Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Costituzioni F. s. M. P. - 1909
Lettura del testo

COSTITUZIONI DELLE FIGLIE DI SANTA MARIA DELLA PROVVIDENZA (1909)

Parte prima. CARATTERE DELL'ISTITUTO

Capo XVIII. <DEI SUFFRAGI>

«»

[- 388 -]

Capo XVIII.

<DEI SUFFRAGI>

 

114. Quando muore una figlia della congregazione, la superiora farà celebrare per essa tre sante Messe e possibilmente all'altare privilegiato. Le consorelle applichino alla defunta tre sante Comunioni ciascuna.[37] Per tre giorni il rosario, - 389 -solito a recitarsi dalla comunità, verrà applicato in suffragio della defunta.

Si raccomanda alle figlie di applicare con fervore alla sorella defunta tutte le loro opere buone e le loro preghiere fino al trentesimo giorno dalla sua morte.

115. Nel mese di novembre, dedicato ai poveri morti, si preghi in modo speciale per l'anima delle consorelle15 e delle ricoverate defunte.

116. Per la superiora generale defunta sarà celebrata una messa in ogni casa della congregazione; per la superiora provinciale una messa in ogni casa della sua provincia.

La casa generalizia farà celebrare una messa cantata per il sommo pontefice defunto e per il vescovo defunto sarà per una volta applicata la santa Comunione da tutte le suore che sono di residenza in quella diocesi.





p. 389
15 Il ms conclude: delle consorelle defunte, dei sacerdoti e delle ricoverate defunte, appartenenti alla congregazione.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma