Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Andiamo al paradiso…
Lettura del testo

ANDIAMO AL PARADISO BREVI ESORTAZIONI IN MASSIME ED IN ESEMPII CHE ACCOMPAGNANO CIASCUNA RISPOSTA DEL CATECHISMO

Parte seconda IL CRISTIANO CHE INVOCA IL DIVINO AIUTO

Lezione seconda La preziosa formola di preghiera del Signore

VIII. Padre, salvaci che periamo!

«»

[- 512 -]

VIII.

Padre, salvaci che periamo!

  1. Daniele nella fossa dei leoni stavasi lieto come il fanciullo che scherza nella camera con i cagnolini domestici. Tu nella carcere di questo mondo vivi sicuro sebben ti circondino i leoni di superbia e i mostri di avarizia e di lussuria. Vivi sicuro perché come a Daniele così a te il Signore manda l'angelo suo a difenderti ed il profeta santo a porgerti il soccorso necessario.

  2. Antonio abate nella sua celebre grotta era circondato da una turba di demoni che sotto la forma di spaventosi mostri [123]venivano per smuoverlo dalla sua costanza, ma Antonio si abbracciava stretto alla croce e fissava lo sguardo a Gesù. Allo schiarirsi del giorno una luce di paradiso appariva agli occhi di Antonio e una voce si faceva udire: "Hai combattuto da valoroso, o Antonio".

  3. Nell'Egitto antico non si eleggeva verun personaggio al trono reale se prima non avesse dato saggio di fortezza con uccidere almeno tre mostri. Tu aspiri senza dubbio al regno del paradiso, ma come potrai ascendere fin se fuggi la fatica, se temi il combattimento?

  4. Gli uomini che pescano le perle in mare sanno discendere negli abissi delle acque e poi ascendere non solo vivi, ma robusti al pari di prima. Tu devi anche saper vivere nelle acque delle tentazioni e intanto non morire. Il cristiano che vive nel mondo e che non si lascia vincere dalle tentazioni del mondo è un eroe.

 

 


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma