletti di vitelli. Intorno a
11902   I1894    1,    IV- 118            |       si credono le più idonee nella direzione ¶ della
11903   3PaAn    I- 638                   |    Riempite di acqua le idrie e poi spillate e ¶
11904 III1899   IV-1054(52)               |  Applicò metodi di cura idroterapica e di medicina popolare.
11905   SILou    I-1124                   |    Bouscat ¶ alle acque idroterapiche  ./. di Bordeaux,
11906   SILou    I-1125                   |     alle cure del bagno idroterapico, ma quel giumento, ¶
11907   2PaAn    I- 443                   |   tutti i tempi. Erma e Ieroteo erano semplicilaici,
11908   I1913    8,   VI - 728            |   di quella robaccia di iersera? » e conchiudeva che la
11909   2Apio  II1- 385                   |        di Sinigalia, di Iesi384, di ¶ Forlimpopoli,
11910   3OrFr  II2- 153(80)               | et ¶ Salvator, Christus Iesus crucifixus”, Bonaventura
11911  II1899   IV- 308                   |     del modo di tenerli igienicamente,~ ~3) ¶ con moralità,~ ~
11912  II1913   IV- 868                   |  è suggerimento degli ¶ igienisti, che nei saggi finali d'
11913   ASGot  II2-  37(14)               |           p. 508: “Anno igitur post incarnati verbi Dei
11914   Gpont  II1-1073                   |      si gridò pure: "La Iglesia libre en el Estado libre
11915   I1889   10,   VI - 301            |       il ¶ finocchio, l’igname cinese sono altrettante
11916   TMort    I-1287                   |     salvi, ma quasi per ignem. Vi ¶ stancherà un
11917   VpeIl  II2-   7                   |       che i poveri sono ignominiosi. Ma non è vero! Un uomo ¶
11918   I1912    8      ,   VI - 679      |   nell’istruzione delle ignorantelle e degli ignorantelli
11919   I1912   15      ,   VI - 693(50)  |       ac pro se petisse ignorari ac despici » (f. 950v
11920  I1891b           ,   VI - 387      |    perciò che Mazzucchi ignorasse il manoscritto del 1901,
11921  II1913   IV- 829                   |     i piccoli, è spesso ignorata dagli ¶ uomini. Ma ella
11922   3Apio  II1- 662                   |  di bramare <di> essere ignorato e stimato ¶ da niente".~ ~ ~
11923   ITSac    I- 902                   | la quarta che ¶ affatto ignoro: la via dell'aquila in
11924   I1913   11,   VI - 741            |  in cui il don Guanella ignorò che si dovesse
11925   2Apio  II1- 317                   |      per ¶ causa ancora ignota un incendio e un
11926   CLAPe  II2- 519                   |     amendue i capi sono ignoti alla turba, la divisione
11927   3Apio  II1- 872                   |       disse: "Voi siete ignudi e malnodriti. Il go~ ~
11928   2Apio  II1- 186(81)               |              Originale: Ihmais; cfr. Rohrbacher III, p.
11929 III1905   IV-1167(19)               |          qui le sezioni II-VI, perché sono l'esatta
11930   3OrFr  II2- 243                   |      et gratiarum~ ~cum iisdem vel cum regularibus~ ~
11931   2Apio  II1- 223                   |        e con lo schiavo Ila136. Il ¶ prete Evagrio
11932   1Cagr  II2- 400                   | domestici di Agrippino, ilari e solleciti nella
11933   3PaAn    I- 658                   | Antonii, i Macarii, gli Ilarioni, i ¶ Paoli nel deserto.
11934   I1913   12,   VI - 755            |         e due orfanelle Ilda e Rachele Grassi da
11935   2Apio  II1- 314                   |    nel 523 e successovi Ilderico262, sanFulgenzio come
11936   Gpont  II1-1058(240)              |              Originale: Ildeville, ripetuto nel capitolo;
11937   MeMus  III- 810                   |   natura ed a ¶ Dio. La Ilex variegata con sue foglie
11938   2Apio  II1- 238(159)              |              Originale: Ilirio; cfr. Rohrbacher IV, p.
illa
11940   I1887     ,   VI - 191            | et fuit ¶ inter eas; at illae regress‹ae› dixerunt: «
11941   2Apio  II1- 468                   |      e disponevansi per illanguidire.~ ~ 2. Il pontefice in
11942   I1889   IV-  28                   |     scomparse ovvero si illanguidiscono, la ¶ Provvidenza
11943   2PaMa    I-  74                   | al sole. Talora sentesi illanguidita. Altra voltascende ai
11944   MeMus  III- 801                   |        secundo Sfortiae illatam navali praelio dum
11945   PAS86  III-1072                   |        mostra di essere illegittima...". "Ah!, se il nostro
11946   3Apio  II1- 895                   |     un ¶ impedimento di illegittimità. Tolse ai cardinali
11947   2Apio  II1- 442                   |               Un figlio illegittimo di Lotario, avuto da
11948   Vmeco  III- 415                   |    il più delle volteilletterate, quella copia di sapere
11949   3Apio  II1- 767                   | ambedue a ¶ tre anni ed illetterati, seppero acquistare
11950   Mfior    I- 958                   |  era avuta in istima di illibatissima da Giuseppe, chi nol sa?
11951   3PaMa    I- 135                   |    ottenne di mantenere illibato il suo costume.~ ~ 4. ¶
11952   1Apio  II1-  24                   |       tanto è il potere illimitato ¶ che lo fa superiore
illius
11954   Nscuo  III- 601                   |       Questo metodo è ¶ illogico.~ ~ 6. Quando il
11955   3Apio  II1- 596                   |      Quei di dentro per illudere Federico mandano fuori
11956   I1883    3,   VI -  13            |     Teresa non forse la illudessero tuttavia ¶ spiriti
11957   2Apio  II1- 268                   | mondo; il paganesimo ci illudevacolle sue apparenze,
11958   2Apio  II1- 141                   |           Falsi profeti illudevanli con dire: “Gerusalemme
11959   2PaAn    I- 472                   |  e della fatica. Non ci illudiamo. Il tempo che ¶ abbiamo
illum
11961   3OrFr  II2- 238                   |   exurge a mortuis ¶ et illuminabit te Christus.~ ~ R/ Amen.~ ~ ~ ~  ./. 
11962   I1875 Corso,    1,   VI - 823     |    ferisce la mente per illuminarla, ferisce il cuore per ¶
11963   Vmeco  III- 400                   |    sui loro capi, e per illuminarli nelle ore di ¶ notte
11964   2PaAn    I- 512                   |    Cristo. Pregò Dio ad illuminarlo e il ¶ Signore lo rese
11965   2PaMa    I-  89                   |  un raggioceleste ne illuminasse i lineamenti del volto.
11966  II1913   IV- 855                   |       che i predicatori illuminassero le religiose con ¶
11967   SILou    I-1075                   |     Vergine immacolata, illuminateli voi quelli che siedono
11968  II1913   IV- 810                   |        custoditemi voi, illuminatemi voi, reggete ¶ i miei
11969   Gpont  II1-1009                   |   la città illuminata e illuminatrice che, posta su ¶ di un
11970   PAS86  III-1065                   |   si costuma...". Anime illuse! Fate per amore ciò che
11971   2Apio  II1- 205                   | imperatore era illuso e illusore. I tristi ¶ gli
11972   3Apio  II1- 770                   | Quinzani401 da Orzinovi illustrano e rallegrano parimenti
11973   2Apio  II1- 310(254)              |     molti discepoli che illustraronsi per ¶ santità, il più
11974  II1913   IV- 803                   |           brevi notizie illustrative.~ ~A ¶ queste
11975   I1883   12,   VI -  33            |    scrisse con mirabile illustrazion di mente più libri, cioè
11976   MeMus  III- 800                   |   Milano.~ ~ Due figure illustrissime compaiono fra l'altre e
11977   3Apio  II1- 705                   | assoluto in Dio.~ ~ ~ ~ Illustrò291 la Chiesa in ¶ questo
11978   2Apio  II1- 223(136)              |              Originale: Ilo; cfr. Rohrbacher IV, p.
11979   1Apio  II1- 101                   | dell'India ovvero degli iloti di ¶ Sparta.~ ~
11980   3Apio  II1- 671                   | ultimo successore dello im postor Maometto.~ ~ ~ ~
11981   I1883   22,   VI -  53            | Sono io col mio Dio? », imagina l’ansia con cui la
11982   I1883   42,   VI - 115            |   poco giudizio, che si imaginanosaperne più che  440
11983   I1883   23,   VI -  56            |     verità! Con visione imaginaria io vedeva le mani, il
11984   I1883   23,   VI -  58            | visioni intellettuali e imaginarie, ed egli mi confortò a
11985   I1883   17,   VI -  44(162)       | sintetizzato dall’A.: « Imaginarono che il timor della morte
11986   3Apio  II1- 565                   |            ascoltò da ¶ Imario50, austerissimo monaco,
11987   2PaAn    I- 506                   |   invidiare? Lasciatelo imbaldanzire. ¶ Il ciel v'aiuti che
11988   2PaAn    I- 556                   |   perdizione, ed ora si imbaldanzisce da ¶ noi?~ ~ 3. Un
11989 III1897 III1897,    IV- 901         |     casa e ne cura ¶ gl'imballaggi e s'incarica delle
11990   3Apio  II1- 904                   |        Alle Tuileries s'imballavano i diamanti della ¶
11991   SAFam  III-  33                   |   Unzione, ¶ acciò come imbalsamate s'adagino fino ad
11992   1Apio  II1-  38                   |      rispetto. Molti si imbalsamavano e seppellivansi con
11993   CLAPe  II2- 513                   |        par che tutto vi imbalsami; allora sospirate verso
11994   AnPar  III- 536                   |  convito81 che il padre imbandì al ¶ figliuolo prodigo
11995   3Apio  II1- 936                   |     e ¶ il Tancredi, le imbandiera a festa e si presenta al
11996   2Apio  II1- 364                   |    appena otterranno di imbandirgli un pesce raccolto testé
11997 III1910   IV-1318                   |   copiosi, ¶ che poi si imbandiscono a cibo spirituale delle
11998   2Apio  II1- 300                   |  cosiffatto del re ¶ si imbandisse un lauto pranzo ai
11999   Vmeco  III- 370                   |     conserverà le mense imbandite? Forse il mondo dei
12000   1Apio  II1-  83                   |  Assuero ¶ il magnifico imbandiva agli ottimati del regno.
12001  II1911   IV- 686                   |        Molte volte si è imbarazzati a scegliere un personale
12002   I1912   24,   VI - 987            |          che forse lo ¶ imbarazzerebbe, ma di bisogno di
12003 III1910   IV-1264                   |     serie di dubbi e di imbarazzi eventuali e lo
12004  I1891b    4      ,   VI - 436(99)  |   lago su una leggeraimbarcazione per celebrare ad
12005   I1912    5,    2,   VI - 668      |   chiese nelle quali si imbatteva. Portava poi uno ¶
12006   I1875 Corso,    6,   VI - 861     |     poi a descrivere la imbecillità dell’ubriaco, per cui si
12007   1Friv  III- 857                   | ridotta a sé sola, ed ¶ imbelle si resta. Eppure
12008   1PaAn    I- 246                   | uomini adulti e giovani imberbi. Si ¶ trovano donne di
12009   3PaAn    I- 679                   |             quel popolo imbestialiva, che finalmente lo ¶
12010   I1910    2      ,   VI - 513      |  spirito e cercava di ¶ imbeverle viemeglio di tale suo
12011   SAFam  III-  70                   |        se tanta ¶ gente imbevuta da massimeperverse
12012   I1910    2      ,   VI - 513      | trovarsi colle coetanee imbevute del suo spirito e
12013   SAFam  III-  17                   |   rocca, si trovaronoimbevuti di tutta la scienza del
12014 III1899   IV-1091                   | all'anno si rinnova ¶ l'imbiancamento a tutti i locali.~ ~c) I
12015   I1913    7,   VI - 723            |  cartone, quadri, e per imbiancare una ¶ muraglia di scale,
12016   PCris  II2-  74                   |        come una stolaimbiancata35,e nelle membra divenne
12017   PCris  II2-  74(35)               | in tal guisa le ¶ stole imbiancate nel sangue dell'Agnello
12018 III1899   IV-1085                   |  una volta in ogni anno imbiancato.~ ~a) Sia spesso
12019   I1913    9,   VI - 731            |   a fare da manuale, da imbiancatore e un po’ anche da
12020   SchMi  III- 747                   | 20 ¶ leghe con muraglie imbitumate larghe cubiti 50 e alte
12021   ASGot  II2-  34                   |   dal nembo od all'orto imboscato di ortiche. Gottardo
12022   I1889    9,   VI - 298            |  nell’aere. Volendo poi imbottigliarlo, si attende almeno una
12023 III1897 III1897,    IV- 907         |  come ¶ tende, tappeti, imbottiture e specchi, quadri; cose
12024   MeMus  III- 798                   |    tonaca di nero saio. Imbraccia una zimarra di ¶ velluto
12025   2Apio  II1- 456                   |  marchese di Saint-Pons imbrandendo la spada sclamò: “La
12026   PCris  II2-  57                   |  di . Uno zio paterno imbrandì la ¶ spada per cacciarne
12027   Gpont  II1-1016                   |   come avversario... Io imbrandisco ¶ la mia spada e ti
12028  I1891b    1,    6,   VI - 393      |        tenendo ciascuno imbrandita una scure. ­Raimondo
12029   ITSac    I- 913                   |  un fango, che ritenuto imbratta la casa del cuor ¶ tuo.
12030   Apadr  III- 173                   |     Mi ¶ guarderò dallo imbrattar l'anima con qualsiasi
12031   I1875 Corso,    2,   VI - 835     |     si vede poi la mano imbrattata e n’ode un puzzo putrido
12032   1PaAn    I- 305                   |     la terra, ma non vi imbrattate con essa. Lo comprendo
12033   Vmeco  III- 292                   |        che precipitando imbrodola del sangue e ¶ delle
12034   Vmeco  III- 276                   |  leoni e le viscere a ¶ imbrodolare l'arena, il sangue a
12035   SNA89  III-1165                   |     affari o talmente s'imbrogliano che non si possono
12036   3Apio  II1- 587                   |    E voi che ne dite?" "Imbrogliatissimo sono a darne la risposta
12037   3Apio  II1- 835(510)              |              Originale: Imelde; cfr. Rohrbacher ¶ XIV,
12038   3OrFr  II2- 165                   |   in gran numero, dagli imi ai sommi, pieni di
12039   3OrFr  II2- 138                   |   di> rendersi migliori imitandolo. ¶ Se tanto coll'aiuto
12040   I1912    7      ,   VI - 675(24)  |    majora sustinenda ad imitandum Iesum ChristumDominum
12041   Apadr  III- 136                   |  eccita tutti quanti ad imitarti.~ ~ 5. ¶ Francesco
12042   I1888   32,    5,   VI - 258      |    Oh se io saprò anche imitarvi! Aiutatemi, gloriosa
12043   ITSac    I- 899                   |  di Gesù Cristo, tu non imitassi gli ¶ esempi di lui? Che
12044   2PaAn    I- 423                   |   colpa se noi non lo ¶ imitassimo!~ ~ 4. Non è venuto per
12045   AnPar  III- 583                   |              10. Se poi imitasti con la ¶ tepidezza i
12046  II1913   IV- 778                   |       di Gesù Cristo17. Imitatela almeno tanta prontezza.
12047  II1913   IV- 771                   |  sontuosa alla ditta.~ ~Imitatene ¶ l'esempio.~ ~Ponete ¶
12048   2Apio  II1- 154                   |   furono precisamenteimitati da Saint-Simon e da
12049   I1888   32,    3,   VI - 256      | Ed io pure vorrei farmi imitatrice. Ma 203 voi ottenetemi
12050   1PaAn    I- 195                   |  da sé.~ ~ 4. Chi non ¶ imiterebbe il saggio cancelliere?...
12051   Apadr  III- 107                   |   del filosofo umano ed imiteremo ¶ altresì l'esempio di
12052   AnPar  III- 514                   |     sì eccellente, tu ¶ imiteresti quei carnefici i quali
12053   TMort    I-1330                   |   Preghiamo Dio e poi ¶ imitiamone l'esempio. Non udite il
12054   I1888   32,    7,   VI - 260      |    perché sì poco io vi imito? Pater, Ave, Gloria. 2.
12055   I1910   19      ,   VI - 581      |    persuasione stante l’immacolatezza di sua vita e stanti
12056   3OrFr  II2- 239                   |           Deus, qui per immaculatam Virginis ¶ Conceptionem
12057  II1913   IV- 786                   |         i salmi: «Beati immaculati ¶ in via... beati
12058   I1875 Corso,   12,   VI - 909     |    merita tutta la lode immaginabile 182 . Maria sola vale
12059   ITSac    I- 861                   | paradiso. Pervenuto , immaginalo tu la festa che ha
12060   Gpont  II1- 982                   |  I ¶ progressisti vanno im<m>aginando un moderatore nel mondo,
12061   1Friv  III- 853                   |    essere impossibileimmaginar la violenza del
12062   1Apio  II1-  31(44)               |          Né dobbiam già immaginarci, insiem con taluni che
12063   Mfior    I- 939                   | diranno che tu sei uomo immaginario. ¶ Se mentre domandi una
12064   Mfior    I- 971                   |    santi, potresti tu ¶ immaginarlo con quanta forza amasse
12065   I1910   19      ,   VI - 580      |    fama di santità. Una immagine-ritratto della medesima fu da me
12066   Vmeco  III- 409                   | per ¶ benedirci, allora immaginiamoci <di> trovarci ai piedi
12067   1PaAn    I- 384                   |   cuore di Gesù Cristo! Immaginiamola da ¶ quanto sono per
12068 III1910   IV-1264                   |        nell'istituto si immaginino di prestare essi


0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma