Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Andiamo al paradiso…
Lettura del testo

ANDIAMO AL PARADISO BREVI ESORTAZIONI IN MASSIME ED IN ESEMPII CHE ACCOMPAGNANO CIASCUNA RISPOSTA DEL CATECHISMO

Parte quarta I SACRAMENTI SONO FONTI DI DIVINA GRAZIA

Lezione quarta Gesù compagno e alimento nostro

V. Il figlio che almeno una volta all'anno sdegna di accostarsi alla mensa del genitore non è figliuolo che piaccia al padre suo

«»

[- 549 -]

V.

Il figlio che almeno una volta all'anno sdegna di

accostarsi alla mensa del genitore non è figliuolo

che piaccia al padre suo

  1. Quando il figlio è infermo la mamma diletta presenta il vaso della medicina e dice: "Assumi almeno qualche sorso di questa bevanda, che tu guarirai". Santa Chiesa ai figli infermi

 - 550 -

che a mo' degli ebrei cominciano aver nausea della manna, tiene lo stesso discorso. Non ti pare che la Madre tua sia egualmente pia che discreta?

  2. Ma quando la madre scorge buona lena ne' figli, allora non cessa di invitarli a' cibi salubri. Ah, possa tu sempre possedere gagliarde le forze dell'anima! Se la Chiesa ti scorge atto, ti chiamerà con atti pietosi a pascerti pure con la frequenza maggiore possibile alla mensa del celeste Padre.

  3. Non è vero che grado a grado che il fanciulletto cresce nella età si avanzano [189]intorno a lui giganti i pericoli da parte del demonio, del mondo e della propria concupiscenza? Perciò nessuno attenda molto tempo per pascere delle Carni immacolate di Gesù il figlio che si incammina negli anni della vita. Che sarebbe se intanto lo sciagurato si inducesse a sedere alla mensa dei demoni?

  4. In quanti pericoli incorre il figlio che va a star lontan lontano dal padre suo? Ma se tutti i giorni vive al fianco del genitore, egli è sicuro. E tu potendo stare accanto a Gesù tuo padre, vuoi tu piuttosto peregrinare in terra forastiera?

  5. La terra che tu abiti è diventata una terra di fuoco, nella quale soffia il vento divoratore del disordine e vi s'accende un Vesuvio di vizii nefandi. Ah, misero te se in una terra di fuoco e frammezzo a pericoli infernali tu, come Lot, non ti affidi intieramente alla protezione dell'Altissimo!

 

 


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma