Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Le glorie del pontificato...
Lettura del testo

LE GLORIE DEL PONTIFICATO DA ADAMO AL GIUBILEO SACERDOTALE DI SUA SANTITÀ IL PONTEFICE LEONE XIII

V. La preghiera del pontefice sommo

«»

- 958 -

V.

La preghiera del pontefice sommo

  [16] Il pontefice sommo in pregare aduna nel cuor proprio i buoni affetti di tutte le generazioni passate e delle presenti e li offre con immensa umiltà allo Altissimo, perché li accetti per i bisogni spirituali e corporali del mondo. Il pontefice sommo che prega, è egli uomo od angelo? Più che non uomo semplice o più che non un angelo medesimo, egli è il Vicario del divin Salvatore, quegli per cui si dice da noi in terra che è un pontefice solo, come in cielo unico è il Signore Iddio.

  Il pontefice sommo in pregare aduna il fervore dei patriarchi e dei sacerdoti sommi dell'antica e della nuova Legge. Aronne e l'arca santa, eccolo il sommo sacerdote di Roma e il suo tempio santo. Mosè che elevò le mani e che ottiene vittoria sugli uomini avversari e sulle bestie venefiche, eccolo il papa nostro Leone che supplica e geme perché i popoli belligeranti smettano il dissanguarsi a vicenda. Giosuè che continua le meraviglie del mitissimo legislatore e condottiero Mosè, eccolo Leone xiii che con eguale forza prosegue nel meraviglioso cammino dell'angelico Pio ix. "Pochi ma intrepidi soldati", grida Gedeone; un pugno di trecento valorosi vinceranno le falangi degli [17] amaleciti, e così Leone sclama alle genti che pochi ma gagliardi lioncelli, cristiani senza paura, metteranno in rapida fuga le schiere dei nemici della Chiesa. Sansone il forte, eccolo il nostro Leone intrepido. E Samuele il pio, eccolo il pontefice che anela <a> consacrare in canti a Dio i Saulli novelli, i re delle nazioni. Oh, venite tutti, o sovrani, e venerate il gerarca supremo, il vostro re.

  Meglio vale il governo di Dio che il governo degli uomini! Gli ebrei stessi ben presto sel sentirono. Meglio il governo del pontefice che il governo dei regi, ma questi che sieno almeno sommessi al sacerdote sommo, o ne verrebbe ai popoli un colmo di gravi mali.

  Facciamone un brevissimo confronto. Davide, il piissimo re e intrepido, egli è la gioia del popolo d'Israele; Salomone il - 959 -sapiente è meraviglia a tutti i popoli nella terra. Mercé di tal padre e di tal figlio, Salem divien la Gerusalemme santa e la rocca di Mello ivi, ella è coperta dal tempio santo al quale già accorrono da tutte parti le genti per adorare il Signore. Anche in questo è Roma e il suo pontefice, i sacerdoti sommi e gl'imperatori di fede, Costantino, Clodoveo, Carlomagno, Carlo Martello, san Luigi, sant'Enrico, colla schiera illustre dei sovrani che si professano figli e difensori della Santa Sede.

  Ma come fra gli ebrei presto si fecero innanzi gli Acabbi ingiusti ed empi che dissanguano i poveri e li [18] distolgono da Dio, così infra i cristiani ancor d'oggidì. Pei quali però, come per Acabbo, è presente Leone xiii che nella persona di Elia12 tesbite sclama: "Viva il Signore, Dio d'Israele, di cui io son servo; non verrà né rugiadapioggia in questi anni, finché Acabbo non riconosca che il Signore è l'Altissimo"..

  Ma se i potenti piegheranno la cervice, allora Leone xiii parlerà ben altrimenti. Come Isaia, profetizzerà13 così:". In tempo non lontano abiterà il lupo insieme coll'agnello e il pardo giacerà insieme col capretto, il vitello, il leone e la pecorella staranno uniti e un piccol fanciullo, Gesù e il suo Vicario, sarà loro pastore. Il vitello e l'orso andranno ai medesimi pascoli, i loro parti staranno insieme a giuocare e, come il bue, mangerà paglia il leone, e scherzerà <un> fanciullo di latte alla bocca di un aspide e appena divezzato metterà la mano nella tana del basilisco..."14.

  Popolo italiano, e tu governo di questo popolo, che siete venuti nella terra degli ebrei di Mosè e presso al soggiorno di Isaia, avete15 voi dunque bene inteso?... Accostatevi al sacerdote sommo, ditegli che preghi, che diriga le imprese sì che il vaticinio del profeta si avveri e la prece del missionario e del pontefice sommo sia esaudita.

- 960 -  Oh, se noi meritiamo che il Vicario di Gesù preghi per noi! L'orazione di Leone xiii essa vale in pro di tutti i popoli della terra.





p. 959
12 Originale: Isaia; cfr. Rohrbacher I, p. 698.



13 Originale: Come Isaia tesbite, profetizzerà.



14 Is 14, 6-8.



15 Originale: al soggiorno di Isaia tesbite, avete.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 Èulogos SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma