Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Un angelo salvatore. S.Gottardo vescovo
Lettura del testo

UN ANGELO SALVATORE SAN GOTTARDO VESCOVO (1882)

IX. Il piviale del prete

«»

[- 35 -]

IX.

Il piviale del prete

  Ve lo dico ancora perché lo intendiate: il piviale del prete non è contrario al progresso civile. Guardate ai monumenti della vostra città. Guardate alle strade ed ai ponti che congiungono le città ed i regni. Guardate alle scienze, alle arti, all'agricoltura. Il meglio che possedete si è fatto col piviale del prete.

  Gottardo con questo indumento sacro si presentava ai popoli e questi lo seguivano. Con questo si faceva dinanzi ai nobili e lo accompagnavano. Perfino i principi si ricoveravano sotto il piviale del prete. Venne il re Ottone e dimorò [20]con fama di illustre e di pio. Venne lo stesso imperatore Enrico e sotto al piviale del prete si rese non solo celebre, ma insieme santo al cospetto di Dio e della Chiesa di Gesù Cristo. Defunctus adhuc loquitur9. Gottardo vescovo è che dice all'imperatore: "Non l'uomo senza Dio, non la terra senza il cielo, non il progresso senza la Chiesa". Enrico, come vel dissi, ascoltò e si fece santo e fu sempre la gioia e la gloria del suo popolo. Ritenete la massima verace: "Il piviale del prete non impedisce il progresso civile".

 





p. 35
9 Eb 11, 4.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma