Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
La settimana con Dio
Lettura del testo

La settimana con Dio. Abbozzi (1889)

51. Carattere

«»

[- 361 -]
51.
Carattere
 1. [59]Caratteri varii.
 2. Come la varietà della natura.
 3. E tutto gloria a Dio.
 4. E gli spiriti varii s’aiutano.
 5. Nel Cristianesimo son caratteri forti.
 6. A 20 anni il carattere è formato irrevocabilmente.
 7. Obligo di curar il carattere dei giovinetti.
 8. Importanza di far un buon carattere.
 9. L’uomo di carattere ama e teme Dio.
10. Silvio e Oroboni parlavan dalla finestra; caporale Schiller n’ebbe una strapazzata, ed ei avvisò, e Silvio non volle promettere; « Der Teufel sclamava Schiller Se non mi vogliono dar altro pane che quello del carnefice, andrò a domandar ­- 362 -l’elemosina » 90. Non inquietarsi è segno di carattere buono. « S’io fossi predicatore, insisterei spesso sulla necessità di bandire l’inquietudine: non si può esser buono ad altro patto. Com’era pacifico con sé e cogli altri Colui che dobbiamo tutti imitare! Non v’è grandezza d’animo, non v’è giustizia senza idee moderate, senza uno spirito tendente più a sorridere che ad adirarsi degli avvenimenti di questa breve vita » 91.
11. Quanto pochi son uomini di carattere.
12. E quando se ne trova uno, quanto si apprezza.
13. Piace ai buoni ed ai tristi.




p. 362
90
Cfr. Silvio Pellico, Le mie prigioni, capo lxviii.


91
Ivi, capo xvii.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 Èulogos SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma