0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
                                           grassetto = Testo principale
                                           grigio = Testo di commento

16105   2Apio  II1- 424(436)              |              Originale: Motassen, ripetuto nei Riflessi;
16106   3Apio  II1- 564(45)               |              Originale: Motème; cfr. Rohrbacher VIII,
16107   I1894    2,    IV- 126            |    per gravi ragioni da motivarsi. Avanti la professione
16108   I1883     ,   VI -   2            |      così autorevole fu motivato soprattutto dalla
16109     App   VI - 815                  |       di autenticità e ­motivazioni aspetti qualificanti
16110   1Apio  II1-  97                   | della vita di tutto, il motor di tutte le sfere". Ebbe
16111   I1913    6,   VI - 718            |   per studiare le forze motrici dei vapori e delle
16112   CanSu  II2- 279                   |  e da ¶ Maria Maddalena Mottali2 addì 1 gennaio 1845.~ ~
16113   3Apio  II1- 671(204)              |              Originale: Mottassem, ripetuto nei Riflessi;
16114   2Apio  II1- 194(96)               |   Costanzo che diceasi, motteggiando, doversi confessar che ¶
16115   SAFam  III-  65                   | lodato GesùCristo" e motteggiandolo perciò molti, ei non
16116   SNA89  III-1164                   |    14. Avvertite di non motteggiare, burlare ed offendere il
16117   3Apio  II1- 798                   |      e intanto i ¶ capi motteggiavano, i magistrati sedevano
16118   9Ferv  II2- 349                   |          armonia questo mottetto: "Defecit gaudium cordis
16119   I1894   IV- 166                   |  la casa madre nominerà motu proprio il superiore, ¶
16120 III1915   IV-1407(51)               |     visitò il santuario Mount of the Holy Sepulchre,
16121   I1887     ,   VI - 179            |        l’intelletto, le movea il cuore a più salutari
16122   2Apio  II1- 260                   |  al tormento”. E Varane movendogliguerra, Teodosio l'
16123   3OrFr  II2- 178                   |       del mondo perché, movendone alto lamento, li
16124   I1888   32,    7,   VI - 260      |       e tribulato, onde movendovene a vivissima compassione
16125   3OrFr  II2- 169                   |   che sono i principali moventi e insieme le armi del
16126   I1888   19      ,   VI - 233      |  e rallegrò tutti. E tu moverai festa e tripudio in cuor
16127   ASGot  II2-  26                   |  spirito del Signore, e moveralla sino alla fine.~ ~ Però
16128   Gpont  II1- 966                   |          che il mondomoveratti, perché il mondo che ha
16129   2PaMa    I- 105                   |   non esser costretti a movere una ¶ pagliuzza da terra
16130   I1883   31,   VI -  86            |      del confessore non moverei dito per tutto l’oro del
16131   MFerv    I-1194                   |   dato permissione ¶ di movergli tentazione.~ ~ Apparve
16132   3OrFr  II2- 174(138)              |              Originale: movermi; cfr. C. Chalippe, Vita
16133   SILou    I-1091                   |    anno 1858, quando al moversi ¶ di Bernardina una
16134   Svegl  III- 727                   |      Se voi prima che ¶ movervi a fare un bene lasciate
16135   TMort    I-1340                   |         E quale giubilo movesi in paradiso quando Dio
16136   I1888    1      ,   VI - 197      |  allo Altissimo come se movessi un’impresa grande,
16137   I1887     ,   VI - 168            |     soldi suor Chiaramovevane festa altissima. Ell’era
16138   2Apio  II1- 371                   |    gabelliere Teodosio. Moviamogli incontro”. Leone fu
16139   3Apio  II1- 913(662)              |              Originale: Movre; cfr. Rohrbacher XV, p.
16140   2Apio  II1- 248                   | ad Arcadio. Rufino ebbe mozza la testa. Portata sopra
16141   2Apio  II1- 158                   | e poneva sua gioia in ¶ mozzar nasi alla gente, in
16142   SchMi  III- 762                   |     in tagliar nasi, in mozzare orecchie, in sparare i
16143   3PaAn    I- 665                   |       ad un cenno suo ¶ mozzassero il capo a questi della
16144   2Apio  II1- 481                   |       al santo altare e mozzato loro il capo; Adalberto
16145   I1889   IV-  21                   |   di ben ¶ regolare una mucca e il latte della
16146   I1893   11,    IV-  98            |      da ¶ ogni sorta di muffa o di sordidezza
16147   Vmeco  III- 285                   |    in tremuoti, il mare mugge. Si scolora il sole e
16148   1Apio  II1-  18                   |    da fatica>26, nacque muggendo come per chiamare il suo
16149   1Friv  III- 850                   | stupisca ai rombi ed ai mugghi di ¶ quel suolo che
16150  II1913   IV- 813                   |      nitrisce, la vacca mugghia, e fuori di ¶ stalla
16151   1Friv  III- 856                   |  suono di flagelli, col mugghio della sociale ¶
16152   1Apio  II1-  18                   |        e allato ad esso mugghiò la ¶ giovenca, pronta a
16153   2Apio  II1- 374                   |    sprofondaronoIl mare muggì spaventoso, seppellì i
16154   CLAPe  II2- 480                   |       presso SerafinoMuggiani e Comp. Librai-Editori,
16155   I1875 Corso,    8,   VI - 877     |       Le acque del mare muggiranno, quelle dei fiumi
16156   MFerv    I-1278                   |  alto duolo, ¶ i mari a muggire per alto sbigottimento.~ ~
16157   1PaMa    I-  25                   |  la terrà tremò, i mari muggirono e i mortirisuscitando
16158   ITSac    I- 866                   | bestia!". In dir questo muggisce a modo di bue e corre
16159   SAFam  III-  85                   | negri, creoli, meticci, mulatti, europei. Tra i quali
16160   3Apio  II1- 754(384)              |        province, andò a Mulhausen, in Turingia»,
16161  II1913   IV- 793                   | gioie e degli ornamenti muliebri e li ponevano ai ¶ piedi
16162   Vmeco  III- 341                   |    benedicta  ./. tu in mulieribus"130. Carissimo saluto
16163   SILou    I-1055                   |   a delle ¶ rotture nei mulini. Or le due compagne si
16164   I1910    1,   16,   VI - 635      |       Per cui mansiones multae sunt 79 . E a queste
16165   Gpont  II1-1063                   |    viveret, carceres et multas tribulationes pro Dei
16166   I1910    1,   16,   VI - 636      |   opera perché operarii multi vengano, sia come
16167 III1910   IV-1309                   | radicata la ¶ speranza, multiforme ed ardente la carità.~ ~
16168   I1875  Rifl,   13,   VI - 954     |   fango. 4. Crescite et multiplicamini 256 . 5. Istinto di
16169  II1899   IV- 212                   | 6. Per la ragione della multiplicità delle mansioni della ¶
16170   I1887     ,   VI - 191            |      vidit in vis‹ione› multitudinem 145 virginum cum Maria,
16171   I1887     ,   VI - 191(145)       |              Originale: multitudo
16172   2Apio  II1- 239                   |     di ¶ sedizione e ne multò i negozianti delle città
16173   1Apio  II1-  96                   |    colonne,i templi, le mummie, i sepolcri chiusi nelle
16174   3OrFr  II2- 239                   |            nos quoque ¶ mundos eius intercessione ad te
16175  I1889b   42,   VI - 354            |     il mondo ¶ perché « mundus vult decipi ». 12.
16176   I1912   10      ,   VI - 685(36)  |      et gratias agendo; munera quoque sua [...] verbo,
16177   I1912   16      ,   VI - 694(52)  |  sciat Servam Dei donis muneratam fuisse orationis, ¶
16178   2Apio  II1- 320                   |  Kentigerno <detto> san Mungo, san Finiano, san
16179  II1911   IV- 438                   | si ¶ ricevono anche dai municipi e dalle congregazioni di
16180   PAS86  III-1028                   |  isole, i ¶ castelli, i municipii, i circoli, le caserme
16181 III1897 III1897,    IV- 889         |    in quella opulenta e munifica città per vederlo ¶
16182   I1888   23      ,   VI - 240      | Signore inverso di te è munificentissimo
16183   2Apio  II1- 238                   | arricchì i ¶ parenti di munifiche elargizioni.~ ~ Graziano
16184   SchMi  III- 784                   |  quello che con ¶ tanta munificienza ci ha donato.
16185 III1915   IV-1413                   |        per l'appoggiomunifico che l'augusto pontefice
16186   ITSac    I- 858                   |         dei sensi, devi munir di corazza le potenze
16187   AMFel  III- 191                   |   qualsiasi assalto. Ti munirà di coraggio il petto,
16188 III1899   IV- 973                   |      che circondano per munirlo il bel fiore ¶ della
16189   I1913    7,   VI - 725            |      di vescovado io mi munirò di scarpe di ferro ai
16190   I1893   15,    IV- 100            |    perché in ¶ tempo si muniscano dei conforti religiosi
16191   I1912   11,    1,   VI - 688      | terminante in altre tre munite di nodi. Io ¶ sono poi
16192  II1913   IV- 837                   |     ravvivate la fede e munitevi di umiltà, perché ¶ sino
16193   1Apio  II1-  38                   |   E le città ¶ d'Egitto munivano d'un protettore speciale
16194   Gpont  II1-1050                   | vallea".~ ~ Il ¶ feroce Munziger nella Svizzera applaude
16195   2Apio  II1- 463                   |  disastri. L'imperatore muovendosene a pietà scendeva in
16196  I1889b   37,   VI - 349(71)        |  e vennero in Roma, per muovergli avanti al Papa [Sisto v]
16197   2Apio  II1- 129                   |    sua Chiesa. Cessa da muoverle guerra. Ah, tu non mi
16198   ITSac    I- 849                   | tanto più di cuore devi muoverti a ¶ compassionarli.~ ~ 3
16199   CLAPe  II2- 524                   |    di alluvioni, Andrea muovesi repente per alla volta
16200   2Apio  II1- 359                   |      e vedeva, né punto muovevanelamento. Ah, quali
16201   CLAPe  II2- 562                   |          I nostri cuori muovevansi in sussulti tenerissimi
16202   I1883   15,   VI -  39            |  un popolo di ingannati muovevasi in tumulto e copriva di
16203   I1913    9,   VI - 732            | la chiesa, ad innalzare muraglioni da torre per ¶ sostenere
16204   Nscuo  III- 613                   | si collocano i quadrimurali del sistema metrico
16205   2Apio  II1- 487                   | donnecristiane e poi murando le porte costringevale a
16206   2Apio  II1- 185                   |    presso ad una grotta murata e sentissi per tre volte
16207   Gpont  II1- 967                   | un lago di sangue dalle mure, ¶  ./. e nello interno
16208   3Apio  II1- 619(139)              |       Originale: presso Muret si aduna; cfr.
16209   4Croc  II2- 444                   |     più quando sopra il muriccio di via è il giglio
16210   SAFam  III-  33                   |    nel mezzo, un lurido muricciuolointorno e bronchi ed
16211  I1889b   46,   VI - 357(85)        |      et aliquantulum de murmurationibus in domo
16212   3Apio  II1- 625(148)              |              Originale: Murzulfo; cfr. nota 145
16213   MeMus  III- 818                   | gli astri del cielo. La Musa ensete è radice mirabile
16214   FIPop  II2-  81                   |       della chiesa di ¶ Musanzonico14 ravviva la fede e la
16215   SILou    I-1135                   | eminente nelle sale dei musei pontificii e dalla ¶
16216   PCris  II2-  69                   |         mettevano i lor musi contro terra, le pietre
16217   2Apio  II1- 491                   |   antifonacomposta e musicata da lui in onore di san
16218   I1910    0,    1,   VI - 588      |           e ¶ di strofe musicate in ogni salmo, allo
16219   I1913    7,   VI - 724            |  meditazione e con inno musicato alla fine d’ogni salmo.
16220   CLAPe  II2- 503                   |   Cima Giovan Battista, musico; ¶ Ciotti <Giambattista71>
16221   SAFam  III-  79                   |         con due ¶ bravi mustacchi e coll'indispensabile
16222   SILou    I-1101                   |   esempio~ ~ L'abate de Musy, predicando addì 15
16223   MFerv    I-1215                   |   meschina, di un cuore mutabile? Non ricordi che sono un
16224   I1883   10,   VI -  28            |  di sorta. Però persone mutabili facilmente di sentimento
16225   2Apio  II1- 250                   |       sì vivamente che, mutandosi da furiose in clementi,
16226   I1894    1,    IV- 159            |    possint ¶ tentatione mutari. Per Christum Dominum
16227   I1889   IV-  27(7)                |   seguito ha pensato di mutarne l'ordine e vi ha
16228   1PaMa    I-   7                   |       che un ladrone si mutasse in un ¶ momento da
16229   9Ferv  II2- 332                   |         più accaniti si mutassero in amici e protettori. I
16230   4Croc  II2- 454                   |    provincie che furono mutate in ispaventevoli
16231   1PgDo  II2- 361                   | e, incontrativi in lui, mutategli i ¶ panni indosso con
16232  II1911   IV- 646                   |   levate il tesoro, non mutatela senza granragione con
16233   AMFel  III- 198                   |           altresì in te mutazion di cuore?~ ~ 4. ¶ Tu
16234   I1875 Corso,    3,   VI - 840     |  beati, ¶ e il cielo si muterebbe esso stesso in un luogo
16235   I1888    6      ,   VI - 206(34)  |   perché ivi le rose si muterebbero in spine di duplice
16236   2Apio  II1- 481                   | disse ai compagni: “Noi muteremo quest'abito
16237   I1910    5,    1,   VI - 536      |      di Dio pregava non mutilando sillaba di sorta;
16238   3Apio  II1- 652                   |       che divertivasi a mutilar gli uomini, a straziare
16239   3Apio  II1- 601                   |  cavarono un occhio, lo mutilarono nelle membra e lo
16240   2Apio  II1- 388                   |           sugli eculei, mutilava loro le orecchie, il
16241   IlMon  III- 996                   |  ho destinati perché si mutino in tanta buona polenta, ¶
16242   1PaAn    I- 336                   | le colpe nostre. Ah che mutolezza funesta quella di chi
16243   1PaAn    I- 256                   |      abbominevoli! Sono mutoli cattivi. Entro che li
16244   SchMi  III- 775                   |    il cielo da ¶ sereno mutossi in oscuro. L'imperatore,
16245   ASGot  II2-  37(14)               |     verbi Dei mysterium MXXII [...] felicis memoriae
16246   MeMus  III- 817                   |     profumi odorosi. Il Myrtus romana, la Glycine
16247   ASGot  II2-  37(14)               |     incarnati verbi Dei mysterium MXXII [...] felicis
16248   3PaMa    I- 169(23)               |                         Na 3, 8
16249   1Apio  II1-  79                   |      Nabucco, figlio di Nabopolassar106, ritornò e uccise16250   2Apio  II1- 233                   |      basilica dei santi Nabore e Felice. Ambrogio con
16251   9Ferv  II2- 325                   |    dei santicorpi di Naborre e Felice, di Fermo e
16252   2Apio  II1- 240                   |   la farai da eunuco... Naboth non volle consegnar ¶ l'
16253   2Apio  II1- 358(342)              |        V, p. 578: «di ¶ Nabuco, di Sesostri, di Nemrod
16254   SchMi  III- 745(8)                |              Originale: Nabucodonosorre; in Rohrbacher ii, p. 6: «
16255   3Apio  II1- 877(581)              |              Originale: Nabuno; cfr. Rohrbacher ¶ XV,
16256   Gpont  II1-1055                   |     scrive la Soberania nacional: "Oggi il ¶ clero merita
16257   3PaMa    I- 169                   |   di terra? Leggiamo in Nahum profeta (c<apitolo> 3): "
16258   I1913   13,   VI - 758            |  grida di cotal donnina nana, da tutta Como
16259   SILou    I-1065                   |   porta e fu di~ ~  ./. nanzi ¶ al commissario e gridò
16260   MeMus  III- 815                   |     dove è il Cerasusnapoleonica21, tronco di pianta come
16261   3Apio  II1- 905                   |      L'impero e i regni napoleonici ¶ sono morti. Sta la
16262   Apadr  III- 156                   |  tuoi nella persona dei Napoleonidi, in quella dei ¶
16263   3Apio  II1- 873                   | entro vetture portavano nappe colorate e scaricavano
16264   3Apio  II1- 590(91)               |    Kimchi, originari di Narbona, viveano a' quei ¶ tempi
16265   2Apio  II1- 506                   |           Nella Francia narbonese, come in ¶
16266   3PaMa    I- 173                   |  rex in accubitu ¶ suo, nardus mea dedit odorem
16267   2Apio  II1- 273                   |    delle labbra e delle nari che lasciò libere per
16268   2Apio  II1- 385                   |        di Comacchio, di Narni e di altre fino al ¶
16269   I1912    7      ,   VI - 676      |         la Serva di Dio narrandomi il fatto ¶ mi richiedeva
16270   SAFam  III-  83                   |     poi è  fedele per narrarci con sommo dolore che ¶
16271   2PaAn    I- 595                   |      Vennero dunque e ¶ narrarono al proprio padrone tutto
16272   MFerv    I-1224                   |    esempio che sono per narrarti.~ ~esempio~ ~ Giuliana <
16273   3Apio  II1- 550                   |    dei crocesignati.~ ~ Narrasi che ad incuorarli ¶
16274   PAS86  III-1062                   | o si discolpa<no> quasi narrasse<ro> casi indifferenti, ¶
16275   SILou    I-1111                   |  in macchina ci vengono narrate da testimoni oculari ¶
16276   1Friv  III- 851                   |  Spagna come ci vengono narrati dai publici fogli, in
16277   I1887     ,   VI - 137            |   una precisa struttura narrativa, ¶ altri sono redatti
16278   4Croc  II2- 428                   |    completare il quadro narrativo l'A. utilizza anche
16279   AnPar  III- 450                   |         La tua anima, ¶ nascendo tu, era ~ ~  ./. morta
16280   9Ferv  II2- 327                   |          alle societànascenti e le guidava colla
16281   1Apio  II1-  16                   | Nei fiumi il gambero fa nascer le ¶ uova sotto la coda,
16282   3PaAn    I- 615                   |    gli uomini che ancor nasceranno sino alla fine ¶ del
16283   1Apio  II1-  38                   |      i figli maschi che nascevano dalle donneebree. Ma
16284   CfrMo  II2- 253                   |  un secolo di tempo noi nasciamo e in questo periodo di
16285   I1889   11,   VI - 304            |           sono pure nel nascimento e nello sviluppo di una
16286   1Apio  II1-  17                   |    culla per la prolenascitura, a pellegrinare in
16287   SILou    I-1120                   |            del figlionascituro, la guarigione del padre
16288  I1889b   23,   VI - 337            |   7. Dalle piccole cose nascon poi le maggiori. 8. Le
16289   CanSu  II2- 281                   |    il cuore nel petto e nascondendo una ¶ lagrima furtiva
16290   AnPar  III- 545                   |        si umilia fino a nasconder la sua maestà entro
16291   2PaMa    I-  72                   |      e ¶ cerchiamo <di> nasconderci entro alle piaghe
16292   3Apio  II1- 754                   |    maniche di ¶ vestito nasconderemo noi tutte le palle dei
16293   I1912   40,   VI -1000            |     creduto irriverente nascondermeli in ¶ saccoccia ed
16294   I1883   45,   VI - 121            | darti vita dallo stesso nasconderti che fai. 4. E intanto
16295   I1912   40,   VI -1000            |  di legna, mi mossi per nasconderveli quando sentii un battere
16296   I1887     ,   VI - 176            |     Ma per quanto lo si nascondesse, tutti tremavano per la
16297   Apadr  III- 174                   |   come in Betlemme la ¶ nascondeste nel corpo dell'infante
16298   SchMi  III- 763                   |   patimenti, la madrenascondevagli le vesti perché non
16299   PCris  II2-  58                   |     plebi. Fra queste ¶ nascondevansi giubilanti le persone
16300   1PaMa    I-  48                   |      voluto ¶ trovar un nascondiglio nelle viscere della
16301   Mfior    I- 945                   |   me sono li scuso e li nascondo. Fino a ¶ quando sarò io
16302   9Ferv  II2- 328                   | scelleratezze?". Quelli nascosero il volto nelle ¶ proprie
16303   3Apio  II1- 686(237)              |      il conte Adolfo di Nassau
16304   I1907   17,   VI - 484            |     scrisse ¶ sopra due nastri di carta velina: « Maria
16305   2Apio  II1- 425                   |  fortezza di lui e di ¶ Natalia, consorte, con la quale
16306   I1875  Rifl,    1,   VI - 942     |  Dionisio - peccatore - Natano che avvisa. 2. Parola di
16307   1Apio  II1-  16                   |   oceano, ¶ quasi isola natante, è lunga da 60 a 120
16308   2PaAn    I- 436                   | pascolo ai suoi animali natanti.~ ~ Oh come il sangue
16309   3PaAn    I- 635                   |            apre una sua natatoia sul ¶ dorso ed emette in
16310 III1915   IV-1379(15)               |  salute si ritirò nella nativa Faenza ¶ (Ravenna
16311   3Apio  II1- 623                   |        di discorso, con naturalezza di modi. I ¶ sapienti
16312   1Friv  III- 855                   |   testa iperbolicamente naturalista ¶ e scettica non vediamo
16313  II1913   IV- 787(29)               |  ispirazione liberale e naturalistica, maturato ¶ in seno al
16314   3Apio  II1- 689                   |          alla Chiesa si naturalizzicogli scrittori degli
16315   I1912   12      ,   VI - 689(43)  |     Servam Dei: a) etsi naturam timidam haberet, zelo
16316   3PaAn    I- 654                   |      il suo figlioletto naufragar nella corrente ad anni
16317  II1911   IV- 434                   |     la quale, scorgendo naufragheormai nei flutti del
16318   2PaAn    I- 451                   |     l'acqua, certamente naufragherà; ¶ il contadino incauto
16319   3Apio  II1- 538                   |   vescovo scismatico di Naumburgo in iscorgere le
16320   1Apio  II1-  50                   |           Si trovò che, nauseando la manna, ¶ appetivano
16321   1Friv  III- 824                   |     da cui ¶ esalava un nauseante odore di carne bruciata.
16322   I1889    6,   VI - 290            | O che in ¶ sentirsi 131 nauseanti odori intorno non
16323   I1907   21,   VI - 501            |     ancor sana, ell’era nauseata del mondo e bramava
16324   2Apio  II1- 463                   | al secolo x mostraronsi nauseati, e l'albero di ¶ fede
16325   3Apio  II1- 707                   |       bellico, ¶ l'arte nautica avvantaggiata, ma i
16326   1Apio  II1-  16                   |   chiocciola marina. Il nautilo o navigatore, rettile
16327   MeMus  III- 799                   |  l'ieri nella battaglia navale di Bellagio. Risale poi
16328   MeMus  III- 801                   |        Sfortiae illatam navali praelio dum vincit cum
16329   3Apio  II1- 619                   |    dei musulmani presso Navas di Tolosa si aduna139 l'
16330   2PaAn    I- 532                   |            ambedue le ¶ navicelle così che parevano
16331   FIPop  II2-  89                   |  laghi limpidi e canali navigabili. Sono ¶ ponti che si
16332   Vmeco  III- 325                   |   addita il porto107 ai naviganti ancor ¶ più lontani. Una
16333   1Apio  II1-  16                   |    marina. Il nautilo o navigatore, rettile marino, si ¶
16334   2Apio  II1- 515                   |      dalle sponde del ¶ naviglio sclama: “Io ti battezzo,
16335   I1889   10,   VI - 301            |    la carota, il cavolo navone, il cerfoglio bulboso,
16336   2Apio  II1- 173                   |    alle persecuzioni, i nazareni al dente del leone!”
16337   2Apio  II1- 247                   |   santi martiri Celso e Nazario e ne mosse giubilo ¶
16338   Vmeco  III- 328                   | nomi. I giudaizzanti, i nazzareni, gli ebionisti, i
16339   Vmeco  III- 283(35)               |              Originale: Nazzaret, ripetuto nel paragrafo;
16340   CLAPe  II2- 488                   |  Gervasio e Protasio, ¶ Nazzario19 e Celso, da Milano
16341   SILou    I-1127                   |   sua semplicità non fu neanco tocca dalla fama che
16342   I1883   34,   VI -  93            |    spazio di ¶ giornate nebbiose e attraverso a boscaglie
16343   I1875 Corso,   15,   VI - 927     | è più alto che il monte Nebo, dal quale Mosè
16344   2Apio  II1- 234                   |      con ¶ Alipio e con Nebridio e con più altri amici di
16345   Apadr  III- 126                   |    più lontane, dettenebulose, confessa il perito
16346   AnPar  III- 578                   |     il quale nei giorni nebulosi come ¶ nei sereni
16347   Svegl  III- 627                   |     nemmeno. Una cosa è necesaria, salvarsi l'anima.
16348   3Apio  II1- 528                   |    Enrico rispose: "Fui necessitato" e in dirlo congiurò
16349 III1897 III1897,    IV- 897         |             e) scrive i necrologi dei benefattori, delle
16350   PAS86  III-1054                   | noto, la patria della ¶ necromanzia moderna, la quale rivela
16351   1Friv  III- 856                   |  pieno il ¶ sacco delle nefandezze piovutele sopra dal
16352   SAFam  III-  39                   |     signoreggi il vizio nefando? Figli snaturati, i
16353   1Apio  II1-   5                   |    e da Betlemme, gente nefaria ¶ hanno voluto insinuare
16354   1Friv  III- 839                   |        comprendemmo una nefasta scena di mare, Lissa".~ ~
16355   SAFam  III-  29                   |    in fronte. L'indizio nefasto poi è questo, che tu
16356   I1910   20      ,   VI - 583      |         da peritonite e nefrite, come dal fascicolo
16357   IlFon  III- 953                   |     e da maestro saggio negando o differendo ancora a ¶
16358 III1915   IV-1421                   |       non dobbiamo però negarci il necessario, ché
16359   I1883   42,   VI - 115            |  per questo stesso è da negarla... Se una novizia non
16360   SILou    I-1112                   |           È impossibile negarlo, è ¶ cosa inesplicabile!".~ ~
16361   3Apio  II1- 691                   |   con mitezza, in parte negarono con pertinacia, e questi
16362   3PaAn    I- 692                   | un re magnifico ~ ~ ./. negasse il suo stipendio al ¶
16363   I1912    1,    1,   VI - 644      |   assidua. IV. Rispondo negativamente ad omnia 2 . V. Negative
16364   3Apio  II1- 869                   |       libertà a tutti e negavasi solo ai cattolici.
16365   1PaAn    I- 283                   |  e questa voi non ce la negherete: perdonateci le colpe
16366   3OrFr  II2- 177                   |   vede ¶ che il corpo è neghittoso, poltrone e sonnolento
16367   3OrFr  II2- 219                   |    ci minacciano è la ¶ negletta osservanza delle virtù
16368   3OrFr  II2- 204                   | perché o mal compresi o negletti.~ ~Prevalendoora
16369   Gpont  II1- 984                   |            che povero e negletto venne al vescovado di
16370   TMort    I-1328                   | mille occasioni di bene negligentate; ¶ ahimè, io tremo per
16371   2PaAn    I- 475                   |        come il primo al negoziare, ma al ¶ mattino non ha
16372   I1910    5,    1,   VI - 533      |       il sacerdote Rota Negroni, per un collaudo ¶ delle
16373   CLAPe  II2- 503(63)               |              Originale: Negropante; cfr.F. S. Quadrio,
16374   CLAPe  II2- 503                   | di battaglia e difeseNegroponte63 dai saraceni;
16375   3Apio  II1- 745(367)              |              Originale: Negrot; cfr. Rohrbacher ¶ XI,
16376   2PaMa    I-  86                   |   nel Signore esordiamo <nel>l'anno testé incominciato e ¶
16377  II1913   IV- 813(3)                |    storia della piccola Nellie, narrata ai bambini
16378   FIPop  II2- 107                   |          I chinesi sono nemicissimi dei forastieri, in
16379   2Apio  II1- 358(342)              | Nabuco, di Sesostri, di Nemrod
16380   3Apio  II1- 912(660)              |              Originale: Nemwan; cfr. Rohrbacher ¶ XV,
16381  I1889b   38,   VI - 350            |     ›agnello. 2. Mamma: nenie col fanciullo; adulto:
16382   I1913   10,   VI - 736            |           Argentina. Il neo-arrivato poco a poco si immetteva
16383   I1913   12,   VI - 749            |    Guanella, che diceva neo-parroco. Quasi all’insaputa
16384 III1905   IV-1156                   |      e di maestro.~ ~Al neoarrivato ¶ si cominciano aprire i
16385   Vmeco  III- 396                   |     8. Affidano poi i ¶ neobattezzati alla protezione di un
16386   CLAPe  II2- 507                   |         letizia.~ ~Il ¶ neobattezzato crebbe apostolo illustre
16387   3Apio  II1- 806                   |    solennità festive, i neoconvertiti del ¶ Paraguay per
16388 III1905   IV-1171(23)               |     del movimento dei ¶ neofisiocratici. Fu suo discepolo il
16389   FIPop  II2-  96                   |     Siang-ni-scien43 il neofita Giovanni Lien-pen-kiao44,
16390   FIPop  II2-  95                   |   mese in mese si hanno neofiti novelli a battezzare...
16391   Vmeco  III- 328                   |       i montanisti, ¶ i neoplatonici e gli antitrinitari
16392  II1909   IV- 379                   |  che hanno assistito la neoprofessa
16393   CLAPe  II2- 501                   |           fu vescovo di Nepi; Tuana54 Giovanni di
16394   3Apio  II1- 598                   | dell'eresia e le stesse nequizie della corruttelaumana
16395   I1907   18,   VI - 487            |     a lei... e poi nubi nerastre e minacciose, insieme
16396   SILou    I-1148                   |          il loro colore nerastro. Si usò ¶ il medesimo
16397   2PaAn    I- 433                   |  vivere ¶ e di trovarsi nerboruto per reggere alla fatica.
16398   CLAPe  II2- 498(43)               |              Originale: Nerino; cfr. F. S. ¶ Quadrio,
16399   1Friv  III- 852                   | 1885 ¶ fanno sapere che Nerja è quasi distrutta;
16400  II1898   IV- 200                   |   vestono in casa abito nero-grigio di lana con collarina ¶
16401   SAFam  III-  69                   |      esistono anche i ¶ Neroni ed i Diocleziani
16402   2Apio  II1- 194                   |     del nostro di perle neroniane?” Aveva con la ¶ sua
16403  II1911   IV- 554                   |     certe ¶ malattie di nervosismo ovvero che le poverette
16404  II1899   IV- 263                   |   mente, gli affetti di nervosità, si affidino ad una
16405   CLAPe  II2- 498                   |   da Faedo, cappuccino; Nesina43 Lorenzo, arcipr<ete>
16406   I1889   11,   VI - 307            |   castagno, il noce, il nespolo, con le loro varietà che
16407   I1887     ,   VI - 184(134)       | volontà voglio farla in nessunissima cosa e me la faccia
16408   2Apio  II1- 445                   |   battezzò, chiamandolo Nestingum468, che vuol dire: “
16409   3Apio  II1- 613                   |   il Gran Kan era prete nestoriano. Un francescano ¶ presto
16410   AMFel  III- 214                   | lena per salire e con ¶ nettar il cuore desidero poter
16411   3PaAn    I- 768                   | lavate poi, ¶ ovvero lo nettate semplicemente?~ ~ 3.
16412   3PaAn    I- 767                   |   della colpa! Non solo nettò il cuore suo, ma lavollo
16413   CLAPe  II2- 501                   |          fu vescovo a ¶ Neüstatt55; Venosta Arnaldo di
16414   CLAPe  II2- 501(55)               |              Originale: Neustatt
16415   3Apio  II1- 683(233)              |              Originale: Nevalone; cfr. Rohrbacher X, p.
16416   2PaAn    I- 432                   |     la mannacessò da nevicar giù e mai più comparve.~ ~
16417   I1913    9,   VI - 732            |   di Villa e cominciò a nevicare; tosto si affrettò a
16418   1PaAn    I- 311                   |     quando di fresco ha nevicato, si sente d'improvviso ¶
16419   I1887     ,   VI - 155            |         essendo vernata nevicosa, si accostava di tempo
16420   3Apio  II1- 683                   |  dei poveri. ¶ Il beato Nevolone233, calzolaio di Faenza;
16421   I1910    0,    7,   VI - 597      |    guarire da una grave nevrastenia era venuto a stare con
16422   Gpont  II1-1076(277)              |           Originale: Da New-Jork; cfr. Balan I, p. 906: «
16423   3Apio  II1- 912                   |            E rispondeva Newmam: "Gli è perché i
16424   3Apio  II1- 651(174)              |              Originale: Niccardo; cfr. Rohrbacher ¶ IX,
16425   I1912   17,   VI - 980            | paradiso ». Don Provera nicchiò e incaricò don Durando
16426   FIPop  II2-  83(19)               |         Mezzofanti cfr. NiccolO' Del Re, Mezzofanti,
16427   2Apio  II1- 507(598)              |        di Stefano IX fu Niccolò II e dopo costui venne
16428   9Ferv  II2- 326                   |         il corpo di san Nico39 eremita. Ivi pure
16429   CLAPe  II2- 541                   | di noi sono altrettanti Nicodemi
16430   I1913   10,   VI - 736            |    del collegio di ‹San Nicolás de› Los Arroyos 40 nella
16431   3Apio  II1- 728                   |   santaColetta335, o Nicoletta, la quale seguendo una
16432   Gpont  II1-1099                   |          Il ¶ sacerdote Nicoò Olivieri da Genova e il
16433  I1889b    6,   VI - 320(25)        |              Originale: Nicoram. Si tratta di monsignor
16434   3Apio  II1- 793                   |          Cipro, abbatte Nicosia e Famagosta, dove i
16435   ASGot  II2-  24                   |      nel monastero ¶ di Niederaltaich, vi fu eletto abate nel
16436   2Apio  II1- 466                   |    visitati; morendo si nieghi loro ¶ sepoltura e sieno
16437   3Apio  II1- 898                   |  a Fontainebleau. Sul ¶ Niemen, che è l'estremo confine
16438   ITSac    I- 870                   |    seco in morte.~ ~ 3. Nientissimo de' suoi beni lo
16439   CLAPe  II2- 491                   |  Siciliano, FrancescoNiger, Camillo Renato da
16440   3Apio  II1- 942                   |    fra i ¶ popoli della Nigrizia.~ ~ 12. Le pecore
16441   3OrFr  II2- 240                   |      sanctum inchoatur, nihilque ¶ perficitur, precibus
16442   2Apio  II1- 254                   |         un monaco,  ./. Nilammonio. Rispose ¶ questi: “
16443   SILou    I-1090                   |        dei diocesani di Nîmes ed ¶ ella vi si associò
16444   I1912    7      ,   VI - 676(28)  |      et mortis atque ob nimios doloris et amoris ¶
16445   IlFon  III- 913                   |   a Dio spiacciano tali nimistà! Non temi che Dio ti ¶
16446   I1912   46,   VI -1005            |  Bellesini). La signora Nina Calcaterra di Domaso,
16447   CLAPe  II2- 500                   |     fu vescovo di Lodi; Ninguarda Feliciano51 fu vescovo
16448   Gpont  II1- 961                   |   Sofonia ripete che le Ninivi corrotte e corrompitrici
16449   1Apio  II1- 108(180)              |              Originale: Niodoro; cfr. Rohrbacher ¶ II,
16450   I1910    3,    2,   VI - 521      |  doleva di lasciare due nipotini in questo mondo triste,
16451   3Apio  II1- 819                   | di favorire alquanto il nipotismo. Per questo ¶ solo i
16452   SchMi  III- 769(60)               |              Originale: Nisibè; cfr. Rohrbacher iii, p.
16453   2Apio  II1- 144(27)               |  una turbagrande che nissuno potea noverare
16454   I1875 Corso,   15,   VI - 929     |  espone una dottrinanitida, si limita a dire per
16455   I1912     ,   VI - 960            |     precise le parole e nitidi i contenuti di memorie e
16456  II1913   IV- 813                   |      raglia, il cavallo nitrisce, la vacca mugghia, e
16457   2Apio  II1- 171(61)               |           Originale: di Noato e di Praneo; cfr.
16458   I1913   14,   VI - 770            |          su disegno del nob. ing. arch. Giovanni
16459   MeMus  III- 816                   | Laurocerasus, il Laurus nobilis, il Laurus regalis22, la
16460   3Apio  II1- 746                   | dell'eresia protestante nobilitarono il bello scrivere ¶ in
16461   FIPop  II2-  94                   |     l'Impero Celeste fu nobilitato. Vi guardaronoentro
nobiscum
16463   3Apio  II1- 809                   |     Bretagna Michele di Nobletz, uomo apostolico,
16464   I1889   11,   VI - 307            |      come il pero, od a nocciolo come l’albicocco, ovvero
16465   Gpont  II1-1054                   |   la guerra gli avrebbe nocciuto. Il Mazzini scriveva
16466   I1913   15,   VI - 776            |     il cardinale ‹Carlo Nocella› morente, ultimo che fu
16467   CanSu  II2- 289                   | il ¶ basilisco e non ti noceranno, calcherai con il piè
16468   2Apio  II1- 218                   |     Venite, io ¶ non vi nocerò punto”.~ ~ Agli ariani
16469   2Apio  II1- 302                   |       Figli miei, ¶ non nocete a questo santuario di
16470   IlFon  III- 921                   |     sarebbero freddezze nocevolissime
16471   I1888   15,    0,   VI - 226      | di bugia e di scusa 111 nociva
16472   2Apio  II1- 196                   |       martiri. Recavano nodosi bastoni, che chiamavano ¶ “
16473   3OrFr  II2- 172                   |       esca fuori con un nodoso bastone, ci prenda pel ¶
16474   IlMon  III- 991                   |  la ¶ figura di pietosa Noemi che viene su spigolando
16475   2Apio  II1- 171                   |  rinnovava le eresie di Noeto e di ¶ Prassea61, con
16476   2Apio  II1- 312(259)              |              Originale: Nogon; cfr. Rohrbacher ¶ V, p.
16477   1PaAn    I- 316                   |      ardore ovvero di ¶ noiosa tiepidezza. Troppo
16478   3PaAn    I- 685                   | piglio ai ¶ sassi67.~ ~ Noiosissimi amici che siete ¶
16479   3Apio  II1- 876                   |       a Brianzone. Si ¶ noleggiarono cavalli e Pio vi in
16480   SILou    I-1092                   |            Giacometti>, noleggiato a ¶ grande stento da una
16481   Gpont  II1-1032(174)              |              Originale: Nolet; cfr. Rohrbacher XV, p.
16482 III1910   IV-1341                   |    che da semplicemente nominali possano in ¶ progresso
16483   I1913   16,   VI - 781(122)       | segue l’annotazione: « (nominarli
16484   I1875 Corso,    5,   VI - 853     |    di ¶ Anticristo e in nominarlo agghiacciamo d’orrore.
16485   2Apio  II1- 219                   |        Voi potevate non nominarmi allo impero, ma or che
16486   I1875 Corso,    6,   VI - 861     |     vorrebbe che non si nominasse tampoco fra ¶ i
16487 III1910   IV-1333                   |   il superiore chiaminominatamente per invitarlo ad esporre
16488   2Apio  II1- 128                   |     a mensa con sé e lo nominava console ¶ dell'impero. I
16489   PCris  II2-  50(4)                |     d'un sacerdote, che nominavasi Pietro, il quale ¶ stava
16490   2Apio  II1- 246                   |               Presto ti nomineremo vescovo”. Valerio166,
16491  II1902   IV- 352                   |    ovvero a tre a tre e nominino a maggioranza di voti
16492   Asant  III- 254                   |    ad laudem et gloriam nominis sui, ad ¶ utilitatem
16493   2Apio  II1- 186                   |   due miei discepoli” e nominolli. ./. In fine disse: “
16494   3Apio  II1- 782                   | e conquistollo. Carlo v nominollo governatore ed egli il
16495   I1889    7,   VI - 293            |   soffrano. Son come il non-mi-toccare. Sono come il candore
16496   2Apio  II1- 223                   |     sul monte Nitria il nonagenario Or, santo solitario, che
16497   I1888   10      ,   VI - 215      |  sembri che facciano il noncurante od il pretenzioso, non
16498   ASGot  II2-  34(8)                |               collectis nonnullis Episcopis in Vigilia
16499   4Croc  II2- 452                   |  pel caldo eccessivo, e nonpertanto il meno dei pellegrini
16500   ASGot  II2-  42(17)               |   molto Rev[erendo] Sig[nor] Pietroantonio Homodeo
16501   Gpont  II1-1051                   |   greca, di stregoneria nordica, e associatosi a Saffi e
16502   3Apio  II1- 821(478)              |              Originale: Norfolti; cfr. Rohrbacher ¶ XIV,
16503  I1889b   43,   VI - 354(79)        | direttrice delle scuole normali di Como, fu tra le prime
16504   2Apio  II1- 452                   |   fonte battesimale. Il normannoRoberto in uscir dalle
16505   2Apio  II1- 324(281)              |              Originale: Norsete; cfr. Rohrbacher V, p.
16506   2Apio  II1- 469                   |         Santa Matilde a Northause aveva ¶ edificato un
16507   2Apio  II1- 380                   | il lume di vera vita, i nortumbri da lunga pezza si
16508   2Apio  II1- 380                   |    fede illanguidiva in Nortumbria di <Gran> Bretagna, e
16509   2Apio  II1- 460                   |  una turba di barbarinorvegi, danesi, irlandesi,
16510   3OrFr  II2- 238                   |   sciamus da Patrem,~ ~ noscamus atque Filium,~ ~ teque
16511   CLAPe  II2- 576                   |        collocatam, nemo noscentium est qui ambigat, tum ¶
16512  II1913   IV- 860                   |      Tipografia Antonio Noseda, 1964; pp. 408
16513  II1913   IV- 788                   |           di Dio. Siate nostalgiche non ¶  ./. per amor di
16514   FIPop  II2-  88                   |          di 2000 miglia nostrali. ¶ L'imperatore Cin la
16515   Asant  III- 252                   |           peccatorum ~ ~nostrorum tribuat nobis omnipotens
16516   PAS86  III-1062(38)               |  è astenuto da un lucro notabile o ha sopportato un
16517 III1899   IV-1071                   |  difetti od impedimenti notabili.~ ~e) In genere di
16518   I1913   17,   VI - 789            |    ospita ivi non poche notabilità, che continua‹no› le
16519   PAS86  III-1061                   |   specie del peccato ma notabilmente l'aggravano... abbiate
16520  II1913   IV- 856                   |      fatte o ascoltate, notando di preferenza ciò che
16521   3OrFr  II2- 220                   |           al bisogno, e notantemente Benedetto xiv
16522   2Apio  II1- 413                   | questi avvenimenti è da notar ¶ cosa di alta
16523   1PgDo  II2- 356                   |    Eugenius Gaviraghi / Notarius Actuarius (Archivio
16524   3Apio  II1- 708                   | vi, ottenne il grado di notaro della ¶ Camera
16525   1Friv  III- 854                   | indizii di terremoto si notarono ¶ quasi
16526 III1915   IV-1377                   |    e nel caso sarebbe a notarsi: chi scrive non ¶ ha
16527   I1910    3,    4,   VI - 529      | tempo; era poi da tutti notata tale un’unzione di
16528   I1875            ,   VI - 821     |         ed ¶ è priva di notazioni critiche, nell’evidente
16529   3Apio  II1- 695                   |  Alemagnafiorì santa Notburga257, in Polonia santa
16530   3Apio  II1- 695(257)              |          Originale: san Notburgo; cfr. Rohrbacher ¶ X, p.
16531   2Apio  II1- 450                   |     arti liberali, come Notchero e ¶ Tutilone. Quest'
16532   I1893    4,    IV-  93            |     come a suo luogo si noterà.~ ~La ¶ vestienda con
16533 III1915   IV-1360                   |     un registro dove si noterannole ¶ condizioni  ./. 
16534  I1889b   41,   VI - 353            |     celesti rapimenti è notevole che fra le altre ‹cose›
16535   I1913   14,   VI - 771            |    in concorso, e della notevolissima produzioneraggiunta
16536   I1913   11,   VI - 741            |   si era aperto ¶ senza notificarlo alla superiorità,
16537   I1910    0,    3,   VI - 592      |    pretesto di non aver notificata in tempo utile l’
16538 III1915   IV-1402                   |         siano chieste e notificate alla ¶  ./. direzione;
16539 III1915   IV-1363                   |   abusi e ¶ quindi, ove notino qualche disordine o
16540 III1915   IV-1383(26)               |       si ¶ riferisce al notissimo opuscolo anonimo De
16541   3Apio  II1- 869                   |   regola. Un professore notollo così: "Corso di nazione
16542   SILou    I-1044                   | cui l'A. si avvalse ¶ è Notre-Dame de ¶ Lourdes (1869) di
16543   MSMed  III-  98                   |     Nancy, Beauregard e Notredame du Gard, dove rimase dal
16544   I1910   11      ,   VI - 558      |     Mazzoletta, per una nottata in carnevale si
16545   3Apio  II1- 586                   |              Pazzi quei nottiglioni che in ¶ pien meriggio
16546   3Apio  II1- 837                   |   Gerdil disse che era "notus orbi et vix urbi". Lo
16547   SILou    I-1147                   |  Caledonia, scriveva da Nouméa ai Padri missionarii di ¶
16548   ASGot  II2-  42(17)               |  vescovo et confessore. Novamente mandata in luce dal
16549   I1888           ,   VI - 194      |         riferimento una novantina di ¶ domestiche, cui si
16550   Gpont  II1-1055                   |   francesi imposero nel Novantuno, quando si accingevano  ./. 
16551   MeMus  III- 796                   |     romanzo storico del novarese GiovanniBattista
16552   3Apio  II1- 779                   | ricevuto gli errori dei novatori. Laynez vi si reca nel
16553   2Apio  II1- 169                   |   errori di Novato e di Novaziano, che dicevano fra l'
16554   SAFam  III-   6                   |  da contener facilmente novecentomila pellegrini, ed il
16555   I1887     ,   VI - 191            |      a Dio 143 . Die 25 nov‹embris› Tar‹abini› 144 vidit in
16556   I1912   11      ,   VI - 686(39)  |    faciendo occasionenovendialium festorum Domini et
16557   I1910   20      ,   VI - 583      |  depone di un fanciullo novenneguarito
16558   2Apio  II1- 489                   |  è meritevole ¶ d'esser noverato fra i Padri della Chiesa
16559   AMFel  III- 208                   |   ma intanto quanti non noveri tra ~ ~  ./. gli stessi ¶
16560   9Ferv  II2- 314                   |     rimanemmo attoniti. Noveriamo nondimeno le istituzioni
16561   2Apio  II1- 259                   |    sant'Alessandro, che noverò nel ¶ dittico180 dei
16562   I1912   19      ,   VI - 698(59)  |      ii omnes ¶ qui eam noverunt, eamque deprecantur
16563 III1905   IV-1108                   |  solet in approbandisnovis institutis votorum
16564 III1899   IV-1009                   |    è scritto: «Memorare novissima tua et in aeternum non
16565   I1912   12      ,   VI - 689(43)  |  Comi perseveranter pro novo instituto non
16566   I1913   12,   VI - 752(64)        | in Policarpo Petrocchi, Nòvo Dizionario universale
16567   CLAPe  II2- 582                   | Como. Il Martirologionovocomense n'ha un sunto bellissimo
16568   I1887     ,   VI - 140(4)         |              Originale: novolette
16569   3OrFr  II2- 238                   |            vitemus omne noxium.~ ~ Per te sciamus da
16570   2Apio  II1- 437                   |  san Paolo: “Melius est nubere quam uri458, permisero
16571   2Apio  II1- 361                   |   ed in Armenia e nella Nubia. Presero le isole di ¶
16572   I1891   24,   VI - 378            |        ai capelli della nuca con qualche motto ¶
16573   3Apio  II1- 670                   |  sulle braccia di Roma, nudrice delle nazioni cristiane,
16574   3OrFr  II2- 162                   | piacere, godendo più di nudrirsi di lagrime che di ¶ ogni
16575   1Apio  II1-  73                   |  Signore ha parlato: Ho nudriti ed esaltati de' ¶ figli
16576   1PaMa    I-  46                   | anima. Un fanciullo ben nudrito e ben educato spesse
16577 III1899   IV-1009(21)               |   de los Misterios de ¶ nuestra santa Fe (1605), opera
16578   I1883    6,   VI -  19            |    suo ordine, ¶ che 59 nullameno non uscirebbe di
16579   SAFam  III-  81                   |   felice un popolo. Ciò nullostante, non nego ¶ ancor questo
16580   I1912    1      ,   VI - 644(3)   |      censurae obnoxius. Num fuerit insuper absolutus
16581   TMort    I-1284                   |      reca l'indicazione Num. ¶ 5 riferita all'ordine
16582   1PaAn    I- 251                   | i sudori di ¶ fatiche e numerando le pene di tribolazioni
16583   3PaMa    I- 157                   |   usuraio, che era  a numerar le monete al banco, che
16584   2PaMa    I- 113                   |         impossibile <a> numerarsi da mente umana
16585   I1907     ,   VI - 441            |   originali riportanonumerazioni allografe nelle quali
16586   TMort    I-1327                   |        contiamo le ore, numeriamo i ¶ momenti perché cessi
16587   I1893    6,    IV- 106            |         propria.~ ~Si ¶ numerizzano le lingerie ed all'uopo
16588   Gpont  II1-1038                   |   il suo borsellino, vi numerò entro 25 soldi e ¶
16589   Gpont  II1-1097                   |       di una ¶ famiglia numerosissima di tremila poveri, ai
16590   Vmeco  III- 271                   |       contiene granelli numerosissimi. Ebbene ogni granello o
16591   3OrFr  II2- 240                   |    precibus auge tuorum numerum ¶ in charitate Christi,
16592   2Apio  II1- 179                   | e ampliato il culto dei numi”.~ ~ <10.> Or che cosa
16593   CLAPe  II2- 500                   |   a Roma, celebri nella numismatica; ¶ Daniele da Dongo,
Numquid
16595   3Apio  II1- 798(439)              |              Originale: Nunega; cfr. Rohrbacher XIII,
16596   2Apio  II1- 425                   |  martire ¶ due vergini, Nunilo ed Alodia. San Perfetto
16597   1PaAn    I- 383                   |  scritto che charitasnunquam excidit126, così è fisso
16598   I1883   21,   VI -  52(201)       |    raptuum imo rabierum nuntiorum Antichristi ¶ venit per
16599   1Apio  II1-  17                   | fa servire la ¶ colomba nunzia di pace dopo il diluvio.
16600   1PgDo  II2- 375                   |         di vescovi e di nunziipiissimi e valorosi.
16601   Svegl  III- 727                   |    di farfalle, che non nuocciono ad un bene che già è
16602   Gpont  II1-1007                   | uno è pel cielo non gli nuoceranno centomila peccati
16603   2Apio  II1- 346                   |    persiani è potente a nuocerci”. Pel primo diè colla ¶
16604   I1883    6,   VI -  20            |    io forse ­venuta per nuocervi o non per farvi del bene
16605   I1913   26,   VI - 808            |  le ingerenze esteriori nuociono come in un alveare la
16606   Vmeco  III- 436                   |       stola, e l'altare nuotante in un mar di luce
16607  I1891b    4      ,   VI - 435      |    di cose buone. E dei nuotanti? « Non sta bene,
16608   SAFam  III-  84                   |    sicché in ¶ mezzo vi nuotassero come in vasto mare. Non
16609   Mfior    I- 970                   |       in ogni passo. Tu nuoti nello splendor del sole
16610  II1899   IV- 279                   | al volo e il pesce ¶ al nuoto.~ ~In ¶ questo argomento
16611   SAFam  III-   9                   |         La quale perciò nuotò ¶ in alto mare di sangue
16612 III1915   IV-1385                   |     mani il Regolamento nuovissimo30, affinché possediate ¶
16613   IlMon  III-1000                   |  di amore li vien ¶ poi nutricando nei Sacramenti
16614   Gpont  II1- 952                   |       e poi che corre a nutricarsi presso al seno della ¶
16615   SAFam  III-  47                   |     pieni di fede per ¶ nutrirci con istraordinaria
16616   CLAPe  II2- 556                   |  Ispagna, in ¶ America, nutrisce ed istruisce più o meno
16617   I1875 Corso,   13,   VI - 916     |  che sono di me e tuoi; nutriscili per me, che io te ne ¶
16618   AnPar  III- 505                   |  se tu a guisa di Giuda nutrissi in cuore la malignità di
16619   3Apio  II1- 781                   |  Ve' che crudo cuore tu nutristi ¶ in petto!"~ ~ Gli
16620  II1911   IV- 432                   |   io che ve lo invio... nutritelo, che io ¶ ben saprò
16621   I1889    2,   VI - 274            |   che valgono sì poco a nutrizion d’animali o per concime,
16622   I1889    3,   VI - 277            |   i principii di quella nutrizione. Però 65 nello stesso
16623   1Apio  II1-  39                   |     zanzare e tafani in nuvole che coprivano55 tutto ¶
16624   I1887     ,   VI - 140            |     acque sollevano due nuvolette 4 . Or l’una s’aderge su
16625   2PaAn    I- 550                   |    circondati sempre da nuvoli di mosche e ¶ di insetti
16626   AMFel  III- 202                   |    ti rivesìdegli abiti nuziali con aggiungere: "Beati
16627  I1889b   49,   VI - 359            |  in ¶ tutte havvi anime obbed‹dienti› alla gran vocazione
16628   Svegl  III- 625                   |  di molta consolazione. Obbedientissimo sempre ai cenni ¶ del
16629   Gpont  II1- 956                   | suo Vicario. Or chi non obbedirà a Gesù agonizzante16630   Apadr  III- 141                   | sono i tuoi dipendenti, obbedirannoperfettamente a te.
16631   1PaAn    I- 206                   |       al Signore, a chi obbediremmo noi? Perciò il da farsi
16632  II1911   IV- 676                   | o sussurro qualsiasi.~ ~Obbedirete con piacere in tutto ciò
16633   I1912    5,    2,   VI - 669      |         eppure dobbiamo obbedirli
16634   Vmeco  III- 348                   |          quei laggiù ad obbedirmi". Intanto incominciò: "
16635   Vmeco  III- 311                   | novello gridava: "Non ¶ obbedirò alla voce della Chiesa".
16636   I1888    1      ,   VI - 197      |       casa ed è come se obbedissi a Dio stesso... Io
16637   IlFon  III- 902                   | caso il merito suo? ¶ L'obbidiente canta sempre l'inno del
16638   Vmeco  III- 430                   |        che, mandato per obbidienza a questo luogo od a
16639   Vmeco  III- 338                   | capo per dire che aveva obbidito insino all'ultimo. ¶ Di
16640   SILou    I-1113                   |         per ingegno che obbiettando dienoluogo a
16641   2Apio  II1- 488                   |     confutava le loro ¶ obbiezioni con cui pretendevano che
16642   SchMi  III- 747                   | la donna di provincia è obbigata al tributo?" 17~ ~ Il ¶
16643   PAS86  III-1061                   | forza a non ricadere, e obbligandoli ¶ poi a ritornare tosto
16644 III1907   IV-1201                   |    dei Servi di Carità, obbligandomiad osservarle col ¶
16645   AnPar  III- 560                   |  fino a quando ¶ vorrai obbligar Dio a compiere per te
16646   2Apio  II1- 260                   | al fuoco. Il re volle ¶ obbligarlo a rifabbricare il tempio
16647  II1899   IV- 240                   |  Provvidenza, ¶ intendo obbligarmi ai voti religiosi
16648   3Apio  II1- 847                   |    volevano ¶ che il re obbligasse i signori ad affrancare
16649   I1883   31,   VI -  86            | di non esserla... Se mi obbligassero ‹a› dire al­trimenti il
16650   1Cagr  II2- 392                   |   il suo principio. Voi obbligaste a vivere nuovamente nel
16651 III1905   IV-1183                   |   Il ¶ noviziato è pure obbligatorio per i religiosi laici, i
16652   Mfior    I- 978                   |   degli ebrei si faceva obbligazione alla ¶ donna divenuta
16653   3OrFr  II2- 180                   |     e certamente voi mi obbligherete di molto, ¶ perocché
16654   I1894    0,    IV- 148            |   progresso di tempo si obblighino ad ¶ emettere i voti di
16655   3OrFr  II2- 213                   |         da lui posti in obblivione. Nel  della morte sarà
16656   3Apio  II1- 744                   | senno dopo essere stato obbrobriosamente sconfitto in più ¶
16657   ITSac    I- 879                   |   dal peso di delitti obbrobriosi! Gli iniqui sono
16658   I1912   21,   VI - 984            | sum vermis et non homo, obbrobrium hominum et abiectio
16659   I1875  Rifl,    1,   VI - 942(234)|              Originale: obdurate; cfr. Sal 95(94), 8
16660   1Apio  II1-  62                   | certo Abinadab e poi di Obededom, nella ¶ famiglia del
16661   I1891   35,   VI - 381(30)        |   sommettersi ¶ alla S. Obedienza, come quella che in
16662   I1891   15,   VI - 375            |  Reginae pecuniae omnia obediunt » 19 , e così otteneva
16663   1Apio  II1-  96                   |          i palazzi, gli obelischi, le ¶ colonne,i templi,
16664   SILou    I-1104                   |  accavallano  dove un obice si infrappone a
16665  II1913   IV- 770                   |         A chi ¶ poi gli obiettava, rispondeva: «Il mondo
16666   I1910    3,    1,   VI - 520      |    pochi autorevoli che obiettavano, rispondeva: « Quello
16667  II1913   IV- 786                   |    e mi molesta». Voi ¶ obietterete: «Non è anche in questo
16668   CfrMo  II2- 274                   |       Francesca Morello obiit ¶ in odorem suavitatis"29.
16669 III1915   IV-1392                   |     don Carlo Lucchini, oblato.~ ~Dobbiamo pure essere
16670   2Apio  II1- 170                   |  loro con il nome degli oblatori dicendo: “Pregate per
16671   I1912    8      ,   VI - 679(30)  |   hunc ¶ finem libenter oblaturam, si posset » (f. 945v
16672   50Rmi  III-1096                   |       preghiera, con la oblazion di ¶ voi stessi a Dio.
16673   3OrFr  II2- 157                   |             al Signore, obliavano le ingiurie ricevute, e
16674   2Apio  II1- 239(162)              |              Originale: oblicato; cfr. Errata corrige
16675   1Friv  III- 852                   |   corpo del ¶ fidanzato obligandolo a starsene dov'era,
16676   I1888   21      ,   VI - 236      | colei la quale ­essendo obligata a convivere con persone
16677  I1891b    2,    5,   VI - 409      |       giovani tutt’ora, obligati da mane a sera ai
16678   I1912   10      ,   VI - 685(36)  |       id facerent atque obligationibus suis erga Deum
16679   PAS86  III-1045                   | del santo giubileo sono obligatori due giorni ¶ di stretto
16680   I1913    9,   VI - 733            |      sempre 33 . Le vie oblique e le timidità non le
16681   I1889   11,   VI - 306            |  spalliera, a cordoniobliqui od orizzontali, o si
16682   I1889   11,   VI - 307            |   semplice, ¶ a cordone obliquo, offrono varietà
16683   3OrFr  II2- 113                   |       da lui ¶ posti in oblivione. Nel  della morte sarà
16684   I1889   10,   VI - 301            |      lungo la superfice oblunga son gli aglietti 177 ,
16685   I1912    1      ,   VI - 644(3)   | ecclesiasticae censurae obnoxius. Num fuerit insuper
16686   3OrFr  II2- 237                   |      cum effectu semper obsequiis se alligatum (vel
16687   I1912   10      ,   VI - 685(38)  |        in Regula veroobservanda, nisi obedientia aliud
16688   I1912   12      ,   VI - 689(43)  |  pro novo instituto non obstantibus ¶ gravissimis
16689   I1887     ,   VI - 158            |   diceva: « La più dura ob­be­d‹ienza› fu andar a Dongo, ma
16690   I1912    8      ,   VI - 679      |       lieve mancanza od ocaggine delle consorelle, della
16691   IlMon  III- 986                   |   legate al ¶ carattere occasionale tipico della strenna:
16692   1Apio  II1-  97(147)              |              Originale: Occello; cfr. Rohrbacher ¶ II,
16693   2Apio  II1- 418                   |    a Gaeta. Data poi un'occhata a Montecassino, ¶
16694   3PaAn    I- 707                   |       e fissa con due ¶ occhiacci usi allo scherno, e
16695   I1912    4      ,   VI - 662      |     ce ne ¶ vorrebbe di occhiali fini... ». E tutti
16696   2PaMa    I-  63                   |  santissima e volge gli occhiolini per ricevere le
16697   3Apio  II1- 619                   |    quasi pavone ¶ dalle occhiute penne vantava dalla sua
16698 III1899   IV-1030                   |      il detto: «Sol non occidat super iracundiam vestram
16699  II1911   IV- 468                   |      notare che littera occidit, che Spiritus16700   I1875 Corso,    1,   VI - 826     |   Signore, che in quest’occorenza ha fatto venire per voi
16701   Vmeco  III- 308                   |         benefici che vi occorrano da Dio e noi ve li
16702   PAS86  III-1043                   | sé procacciasse le cose occorrenti alla vita, così in
16703 III1897 III1897,    IV- 892         |        faccende interne occorressero delle opere, è
16704   I1889   IV-  20                   |         lo strettamente occorribile, cioè ¶ due mute di
16705   I1887     ,   VI - 153(52)        |         gli avvenimenti occorsi da settembre ¶ a
16706 III1915   IV-1423                   |  rassegnazione nei mali occorsici.~ ~Ma la guerra divampa
16707   1Apio  II1-  82                   |       figlio di Azaria "occorso ¶ di Dio") e mi offro <
16708   3Apio  II1- 526(5)                |      prigioni aprirono, occultamente da Enrico, le carceri.
16709   3Apio  II1- 860                   |           I carneficioccultando il feroce intendimento
16710  II1902   IV- 350                   |   avesse maliziosamente occultato alla superiora un'
16711   I1913    6,   VI - 716            | spesso di sconcezze, ma occultavano il tutto al giovinetto
16712  II1911   IV- 606                   | ragione di piangere? Ab occultis meis munda76... Le ¶
16713   I1912   39,   VI - 999            |    molte cose. Io me ne occupai quando eran ¶ pochi che
16714   I1910    1,   10,   VI - 629      |      con vario successo occupandovi un drappello di orfani ¶
16715   I1883   21,   VI -  51            |     per lei un mistero. Occupansi ¶ tutti i sensi in
16716   I1883   27,   VI -  72            | Questo è da evitare con occuparle in uffici di casa. Fin
16717   IlFon  III- 878                   |  Datemi un lavoro per ¶ occuparmi, un pane per vivere, e
16718   3PaMa    I- 161                   |    Santo scendesse ad ¶ occuparne affatto il cuor loro.~ ~
16719   AMFel  III- 222                   |   da alto il comando di occuparti ¶ in fatica in quella
16720   9Ferv  II2- 339                   |    è meglio, ¶ amereste occuparvi in soccorso dei poveri
16721   I1883    4,   VI -  14            |   Dio solo ed io... Non occupavami che di ¶ quanto mi
16722   2Apio  II1- 212(121)              |        gli [a Giuliano] occupavan tutta la mente:
16723   3Apio  II1- 740                   |    scompartimenti dove, occupavandosi ¶ quasi in un genere di
16724   I1912   39,   VI - 999            |   anni di ¶ teologia mi occupavo già dell’Apostolato
16725   3Apio  II1- 886                   |   Rispose Napoleone: "L'occupazion di Ancona è una
16726   I1894   IV- 167                   |   le direttrici, che si occuperanno dei cangiamenti da
16727   Vmeco  III- 338                   |         volentieri ci ¶ occupiamo ~ ~  ./. per provvederlo
16728   I1883   33,   VI -  92            |  esercitano... Non mi ¶ occupo di loro. Dio mi liberi
16729   Mfior    I- 995                   |  da real casato, eppure occupossi in ¶ luogo ed in ufficio
16730  I1891b    2,    7,   VI - 413      |          sancti Dei... ~Occurrite angeli Domini »~ Su,
16731   1Apio  II1-  97                   |         Timeo di Locri, Ocello147 di Lucania, Filolao,
16732   IlFon  III- 862                   |     Mediolani die ¶ 10. Oct. 1885 / Admittitur / Pro
16733   SILou    I-1111                   |    narrate da testimoni oculari ¶ due guarigioni
16734   9Ferv  II2- 349                   |  ideo contenebrati sunt oculi ¶ nostri"84. Pervenuti
16735   3OrFr  II2- 235                   |     quaesumus, pietatis oculo praesentem humilem et ¶
16736   MFerv    I-1155                   |    vie di perdizione mi odano e si affrettino poi a ¶
16737   3Apio  II1- 717                   |       virtù. Il ¶ beato Oddino Barotti di Fossano,
16738   3Apio  II1- 561(42)               |           Originale: 9. Oderis abate di ¶ Montecassino
16739   3OrFr  II2- 157                   |         che Francesco87 odì nella chiesuola ¶ di san
16740   SAFam  III-  25                   |     e così ¶ seguirò ad odiarli". Or se fossi anch'io
16741   SNA89  III-1164                   |  vuole a disprezzarlo e odiarlo mortalmente.~ ~ 15. Il
16742   1PaMa    I-  49                   |     scrive: "Quelli che odiarono me amano di morire; ¶
16743   PAS86  III-1059                   |    per la virtù, io non odiavo alcuno, avrei dato la
16744   1PaAn    I- 385                   |    gli ipocriti son pur odibili! ¶ Gesù non poteva
16745   SAFam  III-  25                   |   dissoluzione, così le odierò anche sempre". Italia!
16746   Mfior    I- 975                   |    istruisce ancora te. Odilo da Isaia: "Io sono il
16747   3Apio  II1- 938                   |   Orleans, si affidò ad Odilon Barrot704 che come il
16748   2Apio  II1- 474                   | che di repente morisse. Odincaropredicò pure nella
16749   3Apio  II1- 703(283)              |     nel paragrafo anche Odino; cfr. Rohrbacher X, p.
16750 III1915   IV-1423                   |    ribelle al Signore e odiosa per mille miserie e
16751   Svegl  III- 715                   |    pericolose, sonomi ¶ odiosissime". La figlia accenna di
16752   3PaAn    I- 734                   |            un confronto odiosissimo. Dicono in lor cuore: "È
16753   3Apio  II1- 931                   |          nei gesuiti. L'odiosità di questo nome è già una
16754 III1899   IV-1030                   |  che qui parcit virgae, odit filium ¶ suum42. Un
16755   2Apio  II1- 480                   |  cristiani fratelli.~ ~ Odoramno, monaco e storico ¶
16756   1PaAn    I- 258                   |    ne ¶ avesse gusto in odorare. Continuò per un pezzo,
16757   4Croc  II2- 444                   |         Ell'è ¶ altresì odorosa e rallegra la vista del
16758 III1915   IV-1407(51)               |      il santuario Mount of the Holy Sepulchre,
16759   AnPar  III- 561                   |     che no, ¶ no, non l'offenderai in avvenire.~ ~ 2.
16760 III1899   IV-1030                   |    peccati. ./. Dovremo offenderci noi per quegli atti nei
16761   3OrFr  II2- 244                   |         Deus, qui culpa offenderis, poenitentia placaris,
16762   I1883   25,   VI -  66            |  campo gente armata per offendermi e ne provai il più gran
16763   2Apio  II1- 237                   |    figliuol mio!” Parve offendersene l'augustogenitore, ma
16764   I1888   32,    8,   VI - 261      |     che un peccator 228 offendesse al Signore, voi la
16765   Asant  III- 247                   |    terra prima che vi ¶ offendessi? Perché un fulmine del
16766   IlFon  III- 947                   | 4. ¶ E per quante volte offendesti Iddio pietoso, per tante
16767   I1883   25,   VI -  66            |            quanto tu mi offendevi maggiormente, io me ne
16768   1Friv  III- 851                   |  dell'ira di Dio. Non ¶ offendiamo più innanzi Gesù Cristo;
16769   2PaAn    I- 543                   |   mio buon padre non lo offendo al certo gravemente. Gli
16770   P14Ab  II2- 598                   |      atque ab universis offensis tueatur. Per Christum ¶
16771   3Apio  II1- 812                   |       di un'esistenzaoffensiva, di costringere  ./. i
16772   MFerv    I-1239                   | ripetere certe ¶ parole offensive che erano comuni sulla
16773 1/2BPEL  III-1186                   |   alla destra del Padre offerendogli di continuo ¶ per la
16774   Apadr  III- 150                   | sangue ¶ proprio e così offerendola allo Altissimo grida: "
16775   I1913   13,   VI - 763            | mente ed il cuore degli offerenti ad un monumento di ¶
16776   I1910   15      ,   VI - 569(27)  |      an nomina ¶ quoque offerentum fecerit; an in talibus
16777   2PaMa    I- 117                   |  della settimana.~ ~ 3. Offeriamole poi in dono uno dei
16778   Gpont  II1-1100                   |    il ¶ pontefice sommo offerirà per i bisogni di tutto
16779   2PaAn    I- 536                   |      dopo poi, venendo, offerirai il tuo ¶ dono"119.~ ~
16780   MFerv    I-1179                   |           che sempre ti offeriresti per servirlo? Ebbene fa
16781   50Rmi  III-1129                   |    l'anima mia pronto a offerirvela ad ogni momento. Mi ¶
16782   4Croc  II2- 468                   |  da tutte le tue colpe; offerisci a Dio i tuoi doni e poi
16783   I1875 Corso,   12,   VI - 906     |    tempo a lei con voto offerisco il cuore ed il corpo mio
16784   SNA89  III-1154                   |  le piccole che vi ¶ si offeriscono a tutte l'ore, ma fatele
16785   1Apio  II1- 108                   |      perché gli ¶ ebrei offerissero ivi gli incensi.~ ~ Il
16786  II1911   IV- 678                   |    Se avete delle pene, offeritele al Signore e attendete
16787   50Rmi  III-1123                   |      dei vostri uomini. Offeritevi per essi ¶ vittima al
16788   I1887     ,   VI - 138            |     anima, e per sempre offerivala di cuore a Dio come
16789   CLAPe  II2- 509                   |  destra il giovinettoofferivalo di cuore a Dio! E ~ ~  ./. 
16790   MFerv    I-1153                   | e delle saette che si ¶ offerivan a Dio per vendicar l'
16791   I1913   20,   VI - 801(162)       | dicembre 1903, p. 92, e Offerta-ricordo, ivi, dicembre 1904, p.
16792   2Apio  II1- 402                   |    figlio Ludovico, che offertolo al popolo ed ai vescovi
16793   3OrFr  II2- 119                   |       se mantengo amici officiali ¶ con quello che mi vien
16794   3OrFr  II2- 199                   |      sacre Stimmate con officiatura propria. Una
16795   3Apio  II1- 694                   |     il beato Corrado di Offida, ¶ il beato Francesco
16796   I1912    5,    1,   VI - 664      | della Regola ¶ e quando offrendosene il destro poteva farne
16797 III1915   IV-1423                   | che moriva pregando e ¶ offrendosi vittima per la salute
16798   I1875 Corso,   16,   VI - 933     |     come un cuor solo e offriamoci tutti col Cuore di Gesù
16799   Mfior    I- 932                   |   la salvezza mia". Poi offrile un ¶ dono più speciale
16800   SAFam  III-  73                   | compatta associazione e offrir ciascuno l'obolo della
16801  I1889b    1,   VI - 313            | se cuori benevoli ce li offrirannogenerosi. Noi del
16802  I1891b    4      ,   VI - 432(89)  |  o di Como e qui sembra offrirgli una buona sistemazione
16803   I1894    1,    IV- 158            |       di spirito e coll'offrirmi quotidianamente al ¶
16804   SAFam  III-  10                   | molti trovò persino chi offrisse 25 mila lire per aversi
16805   PAS86  III-1044                   |            delle feste, offritegli onesti divertimenti, che
16806   2Apio  II1- 197                   |   visita di tre angeli, offrivansi sacrifici impuri. ¶
16807   50Rmi  III-1096                   |   in fronte, nessun osi offuscarla, non la compagna, non ¶
16808   I1912   14      ,   VI - 692      |        anche remoto che offuscasse il suo candore, e le sue
16809   Apadr  III- 172                   | cuor mio! La nebbia che offuscava la mia mente si ¶ è
16810     App   VI - 814                  |        tali da renderli oggettivamente difformi rispetto agli
16811   I1913   13,   VI - 758(75)        |   incendio nel giorno d’Ognisanti, ne La Divina Providenza
16812   2Apio  II1- 426                   |   l'esempio dei loro re Olavo443 e Orico crederono
16813   9Ferv  II2- 325(37)               | di san Lazzaro, di sant'Olderico, di san Martiniano, non ¶
16814   CLAPe  II2- 503                   |        v; Peri Adamo ed Oldrado da Montagna64 furono
16815   I1910   19      ,   VI - 580      |     larghissima copiaoleografica di immagini della Serva
16816   I1913   13,   VI - 762            |    Faro 84 , in 25 mila oleografie del  ./. Volta e in
16817   2Apio  II1- 476                   |         la granduchessa Olga. Nel 988 Vladimiro, il
16818   2Apio  II1- 476                   | di perfezione. Al conte Olibano, reo di non pochi
16819   2Apio  II1- 359                   |       Intanto impone ad Olimpio: “Affrettati a Roma e ¶
16820   Vmeco  III- 272                   |      rosso ¶ e di color olivastro. Tutti recano
16821   3Apio  II1- 692                   |      regola da Giovan d'Olive in Linguadoca ¶ e da fra
16822   1Cagr  II2- 410                   | coppa di legno, e dieci olle di ¶ terra cotta colla
16823   2Apio  II1- 515                   |  Giovanni, ¶ vescovo di Olmutz di cui pretendeva le
16824   CLAPe  II2- 493                   |    archipresbiterale di Ologno abbracciava già le ¶
16825   IlMon  III- 994                   |        il Signore e che oltraggia la religione, non ¶ è
16826   AnPar  III- 570                   |      già la sventura di oltraggiare.~ ~ 18. Molto più se il
16827   SAFam  III-  71                   |  ai genitori vostri per oltraggiarli sino a farli morire e
16828   Apadr  III- 170                   | crapula, ai ¶ balli per oltraggiarvi colle immodestie, son
16829   I1883   28,   VI -  74            |   gente 287 eretica non oltraggiasse il mistero eucaristico,
16830   I1883   15,   VI -  42            |  meritevole che tutti l’oltraggiassero
16831   AMFel  III- 206                   |     più indiscretamente oltraggiati. Questa di perdonare è ¶
16832   2Apio  II1- 420                   | Magonzascomunica gli oltraggiatori della reale maestà e gli
16833   Vmeco  III- 276                   |          nemici di Dio, oltraggiosi, superbi, inventori di ¶
16834   1PaAn    I- 225                   | coraggiosi le sfidano a oltranza. Esser biasimati dai
16835   3OrFr  II2- 163                   |   Avendo poi saputo che oltremonte ¶ fabbricavansi conventi
16836   2Apio  II1- 159                   | da Roma a devastare e ¶ oltrepassando i confini del Reno e del
16837   3Apio  II1- 700                   |      ma con verità. Non oltrepassate i confini che hanno ¶
16838   4Croc  II2- 452                   |  valicate già le Alpi e oltrepassato gli Stati del duca di
16839   2Apio  II1- 235                   |     La fama di Ambrogio oltrepassava i confini della Italia e
16840   SILou    I-1105                   |   di questi avvenimenti oltrepassavano i mari. Nell'Asia le
16841   ITSac    I- 894                   | un cristiano perfetto e oltrepasserai alla ¶ statura di uomo
16842 III1910   IV-1343                   |  da augurarsi ¶ che non oltrepassi gli anni tre di regola.~ ~
16843   50Rmi  III-1113                   | viverequaggiù ancora oltretomba, nello affetto dei
16844   1Cagr  II2- 397                   |        All'eruditissimo Oltroc<c>hi, scrittore della Storia ¶
16845   I1913    8,   VI - 729            |              Ricordo un omaccione quadrato di Prestone che
16846   3Apio  II1- 759(388)              |           XII, p. 422: «Omborgo
16847   I1889   10,   VI - 301            |    Forseché la luna e l’ombreggiamento non producono una
16848 III1897 III1897,    IV- 889         | suo oratorio e giardino ombreggiato da renderne ¶
16849   9Ferv  II2- 324                   | reliquia una ¶ preziosa ombrella sostenuta
16850   1Apio  II1-  12                   | colle foglie fornisceombrelli a tutta una borgata.
16851   9Ferv  II2- 320(28)               |       i, p. 336: “Valle Ombrosa
16852   2Apio  II1- 184                   |        Belle come valli ombrose, come paradiso sul fiume
16853   SILou    I-1064                   | di Lourdes, personaggio ombroso e amante delle ¶ cariche
16854   3Apio  II1- 786                   |  le due lettere alfa ed omega, ¶ principio e fine. Il
16855   SILou    I-1128                   |        sì allopatici sì omeopatici, che avevano curata per
16856   2Apio  II1- 314                   |    dai persiani e dagli omeriti?” Sappiamo ¶ poi che,
16857 III1899   IV-1034                   |  f) Stando a mensa, non omettanomai la lettura ¶
16858   3OrFr  II2- 235(242)              |     o col Veni Creator, omettendolo più sotto”; nota dell'
16859  II1899   IV- 229(18)               |   testo, senza tuttavia ometterne ¶ alcuno
16860   MSMed  III- 100                   |  questa ¶ grazia... Non ometterò di supplicare finché sia
16861 III1899   IV- 986                   |  cose a farsi e cose da omettersi.~ ~g) È specialmente
16862   I1875  Rifl,   13,   VI - 954     |    12. Eseguite ciò che ometteste fin qui
16863   1Apio  II1-  52                   |    Molti fra questi non omettevano di ¶ abbandonarsi alle
16864   1PaAn    I- 191                   |     su questa terra.~ ~ Ometto di descrivere come le ¶
16865   1Apio  II1-   3(1)                |   opuscoli di contenuto omiletico e ¶ agiografico,
16866   CLAPe  II2- 580                   |  fra i morbegnesi non ¶ omisero di pregare di cuore
16867   3OrFr  II2- 245                   |   impertiatur, reliquis omissis, ¶ sacerdos absolute
16868   3PaAn    I- 791                   |  tempo! Credete che mai ommetterebbero mezzo per impiegar ¶
16869   1PaAn    I- 236                   |   di molto terrore. Noi ommetteremo in oggi ¶ di sbalordire
16870   I1907    8,   VI - 457            |  santa Messa non vorrei ommetterla ». Per un’ultima volta
16871   I1912    2      ,   VI - 646      |  stagione incomoda, non ommetteva di assistere ogni giorno
omne
omnem
16874   Svegl  III- 672                   |  Ma finalmente egli è l'Omnipotente. Vede in alto, vede allo
16875   2Apio  II1- 127                   |     in unum Deum Patrem omnipotentem, creatorem ¶ coeli et
16876   1PgDo  II2- 372                   |  e il Signore eterno ed omnisciente che di tempo in tempo ¶
16877   I1887     ,   VI - 186(135)       | Originale: che le sono /omogenee/ di /egual
16878   Apadr  III- 130                   |         che non gli sia omogeneo, ecco che il tuo ¶
16879   2Apio  II1- 300(238)              |   loro persecutore sono omonimi
16880   I1894    3,    IV- 139(24)        |   è il personaggio dell'omonimo libro dell'Antico
16881   I1913   15,   VI - 774(104)       |       recitato dal Can. On. Tomaso Trussoni nei
16882   2Apio  II1- 410                   |     800 libbre d'oro da once 12, e 21 mila ¶ d'
16883   MeMus  III- 809                   |          la sobrietà, l'Oncidium e la Tillandsia che ¶
16884   MeMus  III- 814                   |    come un ¶ popolo che ondeggia sotto gli occhi suoi.~ ~
16885   3OrFr  II2- 187                   | Gesù Cristo. Che se voi ondeggiate tra la sua legge e
16886   1Friv  III- 852                   |    Canillas sono fra le ondulazioni di tremuoto. Ad Alhama
16887  II1902   IV- 350                   |   essa ¶ riuscirebbe di onere alla casa.~ ~7. Non mai
16888   3Apio  II1- 825                   |   di Molière per essere onest'uomo basta non essere
16889   Mfior    I- 962                   |     desiderate benché ¶ onestissime nella mensa e nel
16890   I1887     ,   VI - 146            |        malati, correg‹g›ono e infervorano al bene la
16891   I1913    7,   VI - 720            |     nei giorni di festa onomastica lasciavasi portare
16892   SILou    I-1139                   |      collo stimolo dell'onorà Io depongo la somma
16893   50Rmi  III-1100                   |     la vecchiaia, che è onorabile. E quello zio ¶ e quella
16894   IlFon  III- 879                   | superiore che ti guida. Onoralo il ¶ superior tuo. Egli
16895   3Apio  II1- 577                   |   ii nel mezzo di quell'onoranda adunanza appariva il più
16896   4Croc  II2- 446                   |  rassegnare i titoli di onoranza patria, perché quaggiù
16897   SAFam  III-  66                   |    cristiani e dobbiamo onorarci più di questo ¶ nome
16898   MFerv    I-1217                   |         professano di ¶ onorarmi, ma poi con il fatto né
16899   3Apio  II1- 699                   |   è di Cesare275. Il re onoratelo non con ¶ piaggieria,  ./. 
16900   I1888   18      ,   VI - 230      |  allo antico sistema di onoratezza e di ¶ probità, ne porga
16901   2Apio  II1- 445                   |  Compostella, santuario onoratissimo del corpo di san ¶
16902   3Apio  II1- 820                   |    Baglivi475, Malpighi onoravano non poco ¶ l'arte loro e
16903   TMort    I-1346                   |  proprio stato e che mi onoreranno con la pratica di un ¶
16904   1PaMa    I-  53                   |   è franco nella fede l'onorerebbe ¶ come Dio. San Dionigi
16905   2Apio  II1- 337(296)              |    ci rimane se ¶ non l'onorevol menzione n'è fatta nella
16906   3OrFr  II2- 200                   |   dubitarono a chiamare onorevolissimo come una porpora regia. ¶
16907   SAFam  III-  66                   |         che di tutte le onorificenze insieme del mondo
16908   IlFon  III- 960                   |     agi ovvero ai posti onorifici? Esamina accuratamente
16909   I1875 Corso,   12,   VI - 908     |      sede del suo trono onorifico possiede virtù anche più
16910   Gpont  II1-1066                   |  del materialismo.~ ~ L'ontologismo259 poi, che suppone
16911   SILou    I-1050                   |        alla grotta di ¶ Oostaker presso Gand, vi si
16912   1Apio  II1-  13                   |    il sole sia un corpo opaco circondato da luce ¶
16913   3OrFr  II2- 242                   |  sequentibus verbis Dei opem imploret: V/ ¶
16914   Gpont  II1-1099                   |    di ¶ santità, questi opeò il bene alla gioventù.
16915   I1887     ,   VI - 191            |     in quo tantum bonum operabuntur sorores tuae, per hoc
16916   AnPar  III- 461                   |   Opera dunque il bene, operalo ¶ con forza instancabile
16917   Svegl  III- 648                   |     assai ¶ più che non operammo noi stessi? È scritto
16918   SNA89  III-1153                   |  tre o quattro giornioperan tanto di eterna
16919   SNA89  III-1141                   |      critichi, mormori: operandosi bene tutto si ¶ ascolti,
16920   Gpont  II1-1054                   |          ed in altra di operanti... Predichino poi essi
16921   I1887     ,   VI - 177            |     Luzzani discorse di operarla ed ella rimase intrepida
16922   3Apio  II1- 919                   |           Molti prodigi operaronsi sulla sua tomba.~ ~
16923   I1889    4,   VI - 284            |   e quanto buono studio operasi in ¶ essa! Che fa ricco
16924   3Apio  II1- 635                   |  li ¶ accommiatò perché operassero il bene nel mondo.~ ~ Il
16925   3Apio  II1- 725                   |     mi ha ¶ detto <che> operassi". Allora gli iniqui,
16926   Mfior    I- 951                   | della salute per ¶ esso operatasi sul legno della croce.
16927   3OrFr  II2- 241                   | cuncta nostra oratio et operatio a te ¶ semper incipiat
16928   I1912    3,    1,   VI - 653      |   sotto gli stessi atti operativi. E volendo io ¶ condurla
16929   2Apio  II1- 171                   |    Gregorio eradetto operator di miracoli a guisa di
16930   3PaAn    I- 618                   | questi, udendo di quell'operatore di ¶ prodigi, manda un'
16931   1Apio  II1-  39                   |    di comando, la verga operatrice di miracoli. Il Signore
16932   3OrFr  II2- 239                   |         hoc, Deus, quod operatus es in nobis.~ ~ R/ A
16933   2Apio  II1- 171                   |       terzo. Molto bene operavasi e personaggi
16934   3OrFr  II2- 176                   |  e Domenico ¶ che molto opereranno per la gloria vostra".
16935   I1889    8,   VI - 295(147)       |      e qual guerra si ¶ opererebbe fra loro? » (Giulio
16936   2PaAn    I- 539                   |   dell'ira s'acquetino. Opereremo il bene ¶ quando
16937   CLAPe  II2- 552                   |     Operiamo il ¶ bene, operiamolo con forza ed in ogni ,
16938   3OrFr  II2- 236                   |    inspirasti, ac per ¶ operis tui Vicarios, summos
16939   3Apio  II1- 589                   |    e Pietro ¶ di Celle, operosissimo monaco che di continuo
16940   I1887     ,   VI - 191            |  Ombellina ­candidae et opertae velamine virginali.
16941   IlMon  III-1019                   |  in luce le trentottooperucce di cui si è esposto
16942   SAFam  III-  12                   |    del tutto errato chi opinò essere le società
16943   PAS86  III-1043                   | vobis (Matth., VII) 22; Oportet semper ¶ orare et non
16944   CLAPe  II2- 576                   |        per huius vallis oppida et ¶ villas praedicavit,
16945   Gpont  II1-1075                   |    morirono, e voi mi ¶ opponete che io li abbia soccorsi
16946   1Apio  II1-  89                   |         ed i filisteiopponevansi, ma il popolo lavorava a
16947   IlFon  III- 979                   | di virtù buona che vi s'opponga. ¶ Sant'Ignazio fino
16948   SILou    I-1113                   |    o, che è meglio, ché oppongano, ¶ e noi non ci leveremo
16949   3PaAn    I- 658                   |  bestia sanguinaria poi opponiamo tutte le nostre forze di
16950  I1889b   37,   VI - 350            |   10. E poi umiltà, per opporla alla superbia del
16951  I1889b   37,   VI - 350            | 11. E disinteresse, per opporlo all’egoismo. 12. E virtù
16952   Vmeco  III- 339                   |   attacchi manifesti129 opporremo la croce e il santo nome
16953   2PaAn    I- 450                   |            ardirebbe di opporsegli? Nessuno giunge alle
16954   I1912   14      ,   VI - 692(48)  |        in utendo mediis opportunis ad servandam castitatem
16955   Vmeco  III- 368                   |           con ¶ ragione opportunissima dobbiamo la nostra
16956   2Apio  II1- 442                   |    Dopo ciò attende con opportunissime regole per adunare
16957 III1899   IV-1095                   | o più bagni sarebbero ¶ opportunissimi.~ ~e) Di notte è pur
16958   I1912   25,   VI - 988            |     curie d’Italia sono opportuniste: un prete che resista al
16959 III1899   IV-1067                   |          q) Parli, data opportunitate, delleopere ¶ della casa
16960   SNA89  III-1157                   |           18. Se dovete opporvi ai sentimenti d'un altro
16961   2Apio  II1- 318                   |         e Bonifazio per opporvisi adunò un concilio. In
16962   2Apio  II1- 179                   |  sol combattimento dall'oppression del tiranno e ¶ di tutta
16963   MFerv    I-1200                   |     che io non voglio ¶ opprimervi con ordini severi".
16964   3Apio  II1- 610                   | Ma se intesi dire che ¶ opprimete i poveri, che
16965   Vmeco  III- 278                   |   alle armi. Faraone re opprimevali come un ¶ Satanasso, ma
16966   9Ferv  II2- 340                   | e ¶ diarrea incessante, opprimevalo un senso di grave peso
16967   VpeIl  II2-  15                   |       le cure soverchie opprimevanlo, diceva ¶ a se stesso: "
16968   3Apio  II1- 525                   |  superbia perseguita ed oppugna la Chiesa; gli interdico
16969   Svegl  III- 634                   |   leggi che apertamente oppugnano il santo Evangelo. In
16970   Vmeco  III- 303                   |         infuriava e per oppugnar l'opera apostolica
16971   SILou    I-1073                   |    su i materialisti ad oppugnare, ma noi pregheremo che ¶
16972   2Apio  II1- 162                   |       di ¶ Alessandria, oppugnava ivi le massime di un
16973   2Apio  II1- 383                   |  meravigliosa acutezza, oppugnò sino alla morte ¶ gli
16974   2Apio  II1- 120                   |    ed egli o se ne vale oppur lascia ozioso il talento
16975   1PaAn    I- 363                   |     merito non poco all'opre che si compiono.~ ~
16976   CLAPe  II2- 568                   | del ¶ Signore, il quale oprò molti miracoli per mezzo
16977   2Apio  II1- 321(277)              |              Originale: Optato; cfr. Rohrbacher V, p. 3
16978   I1883   49,   VI - 130            | fragrantia ¶ unguentis ~optimis » (Cantic‹um›, cap. i).
16979   1PaAn    I- 227                   |       I sacrifici della opulenza costano poco, ma ¶ uno
16980   MeMus  III- 814                   |     si perfeziona"17. L'Opuntia mette vastissime e
16981   2Apio  II1- 370(364)              |    martirio. Chersone è opure destinata ¶ per luogo d'
16982 III1905   IV-1153                   |        desiderat, bonum opusdesiderat»13.~ ~E i ¶
16983   PAS86  III-1054                   |      il demonio pel suo oracolare. ¶ Ed è noto il famoso
16984  I1891b    2,    4,   VI - 408      |   callo alla fatica che oramai a forza di lavorare di
16985   3Apio  II1- 740(357)              |              Originale: Oramo; cfr. Rohrbacher ¶ XI,
16986   CLAPe  II2- 501                   |   da Ponte fu vescovo d'Oranges; QuadrioSimpliciano
16987   I1912    8      ,   VI - 679(30)  |      fieri atque ad hoc orasse fervide, vitam quoque ad
16988   I1912   18      ,   VI - 697(57)  | an sciat: a) peculiares orationes pro Serva Dei moriente
16989   I1912   16      ,   VI - 694(52)  |  donis muneratam fuisse orationis, ¶ contemplationis,
16990  II1911   IV- 706                   | industria di certa aria oratoria che è ¶ tanto facile in
16991   3Apio  II1- 929                   |  dei benedettini, degli oratoriani, ¶ dei gesuiti, i quali
16992   4Croc  II2- 440                   |      nelle declamazioni oratorie e, non ricordando quello
16993   Mfior    I- 932                   | altarino e più tardi un oratorietto nella sua ¶ casa.
16994   1Apio  II1-  27                   |           di cui scrive Orazio:~ ~ "Talami e prole e
16995   RAS86  III-1082                   | notte atra, profonda,~ ~orba de' ¶ doni tuoi~ ~qual ¶
16996   3Apio  II1- 628                   |     Gerusalemme fu pure orbata del ¶ suo re. Il
16997   1Cagr  II2- 390                   |     monastiche. Fummo ¶ orbati, ed or ne comprendiamo
16998   3Apio  II1- 837                   |    disse che era "notus orbi et vix urbi". Lo elevò
16999   2Apio  II1- 370                   |         gli occhi dalle orbite. Fu ¶ poi gridato
17000   AnPar  III- 555                   | di Siloe sclamava: "Era orbo ed ora vedo! Gesù ha ¶
17001   CanSu  II2- 287                   |  di una tela che veniva ordendo senza punto apparire.La ¶
17002   3Apio  II1- 795                   | morte di Maria Stuarda. Ordì tal trama per cui fosse
17003   Gpont  II1-1078                   |   a maggiorsicurezza ordinandosi che si tormentassero i
17004   I1913    7,   VI - 725            |   del vescovo Frascolla ordinante, le esortazioni di fuoco
17005   2Apio  II1- 253                   |          Teofilo voleva ordinar vescovo <di Geres>175 un
17006   3Apio  II1- 795                   |      che si fosse osato ordinarlo sacerdote. Allora il
17007   3Apio  II1- 858                   |  copia, ¶ sperando <di> ordinarsi al di fuori per assalire
17008   AMFel  III- 211                   |   non ¶ devi tardare ad ordinarti ancora con Dio con
17009   I1910           ,   VI - 508      | Serva di Dio, perché ne ordinasse i cenni di vita. Questo
17010   4Croc  II2- 458                   |    altri meno fervorosi ordinassero nondimeno il grand'
17011   3OrFr  II2- 170                   |  Francesco, quando vi ¶ ordinassi alcuna cosa superiore
17012   I1888           ,   VI - 194      |   affinché l’avviassero ordinatamente. Tra le indicazioni per
17013   I1883   50,   VI - 132            | rex in cellam vinariam, ordinavit in me charitatem. Venite
17014   I1912    2,   VI - 967            |    suscitare: gli altri ordineranno, completeranno ». 27.
17015   3OrFr  II2- 236                   |  beatum Franciscum tres Ordines instituere salubriter
17016 III1910   IV-1308                   |    trovasi l'infermo si ordinino pubbliche e ¶ private
17017   1PaAn    I- 216                   |        E inteso che sì, ordinollo sacerdote. Intanto è ¶
17018   Gpont  II1- 986                   | mistero, lo fanno per ¶ ordire più secretamente i loro
17019   Gpont  II1- 991                   |  il ¶ sangue cristiano, ordirono un orribile massacro di
17020   1PaAn    I- 254                   |  dei nostri tempi hanno ordite le trame della
17021   2Apio  II1- 179                   | medesimo che egli aveva ordito per ¶ Costantino.~ ~ Il
17022   AMFel  III- 220                   |   faticoso era il monte Orebbo sul vertice del quale
17023   3Apio  II1- 728                   |   dei taboriti, ¶ degli orebiti, i più crudeli di tutti,
17024   I1889    5,   VI - 285            |    coltro, il vomere, l’orecchia, il regolatore, il ceppo
17025   3Apio  II1- 752                   | sta ginocchioni con due orecchioni. L'additò al popolo e
17026   I1913   14,   VI - 769            |   steppe della famiglia Oreggioni e dei ¶ signori Balatti,
17027   2Apio  II1- 259                   |   che fu ¶ san Cirillo. Oreste, governatore, mosse
17028   2Apio  II1- 259(179)              |              Originale: Oresto, governatore, mosse
17029   I1907    2,   VI - 446            |      e passava le belle orette in discorsi di santi, di
17030   FIPop  II2- 106                   |    Al lato opposto sono orfanatrofi e scuole e farmacie.
17031   I1893 p>                          | è per il ricovero delle orfanine dai due ai setteanni;~ ~
17032   Gpont  II1- 987                   |      ove la città è ben organata, <la frammassoneria>
17033   I1907     ,   VI - 440            |    1858-1887) è esposta organicamente e ripercorsa alla luce
17034  II1911   IV- 438(14)               |            di ¶ carità, organismi amministrati dai Comuni,
17035   I1912    2,   VI - 966(10)        | ministero a Promontogno organizzando una fallita fuga con una
17036   I1893    8,    IV-  87(7)         | una azione comune e ben organizzata
17037   SILou    I-1131                   | carovane furono tutte ¶ organizzate dalla Società della
17038   I1894   IV- 162                   |            ispirativo e organizzativo (Regolamenti). Si noti
17039 III1899   IV-1023(39)               | insigne predicatore e ¶ organizzatore della crociata contro i
17040   3OrFr  II2- 233                   |     visitarlo, e quindi organizzerà, quando sia conveniente
17041   3OrFr  II2- 166(115)              |          guardarsi dall'orgia, che è parte dei vizii;
17042   2Apio  II1- 204                   | si diè a rapida fuga. L'orgoglioso fu così umiliato.~ ~ Il
17043   Mfior    I- 941                   |          così perché tu ori come si deve.~ ~ 7. Ti
17044   9Ferv  II2- 310                   | intiero il principato d'Oria nel regno di Napoli. Ma
17045   I1875 Corso,    5,   VI - 857     |    prima di passare all’oribile attentato venisse allo
17046   I1875 Corso,    3,   VI - 840     |     formerebbe da sé un orido inferno. E se in cielo
17047   I1875            ,   VI - 820     |     mesi di attesa e di orientamento che egli ¶ trascorse
17048  II1911   IV- 492                   |    esperimentarvi e per orientarvi vi farà ¶ intendere
17049   ASGot  II2-  24                   |      abate nel 996 ed ¶ orientò la vita monastica verso
17050   Svegl  III- 720                   |   non già entro, ma all'orificio della ¶ buca per essere
17051   2Apio  II1- 253                   |  i solitari d'Egitto di origenismo ¶ e mandò soldati a
17052   2Apio  II1- 517(613)              |                         Origina1e: gramontini; cfr.
17053   I1889     ,   VI - 265            |        analogica e nell’originalità di numerose
17054   3Apio  II1- 590(91)               | rabbini di nome Kimchi, originari di Narbona, viveano a'
17055   I1913     ,   VI - 704            |  prima parte dell’opera originariamente prevista in due volumi.
17056   I1907   11,   VI - 464            |        rimase fuori, ma origliando alla porta poté
17057   I1913    7,   VI - 721            |  donne di fede semplice origliavano fra loro: « Preghiamo
17058   I1886   IV-   8(2)                |    affidò a loro questa orima filiale nella ¶ città di
17059   MFerv    I-1178(16)               |   nella ¶ sola città di Orinca. L'intervento
17060   3Apio  II1- 674(209)              |                         Orioginale: dipendenti
17061   I1912   19,   VI - 981            |    Bonomelli. Anche don Orione si estende un po’ troppo
17062   I1883   49,   VI - 130            |     Osculetur me osculo oris sui, quia meliora sunt
17063   1Friv  III- 836                   |        L'arcivescovo di Oristano deplora così: "Quando
17064   CLAPe  II2- 504                   |   Candida Medina-Coeli, oriundachiavennese e sposa al
17065   2Apio  II1- 327                   | di lucerne perpetue, di oriuoli a sole ¶ e ad acqua.
17066   MeMus  III- 798                   |   di ¶ velluto paonazzo orlata in bianco, quando si
17067   I1913    4,   VI - 711            |         dei fiori sugli orli dei precipizi, di
17068   9Ferv  II2- 310                   | Ferragata e monsignorOrmaneto erano <andati> innanzi
17069   2Apio  II1- 305(247)              |              Originale: Ormida, ripetuto nel capitolo;
17070   2Apio  II1- 260(182)              |              Originale: Ormisia; cfr. Rohrbacher ¶ IV,
17071   I1889   IV-  20                   |  come di rubrica e le ¶ ornamenta più semplici e più atte
17072   1Apio  II1- 103                   |  Gerusalemme. Gli ebrei ornaronsi a festa, fecero ¶
17073   9Ferv  II2- 322(31)               |  medio angelorum gemmis ornatam stantem et dicentem:
17074   9Ferv  II2- 324                   |  ove avevano rizzato un ornatissimo altare e coperte le mura
17075   I1883   36,   VI -  99            |  di Dio e della Chiesa. Ornava la ¶ chiesuola sua di
17076   SchMi  III- 773                   | a terra le ¶ statue che ornavano intorno alla piazza e
17077  II1913   IV- 770                   |   di ¶ candelieri; e ne orneremo così l'altare del
17078   1PaAn    I- 192                   |  catene poi del Signore ornino pure i colli nostri,
17079   3Apio  II1- 550                   |      al ponte del fiume Oronte, cui l'anno innanzi
17080   IlFon  III- 884                   |    devi rimaner confusa orrendamente, finché scorga che ¶ in
17081   I1883   25,   VI -  66            |  della mia bontà... Che orribil cosa ricever
17082   2PaAn    I- 508                   |  inferno è tramutamento orribilissimo.~ ~~ ~Riflessi~ ~ 1. È
17083   MeMus  III- 810                   | veduteamene e vedute orride, vedute piacevoli e
17084   2Apio  II1- 476                   |  male di sorta”.~ ~ ./. Orseolo, doge di ¶ Venezia, che
17085   9Ferv  II2- 328                   |    sorella, la contessa Ortensia in Altaemps, per ¶
17086   I1886   IV-   7                   |       di ¶ coltivare un orticello, possano poi con buoni
17087 III1899   IV-1075                   |      primi rudimenti di orticultura, d'igiene ed ¶ altre
17088  II1899   IV- 300(14)               |   Parise: Il manuale di ortofrenia per l'educazione dei ¶
17089   I1875            ,   VI - 820     |  di scarsacompetenza ortografica e sintattica. Il divario
17090   I1910           ,   VI - 587      |   alcune imprecisioniortografiche evidentemente dovute
17091   Nscuo  III- 602                   |    senza molti erroriortografici.~ ~ 2. Il maestro fa
17092   3Apio  II1- 632                   |  a Faenza, a Rimini, ad Orvieto. Il generoso dopo ¶ aver
17093   3Apio  II1- 658(187)              |  805: «I frumenti e gli orzi li avevan posti a mucchi
17094   I1910    8      ,   VI - 551      |       per bel modo, non osandodire né sì né no
17095   I1910           ,   VI - 587      |       non ben definito, oscillante tra ¶ successione
17096   I1912     ,   VI - 960            |      anche la frequente oscillazione del discorso tra prima e
17097   3OrFr  II2- 224                   |       o eseguisca con ¶ oscitanza l'officio deferitogli.~ ~
17098   I1883   49,   VI - 130            |    dei sacri Cantici: « Osculetur me osculo oris sui, quia
17099   SchMi  III- 753                   |    erutta cenere e lava oscurando l'aere fino all'Asia ed ¶
17100   IlMon  III- 998                   |    inimico! Dalli ¶ all'oscurantista! E intanto le cose del
17101   I1913   11,   VI - 741            | era venuto con progetti oscurantisti dalla scuola di don
17102   AnPar  III- 457                   |   terrore, ¶ sentironsi oscurar alquanto la vista, e il
17103   IlFon  III- 976                   |              peccarono, oscuraronsi i ¶ cieli, tremò
17104   SAFam  III-   8                   | come il sole ¶ non si è oscurato a tanta empietà, e la
17105   2Apio  II1- 424                   |     che ¶ imprigionò in oscurissimo carcere. Giorni di poi


0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma