0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
                                           grassetto = Testo principale
                                           grigio = Testo di commento

15075   I1889    4,   VI - 282            |  come il vanagloriosomalavveduto che fatta un’opera buona
15076  II1913   IV- 773                   | persone sono più o meno malazzate e allora bisogna che dei
15077   2PaAn    I- 417                   |    La scaccierò io la ¶ malcapitata. Vo' partire per alla
15078   I1912    3,    2,   VI - 657      |   Ad assecondare le sue malcelate e sante brame della ¶
15079   3Apio  II1- 534                   |       il proprio marito Malcolmo, ¶ che morendo nel 1093
15080   3Apio  II1- 654                   |    università partirono malconci. Allo indomani nella
15081   2Apio  II1- 244                   |    anni di vita, ma era malconcio da tante fatiche
15082   I1888   32,    4,   VI - 258      |          cotanto! Ed io malcontenta sempre... Ed ¶ io vaga
15083   I1888   21      ,   VI - 236      |        di piacerti o di malcontentarti. A questo senso che ti
15084   2PaAn    I- 403                   |  inciviltà di bugie, di maldicenze, di lamenti! E quel
15085   Gpont  II1-1066(257)              |              Originale: Malebranch; cfr. Ballerini, p. 434
15086   3Apio  II1- 658                   |    e poi ¶ l'accomiatò. Malec-Sala188 aveva mandato a dire
15087   3Apio  II1- 909                   |      il suo Unigenito". Maledì dunque ¶ l'errore
15088   9Ferv  II2- 331                   |      benedicentibus te, maledicam maledicentibus te"56. E
15089   ITSac    I- 850                   | già nello inferno non ¶ maledicano con furore altissimo
15090   ITSac    I- 879                   |    altamente e ¶ di poi maledicendoti sarà costretto <a>
15091   9Ferv  II2- 331                   |           te, maledicam maledicentibus te"56. E quanto al ¶ re
15092   Vmeco  III- 388                   |         calunniatrici e malediche.~ ~ 3. Facciamoci ad
15093   3PaAn    I- 650                   |      come ladrone, come maledico o come desioso delle
15094  I1889b   20,   VI - 334            |     e parenti troppo: « Maledictus homo... » 54 . 9. Le
15095   3PaAn    I- 743                   |  più <nessuno> ancora a maledir Dio per tutti i secoli!".~ ~
15096   I1875 Corso,    8,   VI - 881     |    e così finalmente li maledirà per il fuoco eterno
15097   3PaAn    I- 741                   |         non abbiano a ¶ maledirci domani?... Son così
15098   2PaAn    I- 587                   |    e le vostre campagne maledirle perché ritornino
15099   ITSac    I- 848                   |  solidamente piantato e maledissi alla ¶ sua bellezza.~ ~
15100   3Apio  II1- 658(188)              |              Originale: Malee-Sala; cfr. Rohrbacher IX, p.
15101   50Rmi  III-1110                   |      acque e quell'arie malefiche del ¶ progresso male
15102   I1875 Corso,    3,   VI - 840     |     Lo chiamano spirito malefico e per ¶ scongiurarlo
15103   3Apio  II1- 853                   |               3. Ma i ¶ maleintenzionati che dirigevano le masse
15104   CLAPe  II2- 483                   |  Montagna, Sondrio, Val Malenco, Castione, Postalesio, ¶
15105   2Apio  II1- 219                   |       che dai più erano malevisi, curò che non venissero ¶
15106   3Apio  II1- 724                   |   scoprire un ¶ ingegno malevole e interessato.
15107  I1891b    1,   11,   VI - 397      |  ma è vergogna ‹fare il male› 25 . Chi non la misura
15108   SAFam  III-   6                   |         o approvano i ¶ malfatti dei rivoluzionari,
15109   AnPar  III- 548                   |  con abbondanza ad ogni malfatto. ¶ Sospira poi come un
15110   Gpont  II1- 967                   |   fanno capi di bandemalfattrici. Una spada fiammeggiante
15111 III1905   IV-1172                   |    per stanchezza o per malferma salute ha bisogno ¶ di
15112   2Apio  II1- 490                   | I cristiani di Sassonia malfermi si ribellano a Dio ed al
15113   3PaAn    I- 685                   |  pieni di sospetto e di malfidenza. Sono facili a ¶
15114  II1911   IV- 462                   |       e segno di quella malfrenatacupidigia e leggerezza
15115   1PaAn    I- 361                   |     cattivi. Trovano di malignare in tutto <sul>le persone
15116   2PaAn    I- 550                   |    di demoni, spiritimalignissimi, i quali tormentano al
15117   I1883   15,   VI -  41            |   monasteri, che sono ¶ malinconiche, non possono operare il
15118   CLAPe  II2- 592                   |   dei cristiani di fede malintesa. ¶ Mandateci buoni
15119   I1912    3      ,   VI - 651      |     di Musso, forse per malintese gelosie. Avvenne che la
15120   I1883   50,   VI - 132            | me floribus, stipate me malis quia amore langueo (
15121   1PaAn    I- 183                   | peccatori si troveranno malissimo al giudizio: quelli che
15122   2PaAn    I- 414                   | Ferreri: "Va e viene la maliziosa, ma non si ¶ ferma".
15123   1Cagr  II2- 398                   |        ingenuità e sono maliziosissimitraditori... Son lupi
15124   3Apio  II1- 527                   |  si costituivano suoi ¶ mallevadori. Gregorio s'indusse a
15125   CfrMo  II2- 252(3)                |       chiamata un tempo Malmacello, dove pretendesi che
15126   3Apio  II1- 923                   |              assalita e malmenata sempre più la vostra
15127   1PaAn    I- 254                   |  vi guardi che restiate malmenati nella roba e scorticati
15128   CanSu  II2- 280                   | Engadina svizzera ed al Maloia, da cui parte il gruppo
15129   I1888   15      ,   VI - 224      |         Imaginati altro malor generale che, quasi
15130   I1907    7,   VI - 454(38)        |       Originale: prova /malri‹uscita›
15131   1PaAn    I- 358                   |  entra in casa vostra e maltratta i figlioletti che avete
15132  II1899   IV- 312                   |  pericoli morali ovvero maltrattamento qualsiasi od ¶
15133   Apadr  III- 170                   |         danno nel corpo maltrattandoli, rovina nell'anima con
15134   I1875 Corso,    3,   VI - 844     |     e lamentare: « Se a maltrattarmi fossero state le genti
15135   Svegl  III- 668                   |     vi ¶ farà danno con maltrattarvi ad ogni evenienza. E
15136   I1912    3      ,   VI - 650      |      di ¶ Dongo come se maltrattasse od infliggesse pene
15137   3Apio  II1- 607                   | Isacco imperator greco, maltrattavano i naufraghi. Riccardo
15138   I1875 Corso,   13,   VI - 915     | religione ovvero che ne maltratti le pratiche, si adopera
15139   3PaAn    I- 651                   |      gli uomini, che li maltrattino i persecutori, che li
15140   2Apio  II1- 270                   |    intese l'accaduto, ¶ maltrattò sacrilegamente i legati
15141   2Apio  II1- 275                   |   suo partito Flaviano, maltrattollo sacrilegamente finché il
15142   3Apio  II1- 770                   |  del sacerdote Girolamo Maluselli istituisce l'ordine dei
15143   I1875 Corso,    5,   VI - 858     |   si aggiunge l’esempio malvaggio, allora la rovina già sì
15144   3PaAn    I- 658                   |       Consideriamole le malvagie; in ¶ ispecie badiamo
15145   AMFel  III- 201                   |              come tu la malvagità dello assassino che
15146   Svegl  III- 646                   |     ha paura di un viso malveduto, ma quando scorge che ¶
15147   I1912    3,    1,   VI - 652      | inteso che tutte queste malversazioni erano ¶ sentite di
15148   I1888   15      ,   VI - 225      |   in te scorgano questo malvezzo. Che pensi or tu? 3.
15149   3Apio  II1- 625(149)              |              Originale: Mama; cfr. Rohrbacher ¶ IX,
15150   3Apio  II1- 836                   |   scrisse il domenicano Mamachi~ ~ ~ ~ ./. Tommaso
15151   3Apio  II1- 625                   |  di santa Lucia, di san Mamas149 e di più altri.~ ~ 8.
15152   2Apio  II1- 163                   |  di ingegno sterminato. Mamea55, la madre di
15153   2Apio  II1- 137                   |          nella prigione Mamertina sotto al monte
15154   Asant  III- 233                   | sacerdote nelle carceri Mamertine si disponeva alla palma
15155   Svegl  III- 698                   |           nel carcereMamertino. Ed oggidì il discorso
15156   MeMus  III- 814                   |  duolo fino a terra. La mamillaria, irta di spine come un'
15157   I1883   49,   VI - 130            |    bocca, perché le tue mammelle sono migliori del vino e
15158   4Croc  II2- 444                   |    giù alla campagna la mammoletta e che come quella
15159   3PaAn    I- 683                   |  cercano quel ¶ demonio Mammona, che è forse di tutti il
15160   1Apio  II1- 105                   |      Adoravano il dioMammone, l'oro. Adunarono quanto
15161   2Apio  II1- 481(543)              |              Originale: Mamone; cfr. Rohrbacher ¶ VII,
15162   2Apio  II1- 408(412)              |              Originale: Mamout; cfr. Rohrbacher VI, p.
15163   I1891   20,   VI - 377            |         con mons‹ignor› Manacorda, d‹on› Bosco aveva l’
15164   I1912   19      ,   VI - 698(58)  |    propositio praedicta manaverit » (f. 952r
15165   ITSac    I- 874                   | stesso ¶ Annibale sentì mancarsi il genio guerresco.
15166   3PaAn    I- 689                   |       Oh quanti che son mancati a Dio di fedeltà! Quanti
15167   MFerv    I-1180                   |       pallida in viso e mancavanle le forze. Allora le si
15168   1PaAn    I- 293                   |   poteva collocarsi per mancaza di dote, egli si ¶
15169  II1899   IV- 278                   |  è proibita di ricevere mance.~ ~Riceve ¶ per altro le
15170   I1883   43,   VI - 117            |        molti ostacoli e mancherebbe uno sforzo ultimo, eppur
15171   SAFam  III-  76                   |          duro costo, ma manchiam poi sempre in sul più
15172   PAS86  III-1042                   |     non avverrà mai che manchiate di rispetto ad alcuno.~ ~
15173 III1899   IV-1001                   | forastieri e non riceve mancia da veruno
15174   I1913    2,   VI - 707            |   confronto di autorità mandamentali o provinciali, perché
15175   IlMon  III- 990                   |       delle tue valli e mandane la voce fino ai più
15176   1PaAn    I- 224                   |    perdere ¶ la testa e mandarci <a> seppellire in un
15177   3Apio  II1- 766                   |   i principi d'Europa a mandargli i manoscritti più rari.
15178   3Apio  II1- 941                   |  questa nobil gara: "Il mandarino vorrà me alla carcere".
15179   1Friv  III- 836                   | da' suoi ¶ cardini ed a mandarla in frantumi... Facciamo
15180   2Apio  II1- 195                   |    profession di fede e mandaronla <ad> esaminare a Milano
15181   ITSac    I- 881                   |   perissi affatto. Dové mandarti tanti angeli terreni, i ¶
15182   Vmeco  III- 336                   |         e per redimerci mandaste l'Unigenito vostro. ¶ Ci
15183   Gpont  II1-1067                   |   semplice deputato ¶ o mandatario della Chiesa. Rénan266
15184   2PaAn    I- 551                   |       alle fatiche mie. Mandatelo voi il ¶ sole e la
15185 III1905   IV-1154                   |  superiore S. Ignazio - mandatemeli purecooperatori in
15186  II1911   IV- 528                   |              del mondo, mandatemene pur anche di quelli che
15187   3OrFr  II2- 140                   |   è> ben ¶ disposto. Ma mandatevi altri religiosi fuori di
15188   SNA89  III-1142                   |     documenti ed avvisi mandatici da Dio per la nostra
15189   I1912   10      ,   VI - 685(36)  |  amore, obedientia eius mandatis, cultu promovendo ut et
15190   2Apio  II1- 438                   |      fu poi da ¶ Nicolò mandatò per giudicare la causa
15191   3OrFr  II2- 236                   |      per tuorum semitam mandatorum, post ergastulum ¶
15192   3Apio  II1- 546                   |      le ¶ mura, e altre mandavanle ad Alessio in sacchi
15193  I1889b   15,   VI - 329            |  Unicuique proximi Deus mandavit de te » 43 . 1. L’
15194   FIPop  II2-  82(17)               | p[adre] Giambattista da Mandello, stato di ¶ Convento a
15195   IlFon  III- 898                   |  lo Spirito del Signore manderalla in cuor tuo.~ ~ 3. ¶ Le
15196   1PaAn    I- 183                   |            enumerati, ¶ manderalli il Signore per scuotere
15197   ITSac    I- 870                   |      disse al Signore: "Manderete voi ancora sulla terra
15198   2PaAn    I- 419                   |    io mi sia satollato; manderovvi i ¶ frusti di cibo se
15199   50Rmi  III-1091                   |       cristiano~ ~ Vi ¶ mandiamo il saluto cristiano,
15200   2Apio  II1- 423                   |      per sostenere la ¶ mandibola inferiore statagli rotta
15201   1Apio  II1- 110                   | una colletta in danaro, mandolla a Gerusalemme <per>
15202   2Apio  II1- 373                   |   alle sante immagini e mandonne copia, con preghiera,
15203   1Cagr  II2- 387                   | e delle ¶ vanghe che si maneggiano. Il benedettino lavora
15204   I1889    5,   VI - 287            |  Dura maggior fatica in maneggiarla ma ottiene assai meglio
15205   I1891   13,   VI - 375            | ond’io dovetti uscire e maneggiarmi poi nel cortile di mani
15206   Apadr  III- 157                   |        Ciascun'arma ben maneggiata è ¶ atta a distruggere
15207   3Apio  II1- 832                   |            e l'Annover, maneggiate ¶ dai falsi politicanti,
15208   I1913    9,   VI - 734            |     rovinati. Il curato maneggiò certi documenti ed
15209   2Apio  II1- 233(149)              |              Originale: Manelli; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
15210   I1883   23,   VI -  57            |     s’avessi sempre una manellina di paglia a gittarvi! E
15211   Asant  III- 232                   |     alle mani figura le manette ~ ~  ./. con cui ¶ fu
15212   3Apio  II1- 746                   |    suo tempo: Giannotto Manetti ¶ da Firenze, Leonardo
15213   2Apio  II1- 279                   |   desolata ed ignuda, e mangeran le sue carni e la
15214   I1883   45,   VI - 122            |  della terra per vivere mangerebbero il seme, se il freddo
15215   I1894    2,    IV- 132            |         di piccoli doni mangerecci adatti alla età ed al
15216  II1899   IV- 301                   |        e) Un regaluccio mangereccio e un sorriso amorevole
15217   I1912   17,   VI - 979            | di essere stupido ». 2. Mangiando con don Bosco si trovò
15218   3OrFr  II2- 143                   |      pure la tua gola e mangiane quanto vuoi". E per
15219   I1910    0,   10,   VI - 600      |  pagnotta 20 , nominato Mangiaratti perché famoso nel dare
15220   3Apio  II1- 811                   |   corpi dei bambini per mangiarlivivi vivi. Vincenzo
15221   1PaAn    I- 331                   |  per rubargli i sensi e mangiarselo. Tristissimo <è ¶ l'>
15222   I1912    2,   VI - 968            |   amico pasticciere per mangiarvi una fetta di panettone.
15223 III1910   IV-1290                   |    nel corpo, se non si mangiasse almeno ¶ una volta al
15224   1Apio  II1-  23                   |   morreste ./. se ne mangiaste" e l'incauta e la vana e
15225 1/2BPEL  III-1175                   |     e lo colloca in una mangiatoia.~ ~Ave.~ ~ L'Uomo Dio
15226  I1891b    4      ,   VI - 436      |        cavargnoni 101 e mangiavan borgna ‹dei› telai, e
15227   2Apio  II1- 451                   |        a molti mali e ¶ mangiavanlo con avidità. Costoro per
15228   2PaAn    I- 433                   |          Nondimeno Elia mangiollo e in trangugiarlo mano a
15229   1Apio  II1-  23                   |      ad Adamo. E questi mangionne parimenti, ma spiegano i
15230   Nscuo  III- 614                   |    anche dal costume di mangiucare ad ogni tratto.~ ~ 3. ¶
15231   2Apio  II1- 209                   | in ispecie.~ ~6. Pazzie maniache di Costanzo.~ ~ ./. 7.
15232   I1912   21,   VI - 984            |        alle fiabe di un maniaco, Rigoli, e stava per ¶
15233   IlMon  III- 992                   |  assorbiamo val cento ¶ manicaretti e questi petti ruvidi
15234   2PaMa    I-  77                   |  condisce con qualche ¶ manicaretto dolce, poco di poi
15235   3Apio  II1- 664                   |            est adversus manichaeos. Ma <ho> trovato
15236   CLAPe  II2- 557                   | rovesciò le istituzioni manichee e le ritornò alla fede.~ ~
15237   2Apio  II1- 234(150)              |              Originale: manichismo; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
15238   I1889    5,   VI - 285            |       ultimo, ha il suo manico, il suo coltro, il
15239   I1913   28,   VI - 811            |  deficienti offerte dai manicomi di Venezia. In alcune ¶
15240   CfrMo  II2- 273                   |   in color giallo e due manicotti ben ¶ disposti secondo
15241   CLAPe  II2- 487                   |        vivace, allegro, manieroso, ob<b>ligante e coi
15242   I1910    1,    5,   VI - 624      |     maggior parte dalla manifattura di aste dorate 63 le
15243   I1912    3,    4,   VI - 661      |            appena morta manifestai a me stesso e ¶ anche (
15244   Gpont  II1-1091                   |      che vanno qua e  manifestandosi e insieme consideri
15245   1PaMa    I-  19                   |           non hai che a manifestargli i tuoi giusti desideri.
15246   I1883   23,   VI -  58            |    che convien talvolta manifestarli per ¶ dargli al Signore
15247   2Apio  II1- 301                   |     troppo importante a manifestarti...”. Il vescovo di
15248   IlFon  III- 955                   |      per una volta sola manifestassi ¶ al mondo che non sei
15249   9Ferv  II2- 340                   |  disturbi, in un tratto manifestavasi nell'assalito vomito e ¶
15250  II1913   IV- 767                   |        non è meglio che manifestiate voi stesse l'interno del
15251   3Apio  II1- 629                   |  parigina.~ ~ In Parigi manifestossi altra ¶ epidemia. Un'
15252   2Apio  II1- 263(184)              |              Originale: Maniglia; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
15253   FIPop  II2- 101                   |      dai nostri padri a Manila53 e nelle Filippine, non
15254   FIPop  II2- 101(53)               |              Originale: Manilla; cfr. Le Missioni
15255   I1912    8      ,   VI - 681      |   mattoide di sopranome Manin, che essendo
15256   2PaAn    I- 598                   |       della fede".~ ~ I manipolatori della politica
15257     App   VI - 814                  | elimina ogni intenzione manipolatoria sul materiale biografico
15258   2Apio  II1- 264                   | il danno delle campagne manomesse; richiamate i fuggitivi
15259   3Apio  II1- 540                   |   la gente musulmana, ¶ manomettendo ogni cosa sacra, aveva
15260   3Apio  II1- 655                   |         a Gerusalemme e manomettere il Santo Sepolcro e
15261   3Apio  II1- 757                   |      Chiesa di Lunden e manomise i ¶ beni e le persone
15262   9Ferv  II2- 330                   |       nella Chiesa e la manomisero. Ne strapparono i ¶
15263   I1910           ,   VI - 510      | comprendono 2002 pagine manoscritte, con numerazione ¶ che
15264   MeMus  III- 809                   |       delle ¶ Alpi. Una manovella si gira con un tratto di
15265   Gpont  II1-1095                   |         il colonnello ¶ Mansfield "crebbero le stragi e la
15266   I1910    1,   16,   VI - 635      |    in ¶ genere. Per cui mansiones multae sunt 79 . E a
15267   2Apio  II1- 481                   | Montecassino un abateMansone543 aveva disordinata
15268   3PaAn    I- 683                   |       ruvidamente, si ¶ mansuefà come un giumento fino a
15269   2Apio  II1- 310(254)              |  reims Romano, abate di Mantenai, ¶ vicin di Troyes.
15270 III1915   IV-1356                   |     ritocco di forma, ¶ mantenendovi immutata la sostanza (
15271   Vmeco  III- 371                   |      l'unico valevole a mantenergli il trono. Il re Mattia
15272   1PaAn    I- 309                   |        la ¶ volontà per mantenerla doma sia troppo
15273 III1899   IV-1053                   |        di ¶ fedeltà nel mantenerle.~ ~u) Quando un
15274   3OrFr  II2- 119                   |        promettendo di ¶ mantenerli e loro così dicendo: Io
15275  I1891b    4      ,   VI - 432      |                  Devono mantenermi altri quando M‹artino› è
15276   2Apio  II1- 451                   | d'assai, benché viva si mantenesse la fiaccola della fede.
15277   Svegl  III- 707                   | me69? E intanto strette mantenetevi intorno alla fede vostra
15278   PAS86  III-1071                   |      e con perseveranza mantengasi. Il che se insistiamo ad
15279   3OrFr  II2- 119                   |        al mio soldo, se mantengo amici officiali ¶ con
15280   I1912   26,   VI - 990            | patire. Noi invece ‹li› manteniamo bene, tuttavia fin dove
15281   I1883    6,   VI -  19            |  fare che per cosa di ¶ mantenimento temporale non si
15282 III1897 III1897,    IV- 898         |    giornaliero, ¶ siano mantenute e fatte con vantaggio
15283   1Friv  III- 842                   |           Grandi fuochi mantenuti per tutta notte nelle ¶
15284   1Cagr  II2- 398                   |         si fosse sempre mantenuto ¶ pertinace nell'errore".~ ~
15285   3OrFr  II2- 139                   |      bisogni ed egli vi manterrà"54. Distribuì poi i loro
15286   50Rmi  III-1091                   |  mani a supplicare e le manterremo congiunte finché tu ¶ ti
15287   3Apio  II1- 535                   |  aveva dato alle fiamme Mantes16 sulla Senna, ma venuto
15288   Gpont  II1-1023(132)              |              Originale: Mantezuma; cfr. Rohrbacher XII, p.
15289   3PaMa    I- 135                   |      del cuore son come mantici che soffiano.~ ~ Da ¶
15290   3PaAn    I- 750                   |       della vita che ci mantien lontani gli acciacchi
15291   AnPar  III- 476                   |  della pace rinvenuta e mantieni candida in te la ¶ stola
15292   ITSac    I- 857                   | altri, e nel ¶ cuor tuo mantienti sempre colomba, che vuol
15293  II1899   IV- 290                   |  lingerie di tovaglie e mantili si usano dalle suore, ¶
15294  I1891b    4      ,   VI - 436      |  monte colle giornate - mantinate 104 pomi ‹di› terra.
15295  I1891b    4      ,   VI - 436(104) |     in un grosso panno (mantino) il pranzo per il lavoro
15296 III1899   IV-1051                   | facciano familiari quei manualetti e ¶ quelle indicazioni
15297  II1913   IV- 813(3)                | pratiche di catechismo; Manualino catechistica illustrato;
15298   1Apio  II1-  56                   |     Un angelo compare a Manue, che ¶ pregava e
15299   Gpont  II1- 984(63)               |              Originale: Manuelli; cfr. Rohrbacher IV, p.
15300   I1913    6,   VI - 718(17)        | e a vapore per produrre manufatti ¶ meccanici all’
15301   I1912    8      ,   VI - 681(32)  |   d) Deum deprecasse ut manum suam gravaret supra se,
15302   2Apio  II1- 163(55)               |              Originale: Manunca; cfr. Rohrbacher III, p.
15303   3OrFr  II2- 237                   |         Filium tuum per manus impiorum ligari voluisti
15304   3Apio  II1- 766                   |            ducati. Aldo Manuzio, celebratissimo
15305   2Apio  II1- 232(147)              |              Originale: manzibelli; cfr. Errata corrige
15306  I1891b    1,    2,   VI - 390      |    la ‹Domenica Eufemia Manzi› 6 , donna di carità e di
15307   Gpont  II1-1002                   |   delle immense falangi maomettane, quel sovrano di Francia
15308   3Apio  II1- 841                   |     il paganesimo ed il maomettismo.~ ~ ~ ~ 4. Giangiacomo
15309   I1913    8,   VI - 728            |   intorno ad un piccolo mappamondo di polenta con poca
15310   SILou    I-1119                   |     nella parrocchia di Maquens, figlia riconoscente
15311   I1875 Corso,   10,   VI - 894     |      dannata! ». Né è a maravigliarsi di ciò. Non vedete come,
15312   3OrFr  II2- 159                   |     ordine. Perché vi ¶ maravigliate che un cardinale copra
15313   3Apio  II1- 650                   |      di Elisabetta in ¶ Marborgo si adunò un milione e
15314   I1912    3,    1,   VI - 652      | sempre per l’avversione marcata alla pietà in paese,
15315   I1889     ,   VI - 266            |     anche dal carattere marcatamente compilativo che denota
15316 III1899   IV-1089                   |     devono essere ~ ~a) marcate con segno di categoria e
15317   I1883   15,   VI -  39            | fascio di ortiche, si ¶ marcava colle discipline... Una
15318   I1910   11      ,   VI - 560      |       quei di dentro ne marcavano il passo. Allora la
15319   I1912   10      ,   VI - 685(37)  |     parentes et sororem Marcellinam, eidem paruisse, juxta
15320   3Apio  II1- 847                   |   contro il buon curato Marchal, che salendo
15321   2Apio  II1- 496                   |   Roma. Spoglia del suo marchesato di Toscana Ranieri per
15322   2Apio  II1- 442                   | un tributo di 25 mila ¶ marchi d'argento e intanto
15323   MeMus  III- 801                   |  Io<anni> Iacobo Medici march<ioni> Meregnani eximii animi
15324   SchMi  III- 756(35)               |              Originale: Marchocheba; cfr. Rohrbacher iii, p.
15325   SAFam  III-  36                   |    Nella stessa guisa i marci settatori della
15326   3Apio  II1- 599                   |      Pekino d'assalto e marciando con settecentomila
15327   3PaAn    I- 665                   |      che tutto il mondo marciasse contro di lui e si armò
15328   I1875 Corso,    2,   VI - 834     |   fra l’erbe, ma se voi marciate cauti è impossibile
15329   2Apio  II1- 161                   |    genti”. Agli eretici marcionitiintima: “Veramente
15330   I1883   45,   VI - 122            | in più periodi di tempo marcir sotterra perché più
15331   Svegl  III- 709                   |        gettato ¶ perché marcisca sul letamaio. Noi
15332   2Apio  II1- 213                   |   elleni, perché ella è marcita già da gran tempo, e
15333   3Apio  II1- 717                   |  si manifestò nel beato Marcolino da Forlì, ¶ nel beato
15334   2Apio  II1- 247                   |   regina Fretigilde dei marcomanniera venuta per
15335   2Apio  II1- 192(93)               |              Originale: Marcota; cfr. Rohrbacher III, p.
15336   3Apio  II1- 618                   |   da Sicilia a Toscana. Marcvaldo137, conte tedesco che
15337   Mfior    I- 964                   |  Allora si calmarono le maree, cessarono le pioggie
15338   2Apio  II1- 192                   |    sacerdote in quel di Mareota93. Accusano Atanasio d'
15339   4Croc  II2- 431(4)                |       Padre Bonaventura Maresca di sanFrancesco,
15340   3Apio  II1- 796                   |      Montmorency433, il maresciallo Sant'Andrea, il duca di
15341   3Apio  II1- 618(137)              |              Originale: Marewaldo; cfr. Rohrbacher IX, p.
15342   CfrMo  II2- 252                   |       e i paesi ¶ della Margarita e di Morozzo. Quest'
15343   Svegl  III- 703                   |       o Taidi o Paole o Margarite! Così dobbiamo ¶
15344   MeMus  III- 811                   |      fuori lor fiori di margaritine, nella stagione
15345   3Apio  II1- 605                   |      l'ammiraglio detto Margaritone, dai saraceni stessi ~ ~ ./. 
15346   MFerv    I-1155(3)                |     qui e ¶ di seguito: Margheritta
15347   I1889   10,   VI - 303            |   i tuberi, i bulbi, le margotte. Le piante convien ¶
15348   I1889   IV-  39(16)               |                         Marie ¶ de Saint-Pierre (1816-
15349   I1893   IV-  72                   |   della PiccolaCasa, Marietta Tettamanti, morta il 13
15350   I1875 Corso,   10,   VI - 893     | e così fanno morire. Il marinaio che si  al bel tempo  ./. 
15351  I1891b    4      ,   VI - 432      |      bene ». E maritata Mariò: « Or si maritano
15352   Gpont  II1- 987                   |  le vittime di siffatte mariolerie e ¶ frustrazioni non
15353   1PgDo  II2- 373                   |    santifica l'unionemaritale".~ ~ Infine conchiuse il
15354   3Apio  II1- 620                   | o di benedire le unioni maritali. ¶ Gli eretici manichei
15355   1Apio  II1-  21                   |  uomini di congiungersi maritalmente. I vergini, ad esempio
15356   MeMus  III- 816                   |  di sapienza. La Scilla maritima è premio ¶ di prudenza.
15357  I1891b    4      ,   VI - 429      |  altra... ed egli tosto maritolla. La prima aveva promesso
15358   FIPop  II2-  81(15)               | il comune di Como; cfr. Mariuccia Belloni Zecchinelli, Le
15359   2Apio  II1- 162                   |    fatiche. Scopriva le mariuolerie dei predicanti eretici e
15360   I1913    4,   VI - 710            |   acqua in quel cavo di marmitta e si rimescolava e si ¶
15361   I1913    4,   VI - 710            |           vuoti, come ¶ marmitte. Allora si diceva: «
15362   2Apio  II1- 479(540)              |              Originale: Marmontier; cfr. Rohrbacher VII, p.
15363   I1913   18,   VI - 799            |  si iscrivono su lapide marmorea nei portici monumentali
15364   2Apio  II1- 487                   |  scoprisse entro avello marmoreo intiero il corpo di papa
15365   2Apio  II1- 479                   |      nel ¶ monastero di Marmoutier540 e chiama tredici
15366   CLAPe  II2- 504                   |     pittura. Malacrida, Marni, Mazzoni, ¶ Paravicino74,
15367   CLAPe  II2- 568                   |  di Buglio, presso ¶ la Marogia, ha sull'altar maggiore
15368   9Ferv  II2- 325                   |  sanGlicerio, di san Marolo, di san Lazzaro, di
15369   3Apio  II1- 678                   |      profonda. Il dotto maronitaAssemani215 poi, con
15370   Gpont  II1-1050(221)              |  attribuite a Guglielmo Marr e a Moedeff
15371   Mfior    I- 963                   |  armi, col lavoro della marra, con l'applicazione ¶
15372   3Apio  II1- 581                   |       Tebe, Corinto. Il Marrocco ¶ e la Tunisia gli
15373   MeMus  III- 810                   |         al giardino del Marronaio~ ~ Ecco la solitudine! O
15374   2Apio  II1- 273(195)              |              Originale: Marrone; cfr. Rohrbacher IV, p.
15375   CLAPe  II2- 483                   | e ¶ gustosissime. Hanno marroni eccellenti e vini
15376   3Apio  II1- 840(522)              |              Originale: marsaglisti, ripetuto nei Riflessi;
15377   2Apio  II1- 260                   |    vivi quei miseri.~ ~ Marsapore, principe della Persia, ¶
15378   I1912     ,   VI - 960            |    il terremoto ¶ nella Marsica. Tale mancanza di
15379   I1912   34,   VI - 995            | a Roma per il terremoto marsicano non parla che ¶ di
15380   3Apio  II1- 697(262)              |           X, p.732: «Marsigli
15381   I1887     ,   VI - 152            |          Un pensiero mi martellava: « Sei tu in strada o
15382   3Apio  II1- 745                   |       Simeone ¶ vengono marterizzati dagli ebrei nella
15383   3Apio  II1- 823(488)              |      Originale: Edmondo Martine continuò [...] e
15384   MeMus  III- 805                   |    ed una campana detta Martinella, che ¶ suonando nel
15385   SILou    I-1140                   |   nella Colombia, nella Martinica, in più ¶ regioni degli
15386  II1913   IV- 823                   |    voce.~ ~Beate ¶ voi, martirelle, se sarete degne di
15387   2PaAn    I- 414                   |    circostanti e già lo martirizzavano.Intanto Tarcisio ¶
15388   2Apio  II1- 194                   |        di Atanasio, che martirizzò. Dimostrossi parimenti
15389  II1911   IV- 650                   |  lodevole per sé morire martore93, benché ¶ facendolo
15390   I1912    6      ,   VI - 672      |     sua sorella Chiara: Martorella, sei lassù? Fa’ piacere
15391   I1912    5,   VI - 972            |    nome di martorelli e martorelle. Pure umiliandoli voleva
15392   I1912    5,   VI - 972            |  e le suore col nome di martorelli e martorelle. Pure
15393   RAS86  III-1081                   |   e povertade, in fra i martori~ ~tiemmi ¶ pur, se ti
15394   I1883   31,   VI -  86            |      persuasa nemmeno a martoriarmi... Mi sento ¶ poi così,
15395   CLAPe  II2- 530                   |         di veglie, di ¶ martorii che egli non si
15396   CLAPe  II2- 587                   |            sono in un ¶ martorio. Hanno intorno una
15397   9Ferv  II2- 322(31)               |   s. Luciae virginis et martyris, ma i ruoli delle ¶
15398   I1912    7      ,   VI - 676(26)  |      Servam Dei: a) per martyrium doloris et amoris
15399   2Apio  II1- 482                   |   un inno, O constantia martyrum, che accompagnava con
15400   2Apio  II1- 254                   |  fede. Il vescovo sanMaruta scopriva al re le
15401   3Apio  II1- 624(145)              |              Originale: Marzulfo, ripetuto nel paragrafo;
15402   2Apio  II1- 388                   |        gli ruppero ¶ la mascella.~ ~ Stefano era coperto
15403   2Apio  II1- 249                   |       Stilicone inviòMascezil a capo della guerra di
15404   1PaAn    I- 242                   |       al teatro ed alla mascherata, ¶ eppoi che non
15405   3Apio  II1- 585                   |     Catari di Francia82 mascherati da san Bernardo.~ ~13.
15406   Gpont  II1-1059                   |          il fuoco delle maschie virtù, ¶ rinascere in
15407   I1910    2      ,   VI - 512      |   Il padre preferiva un maschio e quindi, senza essere
15408  I1891b    4      ,   VI - 437      |      Han fatto in linea mascolina - e vennero 12 ¶ maschi
15409   3OrFr  II2- 133(44)               |              Originale: Masio; cfr. C. Chalippe, Vita
15410   4Croc  II2- 463                   |          per ¶ assalire masnade di ladroni, ordinate in
15411   3Apio  II1- 802                   | offerisse <di> comparir masnadiere e l'altro il traducesse
15412   9Ferv  II2- 328                   | quel contorno truppe di masnadieri. Questi medesimi chiamò ¶
15413   I1889     ,   VI - 265            |    parroco don Giovanni Maspero (1858-1929). A suo nome
15414   2Apio  II1- 468                   |     rivolta ¶ la spada, massacra le masse del popolo e
15415   SAFam  III-  23                   |          della Francia, massacrano centinaia a centinaia i
15416   SAFam  III-  20                   |        d'uomo, le quali massacrarono poi in pochi mesi
15417   2Apio  II1- 178                   |          soldati veniva massacrata sol perché non vollero
15418   3Apio  II1- 866                   |            come belve e massacravano quanti potevano ricchi e
15419   2Apio  II1- 444                   |     che i barbari non ¶ massacrino tutti i vecchi e i
15420   2PaMa    I-  77                   |       trapassò i figli, massacrò i parenti. Intanto o
15421   3Apio  II1- 874                   |  al sacco. Il generalMassena, succeduto al Berthier,
15422   3OrFr  II2- 133                   |   Dissegli ¶ allora fra Masseo44: "Ma di qual tesoro
15423   9Ferv  II2- 341(68)               |              Originale: Massilon; cfr. P. Auvray,
15424   1Friv  III- 860                   |   a raccolta ¶ tutte le massonerie per costituirsi in una
15425   Gpont  II1-1059                   | quello di Damiata, di ¶ Massura e di Cartagine.  pure
15426  II1911   IV- 614                   |     libri, ma i pochi ¶ masticateli e digeriteli. «Prendi
15427   I1889    9,   VI - 298            |    perché non ha organi masticatori a ciò, e tener il
15428   1PaMa    I-  46                   |    i più eletti. Questi mastichiamo con ¶ buona lena, come
15429   2Apio  II1- 127                   |  5. I santi Giovanni di Mata e ¶ Giovan di Dio,
15430   3Apio  II1- 869                   | e fe'progresso nelle matematiche. Nel 1784 colla neve
15431   2Apio  II1- 467                   |   se vuolsi, più per la materialità che per la ¶ malizia.
15432   Gpont  II1-1042(200)              | Rohrbacher VI, p. 342: «Mathew
15433   50Rmi  III-1092                   |   campana che invita al matino, al mezzodì, ¶ alla sera
15434   9Ferv  II2- 322(31)               |        continuo? Nam et matri tuae fides tua subvenit”,
15435   I1888   10      ,   VI - 215      |   ti sono madri, sonoti matrigne. ¶ Guardatene dai
15436 III1905   IV-1189                   | di testamenti, ¶ non di matrimoni, non di domestiche
15437   3Apio  II1- 641                   |     delle pubblicazioni matrimoniali avanti ¶ la celebrazione
15438   9Ferv  II2- 325                   |   sant'Ulderico, di san Matroniano ¶ non che37 di san
15439   3Apio  II1- 809                   |  detto il buon padre di Mattaincourt, ponevaopera
15440   2PaMa    I- 104                   |         perché vogliono mattamente vivere. Questi cristiani
15441   I1883   41,   VI - 111            |  volta una fa un po’ la mattarella. Sono allegrie di
15442   I1913    6,   VI - 715            |     al fresco dell’aria mattiniera e risicò 12 una
15443   I1913    8,   VI - 727            |        sul volume del ¶ Mattioli e raccoglieva le erbe
15444   I1912    8      ,   VI - 681      |   Mazzucchi ed un certo mattoide di sopranome Manin, che
15445   I1912    4,   VI - 971            |  mente: l’idea gli andò maturando in cuore; venne l’
15446   Gpont  II1-1091                   |         propositi vanno maturandosi a danno della ¶
15447  II1911   IV- 444                   |    doveteritardare a maturarlo nella mente ed a
15448   2Apio  II1- 326                   | caldo come in ¶ estate. Maturarono d'un tratto i frutti e
15449   I1889     ,   VI - 264            | decennio Luigi Guanella maturava il discernimento della
15450   3Apio  II1- 533                   |     Mercanti di Venezia maturavano lo stesso pensiero, ma ¶
15451   AnPar  III- 569                   |   al ricolto che presto maturerà.~ ~ 7. Dirai che nel
15452   AMFel  III- 187(4)                |              Originale: Matusala; nell'ed. 1927, p. 166: «
15453   2Apio  II1- 159                   |    barbari, africani, ¶ mauri, siri, arabi, traci,
15454   Gpont  II1- 981(57)               |              Originale: Maurilio; cfr. Rohrbacher IV, p.
15455   3OrFr  II2- 235                   |      qui propter ¶ tuam maximam bonitatem, et per mortem
15456   IlFon  III- 888                   |      altari ¶ perché fu maximus in minimis, ossia
15457   SILou    I-1080                   |         domenicane di ¶ Mazan, diocesi di Frèjus, son
15458   Gpont  II1-1045(208)              |   America con monsignor Mazi, nominato vicario
15459   MeMus  III- 798(4)                |   grigioni; cfr. Ettore Mazzali - Giulio Spini, Storia15460   3Apio  II1- 813(461)              |              Originale: Mazzarini; cfr. Rohrbacher ¶ XIII,
15461   CfrMo  II2- 249                   |     Ti presento come un mazzetto di bei fiori la
15462   SAFam  III-   6                   |    e più comunemente di mazziniani, di ¶ rivoluzionari, di
15463   I1910   11      ,   VI - 558      |  parrocchia, casa detta Mazzoletta, per una nottata in
15464   CLAPe  II2- 504                   |       Malacrida, Marni, Mazzoni, ¶ Paravicino74, Piatti,
15465   3Apio  II1- 822                   |          di ¶ Francesco Mazzuoli o Parmigianino, di
15466   MeMus  III- 807(10)               |  Linnaeo usque ad annum MDCCCLXXXV, i-iv, Oxford 1893-1895
15467   2Apio  II1- 114                   |    giorno xix dicembre/ mdccclxxxvi/ sacro all'esultanza/
15468   I1887     ,   VI - 151(44)        |       il primo luglio / mdcccxxci
15469   3Apio  II1- 783                   |    delle sue parole. In Meaco416, capitale del
meae
15471   I1913    6,   VI - 718            |          allo studio di meccanica e ci conduceva nella
15472 III1910   IV-1259                   |  campagna, dalle artimeccaniche, dalle arti
15473   I1913    6,   VI - 718(17)        |    produrre manufatti ¶ meccanici all’avanguardia; cfr.
15474  II1911   IV- 708                   |     pure ha bisogno del meccanico che vi ¶ sorvegli
15475   3Apio  II1- 602                   |   famiglie. Giovanni da Meda, istituita ¶ una chiesa
15476   3Apio  II1- 862(564)              |              Originale: Medaux; cfr. Rohrbacher XV, p.
15477   SILou    I-1139                   |  a Napoli, a ¶ Motta, a Medelana, a Milano, a Como e in
15478   3OrFr  II2- 206                   |   soldano d'Egitto, nel medesim tempo che gli facevano
15479 III1899   IV- 978                   |   superiore immediato o mediato.~ ~g) Sacerdoti e
15480   1Friv  III- 836                   |    minacciosa, mettiamo mediatrici le ¶ nostre buone opere,
15481   TMort    I-1309                   |    e appoggiata ¶ dalla mediazion di Chiesa santa può
15482   I1875 Corso,    6,   VI - 867     |  i santi del cielo e le mediazioni dei ¶ giusti della terra
15483  II1899   IV- 285                   |    infermi e relativemedicazioni.~ ~3. La ¶ conoscenza
15484   PCris  II2-  53(7)                |          in un apocrifo medievalerielaborato in epoca
15485   I1912   14      ,   VI - 692(48)  |  b) enituisse in utendo mediis opportunis ad servandam
15486   CLAPe  II2- 504                   |   d'astronomia. Candida Medina-Coeli, oriunda ¶ chiavennese e
15487   1Apio  II1-  97                   |    spaventevole, ma una mediocrità ordinata di stato fra ¶
15488   MeMus  III- 797                   |     Merlo, già fortezza medioevale di Gian Giacomo e
15489   I1883     ,   VI -   5            |            Comensis seu Mediolanensis Beatificationis et
15490 III1899   IV-1009(21)               |        è l’autore delle Meditaciones de los Misterios de ¶
15491 III1910   IV-1295                   | cose ultime a venire, ¶ meditale bene e non peccherai mai
15492  II1909   IV- 405                   |  copia presso di sé per meditarle e ¶ studiarle.~ ~221.
15493 III1910   IV-1274                   |     che ¶ conviene bene meditarli, perché chi ben li
15494   ITSac    I- 834                   |   Più ammirabili sono a meditarsi.~ ~ 3. Ammirabilissimi
15495   1PaAn    I- 247                   |      Io l'ho studiata e meditata lunghianni, eppure ne
15496  II1913   IV- 857                   |   Pontefice leggetelo e meditatelo con alto rispetto,
15497 III1899   IV-1009                   |        riandare i punti meditati.~ ~o) La meditazione è
15498   MSMed  III-  98                   | Méthode ¶ simplifiée de méditation (Proposée aux gens du
15499   I1912    7      ,   VI - 676(28)  |       Sponso; b) ex hac meditatione extimasse Iesum in se
15500 1/2BPEL  III-1170                   |   questa semplice guida meditativa (Como, Tipografia
15501   I1912    5,    2,   VI - 666      | terra, e nell’esercizio meditativo della Via Crucis
15502   I1875  Rifl,   16,   VI - 957     | i cuori. Fino a quando? Meditaz‹ion›. 2. Santa Messa. 3.
15503   ITSac    I- 823                   |    bugia~ ~La mia mente mediterà la verità e le mie
15504   2PaAn    I- 565                   |   Questa ¶ proposizione meditiamola e facciamo sì che ci
15505   Svegl  III- 731                   |  noi ¶ consideriamo. Lo meditò con attenzione e trovò
15506   2Apio  II1- 320                   |        sanPaolo, san Meen. Nella Scozia son
15507  II1911   IV- 606                   |   piangere? Ab occultis meis munda76... Le ¶ colpe
15508   2Apio  II1- 381                   |    un capretto ¶ con 70 melagraneseguite da sei polli
15509   I1889   11,   VI - 304            |         il castagno, il melagrano, il ciliegio, il
15510   I1912    8,   VI - 974            |       e di Andeer. Dice melanconicamente don Luigi: « I
15511  II1913   IV- 776                   |       voi da tentazioni melanconiche e salverà la ¶ gioventù
15512 III1899   IV-1006                   |             impazienti, melanconici.~ ~Questo è da compatire
15513   3Apio  II1- 840                   | di margoglisti522, di ¶ melangisti, di discernenti, di
15514   Vmeco  III- 274                   |    ma non è per noi". E Melantone alla madre sua: "Per
15515   1Cagr  II2- 417                   | chiese poi con discorsi melati e con infingimento
15516   MFerv    I-1167                   |   nomi ¶ di Gaspare, di Melchiorre, di Baldassar<r>e.~ ~
15517   3Apio  II1- 701                   |  erano i pontefici come Melchisedec, ¶ senza patria e senza
15518   3OrFr  II2- 132                   |   che nello incontrarlo meledicevalo, ¶ rispondeva: "Ho un
15519   9Ferv  II2- 337                   |      mandò sulla via di Melegnano ¶ a certo luogo detto la
15520   3Apio  II1- 838                   |           Il vescovo di Melfi, uditili ¶ predicare i
15521   MeMus  III- 816                   | il Laurus regalis22, la Melia azedarach, che spandono ¶
15522   3PaMa    I- 169                   |          3): "Numquid ¶ melior es Alexandria populorum,
15523   I1883   49,   VI - 130            |   osculo oris sui, quia meliora sunt ubera tua vino,
15524   2Apio  II1- 154                   |        di Gerapoli, san Melitone vescovo di Sardi, sant'
15525   I1883     ,   VI -   3            |     del gesuita Camillo Mella; l’A. costruisce il suo
15526   3OrFr  II2- 116                   |  Bonaventura, il dottor mellifluo4, scrivendo di san
15527   3OrFr  II2- 116(4)                |        Il titolo doctor mellifluus è attribuito a san
15528   2Apio  II1- 355                   |      in Cantorberì. San Mellito venne in Italia per ¶
15529   3Apio  II1- 792                   |          o Signore!" La melodia del Palestrina
15530   50Rmi  III-1094                   |          che con vocemelodiosa risponde alla Chiesa
15531   CLAPe  II2- 562                   | quai cantici ¶ e quanto melodiosi! Ormai conversava
15532   I1889   11,   VI - 307            |   fico, il ciliegio, il melograno, il cotogno, il corniolo
15533   I1889   10,   VI - 302            | fragola, il lampone, il melone, il pomodoro ed il ribes
15534   3Apio  II1- 548                   |           visconte27 di Melun disertò. Il duca di
15535   1Apio  II1-  16                   |      poi ¶ al vento una membrana o vela e allunga altre
15536   P14Ab  II2- 605(7)                |              Originale: Membrizio; cfr.Giuseppe De Luca
15537   FIPop  II2-  90                   |         Son compressi e membruti. Hanno occhi piccoli e ¶
15538   2Apio  II1- 213(122)              |              Originale: Memfi; cfr. Rohrbacher III, p.
15539   3OrFr  II2- 237                   |   Jesu Christi perpetuo memor existat, et in Ordine
15540   3Apio  II1- 523                   | a ricordare avvenimenti memorabili.~ ~ 2. Una spina fitta
15541   3Apio  II1- 892                   | bolla di scomunica Quum memoranda illa die! Napoleone non
15542   ASGot  II2-  37(14)               |     MXXII [...] felicis memoriae Bernwardus, venerabilis
15543   3OrFr  II2- 214                   |          ne le trassi e menaile in paradiso, così
15544   Vmeco  III- 288                   |  e i capi del popolo ne menan trionfo. Settanta ¶
15545   2Apio  II1- 264                   |            sulla Spagna menandovi guasti eguali.
15546   3PaAn    I- 775                   |    dire: "Come farete a menar sempre ¶ vita divota?...",
15547   I1910    6,    1,   VI - 543      |        e due donne ¶ di Menarola in ispecie, chiamate
15548   SchMi  III- 792                   |  ed al tempio santo per menarvi saccheggio. Quando il
15549   1Friv  III- 855                   |  colpi dei Vespasiani e menasse il gran tonfo, una ¶
15550   SILou    I-1100                   |    estasi di Bernardina menassero alto rumore allo intorno
15551   3OrFr  II2- 147                   |      angeli come se noi menassimo una vita angelica. Nella
15552   PCris  II2-  71                   |   che ¶ sei, tu hai già menate troppe stragi.
15553   3PaAn    I- 757                   |  rovina d'anime hanno ¶ menato gli apostati, gli
15554   CLAPe  II2- 500                   |   fu vescovo di Cesena; Menatti Bartolomeo da ¶ Tresivio
15555   3Apio  II1- 882                   |    era morto omai e già menavasene trionfo con dire: "Il
15556   I1883   22,   VI -  54            |           gran successo menavasi tuttodì per cotal donna
15557   ITSac    I- 825                   |       in ¶ qualche modo mendace vizioso, il mondo del
15558   ITSac    I- 824                   | perire!".~ ~ Odi tu <i> mendaci i quali calunniando
15559   2PaAn    I- 480                   |       il suo ¶ campo va mendicando scuse. Un soffiar tenue
15560  II1899   IV- 262                   |  come ricoverate e come mendiche, molto più se ¶ poco o
15561   2Apio  II1- 320                   |          e vescovo ¶ di Menevia273 fu maestro di molti
15562   2Apio  II1- 213                   |   il bue due templi a ¶ Menfi122, ed a seconda che
15563   1PaAn    I- 308                   |   è intendere quanto ne meni poi trionfo Satanasso.
15564   3OrFr  II2- 123                   |      della vita che noi meniamo dee parere molto duro ¶
15565   3OrFr  II2- 214                   |   quali io t'ho date, e menile al paradiso" (Fioretti ¶
15566   1PaAn    I- 255                   | solleva il capo. Era La Mennais. Gli dicono: "Eccolo il
15567   2Apio  II1- 271                   |         nella casa ¶ di Mennone, il santo vescovo di
15568   3Apio  II1- 682                   |      San Bertoldo e san Menrico, ¶ premonstratesi,
15569   PAS86  III-1054                   |       per quos daemones mensae divinare ¶ consueverunt.
15570  II1911   IV- 438                   |   sia per il caso della mensilità, come per ogni caso ¶
15571   CLAPe  II2- 576                   |  reconditum 1497 die 19 mensis maii, per venerabilem
15572   3OrFr  II2- 225                   |   adunanza o conferenza mensuale, purché ¶ visitino
15573   1Apio  II1- 100                   |       la ¶ decima della menta e del cumino e avete156
15574 III1899   IV-1105                   |  mutua indipendenza, ad mentem delle Regole e ¶ dell'
15575   3OrFr  II2- 237                   |    Creator Spiritus,~ ~ mentes tuorum visita:~ ~ imple
15576   MFerv    I-1173                   |     verso la fine e non mentirà; se si farà ¶ attendere
15577   ITSac    I- 823                   |     Ricorda che non hai mentito ad un uomo, ma allo
15578   3Apio  II1- 725                   |   nominare la Pulzella, mentitrice, perniciosa,
15579   ITSac    I- 824                   |     ossia bestemmiatore mentiva ¶ contro a Dio. Allora
15580   2Apio  II1- 472                   |   d'Aosta Bernardo di ¶ Mentone edifica insigni524
15581   I1912   40,   VI -1000            |  diavolotti? (specie di mentoni) ». C’erano  attorno i
15582   1Friv  III- 859                   |            a Sparone, a Mentoulles, a Fenestrelle. Furono
mentreché
15584   Gpont  II1-1027                   |     di Sofocle inglese, mentro Dryden e Pope il seguono
15585  I1891b           ,   VI - 387      |        edizione che non menziona nell’edizione postuma
15586  I1891b           ,   VI - 388      |  ai brani precedentimenzionando il titolo attribuitogli,
15587   CLAPe  II2- 480                   |  specialmente dove sono menzionati in velocerassegna
15588   1PaAn    I- 385                   | Non proferisce discorso menzognero, perché è verità
15589   3Apio  II1- 621                   |       sposa al conte di Merania. ¶ Il pontefice gridò
15590   Gpont  II1- 969                   |         onde i paganimeravigliando domandavano di essere
15591   I1907   18,   VI - 489            |  medesime. Taluno potrà meravigliarsene di questo e dire con l’
15592   SILou    I-1078                   | non per questo ¶ dovete meravigliarvene punto. Ché il vescovo
15593   3PaAn    I- 653                   | dai pontefici.~ ~ E poi meravigliatevi che ¶ l'apostolo Paolo
15594   SILou    I-1142                   |     della mamma sua.~ ~ Meravigliavasene che Dio la lasciasse
15595  II1913   IV- 819                   |  come ¶ io credo che si meraviglierà l'anima della suora in
15596   IlFon  III- 899                   |     in altra creatura e meraviglierai tu ¶ stessa di un
15597   I1883   23,   VI -  58            |   vari anni, che ora mi meraviglio come abbia potuto
15598   PCris  II2-  50                   |   a mangiare, a bere, a mercanteggiare.~ ~In questo ¶ momento
15599   SAFam  III-  83                   |     scandinavi nel 1000 mercanteggiassero e vi si stabilissero ben
15600   SAFam  III-  78                   |     ivi il mestiere del mercantello o del ¶ bottegaio, voi
15601   2PaAn    I- 454                   |  Ruben lo vendettero ai mercatanti di Egitto. Gli ¶
15602   2Apio  II1- 353                   |         da Isidoro il ¶ Mercatore.~ ~ Nella Francia il re
15603   50Rmi  III-1111                   |    società sarà ¶ salva mercè l'aiuto della parola
15604   Mfior    I- 949                   |  detta ¶ altrimenti dei mercedari23, è tutta volta a
15605   I1912    3,    2,   VI - 654      | la sua buona fede da un merciaio ambulante che ¶ le fece
15606   3Apio  II1- 643                   |  le sorti con i piccoli merciaiuoli a fine di prosperarli.
15607   1PaAn    I- 305                   |      Si può lavorar nel mercurio e poi non ¶ rimanerne
15608   MeMus  III- 801                   |      Medici march<ioni> Meregnani eximii animi et consilii
15609 III1899   IV-1044                   |      brevi; un pasto di merenda di più nelle lunghe
15610   3PaAn    I- 640                   |     su quel muro è la meridiana che con la sua ¶ ombra
15611   I1889    3,   VI - 278            |         e nelle regioni meridionali non mai. E così avvien
15612   3Apio  II1- 888(604)              |              Originale: Merini; cfr. Rohrbacher XV, p.
15613   Svegl  III- 623                   |   questo medesimo già ¶ meritammo castigo. Pensiamo ancora
15614   IlFon  III- 934                   |           che ¶ si vien meritando ritorna incorruttibile,
15615   I1886   IV-   7                   |  conferenza, finché ben meritandone con la savia condotta
15616   Vmeco  III- 386                   |     di merito, ¶ atto a meritargli la divina grazia. Chi fa
15617   SNA89  III-1151                   |              sapendo di meritarle, ¶ ed i beni con
15618   SNA89  III-1151                   |          sapendo di non meritarli.~ ~ 12. Nelle
15619   I1889   IV-  56                   |     Provvidenza convien meritarsela: ~ ~1) con ¶ credere in
15620   1PaAn    I- 397                   |    crediamo le minaccie meritarsele gli altri e non noi. ¶
15621   1PaAn    I- 341                   |       Miseri di noi, se meritassimo che ¶ il Signore ci
15622   P14Ab  II2- 599                   |    tutto vi occupò; voi meritaste che la grazia di ¶ Gesù
15623   9Ferv  II2- 316                   |    che vi ho additato e meritatevi che il Signore vi ¶
15624   Vmeco  III- 404                   |   perduto il paradiso e meritatomi l'inferno. Misero se la
15625   2Apio  II1- 499                   | ed i figli dei duchi si meritavano presso ¶ le famiglie
15626   ITSac    I- 867                   |        peccato, per cui meritavansigrave castigo, almeno
15627   I1888   17      ,   VI - 229(124) |  che tu in verun modomeritavi, è una via di perfezione
15628   2PaAn    I- 608                   |  peccatorimiserabili meriteremmo che la terra si
15629   Vmeco  III- 333                   |   Mamma!" Sovrat<t>utto meritereste presso Dio in non
15630   1Cagr  II2- 381                   |    preghiera in ogni  meritiamoci la sua benevola ¶
15631   3Apio  II1- 527                   | patto che entro un anno meritiate che il ¶ sommo pontefice
15632  II1911   IV- 700                   |   ne fanno ridondare il meritoe la ¶ riuscita a Dio ed
15633  I1891b    1,    1,   VI - 390      |     mi aiuti che lo sia meritoriamente sino alla fine ». In
15634   Gpont  II1-1074                   |     di Ginevra quando a Mermillod protestavano che "aveva ¶
15635   I1910    1,    3,   VI - 621      |        Rotondi, Moroni, Meroni, Crippa. — Pavia:
15636   3OrFr  II2- 229                   |  T<eodolfo> card<inale> Mertel.~ ~Luogo del ¶ sigillo.
15637   2PaMa    I- 125                   |     alleluia, quia quem meruisti portare, ¶ resurrexit
15638   3Apio  II1- 603                   | del SantoSepolcro. E mescendo alle parole i singhiozzi
15639   FIPop  II2-  84                   | era soave al ¶ Semprini mescere le sue alle lagrime
15640   AnPar  III- 549                   |     Redentore è sceso a mescersi colle carni del corpo
15641   I1887     ,   VI - 166            | e in questi suor Chiara mescevasi colle allieve; colla
15642   AMFel  III- 196                   |     è per quelli ¶ che, mescolando le proprie con le
15643   AnPar  III- 555                   |    sebbene interessate, mescolandosi ai sudori ed al ¶ Sangue
15644 III1910   IV-1309                   | noi sappiamo e vogliamo mescolarci imperfezioni e difetti
15645   AnPar  III- 549                   |         di Gesù passa a mescolarsi col sangue delle tue
15646   2PaMa    I-  78                   |       Spesse volte vi ¶ mescolava le goccie del sangue
15647   AnPar  III- 573                   |   giorni di tripudio si mescoleranno poi momenti di ¶
15648   3Apio  II1- 848                   |     nel 1745, uno svevo Mesmer cavò fuori ¶ la teoria
15649   MeMus  III- 812                   |   albero del trionfo il Mespilus japonica, simbolo di ¶
15650   2Apio  II1- 226                   |  i geti, gli alani, i ¶ messageti, gli svevi, i teutoni, i
15651   SILou    I-1104                   |   e Bernardina, l'umile messaggera delle celesti
15652   PCris  II2-  64                   |  atteggiamento di lieto messaggiero gli riferisce: "Nella
15653   VpeIl  II2-   2                   |        a comprendere il messaggio che si sprigiona dalla ¶
15654   3Apio  II1- 805(449)              |              Originale: messicana
15655   VpeIl  II2-   5                   |    del castello, finché messolo in salvo lo ¶ saluta
15656   2Apio  II1- 438                   | spettacolo e Lodovicomessosi ai piedi di Nicolò grida
15657   3Apio  II1- 652                   |  guide ¶ si dissiparono mestamente.~ ~ ~ ~ Federico ii si
15658   3Apio  II1- 634                   |   Si diede col padre al mestier del traffico, finché udì
15659   Svegl  III- 625                   |   Discorriamo fuor ¶ di metafora. Ha dei cristiani che
15660   2Apio  II1- 464                   | vite dei santi, Simeone Metafraste, che ¶ facevasi aiutare
15661   3Apio  II1- 734                   |        fuse o caratteri metallici.~ ~ ~ ~ Si ha che fin
15662   3Apio  II1- 589                   |   Altro suo libro detto Metalogico, o apologia della buona ¶
15663   Gpont  II1-1051                   |      di panteismo, ¶ di metempsicosi greca, di stregoneria
15664   4Croc  II2- 434                   |      e ¶ l'Osservatorio metereologico nel Deserto di Sorrento.
15665   MSMed  III-  98                   |      uscì con il titolo Méthode ¶ simplifiée de
15666   SAFam  III-  85                   |   come ¶ negri, creoli, meticci, mulatti, europei. Tra i
15667   I1913   12,   VI - 747            |          strettamentemetodica. Si sedeva a studio di
15668   I1883   16,   VI -  43            |    spirituale com’è più metodicamente insegnata, così è più
15669   I1883     ,   VI -   4            |           svolto come ¶ metodico commento al catechismo
15670   Nscuo  III- 613                   |      murali del sistema metrico decimale, le carte
15671   2Apio  II1- 423                   |     vedova madre di san Metrofane di pubblicare ¶ che il
15672   2Apio  II1- 439(461)              | osserva san leone che i metrolitani non sono d'un altro
15673   2Apio  II1- 191(91)               |              Originale: metropolista; cfr. Errata corrige
15674   2Apio  II1- 136                   |       chiamate Chiesemetropolitane.~ ~ Molto ebbe a
15675   2Apio  II1- 480                   |      alla elezion dei ¶ metropoliti. Di Giovanni xv si ha ¶
15676   MeMus  III- 815                   |   dubiti? Qui stesso il Metrosideros linearis che per cent'
15677   3OrFr  II2- 163                   |   di tal sorta di beni, mettasi al ¶ coperto sotto la
15678  II1913   IV- 795                   |     raccoglietelo voi e mettelo a ¶ mensa con voi e
15679   I1912   19,   VI - 982            |   ben sei o sette volte mettendovi tempo e fatica
15680   3OrFr  II2- 153                   |      non temere, perché metterai al mondo senza pericolo
15681 III1910   IV-1295                   | misericordioso dobbiamo mettercelo ¶ dinanzi come ce lo
15682  II1913   IV- 847                   |         In ¶ questo non metterebbero delimitazione e ciò è
15683   Gpont  II1-1070                   |      non cederei, ma mi metterei in braccio alla
15684   3PaAn    I- 740                   |  e meritarvi il premio. Mettereste cura perché tutti ¶
15685  II1913   IV- 789                   | veloce. Tu ti provi per mettergli una briglia al collo, ma
15686   Svegl  III- 654                   |   via comune. Se voi vi metteste nei precipizii ¶ dei
15687   50Rmi  III-1126                   |     Vergine immacolata, mettetemi a parte dei vostri
15688   2Apio  II1- 155                   |        Così deridendoli mettevanli in ischerno e non
15689   I1883   25,   VI -  66            |        del tempo in cui mettevi l’onor tuo ad andare
15690   Svegl  III- 725                   |   che possiamo eseguire mettiamole pure ¶ con franchezza
15691   SILou    I-1121                   | e sclamarono: "O quam ¶ metuendus est locus iste! Hic
15692   2Apio  II1- 320(276)              |  Brieux, San Paolo, san Meun [...] san Kentigerno,
15693   I1889    3,   VI - 276            |     Se voi prendete a ¶ mezzadria un territorio, esaminate
15694   2Apio  II1- 226(138)              | Originale: gli alani, i mezzageti, gli soevi [...] i
15695   3Apio  II1- 696                   |        Le pareti sono ¶ mezzanamente grosse e senza regola e
15696  I1891b    2,    1,   VI - 403      |    mezzano li fa essere mezzani anche nel carattere
15697   FIPop  II2-  83(19)               |              Originale: Mezzo-Fante, e nelle linee seguenti:
15698   FIPop  II2-  83(19)               |      linee seguenti: Il Mezzo-Fanti era una pentecoste [...]
15699   IlMon  III-1004                   |  le valli Brembana e di Mezzoldo bergamasco. I vertici di
15700  II1913   IV- 813                   |       il ¶ vostro gatto miagola e il cane abbaia e
15701  I1891b    4      ,   VI - 437      |      portò via mulino a Mianico - filanda - uomo
15702   1PaAn    I- 356                   |    a vedere un sasso di mica ¶ che gli pare di
15703   1Apio  II1-  92(139)              |              Originale: Micaele; cfr. Rohrbacher II, p.
15704  I1891b    4      ,   VI - 436      |      Se si prendeva una miccadomandavano: Chi è
15705   3Apio  II1- 861                   |         del ¶ fucile la miccia non prese fuoco.~ ~ ~ ~
15706   SILou    I-1137                   |   Mercedes in quello di Michel'Arcangela in ¶ omaggio
15707   3Apio  II1- 704                   |            e la beataMichelina fecero figurare la
15708   I1875 Corso,    5,   VI - 857     |  tre divise di ¶ frutti micidialissimi. Sono i frutti di morte
15709   2Apio  II1- 469                   |    dalla conversione di Micislao duca di Polonia. Un
15710   9Ferv  II2- 326(39)               |              Originale: Mico; cfr. G. P.Giussano,
15711   1Apio  II1-  62                   |     allo ¶ Altissimo. A Micol, che di ciò parve
15712   ITSac    I- 906                   |  addentrate fin ¶ nelle midolle dell'ossa. E tu in un
15713   I1887     ,   VI - 138            |    ruvida che annida un midollo prezioso. La Rosa
15714   3PaAn    I- 782                   |         Avete sempre il miel della dolcezza sulle
15715   2PaAn    I- 483                   |            2. Questa si miete da chi semina nel campo
15716   2PaAn    I- 459                   |    Ovvero che attenda a mieterlo prima della maturanza
15717   2PaAn    I- 482                   | grani e guastano quelle mietiture sulle quali l'uomo ha ¶
15718   I1875 Corso,    2,   VI - 831     |            Il sole è 40 miglion di volte più grande
15719   I1875 Corso,    2,   VI - 833     |   uomini. Poi fra tanti miglioni di uomini creati elesse
15720 III1915   IV-1422                   |      e andrà in seguito migliorando e diffondendo.~ ~Io sono
15721   I1889    2,   VI - 274            |      Talune circostanze migliorano o peggiorano i terreni.
15722   Vmeco  III- 319                   |      nel cuore, senza ¶ migliorar la propria virtù, senza
15723   I1893   IV-  75                   |        vecchi a fine di migliorarla quanto è di convenienza.~ ~
15724   I1889    4,   VI - 283            |   concime colla idea di migliorarlo, ¶ quando invece
15725   I1907   17,   VI - 484            | le quali in breve dire ­migliorarono di un subito e per una
15726   Asant  III- 229                   |      due, o di partirne migliorati nel santo costume ¶
15727   IlMon  III-1021                   | seconda poi farassi con miglioria ¶ di carta, di tipi e di
15728   I1912    2,   VI - 969            |  qualche anno di grandi migliorie fatte da don Luigi al
15729   I1889   IV-  29                   |      davvero nella casa migliorino a giorno a giorno se
15730   I1912    3,    4,   VI - 658      |     in una settimana, ¶ migliorò contro l’aspettazione di
15731   ASGot  II2-  37(14)               |   hac vita ad perpetuam migravit
15732   3Apio  II1- 807(451)              |  de Vega ¶ invece che a Miguel de Cervantes
15733   2Apio  II1- 227(139)              |              Originale: Milania; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
15734   I1913   28,   VI - 810            |  Pia Casa dei Poveri ‹a Milano› e perorò per l’
15735   1Friv  III- 852                   |   delle case. Ivi certa Milesia, ¶ giovinetta a 16 anni,
15736   2Apio  II1- 320(273)              |              Originale: Milevia; cfr. ROHRBACHER V p. 20
15737   CLAPe  II2- 576                   |           respuens137,> miliaceo pane, castaneis, et
15738   SILou    I-1098                   |  male, si sviluppò ¶ la miliare copiosa e rifluente,
15739   CLAPe  II2- 503                   |    Cesare da Chiavenna; Milio Giuseppe da Traona69;
15740   I1913   13,   VI - 763            |      ed ai potentissimi milionari degli Stati Uniti
15741   MeMus  III- 797                   |  di lavoro e un mezzomilionetto di lire in omaggio al
15742   ITSac    I- 880                   |     degno cristiano che milita sotto agli stendardi di ¶
15743   3Apio  II1- 634                   |           giurisdizioni militassero sotto ai comandi di
15744   SAFam  III-  48                   |        quelli che ancor militavano per Lucifero, il quale
15745   3OrFr  II2- 150(73)               |   frati Minori Si novae militiae dell'8 aprile 1255; cfr.
15746   MFerv    I-1265                   |   i giorni nei quali io milito aspetto finché ¶ venga
15747   1Apio  II1- 108                   |    Teocrito178 poeta, e mill'altri. Il re di Pergamo179
15748   2Apio  II1- 153                   |  divinizzò.~ ~ Filosofo millantavasi MarcoAurelio, ma era
15749 III1899   IV- 947                   |   portato almeno ¶ lire millecinquecento.~ ~Del corredo portato
15750   1Apio  II1-  19                   |   il cam<m>ello portamilledugento libbre e percorre anche
15751   3Apio  II1- 812                   |     la fin del mondo. I millenari dicevanlo: "Non pensiamo
15752   1PaMa    I-  29                   |   Or sono già trascorsi milleottocento cinquant'anni che Gesù
15753   SILou    I-1120                   |  di vostra presenza.~ ~ Milleottocentosessantaquattro anni <essendo> passati,
15754   Vmeco  III- 409                   |  di san Carlo a Milano, milleseicento sacerdoti morirono ¶
15755   SILou    I-1059                   |     Peyret e la signora Millet si ¶ accompagnarono a
15756   2PaAn    I- 585                   |  figli è poi ¶ divenuto millionario nella ricchezza e l'
15757   ITSac    I- 855                   |   abbia fatto per te la millionesima parte di ¶ quel bene che
15758   3Apio  II1- 910                   |   Io non ne so nulla, o milord; non me l'ha detto ed ¶
15759   2Apio  II1- 192                   |        Il pontefice san Milziade giudicò ¶ la cosa in San
15760   I1913   19,   VI - 800            |    luogo. Il socialismo minaccerebbe di radere ogni
15761   Vmeco  III- 341(131)              |   loro madre, mentre si minaccian loro molteplici guai
15762   3Apio  II1- 724                   |      le indiscretezze e minacciandoli perfino aggiungeva: "Se
15763   1Friv  III- 856                   |             profeti ¶ a minacciar la catastrofe. I profeti
15764   3PaAn    I- 784                   |    e da tirannici con ¶ minacciarci se guardiamo all'alto?
15765   3Apio  II1- 714                   |        a composizioneminacciaronla nella  ./. vita, posero
15766   Vmeco  III- 341                   | quaggiù la loro Madre e minacciarseglimolteplici guai131.
15767   3Apio  II1- 529                   |    partigiani di Enrico minacciavan di sobbissare ovunque,
15768   3Apio  II1- 836                   |   dei gravi mali da cui minacciavasi la Chiesa. ¶ Sant'
15769   Gpont  II1- 999                   |     i musulmani superbi minaccieranno <di> invadere anche l'
15770   1Cagr  II2- 395                   |   sono irate in cuore e minaccierebbero quandoches<s>ia di
15771   3PaAn    I- 732                   |     al regno di ¶ Dio". Minacciosissime parole! O per regno di
15772   4Croc  II2- 461                   |       succedonsi invero minacciosissimi. Buon Dio, aiutateci. O
15773   Gpont  II1-1049                   |      scriveva: "Bisogna minare in silenzio, senza
15774   MeMus  III- 803                   | gli svizzerigrigioni minarono il castello e i forti
15775   SchMi  III- 750                   |      che si dice essere minata la società attuale e ¶
15776  I1891b    3,    7,   VI - 419      |        5. Carbonaio. 6. Minatore. 7. Contadino. 8.
15777   I1910   13      ,   VI - 565      |      le dicevano: « Sei minchiona » ed ella replicava: « È
15778   2Apio  II1- 282                   |     presso le acque del Mincio. Attila guardò in volto
15779   3Apio  II1- 670                   |                Nel 1251 Mindolf, principe di ¶ Lituania,
15780   2Apio  II1- 201                   |   Disponevano ¶ le  ./. mine gli ariani Valente ed
15781   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |    eligendo in ferculis minimam ac pejorem partem; ¶ non
15782   3OrFr  II2- 174                   |   ricevono ed essi soli ministrano agli altri. Raccomando
15783   3OrFr  II2- 242                   |  nullis circumstantibus ministris, stola et superpelliceo ¶
15784   I1910    5      ,   VI - 533(12)  |              Originale: Minnesota
15785  II1913   IV- 839(4)                |    anche un gruppo di ¶ minorati psichici, per favorirne
15786   3Apio  II1- 924                   |          In Lituania, a Minsk, 34 ¶ religiose di san
15787   I1912    2      ,   VI - 648      | poté profittare di ogni minuscolo di tempo per crescere
15788  II1899   IV- 274                   |      generali ovvero le minutezze di persona o di cosa ¶
15789   I1889    2,   VI - 274            |          si riduce in ¶ minutissima polvere e le piante
15790  II1899   IV- 319                   |   da dipendere per ogni minuzia.Si reputa più opportuno
15791   I1889    4,   VI - 280            |     le ¶ raccolgono con minuziosa cura, conservandole in
15792   I1912   47,   VI -1006            | fatti già conoscere — o minuziosi o sconnessi o ripetuti —
15793   2PaMa    I- 125                   |     l'investe. Prodigio mirabilissimo! Io rimango ¶ a mo' di
15794   CLAPe  II2- 576                   |             tum propter miracula, quibus ipsum post
15795   I1912           ,   VI - 643      |       vitae virtutum et miraculorum Servae Dei Clarae
15796   I1910    0,   14,   VI - 605      |  gli asili infantili di Miradolo, di ¶ Monticelli, di
15797  II1911   IV- 474                   |              tutti quei miraggi meravigliosi che la
15798   Mfior    I-1022                   |   sulle travi di croce. Miralo pendente da quel legno!
15799   I1883   13,   VI -  35            |  quella purissima gioia mirane stampata in volto al
15800   4Croc  II2- 470                   | fu un pianto di tutti i mirani, i quali si affrettarono
15801   2Apio  II1- 504                   |      siam costretti <a> mirarne anche dei tristi non
15802   PCris  II2-  48                   |        per conforto.~ ~ Miratela meglio quest'ammirabile
15803   1PaAn    I- 343                   |       pietà di noi. E ¶ miratili disse: Andate, fatevi
15804   I1910   14      ,   VI - 567      |    pure alle figlie che miravano ‹a› sposarsi per evitare
15805   I1888   32,    7,   VI - 261      | soccorso corporale, voi miravate, o gloriosa santaZita
15806   Gpont  II1-1060                   | storia due alberi. Si ¶ mirino attentamente. Dai frutti
15807   SAFam  III-  34                   |      cinti di siepi, di mirto e di rose, e si ¶
15808   1Apio  II1-  85(114)              |    giudei [...] Sidrac, Misac e Abdenago, i quali ¶
15809   Gpont  II1-1071                   |         di Dio è questa miscela di principii. Dirò la
15810 III1899   IV-1088                   | se è uopo.~ ~b) Se sono miscele a farsi, si guardi che
15811   Vmeco  III- 404                   |      quella lagrima e ¶ mischiali con l'affetto con cui
15812   I1889   IV-  34                   | appo Dio.~ ~In ¶ questa mischianza di caratteri, fare il
15813 III1899   IV-1004                   |  abbia gran cura di non mischiare le lingerie dei malati ¶
15814   2PaAn    I- 458                   |      e cattivi fra loro mischiati. Voi non discernete fra
15815   I1875 Corso,   13,   VI - 915     |    il genitore talvolta misconosca i principi santi della ¶
15816   2PaAn    I- 484                   |   ai godimenti terreni, misconosce le massime di Gesù
15817  II1911   IV- 414                   |     nostri è da tanti ¶ misconosciuta ed anche ingiuriata!
15818   50Rmi  III-1117                   |      altresì pecore che misconoscono il ¶ pastore e ne
15819   I1883    2,   VI -  10            |   non era portata, né a misdire di veruno; stato mi
15820   SAFam  III-  90                   |       eterna di tante ¶ miserabilissime anime. Quest'immensa
15821   SchMi  III- 782                   |  dallo stesso malore. ¶ Miserandi avvenimenti!~ ~ 3. ¶ Ma
15822   3OrFr  II2- 244                   |     catena constringit, miseratio tuae pietatis clementer
15823   3OrFr  II2- 240                   |    corda fidelium, Deus miserator, ¶ illustra, et beatae
15824  II1911   IV- 696                   |     sul monte, diceva: «Misereor super ¶ turbam104.
15825   3OrFr  II2- 244                   |  Deus, cui proprium est misereri semper ¶ et parcere,
15826   3PaAn    I- 711                   |    stenda la sua destra misericorde e tenga gli ¶ uomini
15827 III1905   IV-1150                   | promesse divine: «Beati misericordes, quoniam ipsi ¶
15828  II1911   IV- 416                   |     madre cotanto pia e misericordiosa, la cessazione di tanti
15829  II1913   IV- 856                   |  o di sanità.~ ~Siate ¶ misericordiose e otterrete misericordia
15830   3OrFr  II2- 235                   | Christi mundum labentem misericorditer restauraredignatus es
15831 III1910   IV-1305                   |   l'opera importante di misericoria verso il confratello. ./. 
15832  II1911   IV- 532                   |      di leggerezze e di miseriole molte, ecco che viene
15833   I1910    7      ,   VI - 550(21)  |      aliquid exageratum miserit » (sessione xcvii, p. 20
15834   1PaAn    I- 347                   |    ancora. Ambedue sono miserrimi. O Signore, mandateci un
15835   3PaMa    I- 151                   |      dei santi?~ ~ 2. ¶ Miserrimo è lo stato dei peccatori
15836   AnPar  III- 568                   |      così per lo stesso misfattoscacciò te da questo
15837   3Apio  II1- 526(2)                |              Originale: Misma; cfr. ROHRBACHER VII, p.
15838   3Apio  II1- 526                   |    Burcardo, vescovo di Misnia2, cadde da cavallo e
15839   2Apio  II1- 210                   |   e descrisse la satira Misopogon, che vuol direnemico
15840   CLAPe  II2- 577                   |         del beato inter Missarum solemnia fatto ¶ dal
15841 III1897 III1897,    IV- 894         |  importanti e delle sue missive e delle sue ¶ responsive
15842 III1899   IV-1009(21)               |     Meditaciones de los Misterios de ¶ nuestra santa Fe (
15843   Apadr  III- 141                   |   Santissimo Sacramento misticamente sostiene le agonie dell'
15844   I1889   IV-  39(16)               |  Mossa ¶ da ispirazioni mistiche, dal 1845 si dedicò a
15845  II1898   IV- 206                   |       argomenti di alto misticismo.~ ~Art.2 Della ¶ lezione
15846   1Apio  II1-   5                   |  grecafilosofia, che mistisi al giudaismo diedero
15847 III1899   IV-1096                   |  vegetali preparati con misture di sostanze animali,
15848 III1910   IV-1336                   | natura è colui ¶ che sa misurarla per saperla durare64.
15849   3Apio  II1- 730                   |      allo ¶ inferno per misurarvi le pene dei superbi,
15850   MeMus  III- 816                   | bellissimo arco azzurro misurasi altissimo con ¶ l'occhio
15851   CLAPe  II2- 535                   |     Valtellina nostra e misuratala per lungo e ¶ per largo,
15852  II1911   IV- 684                   |     che valga tanto».~ ~Misuratene della consorella tutte
15853   1Apio  II1-  92                   |      legge: "Mane, sono misurati i tuoi giorni, o ¶ re;
15854   I1887     ,   VI - 168            | intendevano i cuori, si misuravano le ¶ intelligenze 92 .
15855   1Apio  II1-  56                   |    una torre; una donna misurogli sul capo una pietra che ¶
15856   I1910    2      ,   VI - 512      | un po’ focoso, la madre mitissima, ambedue assai religiosi
15857   I1913   14,   VI - 766            |  Inclina per ricevere a mitissimecondizioni i poveri
15858   I1875 Corso,    9,   VI - 885     |     che è propria della mitraglia 139 scagliata. Ma come
15859   1Friv  III- 829                   |  non si governano, ¶ si mitragliano." Osio poi, sapiente e
15860   SAFam  III-  24                   |   e sotto i colpi delle mitraglie, ¶ consumandone i
15861   3Apio  II1- 792                   | dove scacciò un pastore mitrato eretico. Convertì
15862   3PaAn    I- 734                   |  generico. Dice: Nemo ¶ mittens104... Niuno che si
15863  II1913   IV- 838                   |   che Gesù Cristo venit mittere in terram3.~ ~Anche ¶
15864   3PaAn    I- 734(104)              |         Nell'originale: mitteris
15865   Vmeco  III- 430(261)              |                    Cfr. Ml 2, 7
15866   2Apio  II1- 469(515)              |              Originale: Mlade; cfr. Rohrbacher ¶ VII,
15867   2Apio  II1- 361                   |     Per questo, califfo Moaviachiese pace per lo
15868   2Apio  II1- 380(376)              |              Originale: Moaviah, ripetuto nel paragrafo;
15869   I1913   12,   VI - 753            |   nel suo canotto poche mobiglie e materassi, e dentro vi
15870   IlMon  III-1005                   |     tratti le radici ai mobil terreni di qua e di ,
15871  II1899   IV- 314                   |     stato nei locali la mobilia necessaria per
15872  II1899   IV- 314                   |         ben arieggiati, mobiliati quanto la decenza e la
15873   ITSac    I- 867                   | di vino si abbandona ai modacci che lo ¶ degradano, il
15874   3OrFr  II2- 179                   |          e sforzarsi di modellar su quella se stesso,
15875  II1911   IV- 426                   |   la ¶ Regola vostra fu modellata sul Vangelo di Gesù
15876   3Apio  II1- 836                   |     Muratori, sacerdote modenese, ¶ scrisse Collezione
15877   I1883   30,   VI -  83            |         se le religiose moderano la voce ¶ nel canto. La
15878   I1883   28,   VI -  75            |         Bisognò perfino moderarne l’ardore. Nostro Signore
15879   3Apio  II1- 715                   | vi mandò <a> dire <che> moderasse il suo carattere focoso,
15880   Vmeco  III- 406                   |  obbedivano come padre. Moderavano la voce ed i gesti, e
15881  II1913   IV- 851                   |   il veleno dell'eresia modernista e perire miseramente.~ ~
15882   2PaAn    I- 537                   |   e più vivace. Pure lo moderò ¶ in modo da mostrarsi
15883   I1894    6,    IV- 113            |      esemplare, che con modica pensione convivono come
15884   I1889   IV-  53                   |      che la povertà, la modicità nel ¶ cibo è condizione
15885   3OrFr  II2- 221                   |       le antiche leggi, modificandone alcuni capi. Intorno poi
15886   I1889   IV-  16                   |         naturalmente di modificarne il ¶ contenuto
15887   3Apio  II1- 829                   |  le creature tutte sono modificazione ¶ di Dio". Dissero gli
15888   I1893   10,    IV-  97            |         che sanno della modista o di ¶ galanteria.~ ~Si ¶
15889   CLAPe  II2- 488                   |   San Fedelino al pozzo Modrone, ivi nel 964 fu ¶
15890   2Apio  II1- 341                   | scrisse trattati ed ¶ a modulare il canto sacro espose l'
15891 III1915   IV-1384                   | prescritto, conforme al modulo seguente e come meglio:~ ~
15892   I1883   21,   VI -  52(201)       |         venit per istum modum (Tractatum Vitae
15893   3OrFr  II2- 215(229)              | 1623. Nella Regula sive modus vivendi Fratrum de ¶
15894   Gpont  II1-1050(221)              |    a Guglielmo Marr e a Moedeff
15895   Gpont  II1-1043(206)              |              Originale: Möheler; cfr. Rohrbacher XV, p.
15896   3Apio  II1- 921(686)              |              Originale: Moheler; cfr. Rohrbacher XV, p.
15897   I1907   17,   VI - 482            |   scompare e par che si moia, allora si ¶ prepara a
15898   I1883    1,   VI -   7            |       e più intimamente moiono alle proprie passioni,
15899   I1910   11      ,   VI - 560      | certo sentiero detto il Moladino, con aumento di fatica e
15900   3Apio  II1- 712                   |    alla Tartaria, nella Moldavia, nella Bosnia, nella ¶
15901   1Apio  II1-  15                   |        a sé ¶ nelle sue molecole, come per la carità la
15902   3Apio  II1- 564                   |  secolo. San Roberto di Molême45 con petto ¶ di bronzo
15903   Gpont  II1-1065                   |   è il ¶ popolo". Ed il Moleschott ./. Noi siamo regolati
15904   2PaAn    I- 550                   |    che continuamente li molestano.~ ~ Questi medesimi
15905   1Apio  II1-  43                   |      Abbiate cura a non molestar la madre degli uccelli
15906   2PaMa    I-  72                   | Se un animale viene per molestarla, essa si ritrae a
15907   MFerv    I-1265                   |     il suo ¶ letamaio e molestato dalle dicerie di amici
15908   2PaMa    I-  72                   |   Quando poi il demonio molestavalo, ed egli ritraevasi
15909   I1883   40,   VI - 109(416)       |     lo stuzzichino e lo molestino
15910   MFerv    I-1220                   |    con ¶ sopportare una molestissima inferma alla fine la
15911   I1891     ,   VI - 368            |  nello studio di Franco Molinari, Il rapporto con i
15912   3Apio  II1- 827(495)              |              Originale: Molinas; cfr. Rohrbacher XIV, p.
15913   3Apio  II1- 586                   |      orologi a ruota, i molini a vento, le vie
15914   I1875 Corso,    5,   VI - 860     | appendere una macina da molino e così affogarlo negli
15915 III1910   IV-1337                   |     interamente, con la mollica di pane, il piatto della
15916   1Apio  II1-   2                   | prefazione di don Carlo Molteni, XIV-282 p); tale volume
15917   3PaAn    I- 665                   | nelle tenebre e  ¶ si moltipicavano le furie a flagellarlo
15918  I1889b    8,   VI - 322            |       il bisogno. 12. E moltiplicarle all’uopo. 13. Son fonti
15919   2PaMa    I- 116                   |  propria religione si ¶ moltiplicasse e che sopravvivesse per
15920   I1875 Corso,   13,   VI - 914     | perché crescessero e si moltiplicassero pure su questa terra. Le
15921  II1911   IV- 668                   |         in noi la fede; moltiplicatelo sempre questo ¶ dono
15922   I1912    6,    1,   VI - 673      |    pure le mie piene ma moltiplicatemi la vostra grazia ». b)
15923   2Apio  II1- 122                   |   pesci, li benediceva, moltiplicavali, finché ¶ bastassero a
15924   SILou    I-1053                   |   e quei della famiglia moltiplicavanmi affanno con molti loro ¶
15925   I1888   32,    8,   VI - 261      | peccare » e in dire che moltiplicavate di diligenza per non
15926   2PaAn    I- 483                   |       Il prodigio della moltiplicazion dei pani è disposto Gesù
15927   3Apio  II1- 572                   |   calamità pubbliche si moltiplicheranno". Sant'Ottonegemeva
15928   3PaMa    I- 171                   |       e poi ¶ avrete un moltiplico di grazia impossibile a
15929   3PaMa    I- 171                   |       questa grazia e ¶ moltiplicolla in forza di quella
15930   SNA89  III-1168                   | non vi gettate per cose momentanee, mirate Gesù Cristo e
15931   I1912    7      ,   VI - 676(26)  |  ac ¶ mente sua omnibus momentis in Domino quievisse » (
15932   4Croc  II2- 443(21)               |              Originale: Mompelliers
15933   9Ferv  II2- 325                   |   Massimo, di Tecla, di Mona, di Galdino. Con ¶
15934   IlMon  III-1021                   |        gli istituti pii monacali ¶ stessi in questa
15935   I1910    7,    1,   VI - 546      |      figlie entrassero, monacandosi, nelle case del
15936   I1883   16,   VI -  43            |     sapeva far bene ‹a› monacarmi e Dio mi aiutò.
15937   I1912    2      ,   VI - 646      |  si dice che si sarebbe monacata anziché maritata, attesa
15938   I1887     ,   VI - 165            |   era presente a tutto. Monacelladebole eppur sì
15939   I1889   IV-  44(26)               |      356), il padre del monachesimo orientale
15940   1Apio  II1-  17                   |      il cardellino e il monachino rallegranocolle piume
15941   ASGot  II2-  34(8)                |         Godehardum eis [monachis] Patrem Gubernatoremque,
15942   2Apio  II1- 414(418)              |   furono trasferiti nel monadstero di Kemptem
15943   3OrFr  II2- 230(241)              |        Roma, Tipografia Monaldi e C., 1883, p. 19; i
15944   CLAPe  II2- 520(90)               |              Originale: monarchici; cfr.ed. 1932, p. 74
15945   ASGot  II2-  34(8)                | dedicationem Ecclesiae [monasterii] Gandersheimensis
15946   ASGot  II2-  34(8)                |          in Herveldensi monasterio S[ancti] Wigberti [...]
15947  II1911   IV- 412(2)                |     da diversiordini monastici e canonicali
15948   2Apio  II1- 247                   |    era quasi un ricinto monastico. ¶ Movevasi a gara per
15949   MFerv    I-1170                   |      finché ¶ rimanesse monca, e così fece intendere a
15950   3Apio  II1- 820                   |  Antonio <di Belluga di Moncada>477 è parimenti ¶
15951   1Friv  III- 831                   | dal suo osservatorio di Moncalieri telegrafòavvisando ad
15952 III1899   IV-1075                   |       pure gli storpi o monchi nelle membra che ¶ mal
15953   MSMed  III-  98                   |    Proposée aux gens du mond) par un religieux de st.
15954   ITSac    I- 889                   |       ad un ¶ bagno per mondar le sue carni, così tu
15955   Vmeco  III- 393                   | sopra ¶ quell'anima per mondarla. Il demonio ne è fuggito
15956   CfrMo  II2- 254                   | carni di Naaman siro si mondarono da ¶ lebbra al tocco di
15957  II1899   IV- 276                   |    a) ¶ sempre pulito e mondato dalla polvere; ~ ~b) la ¶
15958   3Apio  II1- 837                   |  abbiamo musici di fama mondiale, il Palestrina da Roma,
15959   2Apio  II1- 232                   |         ardevano come ¶ mongibelli147 in fiamme impure.~ ~
15960   SILou    I-1105                   |      della China, della Mongolia, della Siria, della
15961   MeMus  III- 800                   |   nel suo ¶ castello di Monguzzo presso Lecco, ma vi
15962   SILou    I-1056                   | tutta la persona.~ ~ Né monili né vezzi né collane né
15963   I1889   IV-  54(45)               |        le sue opere. Il monito andava all'intelligente ¶
15964   3Apio  II1- 873                   |  le bolle, i brevi, i ¶ monitori, i rescritti e decreti
15965   3Apio  II1- 612                   | sua volta invia lettere monitorie e poi altre minatorie,
15966   1Cagr  II2- 380                   |      Firenze, Felice Le Monnier, 1856, edizione riveduta
15967   FIPop  II2-  90                   |      È sempre l'istessa monotonia, ma ¶ per loro è una
15968   SAFam  III-  57                   |     come fu il conte di Monpensieri, ¶ essendogli poi morto
15969   Gpont  II1-1022                   |             Andrea di ¶ Monreale, san Giovanni di Saagun,
15970   3Apio  II1- 741(358)              |              Originale: Mons; cfr. Rohrbacher XI, p.
15971   Gpont  II1-1055                   |   la croce pettorale di monsiglior Affre dicendo: "Riposi
15972   I1913    5,   VI - 713            |         Che peso per un montanarello semplice la disciplina
15973   SILou    I-1093                   |     Il picco del nostro Montanè potrà traballare e l'
15974   I1883   29,   VI -  81            |            Beatrice dei Montañés 310 , per ottenere di
15975   I1913   14,   VI - 773            |  un alpeggio di pascoli montanini per ¶ la stagione estiva
15976   I1889    5,   VI - 285            | regolatore, il ceppo, i montanti, la freccia, e si presta
15977   Gpont  II1-1097                   |    di un soldato che ho montata ¶ la guardia; or che è
15978   3OrFr  II2- 123(24)               |     inteso predicare in Monte-Casale
15979   3Apio  II1- 694                   |   Maria. Sant'Agnese da Monte-Pulciano erigemonasteri e il
15980   2Apio  II1- 364                   |    riceve da Roma.~ ~ A Montefalcone fonda un monasterosan
15981   ITSac    I- 909                   | alta misericordia usata monterà in un furore altissimo e
15982   AnPar  III- 491                   |     i peccatori pessimi monteranno in furore altissimo ma
15983   3Apio  II1- 767                   |      il beato Andrea di Montereale, san Giovanni di ¶
15984   3PaMa    I- 167                   |      fundamenta eius in montibussanctis (Ps<almus> 86)22.
15985   I1910    0,   14,   VI - 605      |       di Miradolo, di ¶ Monticelli, di Genzone, di
15986   3Apio  II1- 611(122)              |              Originale: Montimirail; cfr. Rohrbacher ¶ VIII,
15987   3Apio  II1- 855                   |        Ma il deputatoMontlosier550 interruppe dicendo: "
15988   3Apio  II1- 611                   |       al congresso di ¶ Montmirail122. E qui Enrico finse <
15989   2PaAn    I- 506                   |       ma sono come quei montoni che si ingrassano per
15990   I1910    0,   25,   VI - 612      |        parroco Cetti, a Montorfano, a San Bartolomeo ¶ di
15991   3Apio  II1- 855(550)              |              Originale: Montosier; cfr. Rohrbacher XV, p.
15992 III1899   IV-1059                   |     le paglie da luoghi montuosi.~ ~b) Si traggono per
15993   I1913   18,   VI - 799            |    marmorea nei portici monumentali della casa-ricovero. I
15994   9Ferv  II2- 348                   |  cupiens, hoc loco sibi monumentum vivens elegit".~ ~ 5. ¶
15995   2Apio  II1- 305(248)              |              Originale: Monzo; cfr. nota 236
15996   3Apio  II1- 913                   |   ministro anglicano, ¶ Moore662 Capes, convertito nel
15997   TMort    I-1287                   |   purgarsene gli uomini mor~ ~  ./. tali. ¶ Questi
15998   I1889     ,   VI - 266            |   il positivistico e il moraleggiante, in uno spirito venato
15999 III1899   IV-1076                   | danno a qualche amena e moralissima lettura.~ ~n) Si eccita
16000   I1886   IV-  12                   | esercizio di carità, di moralizzare la classe a loro
16001   I1910    1,    5,   VI - 624      |   signor cavalier Luigi Morandi, da molti anni amico e
16002   MFerv    I-1168                   |   Voglio poi di~ ~  ./. morare con fiducia sino
16003   3Apio  II1- 744                   |        di ¶ Losanna, di Morat365, aveano costume di
16004   3PaAn    I- 779                   |   la vita in mezzo alle morbidezze?...". E domandatelo alle
16005   MFerv    I-1262                   |  non ¶ era già un letto morbidissimo quello della Maddalena
16006   CLAPe  II2- 556                   |    Andreas de Pescheria Morbinii claret miraculis". E
16007   Vmeco  III- 372                   |  altrui? Che un ragnomorboso guarisca, che un cuor di
16008   I1907   15,   VI - 475            |    scoppiato il cholera morbus e suor Chiara tolse a
16009   3Apio  II1- 879(585)              |              Originale: Morceau; cfr. Rohrbacher XV, p.
16010   1Cagr  II2- 398                   |  son grandi adulatori e mordacidetrattori, sanno
16011   2Apio  II1- 285                   |    dell'avverso partito mordean le interiora dei caduti.
16012   2PaAn    I- 475                   |  alla sua lingua troppo mordente e intanto si accatta
16013   3PaAn    I- 782                   |  che ¶ chiunque volesse morder la fama del prossimo si
16014   SAFam  III-  40                   |  che già cominceranno a mordersi a cagion dell'eredità ¶
16015   IlFon  III- 939                   |   lascia appressare per morderti le ¶ serpi venefiche
16016   1Apio  II1-  48                   |   che serpenti velenosi mordessero. Allora Dio disse a Mosè
16017   SAFam  III-  72                   |    seno il serpe che vi mordeva. E perché tanto male ¶
16018   2Apio  II1- 315                   |        ma il giovinetto mordevane le mani e batteva alle ¶
16019   2Apio  II1- 193                   | avversari di Atanasiomordevansi le labbra, strepitavano
16020   3Apio  II1- 740                   | a Filippo d'Austria. Ma morendole in breve lo sposo,
16021   Gpont  II1-1075                   |    presieduta da Garcia Moreno, diè libertà alla Chiesa
16022   Mfior    I- 919                   |  de' Paoli a due figlie moribonde diceva: "Non vi ¶
16023   VpeIl  II2-  19                   |      la sentenza: Morte morieris"20. Fin qui ¶ l'egregio
16024   2Apio  II1- 251                   |  regola di vivere assai morigerata. Volle <che> non si ¶
16025  II1911   IV- 526                   | che sanno vivere così ¶ morigerate da poter scansare per
16026   9Ferv  II2- 327                   |   Zaccaria, Ferrari e ¶ Morigia avevano fondata testé la
16027   3Apio  II1- 807                   |    emulo di Raffaello e Morillo parimenti. Giovan ¶
16028   1Cagr  II2- 409                   |    celebre monastero di Morimondo dove l'abate Pietro ¶
16029   PCris  II2-  69                   |  dispietata che sei! Tu morirai di mala morte e ¶ nessun
16030   SILou    I-1118                   |     sorso, ma pareamimorirmi omai... Allora accostai
16031   Mfior    I- 991                   |           bondo. ¶ Vide morirsi al fianco, sopra il
16032   MFerv    I-1153                   |     richiedeva che tu ¶ morissi omai e che fossi
16033   I1883   42,   VI - 112            |   le comodità. Se anche morissimo di fame o di sete, beati
16034   I1910    1,    9,   VI - 627      |    il cappellano di St. Moritz colla famiglia
16035   50Rmi  III-1089                   |        a curar sé che a mormorar d'altri?... Dimmilo, chi
16036   3PaAn    I- 781                   | peccati, ¶ prendevano a mormorarne dentro di sé e al di
16037   2Apio  II1- 473                   |      del popolo alto ne mormorassero.~ ~ Sant'Etelvoldo525,
16038   3Apio  II1- 751                   |    è solo Gesù Cristo". Mormoravagli ancora il ¶ Lucifero: "
16039   1Apio  II1-  40                   |      Spesso nel deserto mormoreranno. Meno imperfetti sono
16040   I1883    7,   VI -  21            |    il superior vostro o mormoriate ¶ contro di lui. Meglio
16041   3Apio  II1- 777                   |             Il cardinal Morone, che aveva ¶ presieduto
16042   2Apio  II1- 362                   | morte. ¶ I contribuenti morosi si attaccavano coi piedi
16043   VpeIl  II2-   3                   |         e di EleonoraMorosini da Venezia. Il
16044   CfrMo  II2- 252                   |    della Margarita e di Morozzo. Quest'ultimo ricorda il
16045   I1883   17,   VI -  45            |     a forza d’essermela morsa, i nervi mi si
16046 III1910   IV-1337                   |          nel mantile il morsello di pane che fosse
16047   2Apio  II1- 170                   |     scrisse il libro De mortalitate. In tempo di fervide
16048   3OrFr  II2- 236                   |   qui tegumen nostrae ¶ mortalitatis induere dignatus es,
16049   ITSac    I- 819                   |        come una ¶ piaga mortifera, ma ama il ben della sua
16050   ITSac    I- 901                   | rintuzza le avversarie, mortificale e fa ¶ che non potendo
16051   I1907   22,   VI - 502            |   Bosatta Grado a grado mortificandosi, suor Chiara era giun­ta
16052   3PaMa    I- 138                   |   questo senso dobbiamo mortificarci. Se esercitiamo
16053   2PaAn    I- 466                   |         le passioni con mortificarle, non conceder loro una
16054   Svegl  III- 675                   | e l'altre passioni; voi mortificatevi, voi combattete. Sarete ¶
16055   3OrFr  II2- 236                   |         ad innocentiae, mortificationis, et honestatis ¶
16056   IlFon  III- 982                   |    corpo, quanto più tu mortificherai o ¶ il cuore o il corpo
16057   2PaAn    I- 546                   |  Cristo, se tuttavia ci mortificheremo così da poter essere ¶
16058   3PaAn    I- 748                   |   se poi con lo spirito mortificherete le opere ¶ della carne,
16059   2PaAn    I- 542                   |     i suoi sguardi, che mortifichi il suo gusto, che
16060   3OrFr  II2- 182                   |       o voluttuoso?". E mortifichiamo le ¶ voglie del senso
16061   I1883   39,   VI - 108            |  dimentica di tutto. Mi mortifico nel corpo meno che ¶ nei
16062   I1910   11      ,   VI - 559      |  So che la Serva di Dio mortificò sempre il corpo coi
16063   3OrFr  II2- 238                   |   tuae, ut mortuus (vel mortua) mundo, Deo vivas;
16064   1Cagr  II2- 415                   |              all'avello mortuario. La mamma che il seguiva
16065   3OrFr  II2- 238                   | immortalitatis tuae, ut mortuus (vel mortua) mundo, Deo
16066   2Apio  II1- 491                   |     alle sponde ¶ della Mosa riceve e restituisce
16067   2Apio  II1- 389                   |  irrompere, distrusse i mosaici più belli delle sale
16068   3Apio  II1- 738                   | Studiò l'antico rituale mosarabico.~ ~ ~ ~ Entrò nel regno
16069 III1910   IV-1293                   | mamma viene a posare il moscerino nelle loro ¶ boccucce. ./. 
16070   2Apio  II1- 204                   |  un mar tempestoso di ¶ moscherini e si diè a rapida fuga.
16071   1Apio  II1- 101                   |  ciechi, che scolate un moscherino e ingoiate un ¶ cammello
16072   3Apio  II1- 644                   |     fino a Tauride ed a Moscovia, ¶ per lo spazio di 1500
16073   FIPop  II2-  81(14)               |                    Oggi Mossanzonico, una delle sette
16074  II1913   IV- 825                   |    Allora ¶ sovrattutto mostraci il tuo divin figlio Gesù
16075   2Apio  II1- 360                   |   Roma lamentavasi: “Mi mostrai io ¶ forse nemico alla
16076   I1888    9      ,   VI - 213(64)  |      malinconica, ma tu mostrala in ¶ fronte la serenità
16077   2PaAn    I- 589                   |        In una cosa sola mostran volontieri ¶
16078   2PaAn    I- 465                   | del tempio e finalmente mostrandogli i regni della terra
16079   I1888   10,    0,   VI - 216      |         Ed io il so che mostrandomi mite e mansueta otterrei
16080   4Croc  II2- 448                   |      tuttavia, ¶ perché mostrandovi vivo ai nostri ed a noi
16081   Vmeco  III- 364(165)              |              Originale: mostransi increduli; cfr. ed. 1883
16082   IlFon  III- 952                   |    fetida piuttosto che mostrarla basta ¶ indicarla.~ ~ 13
16083   2PaMa    I- 119                   |     affetto abbiamo a ¶ mostrarle la riconoscenza nostra.~ ~
16084   3Apio  II1- 854                   |     e ¶ vedrete". E qui mostrarongli la lista segreta del re
16085   I1875 Corso,   11,   VI - 903     |    peccatori ovvero ‹si mostrarono› 174 con due zanne armate
16086   2Apio  II1- 205                   |   di cui avrebbe dovuto mostrarseneindegnata. Gallo,
16087   SILou    I-1083                   |   Signore non tarderà a mostrarvisi.~ ~esempio~ ~ La Vergine
16088   Vmeco  III- 364                   |   beffe della Passione, mostrasiincredulo165 alla
16089   ITSac    I- 855                   |   corrispondessi, ma ti mostrassi apertamente o ¶ infinto
16090   1PaAn    I- 297                   | in un momento impensato mostrassimo quasi di arrossire
16091   Vmeco  III- 357                   |        da terra caduta, mostravala ¶ con alto orrore
16092   Gpont  II1- 957                   | popolo di Dio, e Mosèmostravalo tuttodì che come potente
16093   3Apio  II1- 750                   |  padre che s'avvedevamostravane malcontento sommo.
16094   2PaAn    I- 405                   |    con quali il Signore mostrerassi più inesorabile? Sarà
16095   I1875 Corso,    2,   VI - 835     |  guardando sopra di voi mostreravvi le ¶ corone che vi tiene
16096   PAS86  III-1053                   | se ¶ facessi altrimenti mostrerei di dubitare delle
16097   I1875 Corso,    6,   VI - 864     |        sopra di lui gli mostrereste che il ¶ profanatore è
16098   I1875 Corso,    8,   VI - 882(134)|              Originale: mostrerete; cfr. ed. 1934, p. 96
16099   1Friv  III- 851                   |   cattolici ed italiani mostriamoci generosi in amore a chi ¶
16100   3PaMa    I- 154                   | padre ~ ~ ./. nostro. ¶ Mostriamogli in questo solenne  di
16101   Vmeco  III- 413                   |  alta la fronte nostra, mostriamolo a tutti che il perdon di
16102   I1883   25,   VI -  67            |   molti martiri. Ancora mostrommi il Signore come tutte le
16103   SAFam  III-  23                   | sentenza è pronunciata, mostruosissimicarnefici, vestiti colla
16104   ITSac    I- 904                   | come di un iniquo che è mostruosissimo ¶ nella sua malizia.~ ~ ./. 


0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma