Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
O Padre! O Madre! (I corso)
Lettura del testo

O PADRE! O MADRE! PRIMO CORSO DI FERVORINI NELLE FESTE DEL SIGNORE E DELLA BEATA VERGINE

<FESTE DEL SIGNORE>

IX. Il Sabato santo Dopo l'umiliazione il trionfo

«»

- 26 -

IX.

Il Sabato santo

Dopo l'umiliazione il trionfo

Umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte ed alla morte di croce, laonde anche il Signore lo esaltò e gli diede un nome che è sopra ogni nome.

San Paolo ai Filippesi 214

  1. [40]Figurati che gli angeli nel cielo o che Adamo ed Eva nel loro paradiso terrestre avessero veduto Gesù, loro padre e signore, umiliato sul legno della croce, credi tu che avrebbero mandato a compimento quei loro disegni di superbia? Ma tu l'hai scorto Gesù, vero Dio e vero uomo, ascendere al Calvario. L'hai visto abbassar il capo e spirare in croce per obbedire al Padre eterno, ed or fia possibile che tu ancora una volta disobbedisca a Dio o che nutra pensieri di superbia dentro al cuor tuo?

  2. L'Eterno aveva commesso al Figlio di salvar gli uomini. L'Unigenito del Padre poteva soddisfare per i peccati di tutti gli uomini con una lagrima, con un sospiro, [41]con una preghiera sola, chi ne dubita? Ma l'Eterno, che è amore per essenza, desiderava che il Figlio dimostrasse amore immenso nella grand'opera della umana redenzione. Ed il Verbo incarnato, sebbene provasse tutte le tristezze del patire e tutte le agonie del morire, pure affin di aderire, non che ai comandi, ai semplici desideri del Padre, si affrettò e giunse come tu sai al vertice del Calvario. Tanto eseguì Gesù per obbedienza al Padre e per amore a te, e tu come è che sei pronto ad obbedire a Dio? Come è che obbedisci ai superiori che sulla terra tengono il luogo del Signore? Se sei obbediente fedele, tu

- 27 -devi essere pronto non solo ai comandi, ma anche ai desideri di chi ti guida in nome di Dio.

  3. Tu ammiri sopra<m>modo sulla terra i vergini che si struggono di amore per il Signore, come la lampada che arde innanzi al Santissimo Sacramento. Tu ammiri i martiri, perché per offerire allo Altissimo un santo15 sacrificio presentano il proprio sangue. Ammiri i confessori, perché per salvare le anime dei peccatori non risparmiano sudori di predicazione, non disagi di fatiche. Tutti questi drappelli santi sono [42]ammirandi tanto più perché in eseguire hanno di mira non altro che di obbedire al Signore.

  Gesù oh come bene esercitò questa obbedienza! Nella sua carriera mortale dei trentatré anni che dimorò quaggiù, egli come un sitibondo sclamava: "Lo desidero, lo desidero di morire per gli uomini". E quando venne l'ora, si abbracciò con tenerezza alla croce e venne ai tormenti del Calvario come a luogo di trionfo. Intanto fin dalla croce pregò l'Eterno per tutti. Fino all'ultimo respiro supplicò per gli stessi suoi crocefissori, perché la volontà sua non era altra che quella dello eterno Padre, cioè di salvare i peccatori miseri. Guarda ora a te. Com'è che tu ami il Signore ed il prossimo tuo? Com'è che tu obbedisci a Dio?

  4. Gesù in quanto uomo morì sulla croce nella confusione massima. Ma intanto l'anima di lui discese gloriosa al limbo e si manifestò con trionfo a quelle anime. Queste per l'eccessiva gioia e per la virtù che loro diede Gesù rientrarono ancor nei propri corpi, e risalendo in Gerusalemme manifestarono a tutti che Gesù è vero Dio. Intanto le pietre medesime e la [43]terra e i mari confessarono Gesù vero Dio, sicché gli uomini ancor più da lungi dovettero persuadersi che il Messia salvatore era venuto e che già aveva patito assai per redimere il mondo. Non è questo un trionfo altissimo?

  Tu se vuoi <ac>crescere gloria a Gesù, credi con più viva fede a lui, amalo con più tenero affetto. In far ciò disporrai te

- 28 -medesimo a partecipare del trionfo e della salute che lo stesso Gesù salvatore ti ha guadagnato.

Riflessi

  1. Rimira il tuo Gesù pendente da una croce di ignominia e poi insuperbisci, se ti il cuore.

  2. Tanto sostenne Gesù per amore e per obbedienza al Padre. 3. Tanto patì per offerire allo Eterno un santo sacrificio. E tu come eseguisci l'offerta di tua volontà?

  4. Se volenteroso ti umilii per amore del tuo Dio, presto il Signore ti farà partecipe dei trionfi di Gesù.





p. 26
14 Fil 2, 8s.



p. 27
15 Nell'originale: tanto.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma