Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
La settimana con Dio
Lettura del testo

La settimana con Dio. Abbozzi (1889)

50. Amicizia

«»

[- 360 -]
50.
Amicizia
1. [58]Unione di amicizia: tra preti, tra secolari, tra donne, tra uomini.
2. Scelta degli amici, quanto difficile.
3. Non sceglierne sì presto perché se vi manca daravvi disgusto troppo grave.
4. Gesù Cristo chiamò sol Giovanni amico del suo cuo­re, eppure non a lui ma a Pietro diede il pontificato.
5. Il cristiano ha sol bisogno d’amare Gesù Cristo.
6. Chi trascura un sol precetto della Chiesa non può esser amico.
7. Un amico buono può far più che il padre e la madre, un cattivo può disfar tutto.
- 361 -8. Doveri dell’amicizia son di renderti tutta la vita degno dell’amico!
 9. Concesso a Silvio di star nella cella ove morì Oroboni, disse: « Io trasportai il mio letto al luogo medesimo ove era stato quello di Oroboni, ove egli era morto. Questa identità di luogo mi era cara: pareami d’essermi avvicinato a lui. Sognavo spesso a lui, e pareami che il suo spirito veramente mi visitasse e mi rasserenasse con celestiali consolazioni » 88. E guardando a Maroncelli, Silvio infermo diceva: « E il Maroncelli dovrà dire: Anche Silvio è colà! Vorrei sopravivere per temperargli le amarezze » 89. Chi contrae amicizia contrae l’obligo di essere |...| coll’amico se questi è colpito da sventura.
10. Sentimentalità attuali.




p. 361
88
Silvio Pellico, Le mie prigioni, capo lxxxviii.


89
Cfr. ivi, capo lxxvii.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma