Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
La settimana con Dio
Lettura del testo

La settimana con Dio. Abbozzi (1889)

1. Perché La Settimana con Dio?

«»

- 313 -
1.
Perché La Settimana con Dio?
[1] Avanti accingermi all’opera di questa 1 publicazione rispondo alle interrogazioni che presumo saranno per fare molti di loro.
Dirà taluno: « Perché un nuovo periodico religioso? Non bastano i vecchi che sono già tanti? ».
Al che rispondo: la buona parola impartita con l’aiuto di un periodico è come una mensa che si presta all’amico diletto di tempo in tempo ovvero in ogni . Il desinar lieto rallegra sempre. Molto 2 più che in mensa con gli amici l’uno si fa premura di offerire in dono una cacciagione, laltro un ritrovato peregrino all’arte culinaria 3, e così se tra gli amici hanno anche degli svogliatucci [2] o degli stomaco-deboli, questi in assaggiare un po’ di questa e un po’ di altra vivanda intanto si sostentano e acquistano forza. Noi potremo offerir dei bocconi squisiti di belle lezioni se cuori benevoli ce li offriranno generosi. Noi del nostro offriamo quel 4 di buono che ci è possibile. Certo è almeno che ogni presentazione nostra si farà di cuore sempre, o sia con l’intendimento di giovare.
Non bastano già i giornali vecchi? A questa difficoltà si è già risposto come sopra. E qui si può aggiungere che un periodico nostro è cibo nostro. I cibi del nostro paese sono i più aggraditi ed i più salutevoli. In questo periodico noi tratteremo in modo particolare quegli argomenti di attualità nostra che - 314 -come un cibo più naturale, più facilmente si può [3] convertire in sangue del nostro sangue, in carne della nostra carne.
Il nuovo periodico che si propone egli adunque?
Si propone semplicemente di parlare un poco al cuore degli amici e far loro quel po’ di vero bene che si può.
La Settimana con Dio porta chiaro il suo nome e indica quello che essa intende. Noi non ce ne incarichiamo punto punto degli alti intendimenti della politica, ché a questo non giunge lo scopo e la capacità nostra. Vogliamo semplicemente discorrere di cose che ci tengano uniti di cuore tra noi e con Dio.
Un articolo di fondo sarà intorno al modo di alimentare infra noi la vera amicizia e la unione con Dio, centro di allegrezza e di felicità. Faremo seguire un racconto edificante, la vita di un santo nostro; la [4] *** di uno dei nostri santuari e delle chiese nostre, ovvero un tratto di storia del nostro paese che ad ogni modo ci informi al vero amore di patria e di ­religione.
Infine aggiungeremo, quasi brindisi al nostro lieto convito, un tratto allegro, un proverbio utile, un aneddoto piacevole, un consiglio igienico od economico, insomma un pospasto che acconci la bocca e ci conservi la disposizione per ritornare poscia al pasto che a suo tempo ci attende.
Interrogheranno altri: « Non si verrà poi meno a questo proposito, o per difetto di mezzi o per stanchezza di perseveranza ovvero per mancanza di vita? ».
Noi ci incarichiamo di due cose specialmente. La prima è che in nomine Domini ci accingiamo all’impresa e noi 5 metteremo le poche nostre [5] forze, fidenti che Dio aggiunga 6 il suo più valevole aiuto. E confidiamo altresì nella benevolenza degli amici e nel compatimento 7 dei lettori cortesi. Già l’abbiamo accennato che noi non possiamo prestar molto, ma il poco e di cuore confidiamo sia per essere parimenti accetto e giovevole, e così senz’altro poniamo mano all’opera nostra. Questo vantaggio, - 315 -che non è ultimo a prendersi in considerazione a’ nostri, l’avranno i commensali al 8 pasto del nostro periodico, che cioè sebben frugale non disturberà la saccoccia degli amici più in di due lire per l’intiero corso di un anno.




p. 313
1
Originale: questa /nuova/.


2
Le integrazioni di questo e del seguente capoverso ripristinano testo perduto a causa del foglio strappato.


3
Originale: culinare.


4
Originale: quel /meglio/.


p. 314
5
Originale: noi /faremo/.


6
Originale: aggiunga /le/.


7
Originale: compatimento /degli/.


p. 315
8
Originale: al /frugale/.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma