Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Statuto F. s. C. - 1898
Lettura del testo

STATUTO DEI FIGLI DEL SACRO CUORE (1898)

Capitolo XIII. DELLE CONFERENZE CAPITOLARI DEI FIGLI DEL SACRO CUORE

«»

In questa pagina

Articolo I. Natura di queste conferenze

Articolo II. Membri della conferenza capitolare

938
[- 938 -]

Capitolo XIII.

DELLE CONFERENZE CAPITOLARI

DEI FIGLI DEL SACRO CUORE

 

<< <   > >>Articolo I.

Natura di queste conferenze

 

1. [40]L'indole di queste conferenze è di trattare certi affari della congregazione che sono difficili a sciogliersi, che sono delicati nella trattazione, di cui il differire la trattazione torna di danno alla congregazione.

2. Cose sì fatte si trattano nelle conferenze capitolari.

<< <   > >>Articolo II.

Membri della conferenza capitolare

 

1. I membri fissi della conferenza capitolare sono designati dal direttore generale e dal Consiglio superiore.

Sono poi il direttore generale col Consiglio superiore; 2. l'ispettore provinciale ed il procuratore generale, quando si trovano presenti in sede della casa madre; 3. gli incaricati principali, figli professi nelle diverse mansioni della casa.

4. A giudizio del direttore generale si assumono altri figli professi di esperienza, di pietà e di prudenza.

5. Si ha pure in pregio il consiglio dei figli professi che si sa godere di molta semplicità e di una intenzione molto retta.

6. Il direttore generale apre le conferenze capitolari e le chiude con preghiere di rito.- 939 -

 7. Lo stesso direttore generale col Consiglio superiore dispone le materie preparatorie alla conferenza e ne distingue l'ordine a tenersi.

8. [41]Il risultato degli atti della conferenza capitolare viene disposto a libro e forma un libro di regolamento ed una guida per indirizzo della casa, conforme lo spirito della Regola.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma