Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Pie pratiche in ossequio...
Lettura del testo

PIE PRATICHE IN OSSEQUIO AL XIV CENTENARIO DEL TRANSITO DI SANT'ABONDIO PROTETTORE DELLA CITTÀ E DIOCESI DI COMO

II. Lo zelo

«»

- 599 -

II.

Lo zelo

  O pio apostolo e padre nostro Abondio! Erano trascorsi quattro secoli e mezzo che Cristo era nato e morto sulla croce, [7]eppure in Como e nei luoghi circostanti il più delle genti, idolatre, ignoravano che il Salvatore fosse nato; molti eretici bestemmiavano il Verbo dell'eterna verità e quasi tutti e spessissime volte s'avvolgevano fra le sozzure delle più turpi passioni. O Abondio, Abondio nostro, che fiero spettacolo alla vostra mente! Che strazio al vostro cuore!

  Una fiamma di apostolico zelo tutto vi occupò; voi meritaste che la grazia di Gesù Cristo scendesse in larga copia su di voi, sì che tornato strumento di santificazione nelle mani di Dio, voi facilmente otteneste di illuminare chi sedea nell'ombre di morte3, di risollevare i caduti, di guarire le misere infermità umane. Qual pro, o apostolo e padre nostro! I nostri padri mercé vostra furono salvi, e noi pure salvi per loro e con loro. Abondio, Abondio, raffermateci nella fede sempre più! Rafforzateci nelle sante virtù! Ognora fateci degni figli di voi, padre santo, fedeli seguaci di voi, apostolo fervido.

  Tre Pater, ecc.

  Sancte Abundi, etc.

 

 





p. 599
3 Cfr. Mt 4, 16.



«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 EuloTech SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma