Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Saggio di ammonimenti famigliari
Lettura del testo

SAGGIO DI AMMONIMENTI FAMIGLIARI PER TUTTI MA PIÙ PARTICOLARMENTE PER IL POPOLO DI CAMPAGNA

Al cortese lettore

«»

- 4 -

Al cortese lettore

  [7]Questo che io ti presento è un opuscolo dettato per avvisare chicchessia, ma più particolarmente il popolo di campagna, affinché s'avvedano a mettersi in guardia ed a difendersi contro le maligne arti con cui i settari massonici, congiunti coi liberali del giorno, agognano a rovinare nell'anima soprat<t>utto e poi anche nel corpo ogni dabben persona che ancor rimanga. Per la qual cosa, come era naturale, io ho cercato di discorrere nel presente libretto con più di cuore [8]e di chiarezza che di sublimità di stile, e confesso di avervi persino omessa certa qual più accurata ripulitura1, sia perché dalla gente del popolo ne sperava facile l'indulgenza e sia perché, come il tempo stringeva, non avrei forse potuto, come desiderava, unirmi ai molti per offrire anch'io con quest'umile lavoro un attestato di giubilo e di venerazione all'illustrissimo e reverendissimo nostro vescovo monsignor Pietro Carsana, nel momento che benedetto sen verrà alla novella sua sposa la Chiesa comense.

  Del resto, quanto alle opinioni manifestate da me in quest'operetta, io spero che non saran combattute da verun cattolico dabbene, e faccio voto che gli ingegni di me ben più capaci, e conoscitori assai più profondi della tristezza di questi nostri infelicissimi tempi, sorgano con tanto più di coraggio[9] a scrivere altresì per il povero popolo di campagna in ispecie, il quale soprat<t>utto sen giace a mo<do> di abbandonato. Ma dello stesso modo di vedere non saranno già certi altri, i quali si chiamano volgarmente liberali perché di cattolico non ritengono più che il nome, ché questi anzi passeranno a giudicare con somma autorità del2 complesso del libretto come di soverchiamente esagerato e fanatico. Nondimeno la sentenza di cotestoro non solo non mi reca pena di sorta ma onore, perché i lor simili giunsero persino a chiamar indiavolato

- 5 -

lo stesso Gesù Cristo e ubbriachi gli apostoli lorché predicavano il giorno della Pentecoste. Invece io sarò altrettanto ancor contento se a questa qualunque fatica mia farete buon viso voi, gente religiosa del popolo, e ne sarò anche più onorato se voi uniti, aggregati[10] della Società di Mutuo soccorso Operaia cattolica di Chiavenna3, accoglierete in dono l'offerta che dell'operetta vi faccio come a compagni e concittadini.

  Tutti quanti siamo, poi, ricordiamoci del dovere di pregare gli uni per gli altri affinché tutti parimenti ne andiamo eternamente salvi.





p. 4
1       Originale: ripulizione; cfr. ed. 1930, p. 9.

 



2       Originale: dal; cfr. ed. 1930, p. 10.



p. 5
3       È la Società per gli Interessi Cattolici e di Mutuo soccorso di Chiavenna, fondata il 16 luglio 1871, di cui l'A. fu deciso sostenitore.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma