Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Regolamento interno - F. s. C. - 1899
Lettura del testo

REGOLAMENTO INTERNO DEI FIGLI DEL SACRO CUORE NELLA CASA DIVINA PROVVIDENZA (1899)

Sezione quarta. DEL SISTEMA PREVENTIVO IN USO NELLA CASA

XVIII. DI UN RICOVERO DETTO ALLA CARITÀ

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

[- 1064 -]

XVIII.

DI UN RICOVERO DETTO ALLA CARITÀ

 

Consiste in un discreto appartamento di due o più camere per l'alloggio dei pellegrini avventizi; perciò è da distinguere 1) chi sieno[232] questi pellegrini, 2) quali modi usare con essi, 3) quali cure prestare.

1. I pellegrini o viandanti sono.

a) forastieri qualisiensi che son di passaggio;

b) che non hanno mezzi per un alloggio di albergo.

c) Sono braccianti od operai in cerca di lavoro e che sono rimandati dai confini o come che sia disoccupati in traccia di pane.

d) Possono essere mendicanti.

e) Talvolta son persone di buona fama ed altra son di fama sospetta.

2. I modi da usare sono.

a) di una carità ospitale evangelica.

b) Si trattino con molto cuore e con molta semplicità.

c) Se ha dubbio, non si lasciano troppo vagare per la casa.

d) Si dia cena e riposo conveniente[233] al loro stato ed al bisogno loro.

e) Denaro non si può accordare a veruno.

f) Non si protrae l'alloggio, generalmente parlando, oltre una notte o due.

g) Si tenga la pulizia necessaria nel loro alloggio.

h) Abbiano in esso quanto loro è strettamente necessario.

i) Si esortino alla pratica della chiesa e delle orazioni comuni.- 1065 -

l) Secondo le circostanze si invitano a ricevere i santi Sacramenti.

m) Si accomiatano poi in Domino con ottimo spirito di fede e di carità.

n) Si raccomandano al Signore e si ringrazia Iddio del beneficio che ha fatto di poter noi compiere un'opera di misericordia con ospitare i pellegrini.

3. [234]Cure più speciali a praticare sono.

a) in caso di indisposizione fisica una cura più diligente;

b) quando fossero malati, cure mediche proprie del caso;

c) se mancano di vesti, si provvede loro per quanto permette la povertà della casa.

d) Talvolta hanno bisogno di indirizzo e si prodiga loro sulla misura possibile.

e) Alla carità, se non si può altrove, si affidano come a ricovero proprio le persone indigenti sempre di genere maschile che sono raccomandate dalla Regia Questura ovvero da sacerdoti e da persone spettabili per un periodo breve di tempo.

f) Nei giorni di loro dimora nella casa si giova quanto si può nei bisogni spirituali.


IntraText® (VA2) Copyright 1996-2011 Èulogos SpA