Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Regolamento interno F. s. M. P. - 1899
Lettura del testo

REGOLAMENTO INTERNO DELLA CASA DI SANTA MARIA DELLA PROVVIDENZA IN COMO (1899)

Parte prima DELLE SUPERIORE IN GENERALE

Articolo VI DELLE CONFERENZE DELLE SUPERIORE IMMEDIATE

«»

- 256 -

Articolo VI

DELLE CONFERENZE DELLE SUPERIORE IMMEDIATE

 

 [18]Tali conferenze

1) si indicono dalla superiora generale,

2) trattano materie utili,

3) formano argomento di indirizzo pratico.

1. Si devono indire dalla superiora generale colle norme seguenti:

a) si indicono secondo il bisogno e la opportunità;

b) possibilmente la superiora dispone lo schema delle materie a trattare e ne fa parola anticipatamente ai membri del Consiglio superiore;

c) le cose a trattarsi devono solamente riguardare gli interessi della congregazione e la maggior gloria di Dio;

d) degli argomenti discussi se ne redige un verbale e firmasi dalla superiora generale.

2. Le materie a trattare devono versare

a) circa il bene spirituale della congregazione in generale;

b) in particolare circa la ragionevole e fedele osservanza dei voti religiosi;

c) circa le regole disciplinari dell'istituto;

d) trattano della salute fisica delle congregate e del provvedimento delle cose temporali in conformità alla Regola;

e) discorrono sovente delle novizie, delle postulanti che si hanno ad ammettere alla professione;

f) lo studio, il lavoro delle persone addette alla congregazione, la preghiera, le funzioni sacre e simili fanno argomento utilissimo a trattazione.

3. Le conferenze praticamente si fanno così:

a) [19]innanzi conferire e dopo aver conferito si invoca il divino aiuto;

b) la superiora o chi per essa apre le sedute;

c) conferisce per ordine sopra un argomento e poi sopra altro;- 257 -

d) espone la superiora il suo modo di vedere, attende che le consorelle espongano con ordine le ragioni del proprio consiglio e poi conchiude;

e) quando vi sia disparità di veduta, si passa ai voti; a voti pari la superiora può differire di qualche poco la risoluzione;

f) durante la trattazione delle cose ogni consorella adopera studio per far tacere le tentazioni di egoismo, di invidiuzza, di permalosità;

g) sopra le materie discusse bisogna poi tornare a rivederne l'utilità pratica di tempo in tempo nel corso dell'anno;

h) nella conferenza delle superiore immediate può tornar utile assumere una o più anche delle superiore secondarie, secondo l'opportunità in casi pratici.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma