Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Statuto F. s. M. P. - 1898
Lettura del testo

STATUTO DELLE FIGLIE DI SANTA MARIA DELLA PROVVIDENZA (1898)

CAPITOLO VI DEI VOTI RELIGIOSI DI POVERTÀ, DI CASTITÀ ED OBBEDIENZA IN SPECIE

Articolo V MODO ONDE OSSERVARE LA VIRTÙ DI CASTITÀ

«»

[- 204 -]

Articolo V

MODO ONDE OSSERVARE LA VIRTÙ DI CASTITÀ

 

1. Le Figlie di santa Maria per rendersi meritevoli della comune madre di purità, Maria santissima, usano specialmente di due mezzi: il primo mezzo è uno spirito abituale di preghiera in ogni momento e in qualsiasi esercizio della vita,[12] conforme l'indole della propria congregazione.

2. Secondo mezzo è uno spirito di lavoro o di mente o di corpo e meglio ancora se di mente e di corpo insieme, onde la figlia di santa Maria sia sempre buona viaggiatrice nel suo cammino e insieme ottima pellegrina, che nel sentiero della vita non si lascia adescare da seduzione o da perditempo di sorta.

3. Il tesoro della propria virtù è tesoro che le Figlie di santa Maria della Provvidenza custodiscono con vigilanza di mente unita a sollecitudine di cuore.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma