Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
ora 313
oramai 65
oratore 1
orazio 23
orbene 2
orchessa 6
orchestra 3
Frequenza    [«  »]
23 ministro
23 neanche
23 noia
23 orazio
23 osteria
23 piangendo
23 portato
Carlo Lorenzini, detto Collodi
Raccolta di opere

IntraText - Concordanze

orazio

Storie allegre
   Parte, Capitolo, Paragrafo
1 mas, 0, 1| a' miei fratelli. Guai se Orazio e Pierino sapessero qualche 2 mas, 0, 1| casa, e sonò il campanello.~Orazio, per l'appunto il suo fratello 3 mas, 0, 1| l'appunto il suo fratello Orazio, fu quello che aprì.~«Giusto 4 mas, 0, 1| mosca-cieca!», soggiunse Orazio.~Pierino guardò maravigliato 5 mas, 0, 1| giuccherello!», disse Orazio.~«O dunque?...»~«Tu sei 6 mas, 0, 1| Cesare.~«E a me, soggiunse Orazio.»~«Che andate in maschera, 7 mas, 0, 1| Neanch'io», soggiunse Orazio.~«Silenzio tutti! M'è venuta 8 mas, 0, 1| Quale stampa?...», domandò Orazio.~«Quella che rappresenta 9 mas, 0, 1| capito, s'è capito», disse Orazio.~«Io, com'è naturale», riprese 10 mas, 0, 1| non essere gobbo», disse Orazio, «perché mi vestirei tanto 11 mas, 0, 2| accanto al suo, dormivano Orazio e Pierino.~«Peccato!», disse 12 mas, 0, 2| Sfido io!...», brontolò Orazio.~In quanto a Pierino non 13 mas, 0, 2| mascherata!».~«Davvero?», disse Orazio, allungandosi e sbadigliando.~« 14 mas, 0, 2| la corona di Re», disse Orazio.~«Come sei ignorante!», 15 mas, 0, 2| Pagherete ai miei nipoti Cesare, Orazio e Pierino lire cento, che 16 mas, 0, 2| dillo subito!», gridarono Orazio e Pierino.~«Ci state voialtri 17 mas, 0, 3| dormo e cammino», diceva Orazio.~«Un sonno come stasera, 18 mas, 0, 3| sonno.»~«Dal sonno?», disse Orazio. «Io per tua regola, son 19 mas, 0, 3| cento lire?», domandarono Orazio e Pierino.~«C'è anche il 20 mas, 0, 3| casa l'hai presa?», domandò Orazio.~«Eccola qui.»~«E tu, Pierino, 21 mas, 0, 3| E intanto che Cesarino e Orazio si sfogavano a piangere 22 mas, 0, 3| la colpa è tua!», ripeté Orazio stizzito.~«Ma perché la 23 mas, 0, 3| tua, tutta tua!», ripeté Orazio.~«Bella forza! Ve la pigliate


IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA