Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Il fondamento...
Lettura del testo

IL FONDAMENTO CATECHISMO PER LE ANIME CHE ASPIRANO A PERFEZIONE

Parte quarta DEI SACRAMENTI

Lezione IX Del sacramento del Matrimonio

«»

- 962 -

Lezione IX

Del sacramento del Matrimonio

  1. [176]Filotea, lascia che le altre figlie parlino contrariamente agli affetti del tuo cuore. Consolati che tu puoi rispondere: "Io sono sposa del Signore. Meglio essere unito alla destra dell'Onnipotente che ad un braccio di carne".

  2. Però tu, Filotea, ricordalo sempre che sei sposa di Dio, che il Signore come in casa diletta abita nel cuor tuo, che come in santuario ammirabile dimora nei pensieri dello spirito. Come casti devono essere i tuoi affetti, pure le tue intenzioni!   3. Filotea, t'ha chiamato Iddio al tempio santo. Gesù Cristo ti aprì il costato per infiammarti a dire così: "Gesù ha cuor di padre universale, io vo' aver affetti di madre. Vo' essere madre di tutti quelli che hanno perduta la genitrice propria".

  4. Filotea, che ti senti negli affetti del cuor tuo? Provi che Dio goda in conversar teco? Ebbene fa tacere tutte le creature intorno e odi la voce del tuo diletto. È il Signore che parla teco. Misera te se non gli presti attenzione viva! Sei con Dio: vivi e respira per Iddio.

  5. [177]Il tuo cuore sia un tempio nel quale risuoni perenne la lode di Dio, nella tua casa abiti ovunque lo spirito d'orazione. Di giorno e di notte con pura intenzione ama Dio. E per Iddio ama le anime che lo circondano. Qual gioia specchiarsi nelle anime che amano Iddio! Oh, chi mi che possa condurre mia vita al fianco di un santo quaggiù! Dillo tu stessa, Filotea! Quaggiù hai provato più viva consolazione di quella che ti venne dai buoni atti di virtù?

  6. Furono tempi in cui i cristiani movevano a gara per recarsi alla solitudine, a fine di vivere più uniti a Dio. Furono luoghi nei quali i villaggi o le città facevano a gara per essere più virtuose. Sciagurato il secolo nostro, nel quale ai buoni si concede appena di fare un po' di bene di soppiatto! Filotea, prega perché il regno di Dio si estenda sulla terra. Sii tu a guisa della Vergine immacolata, madre spirituale delle anime. Educale collo esempio, colla preghiera, colla voce, col sacrificio. Sei sposa di Dio. Oh quanto deve al suo diletto una sposa del Signore!

 

 


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma