Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Il Terz'ordine di S. Francesco…
Lettura del testo

IL TERZ'ORDINE DI SAN FRANCESCO E L'ENCICLICA DEL PONTEFICE LEONE XIII

REGOLA DEL TERZ'ORDINE SECOLARE DI SAN FRANCESCO

Capo III Degli offici, della visita, della Regola stessa

«»

[- 224 -]

Capo III

Degli offici, della visita, della Regola stessa

  I. [213]I varii officii si conferiscano nelle adunanze dei confratelli. Gli officii durino 3 anni. Nessuno senza giusta causa ricusi o eseguisca con oscitanza l'officio deferitogli.

  II. Il visitatore diligentemente indaghi se la Regola viene osservata. A questo fine una volta l'anno, o più spesso se bisogna, visiti d'officio i sodalizi, convochi in generale adunanza i ministri e i confratelli. Se il visitatore, ammonendo o comandando, richiamerà alcuno al dovere, o se imporrà alcuna penitenza salutare, questi docilmente l'accetti e non ricusi di farla.

  III. I visitatori si scelgano tra i religiosi del primo e del Terz'ordine regolare francescano, e sieno designati dai guardiani quando ne sieno richiesti. L'ufficio di visitatore è interdetto ai laici.

  IV. I terziari insubordinati e di mal esempio vengano

 - 225 -

ammoniti dell'obbligo loro per la seconda e per la terza volta; se non obbediscono, sieno espulsi.

  V. [214]Se nelle prescrizioni di questa Regola alcuno viene a mancare, sappia di non incorrere per questo titolo in verun peccato, purché la mancanza non offenda la legge di Dio e i precetti della Chiesa.

  VI. Se alcuno per grave e giusta causa non può osservare qualche prescrizione di questa Regola, sia lecito dispensarlo per quella parte o fargliene prudentemente la commutazione. E su ciò i superiori ordinari dei francescani del primo e del terzo Ordine, come pure i visitatori, abbiano pieno potere.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma