Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Andiamo al paradiso…
Lettura del testo

ANDIAMO AL PARADISO BREVI ESORTAZIONI IN MASSIME ED IN ESEMPII CHE ACCOMPAGNANO CIASCUNA RISPOSTA DEL CATECHISMO

Parte prima IL CREDO È IL VESSILLO DEGLI APOSTOLI DEL SIGNORE

Lezione settima Il sesto articolo mostra la gloria di Gesù che ascende al cielo

«»

[- 489 -]

Lezione settima

Il sesto articolo mostra la gloria

di Gesù che ascende al cielo

  1. [83]Il passaggio dal tormento al gaudio è breve, come è breve il viaggio dal Calvario al colle di Sion. Gesù pervenuto sul vertice di quel colle disse a' suoi: "Vado a disporre per

 - 490 -

voi un posto nel paradiso"42, e si levò legger leggero in alto e venne poi a riceverlo una colonna luminosa di nube. I cieli si spalancarono, e il paradiso incontrò Gesù trionfante sclamando: "Ecco il Re nostro: viva il nostro Re in sempiterno".

  2. Giusto è che Gesù, vero Dio e vero uomo, ritorni al possesso del regno del paradiso. Gesù è fratello e padre tuo. Or statti sicuro che di lassù il Redentore ti invierà suoi celesti favori. Ha promesso che per confortarti ti manderà i doni dello Spirito Santo Iddio.

  3. Gesù poteva assai prima ascendere in alto, chi nol sa? Ma attese come un padre benevolo che prima di entrare in luogo di riposo vuol che si trovino altresì [84]bene i figli suoi. Gesù agli apostoli disse adunque: "La terra è mia ed io la do a voi, predicate il mio Evangelo a tutte le creature43... a voi consegno le chiavi del regno de' cieli"44.

  4. Eseguito ciò nello spazio di quaranta giorni, Gesù invitò il corpo glorioso e l'anima umana divenuta impassibile a riposare per sempre colla divinità in cielo.

  5. Ond'è che Gesù, come Dio trasse in alto Enoc ed Elia e fece poi portare dagli angeli in cielo Maria nel corpo e nell'anima, qui per virtù propria trae45 se stesso al paradiso.

  6. E viene a posarsi alla destra dello Eterno, che vuol dire nel colmo del paradiso, dal quale Gesù glorifica tutti gli eletti e osserva ancor sulla terra i fedeli suoi figliuoli e nello inferno i bestemmiatori sacrileghi e gl'increduli indurati.

  7. Gesù è in cielo. Or se tu vedessi una lucciola che insulta al sole ovvero uno scarafaggio che volga il suo sputo in alto, credi che farebbero danno all'astro del giorno od alla chiarezza del firmamento? Tanto meno nocciono a Gesù le grida dei bestemmiatori ovvero gli sputi degli impudici [85]che insultano a Cristo. Gesù Cristo vive, regna ed impera.

 

 





p. 490
42     Gv 14, 2.



43     Mc 16, 15.



44     Cfr. Mt 16, 19.



45     Originale: Ond'è che Gesù il quale come Dio [...] per virtù propria Gesù trae; cfr. ed. 1923, p. 96.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma