Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Opere santa Teresa
Lettura del testo

Le opere di Santa Teresa. Studio - Riassunto (1883-1884)

6. Fatti compiuti

«»

- 19 -
6.
Fatti compiuti
[I-33] Noi non approviamo punto la teoria dei fatti compiuti 53 secondo la prudenza umana. Ma accettiamo di buon cuore la teoria 54 dei fatti compiuti secondo la prudenza divina.
Teresa scrive di sé che comparendogli il divin Salvatore incoronato di spine le disse « che io 55 gli avessi compassione per le molte ferite che presentemente gli erano fatte, e continuò a dire che non era tempo quello di riposare, ma che sollecitassi a fondare queste case, ché nell’anime che vi erano aveva egli riposo; pigliassi quanti monasteri mi fossero offerti poiché v’aveva molte anime che, per mancanza di simili asili, non potevano attendere al suo servizio. E che le case che io avessi aperte in piccoli luoghi [I-34] fossero come quella di 56 San Giuseppe, poiché potevano meritare altrettanto, col desiderio di fare quanto nelle altre si pratica. E che io procurassi che tutte stessero sotto il governo d’un medesimo superiore, e usassi molta diligenza in fare che per cosa di mantenimento temporale non si perdesse la pace interiore, e che egli ci aiuterebbe perché esso non ci mancasse mai ».
Il Signore rivelò parimenti a Teresa di certo Bernardino de Mendoza, il quale aveva regalato la casa del 57 monastero di ­Vagliadolid: « La salute di lui era stata in gran pericolo, ma che egli si aveva avuto misericordia per quel servizio che 58 aveva fat­to alla Madre sua dando quella casa per istabilirvi un monastero del suo ordine, che 59 nullameno non uscirebbe di purgatorio - 20 -se non alla prima Messa che si direbbe in quel nuovo [I-35] mo­nastero ». Teresa sollecitò e poco stante entrata in estasi vide l’anima di Bernardino de Mendoza che saliva omai gloriosa al cielo.
Teresa vedeva sempre più chiaramente il da farsi. Nella fondazione di nuovi monasteri ella con prudenza di serpente 60 metteva il capo entro comecchessia e poi il resto di corpo. Entrava furtivamente nella città, si accordava con le persone che l’avrebbero appoggiata e posto di sera ad ora tarda il piè entro una catapecchia, ivi allestiva un altare in luogo più onorevole. Vi faceva 61 trasferire il Santissimo Sacramento e 62 il monastero era un fatto compiuto. Gridavano quei della piazza e minacciavano; Teresa pareva talora una guardia d’uomo a custodia del gran Sacramento e intanto supplicava con gran fede. Susurravano dalle case ma diceva Teresa: « Sono io forse ­venuta per nuocervi o non per farvi del bene? ». [I-36] Intanto rallegravasene che il fatto era compiuto omai.
Poco di poi nel monastero di san Giuseppe d’Avila si trovò di poter spendere cinquemila ducati in riattamento, e più |oltre| in quello di Medina del 63 Campo, dove giungendo Teresa 64 poteva ben dire come Cesare che, vinto Farnace, re di Ponto, cinque dopo essere giunto in quel paese, fece scrivere sul suo carro trionfale queste parole: « Veni, vidi, vici ».
Il Signore 65 esultò: « Ho trovato una donna secondo il cuor mio, la quale eseguirà tutti i miei disegni... Quest’è donna forte... il pregio suo è quello della più preziosa cosa che vien di lontano, e fin dai confini estremi del mondo 66 ». E rivolto a Teresa dissele Iddio: « Che vuoi tu più? Non ti basta di vedere come la fondazione di Medina fu miracolosa? ». [I-37] E Teresa, confermandosi 67 sempre più, rispondeva: « Sia fatto il voler ­- 21 -vostro, o Signore. Quando un fatto è compiuto dalla mano ­vostra, chi lo potrebbe disfare giammai? Siavi lode in eterno, o Signore Iddio mio ».




p. 19
53
Originale: compiuti /come si enuncia cruda ai giorni nostri/.


54
Originale: cuore i fatti la teoria.


55
Originale: io /non/.


56
Originale: di /Malagón/. Nella fonte il brano citato conclude il capitolo sulla fondazione di Malagón, cui l’A. non aveva fatto riferimento; cfr. Opere, i, Vita di santa Teresa, p. 248.


57
Originale: del /convento/.


58
Originale: che /avevano/.


59
Originale: che /nondimeno/.


p. 20
60
Cfr. Mt 10, 16.


61
Originale: più onorevole un altare. Vi faceva.


62
Originale: e /la/.


63
Originale: al.


64
Originale: Teresa /poté/.


65
Originale: Il Signore /esultò parve/.


66
Cfr. Pr 31, 10.


67
Originale: E Teresa /umiliandosi/ confermandosi /chinandosi/; confer­mandosi è apposto lungo il margine superiore.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma