Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Regolamento F. s. C. - 1897
Lettura del testo

REGOLAMENTO PER I FIGLI DEL SACRO CUORE (1897)

X. DELLA FAMIGLIA DEI RICOVERATI

C) Degli infermi e di chi li assiste e della stanza mortuaria

«»

[- 903 -]

C) Degli infermi e di chi li assiste e della stanza mortuaria

 

 1. Gli infermi hanno uno scompartimento speciale e vi sono assistiti da suore e da confratelli, i quali[16] devono ottemperare alle prescrizioni mediche, sia per ciò che riguarda l'igiene de' locali che per le cure da prestarsi ai singoli ammalati.

2. Le suore e i confratelli addetti agli infermi saranno indirizzati dal medico della casa o da chi per esso e avranno cura d'istruirsi secondo le norme suggerite dai più reputati manuali per i soccorsi di urgenza e per gli infermieri.

3. Il sacerdote confratello, incaricato d'invigilare al bene delle anime degl'infermi, provvederà per le loro Confessioni e per l'amministrazione del Santissimo Sacramento e per le letture morali, le meditazioni e le preghiere da farsi in comune.

4. Appena un infermo peggiora, se ne immediato avviso ai parenti.

5. In caso di morte il capo infermiere provvede perché, debitamente avvolto, sia portato nella stanza mortuaria. Qui il morto sarà costantemente vegliato per turno da due confratelli che pregheranno in comune.

6. In caso di morte l'assistente scrive ai parenti e provvede per i funerali, i quali saranno, per quanto è possibile, conformi al desiderio espresso dal moribondo e alla volontà dei parenti, dei benefattori e di chi per essi.

7. Il capo infermiere è tenuto a provvedere perché l'assistente o chi per esso sia per tempo avvisato di tutto ciò che lo riguarda.

8. L'assistente provvederà perché, per turno, gl'infermieri, le suore infermiere e gli addetti alla infermeria abbiano le ore - 904 -di riposo necessario e una mezza giornata di vacanza alla settimana.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma