Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Svegliarino...
Lettura del testo

SVEGLIARINO CINQUANTA CONFERENZE ALLE PIE UNIONI DI UNA PARROCCHIA

DODICI CONFERENZE ALLE CONSORELLE DI UNA PARROCCHIA

VI. Un tesoro di facile acquisto

«»

[- 692 -]

VI.

Un tesoro di facile acquisto

  1. [27]Il desiderio delle anime buone è di farsi dei meriti per il cielo. Ignazio diceva: "Per acquistarmi un grado di gloria in paradiso dimorerei nel fuoco sino alla fine del mondo". La più cara soddisfazione che si possa avere quaggiù è fare un po' di bene. Volete ora voi acquistare molto tesoro di merito per la vita eterna? Fate a modo che vi insinua l'apostolo san Paolo: "Tutto ciò che voi fate in parole ovvero in opere, fate tutto nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, rendendo per esso grazie a Dio ed al Padre"60. Ponderiamo

 - 693 -

questo ammonimento perché, già come una miniera di ricca vena, io scorgo che facilmente può dare alle anime nostre un tesoro di facile acquisto.

  2. Eccovi dunque modo facile a scavare un tesoro di poderoso valore. Voi dovete far tutto per amor di Dio. La vostra mente, se è pura, converte in oro prezioso qualsiasi azione anche più indifferente, come è [28]il mangiare, il bere, il dormire. Se il vostro cuore nutre pii affetti, l'atto stesso del camminare o di levare un fiore dal prato, una pagliuzza da terra, costituisce una bontà che Dio non lascierà poi senza il suo premio. A tanto scopo una cosa è necessaria. Vuolsi che dal cuore mettiate fuori ogni affetto di interesse, di soddisfazione propria, dalla mente ogni atto ed ogni abito di ambizione, di impazienza, di iracondia. Purificato bene il cuor vostro, dite: "Voglio fare tutte cose, anche le più minute, per amor di Dio". Intanto confermate con un proposito assai saldo quello che con il discorso proferite.

  3. Abele e Caino offerivano al Signore loro doni in sacrificio. Ma Abele facevalo con buon cuore, Caino poi con rincrescimento. Intanto avveniva questo. Mentre si bruciavano i doni, il fumo di quei di Abele elevavasi in maestosa colonna all'alto. Il fumo dei doni di Caino spandevasi terra a terra e penetrava nel fango per nascondersi in quello. Le vostre azioni salgano care a Dio come il sacrificio di Abele. Non ritornino addietro inutili o cattive come il fumo dei sacrifici di Caino. [29]A principio di ogni giornata dite: "Tutto per amor vostro, o Signore, le fatiche o le tribolazioni di questo ". E perché il fumo odoroso delle vostre buone azioni non sia piegato dal vento contrario di tentazioni, durante la giornata rinnovate spesso la intenzione di voler in tutto e sempre piacere a Dio solo. Isidoro contadino operava così e il Signore, per mostrar che gli era caro, mandava suoi angeli perché l'aiutassero <ad> arare il campo e gli tenessero dolce compagnia.

  4. Di più, dobbiamo ringraziare Iddio perché, di ogni ben che possiamo fare, la grazia per operare l'abbiamo da lui e a lui però dobbiamo riferire la lode. L'arcangelo Raf<f>aele accompagnò Tobiolo nel suo viaggio di andata a Rages e di ritorno alla casa paterna. Quei della famiglia, appena se n'avvidero- 694 -, prostraronsi a terra e mirano per tre intieri senza levar in alto il viso, reputandosene immeritevoli benché il Signore avesseli degnati di tanto favore. Noi apprendiamo da questo a pregar Dio avanti il lavoro. Apprendiamo a ringraziarlo di poi, e così a dar di continuo quella gloria al Signore che egli si merita.

Riflessi

  1. [30]Un tesoro di facile acquisto.

  2. Deriva dal cuore e dalla mente pura.

  3. Che offerisce in abito e in atto le pure azioni a Dio.

  4. E che al Signore porge ringraziamento di ogni bene che fa.





p. 692
60     Col 3, 17.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma