Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
disprezzo 3
disputavano 1
diss 26
disse 776
dissero 39
dissi 9
dissimulando 1
Frequenza    [«  »]
877 io
851 del
777 della
776 disse
719 alla
712 al
665 perché
Carlo Lorenzini, detto Collodi
Raccolta di opere

IntraText - Concordanze

disse

1-500 | 501-776

Pinocchio
    Capitolo
1 1 | una vocina sottile, che disse raccomandandosi:~ ~- Non 2 1 | dunque?...~ ~- Ho capito; - disse allora ridendo e grattandosi 3 1 | nulla!~ ~- Ho capito, - disse allora sforzandosi di ridere 4 1 | la solita vocina che gli disse ridendo:~ ~- Smetti! tu 5 2 | porta.~ ~- Passate pure, - disse il falegname, senza aver 6 2 | giorno, mastr'Antonio, - disse Geppetto. - Che cosa fate 7 2 | verso il falegname, gli disse imbestialito:~ ~- Perché 8 2 | Dunque, compar Geppetto, - disse il falegname in segno di 9 3 | Che nome gli metterò? - disse fra sé e sé. - Lo voglio 10 3 | n'ebbe quasi per male, e disse con accento risentito:~ ~- 11 3 | Smetti di ridere! - disse Geppetto impermalito; ma 12 3 | voltandosi verso Pinocchio, gli disse:~ ~- Birba d'un figliuolo! 13 3 | naso.~ ~- Me lo merito! - disse allora fra sé. - Dovevo 14 3 | riconduceva indietro, gli disse tentennando minacciosamente 15 4 | Chi è che mi chiama? - disse Pinocchio tutto impaurito.~ ~- 16 4 | però questa stanza è mia, - disse il burattino, - e se vuoi 17 4 | vagabondo.~ ~- Per tua regola, - disse il Grillo-parlante con la 18 5 | facendo una bella riverenza, disse:~ ~- Mille grazie, signor 19 7 | mangiati?~ ~- Il gatto, - disse Pinocchio, vedendo il gatto 20 7 | cascavano giù per le gote, gli disse singhiozzando:~ ~- Pinocchiuccio 21 7 | allora il Grillo-parlante mi disse: «Ti sta bene; sei stato 22 7 | Bada, Grillo!...», e lui mi disse: «Tu sei un burattino e 23 7 | il pulcino scappò fuori e disse: »Arrivedella... e tanti 24 7 | affacciandosi alla finestra mi disse: »Fatti sotto e para il 25 7 | pere, e porgendogliele, disse:~ ~- Queste tre pere erano 26 7 | lunghissimo sbadiglio e disse piagnucolando:~ ~- Ho dell' 27 7 | di pera.~ ~- Pazienza! - disse Pinocchio, - se non c'è 28 7 | contento le mani sul corpo, e disse gongolando:~ ~- Ora sì che 29 8 | mezza giornata: poi gli disse:~ ~- E perché dovrei rifarti 30 8 | tua?~ ~- Vi prometto, - disse il burattino singhiozzando, - 31 8 | genio.~ ~Allora Geppetto disse al burattino:~ ~- Chiudi 32 8 | quanto avete fatto per me, - disse Pinocchio al suo babbo, - 33 8 | così contento di sé, che disse pavoneggiandosi:~ ~- Paio 34 9 | scuola c'è sempre tempo, - disse finalmente quel monello 35 9 | curiosità, perse ogni ritegno, e disse senza vergognarsi al ragazzetto, 36 9 | la mia giacchetta, - gli disse allora il burattino.~ ~- 37 9 | tentennava, pativa. Alla fine disse:~ ~- Vuoi darmi quattro 38 10 | Arlecchino e Pulcinella e disse loro:~ ~- Portatemi di qua 39 11 | starnuti.~ ~- Felicità! - disse Pinocchio.~ ~- Grazie! E 40 11 | starnuti.~ ~- Felicità! - disse Pinocchio.~ ~- Grazie! Del 41 11 | Allora il burattinaio disse loro con voce rantolosa:~ ~- 42 11 | umano e più trattabile, disse a Pinocchio:~ ~- Ebbene, 43 11 | affettuosamente le braccia e disse a Pinocchio:~ ~- Tu sei 44 12 | giorno, Pinocchio, - gli disse la Volpe, salutandolo garbatamente.~ ~- 45 12 | Un gran signore tu? - disse la Volpe, e cominciò a ridere 46 12 | buono.~ ~- Guarda me! - disse la Volpe. - Per la passione 47 12 | gamba.~ ~- Guarda me! - disse il Gatto. - Per la passione 48 12 | fece il solito verso e disse:~ ~- Pinocchio, non dar 49 12 | prima.~ ~- Povero Merlo! - disse Pinocchio al Gatto, - perché 50 12 | fermandosi di punto in bianco, disse al burattino:~ ~- Vuoi raddoppiare 51 12 | ci pensò un poco, e poi disse risolutamente:~ ~- No, non 52 12 | pensarci!~ ~- Dunque, - disse la Volpe, - vuoi proprio 53 12 | Te lo spiego subito, - disse la Volpe. - Bisogna sapere 54 12 | giugno.~ ~- Sicché dunque, - disse Pinocchio sempre più sbalordito, - 55 12 | buoni proponimenti fatti, disse alla Volpe e al Gatto:~ ~- 56 13 | Fermiamoci un po' qui, - disse la Volpe, - tanto per mangiare 57 13 | Quand'ebbero cenato, la Volpe disse all'oste:~ ~- Dateci due 58 13 | avrebbe fatto tanto piacere! - disse Pinocchio, grattandosi il 59 13 | .~ ~- Che vuoi da me? - disse il burattino.~ ~- Voglio 60 14 | assassini.~ ~- Davvero, - disse fra sé il burattino rimettendosi 61 14 | fantasmi.~ ~- Eccoli davvero! - disse dentro di sé: e non sapendo 62 14 | i denari o sei morto, - disse l'assassino più alto di 63 15 | casa, forse sarei salvo, - disse dentro di sé.~ ~E senza 64 15 | muovere punto le labbra, disse con una vocina che pareva 65 15 | faccia.~ ~- Ho capito, - disse allora uno di loro, - bisogna 66 16 | comandate, mia graziosa Fata? - disse il Falco abbassando il becco 67 16 | Su da bravo, Medoro! - disse la Fata al Can-barbone; - 68 16 | sapere da lor signori, - disse la Fata, rivolgendosi ai 69 16 | vivo!~ ~- Mi dispiace, - disse la Civetta, - di dover contraddire 70 16 | in via di guarigione, - disse solennemente il Corvo.~ ~- 71 17 | porgendolo al burattino, gli disse amorosamente:~ ~- Bevila, 72 17 | zucchero?~ ~- Eccola qui, - disse la Fata, tirandola fuori 73 17 | e ingoiata in un attimo, disse leccandosi i labbri:~ ~- 74 17 | punta del naso: finalmente disse:~ ~- è troppo amara! troppo 75 17 | Così non la posso bere! - disse il burattino, facendo mille 76 17 | gallettino di primo canto, gli disse:~ ~- Dunque la mia medicina 77 17 | alcune monete d'oro, e mi disse: «, portale al tuo babbo!» 78 17 | rispose Pinocchio; ma disse una bugia, perché invece 79 17 | perdute nel bosco vicino, - disse la Fata, - le cercheremo 80 18 | siete buona, Fata mia, - disse il burattino, asciugandosi 81 18 | è una storia lunga, - disse il burattino, - e ve la 82 18 | d'oro.~ ~- Infami!... - disse la Volpe.~ ~- Infamissimi! - 83 18 | può sentir di peggio? - disse la Volpe. - In che mondo 84 18 | imbrogliò. Allora la Volpe disse subito:~ ~- Il mio amico 85 18 | altro giorno sarà tardi, - disse la Volpe.~ ~- Perché?~ ~- 86 18 | una scrollatina di capo, e disse alla Volpe e al Gatto:~ ~- 87 18 | campi.~ ~- Eccoci giunti, - disse la Volpe al burattino. - 88 18 | di terra.~ ~- Ora poi, - disse la Volpe, - vai alla gora 89 19 | testa.~ ~- Non ti capisco, - disse il burattino, che già cominciava 90 19 | Pinocchio ai giandarmi, disse loro:~ ~- Quel povero diavolo 91 19 | voglio uscire anch'io, - disse Pinocchio al carceriere.~ ~- 92 19 | caso avete mille ragioni, - disse il carceriere; e levandosi 93 20 | dolce, insinuante e sottile, disse al Serpente:~ ~- Scusi, 94 20 | sia morto davvero?... - disse Pinocchio, dandosi una fregatina 95 21 | sul capo, la chiamò e le disse:~ ~- O Lucciolina, mi faresti 96 21 | Ah, ladracchiolo! - disse il contadino incollerito, - 97 21 | un piede sul collo, gli disse:~ ~- Oramai è tardi e voglio 98 21 | Se questa notte, - disse il contadino, - cominciasse 99 22 | alla buca del casotto e disse sottovoce:~ ~- Buona sera, 100 22 | sacco le quattro faine, disse loro con accento di vera 101 23 | Non lo vedi? piango! - disse Pinocchio alzando il capo 102 23 | far della sera, il Colombo disse:~ ~- Ho una gran sete!~ ~- 103 23 | si voltò al Colombo e gli disse:~ ~- Non avrei mai creduto 104 23 | diritta al mio dito, - disse la vecchia, accennando una 105 24 | si voltò al delfino e gli disse: - Arrivedella, signor pesce: 106 24 | lumicino.~ ~- Ho capito, - disse subito quello svogliato 107 24 | occhi dalla vergogna, gli disse sottovoce:~ ~- Mi fareste 108 24 | acqua alla vostra brocca? - disse Pinocchio, che bruciava 109 24 | Bevi pure, ragazzo mio! - disse la donnina, posando le due 110 24 | fatto un animo risoluto, disse:~ ~- Pazienza! Vi porterò 111 24 | tutta questa maraviglia? - disse ridendo la buona donna.~ ~- 112 25 | col farsi riconoscere, e disse a Pinocchio:~ ~- Birba d' 113 25 | fatica.~ ~- Ragazzo mio, - disse la Fata, - quelli che dicono 114 25 | rialzando vivacemente la testa disse alla Fata:~ ~- Io studierò, 115 26 | pigliavano gioco di lui, e disse loro a muso duro:~ ~- Badate, 116 26 | anche più duri dei piedi! - disse un altro che, per i suoi 117 26 | Sapete che cosa farò? - disse Pinocchio. -~ ~Il Pesce-cane 118 27 | e pigliandosela a male, disse a loro con voce di bizza:~ ~- 119 27 | mi fate quasi ridere, - disse il burattino con una scrollatina 120 27 | come i peccati mortali, - disse Pinocchio con una gran risata.~ ~- 121 27 | guardarlo in cagnesco, gli disse sgarbatamente:~ ~- Chetati, 122 27 | come un panno lavato, e non disse altro che queste parole:~ ~- 123 27 | Altro che male! - disse uno dei carabinieri, chinandosi 124 27 | passi.~ ~- Si contentano, - disse il burattino ai carabinieri, - 125 28 | compassione, e voltosi al cane gli disse:~ ~- Ma se io ti aiuto a 126 28 | In quella grotta, - disse allora fra sé, - ci deve 127 28 | io non sono un pesce! - disse Pinocchio dentro di sé, 128 28 | pesci abbiamo presi!~ ~- disse il pescatore verde; e ficcando 129 28 | Buone queste triglie! - disse, guardandole e annusandole 130 28 | scambiare per un granchio, disse con accento risentito:~ ~- 131 29 | vocina fioca fioca, che disse:~ ~- Salvami, Alidoro!... 132 29 | ti debbo ringraziare! - disse il burattino.~ ~- Non c' 133 29 | acceso sul capo, la quale disse:~ ~- Chi è a quest'ora?~ ~- 134 29 | Fata.~ ~- Ah! ho capito, - disse la Lumaca. - Aspettami costì, 135 29 | rifinito.~ ~- Subito! - disse la Lumaca.~ ~Difatti dopo 136 29 | che vi manda la Fata, - disse la Lumaca.~ ~Alla vista 137 29 | volta ti perdono, - gli disse la Fata, - ma guai a te 138 29 | Fata, tutta contenta, gli disse:~ ~- Domani finalmente il 139 30 | gli inviti: e la Fata gli disse:~ ~- Vai pure a invitare 140 30 | E io l'ho provato! - disse Pinocchio. - Ma ora non 141 30 | ben bene, si cheterà, - disse quella birba di Lucignolo.~ ~- 142 30 | mai!~ ~- Che bel paese! - disse Pinocchio, sentendo venirsi 143 31 | E tu, amor mio?... - disse l'omino volgendosi tutto 144 31 | faccia!~ ~- Pinocchio! - disse allora Lucignolo. - Dai 145 31 | dirà la mia buona Fata? - disse il burattino che cominciava 146 31 | terzo sospiro; finalmente disse:~ ~- Fatemi un po' di posto: 147 31 | quell'altro orecchio. Poi disse al burattino:~ ~- Rimonta 148 31 | appena intelligibile, che gli disse:~ ~- Povero gonzo! Hai voluto 149 31 | solita vocina fioca che gli disse:~ ~- Tienlo a mente, grullerello! 150 31 | bestia!...~ ~- Via, via, - disse l'omino, - non perdiamo 151 31 | perdono!~ ~- Anima grande! - disse Pinocchio, abbracciando 152 32 | il polso di Pinocchio gli disse sospirando:~ ~- Amico mio, 153 32 | onore... ma Lucignolo mi disse: «Perché vuoi annoiarti 154 32 | vocina melliflua e flautata, disse al suo compagno:~ ~- Levami 155 32 | e dopo io!~ ~- Ebbene, - disse allora il burattino, - facciamo 156 32 | barcollando e cambiando colore, disse all'amico:~ ~- Aiuto, aiuto, 157 32 | porta, e una voce di fuori disse:~ ~- Aprite! Sono l'Omino, 158 33 | entrato che fu nella stanza, disse col suo solito risolino 159 33 | a ragliare, e ragliando, disse:~ ~- J-a, j-a, la paglia 160 33 | prudenza, si chetò subito e non disse altro.~ ~Intanto la stalla 161 33 | fieno non è cattivo, - poi disse dentro di sé, - ma quanto 162 33 | rivolgendosi a Pinocchio, gli disse:~ ~- Animo, Pinocchio!... 163 33 | quella signora è la Fata! - disse dentro di sé Pinocchio, 164 33 | vita.~ ~Allora il direttore disse al suo garzone di stalla:~ ~- 165 34 | sott'acqua, il compratore disse, discorrendo da sé solo:~ ~- 166 34 | poco dal suo primo stupore, disse piangendo e balbettando:~ ~- 167 34 | coda.~ ~- Da oggi in poi, - disse il compratore inorridito, - 168 34 | pure: io sono contento, - disse Pinocchio.~ ~Ma nel dir 169 34 | salvi, disgraziato?... - disse in quel buio una vociaccia 170 34 | lumicino lontano lontano? - disse Pinocchio.~ ~- Sarà qualche 171 35 | vedendo che piangevo mi disse: «Ho visto il tù babbo che 172 35 | l'ali anch'io», e lui mi disse: «Vuoi venire dal tuo babbo?», 173 35 | chi mi ci porta», e lui mi disse: «Ti ci porto io», e io 174 35 | dissi: «Come?», e lui mi disse: «Montami sulla groppa», 175 35 | Ti riconobbi anch'io, - disse Geppetto, - e sarei volentieri 176 35 | Allora, babbino mio, - disse Pinocchio, - non c'è tempo 177 35 | andando avanti per far lume, disse al suo babbo:~ ~- Venite 178 35 | gran salto, il burattino disse al suo babbo:~ ~- Montatemi 179 36 | tremito fosse di paura, gli disse per confortarlo:~ ~- Coraggio 180 36 | vedo anche la spiaggia, - disse il burattino. - Per vostra 181 36 | col capo verso Geppetto, e disse con parole interrotte:~ ~- 182 36 | di chitarra scordata che disse:~ ~- Chi è che muore?~ ~- 183 36 | e con voce commossa gli disse:~ ~- Amico mio, tu hai salvato 184 36 | di reggersi in piedi, gli disse:~ ~- Appoggiatevi pure al 185 36 | essere abitata da qualcuno, - disse Pinocchio. - Andiamo 186 36 | alla porta.~ ~- Chi è? - disse una vocina di dentro.~ ~- 187 36 | e la porta si aprirà, - disse la solita vocina.~ ~Pinocchio 188 36 | padrone della capanna dov'è? - disse Pinocchio maravigliato.~ ~- 189 36 | Oh! mio caro Grillino, - disse Pinocchio salutandolo garbatamente.~ ~- 190 36 | Giangio; ma l'ortoiano gli disse:~ ~- Quanto ne vuoi del 191 36 | di latte.~ ~- Pazienza! - disse Pinocchio e fece l'atto 192 36 | andarsene.~ ~- Aspetta un po', - disse Giangio. - Fra te e me ci 193 36 | di girare il bindolo, - disse l'ortolano, - l'ho fatta 194 36 | Mi menate a vederlo? - disse Pinocchio.~ ~- Volentieri.~ ~ 195 36 | ebbe guardato fisso fisso, disse dentro di sé, turbandosi:~ ~- 196 36 | Oh! povero Lucignolo! - disse Pinocchio a mezza voce: 197 36 | che non ti costa nulla? - disse l'ortolano. - Che cosa dovrei 198 36 | vestitino nuovo.~ ~Una mattina disse a suo padre:~ ~- Vado qui 199 36 | Non mi riconosci? - disse la Lumaca.~ ~- Mi pare e 200 36 | avergli dato un bacio, gli disse così.~ ~- Bravo Pinocchio! 201 36 | nostra è tutto merito tuo, - disse Geppetto.~ ~- Perché merito 202 36 | l'ebbe guardato un poco, disse dentro di sé con grandissima I racconti delle fate Capitolo
203 1 | capo a un mese, Barba-blu disse a sua moglie che per un 204 1 | corte bandita.~«Ecco», le disse, «le chiavi delle due grandi 205 1 | tavolino.»~«Badate bene», disse Barba-blu, «che la voglio 206 1 | chiamò la sua sorella e le disse:~«Anna», era questo il suo 207 1 | Sono inutili i piagnistei», disse Barba-blu, «bisogna morire».~ 208 2 | della vecchia fata, essa disse tentennando il capo più 209 2 | di dietro la portiera e disse forte queste parole:~«Rassicuratevi, 210 2 | fate voi, buona donna?», disse la Principessa.~«Son qui 211 2 | carino, carino tanto!», disse la Principessa, «ma come 212 2 | contadino prese la parola e gli disse:~«Mio buon Principe, sarà 213 2 | mio Principe?», ella gli disse. «Vi siete fatto molto aspettare!»~ 214 2 | altri, perdé la pazienza e disse ad alta voce alla Principessa 215 2 | essa pure, e una tal sera disse al suo capo cuoco:~«Domani 216 2 | rispose la Regina; e lo disse col tono di voce d'un'orchessa, 217 2 | quella strega della Regina disse al suo capo cuoco:~«Voglio 218 2 | sera la malvagia Regina disse al cuoco:~«Voglio mangiare 219 2 | pure, fate pure», ella gli disse, porgendogli il collo, « 220 3 | vestite in quella sera.~«Io», disse la maggiore, «mi metterò 221 3 | d'Inghilterra.»~«E io», disse l'altra, «non avrò che il 222 3 | Comare, che era una fata, le disse:~«Vorresti anche tu andare 223 3 | è vero?».~«Anch'io, sì» disse Cenerentola con un gran 224 3 | prometti tu d'essere buona?», disse la Comare. «Allora ti ci 225 3 | E menatala in camera, le disse: «Vai nel giardino e portami 226 3 | sorci, tutti vivi.~Ella disse a Cenerentola di tenere 227 3 | cocchiere:~«Aspettate un poco» disse Cenerentola «voglio andare 228 3 | un cocchiere».~«Bravadisse la Comare «va' un po' a 229 3 | veduti.~Fatto questo, le disse:~«Ora vai nel giardino: 230 3 | mestiere.~Allora la fata disse a Cenerentola:~«Eccoti qui 231 3 | dopo averla ringraziata, le disse che avrebbe avuto un gran 232 3 | siete state a tornaredisse ella stropicciandosi gli 233 3 | fossi stata al ballo», le disse una delle sue sorelle «non 234 3 | Cenerentola sorrise, e disse loro:~«Dev' esser bella 235 3 | riconosciuta la scarpina, disse loro:~«Voglio vedere anch' 236 3 | parendogli molto bella, disse che era giustissimo, e che 237 3 | Cenerentola le fece alzare, e disse, abbracciandole, che perdonava 238 4 | stava nel canto del fuoco, disse, col cuore che gli si spezzava, 239 4 | Partirono, ma Puccettino non disse nulla ai suoi fratelli di 240 4 | di nulla, fratelli miei», disse loro, «il babbo e la mamma 241 4 | furono pieni, la moglie disse:~«Ohimè! dove saranno ora 242 4 | volta, fra le altre, lo disse così forte, che i ragazzi, 243 4 | uscio e, abbracciandoli, disse:~«Che contentezza a rivedervi, 244 4 | cosa volevano.~Puccettino disse che erano poveri ragazzi 245 4 | si messe a piangere, e disse:~«Ohimè! poveri miei figliuoli, 246 4 | carne viva.~«Sarà forse», disse la moglie, «quel vitello 247 4 | uno, quando la moglie gli disse:~«Che ne volete voi fare 248 4 | maiale...»~«Hai ragione», disse l'Orco, «rimpinzali dunque 249 4 | Andiamo un po' a vedere», disse, «come stanno queste birbe; 250 4 | sentendo la corona d'oro, disse:~«Ora la facevo bella davvero! 251 4 | berretti dei ragazzi:~«Eccoli», disse, «questi monellacci! Lavoriamo 252 4 | svegliò i suoi fratelli e disse loro di vestirsi subito 253 4 | Quando l'Orco si svegliò, disse alla moglie:~«Va' un po' 254 4 | tornare in sé:~«Dammi subito», disse, «i miei stivali di sette 255 4 | ebbe tutta questa paura, e disse ai fratelli di scappare 256 4 | uccise.~«Vostro marito», le disse Puccettino, «si trova in 257 4 | andò a trovare il Re e gli disse che se lo desiderava avrebbe 258 5 | avvicinarsi l'ultim'ora, disse al suo sposo, il quale struggevasi 259 5 | molto bene all'infanta, le disse che aveva saputo ogni cosa, 260 5 | mia cara figlia», ella disse, «sarebbe un grande sproposito 261 5 | sconsolata Principessa, e le disse:~«O io non ne azzecco più 262 5 | cuore, andò da lui e gli disse chiaro e tondo che voleva 263 5 | contentato.»~«Ebbene, signora», disse egli, «poiché volete per 264 5 | Questo non vuol dir nulla», disse la Regina, «forse il mio 265 5 | Figlio, mio caro figlio», disse il Re, addoloratissimo, « 266 5 | Padre mio e madre mia», disse loro, «io non penso punto 267 5 | schifo.~«Cercatela subito», disse il Re, «non sarà detto mai 268 5 | vedere la vostra mano», disse egli tremando e con un grosso 269 6 | comodo.~Quand'ebbe bevuto, disse la nonnina:~«Tu sei tanto 270 6 | pazienza, ti domando scusa...», disse la figliuola tutta umile, 271 6 | bocca!~«Oh, che fortuna...», disse la madre, «bisogna che ci 272 6 | piangeva tanto.~«La mamma...», disse lei, «m'ha mandato via di 273 7 | forno alcune stiacciate, le disse:~«Va' un po' a vedere come 274 7 | per dar retta al Lupo, gli disse:~«Vo a vedere la mia nonna 275 7 | molto lontana di qui?», disse il Lupo.~«Oh, altro!», disse 276 7 | disse il Lupo.~«Oh, altro!», disse Cappuccetto Rosso. «La sta 277 7 | villaggio.»~«Benissimo», disse il Lupo, «voglio venire 278 7 | son Cappuccetto Rosso», disse il Lupo, contraffacendone 279 7 | Lupo, vistala entrare, le disse, nascondendosi sotto le 280 8 | darsene per inteso, gli disse con viso serio e tranquillo:~« 281 8 | gran riverenza al Re, e gli disse:~«Ecco, Sire, un coniglio 282 8 | bella Principessa del mondo, disse al suo padrone:~«Se date 283 8 | contadini, che segavano, disse loro:~«Buona gente che segate 284 8 | avete di bei possessi», disse il Re al marchese di Carabà.~« 285 8 | incontrò dei mietitori, e disse loro:~«Buona gente che segate 286 8 | Mi hanno assicurato», disse il gatto, «che voi avete 287 8 | per di più assicurato», disse il gatto, «ma questa mi 288 8 | dell'altro mondo!»~«Sogni?», disse l'orco. «Ora vi farò veder 289 8 | corse incontro al Re e gli disse:~«Vostra Maestà sia la benvenuta 290 8 | o cinque bicchieri, gli disse:~«Signor Marchese! se volete 291 9 | cominciò a spiccicar parola, disse delle cose molto aggiustate: 292 9 | disperate, signora», le disse la fata, «la vostra figlia 293 9 | non ci posso far nulla», disse la fata, «ma posso tutto 294 9 | soliti complimenti d'uso le disse:~«Io non so comprendere, 295 9 | rispose la Principessa, e non disse altro.~«La bellezza», riprese 296 9 | intendo di queste cose», disse la Principessa, «ma so benissimo 297 9 | afflizione.»~«E come fare?», disse la Principessa,~«Io ho il 298 9 | Principessa,~«Io ho il potere», disse Enrichetto dal ciuffo, « 299 9 | che se n'era avveduto, le disse che la lasciava padrona 300 9 | Eccomi qui, signora», egli disse, «puntuale alla mia parola: 301 9 | fate stupire, o signora», disse Enrichetto dal ciuffo.~« 302 9 | dal ciuffo.~«Lo capisco», disse la Principessa, «difatti 303 9 | sta come la raccontate», disse la Principessa, «vi desidero 304 10 | buono a nulla; allora egli disse, senza badarci tanto né 305 10 | v'ho fatto, o Sire», egli disse, «per meritarmiduri 306 10 | menarla teco.»~«È vero, Sire», disse Avvenente, «io le avrei 307 10 | nel suo gabinetto e gli disse: «Avvenente, io amo sempre 308 10 | anche l'indomani.~«Oh!», disse il Re, «ti voglio dare una 309 10 | ritornato a fior d'acqua, disse, avvicinandosi tutto vispo 310 10 | povera bestia.~«Ecco», gli disse, «che al solito i più forti 311 10 | un ramo:~«Avvenente», gli disse, «voi siete stato molto 312 10 | disperato.~«Ohe! », egli disse, «ecco un Gufo al quale 313 10 | uccelli.~«Che miseria!», egli disse, «si vede proprio che gli 314 10 | schioppo:~«Avvenente», egli disse, «non ho bisogno di perdermi 315 10 | Avvenente, la Principessa disse: «Questo nome m'è di buon 316 10 | Nondimeno si fece coraggio: disse il suo discorso come non 317 10 | lei.~«Garbato Avvenente», disse la Principessa, «le ragioni 318 10 | Caprioletto, che lo sentiva, gli disse: «Caro padrone, fatemi un 319 10 | sgambettare, che lo svegliò e gli disse: «Animo, padrone, vestitevi: 320 10 | su a fior d'acqua e gli disse:~«Voi mi avete salvato la 321 10 | sognare.~«Davvero», ella disse, «grazioso Avvenente! Si 322 10 | po' soprappensiero; poi disse: «Ebbene, o signora! io 323 10 | meravigliatissima: e gli disse un monte di cose, per vedere 324 10 | pugno della mano, che gli disse per giunta tre o quattro 325 10 | sul ramo d'un albero, gli disse:~«Io non ho dimenticato 326 10 | alcun male.~«Signora», egli disse, «il vostro nemico è morto. 327 10 | acqua della bellezza. Egli disse al suo canino Caprioletto:~« 328 10 | Avvenente! Avvenente!».~Egli disse: «Chi mi chiama?», e vide 329 10 | albero vecchio, che gli disse: «Voi mi avete liberato 330 10 | fare altrettanto».~E il Re disse: «Davvero, che me ne sono 331 10 | Avvenente, il quale gli disse di andare di corsa dalla 332 10 | diceria per la morte del Re, e disse alla Regina: «Signora, non 333 10 | manto reale sulle spalle, disse: «Venite, mio caro Avvenente, 334 11 | rimase sbalordito. Ella gli disse che non aveva intenzione 335 11 | darsene per intesa.~Il Re disse un giorno alla Regina che 336 11 | dargliene una.~«Io voglio», disse la Regina, «che mia figlia 337 11 | piaceva mettersi a tu per tu, disse che per parte sua era contentissimo, 338 11 | chiamata Fiorina.~«Si,» disse Trotona indicandola col 339 11 | inchino alla Principessa, e le disse:~«La vostra bellezza è tale, 340 11 | e non per lei!»~«Ah!», disse la Regina stizzita, «spendo 341 11 | vuole per suo cavaliere?», disse il Re, con una fisionomia 342 11 | Fiorina.~«Signore», gli disse fieramente la Regina, «il 343 11 | Principessa?»~«Non lo so», disse la Regina, «e quand'anche 344 11 | tornato nella sua camera, disse a un giovane Principe che 345 11 | gioia incredibile.~E disse a Trotona tutte quelle cose 346 11 | si fosse maritata.~Il Re disse e giurò che se ella lo avesse 347 11 | rabbonirlo.~«Ah! figlia mia!», disse la fata, «la cosa non sarà 348 11 | nella sala, e che Sussio gli disse con voce di comando:~«Re 349 11 | titolo...»~«Non proseguite», disse Sussio, «e badate bene di 350 11 | Principessa, spergiuro?», disse Trotona, mostrandogli l' 351 11 | senza il permesso mio», disse Sussio. Ella lo toccò, e 352 11 | Quand'anco mi lapidaste», le disse il Re, «quand'anche mi scorticaste 353 11 | morta da non poterne più, disse al Re:~«Ebbene, voi siete 354 11 | rimproveri mi straziano l'anima» disse il Re, in atto di canzonatura. « 355 11 | Fiorina.~«Voglio», ella disse, «che abbia da pentirsi 356 11 | gala.~«Ecco mia figlia», disse la Regina, «che è venuta 357 11 | graziosa Principessa.~E le disse:~«Adorata Fiorina, maraviglia 358 11 | altro le cose gentili che le disse, la rassicurarono.~«M'è 359 11 | siete, grazioso uccello?», disse la Principessa, facendogli 360 11 | riconoscermi?»~«Come!», disse la Principessa. «Possibile, 361 11 | ho per voi.»~«Per me?», disse Fiorina. «Ah! per carità, 362 11 | braccio.~«Credete forse», gli disse la Principessa, «che il 363 11 | Fiorina, dal canto suo, gli disse un'infinità di cose gentili, 364 11 | vi ha dato, o signora», disse la Regina, «tutte codeste 365 11 | miniere? «~«Ce l'ho trovate», disse Fiorina, «è tutto quello 366 11 | lasceremo infinocchiare da voi», disse la Regina. «Voi credete 367 11 | molto tempo da perdere», disse la Principessa, «per cui 368 11 | rimproverarmi.»~«Animo, via», disse la Regina, «vediamo un po' 369 11 | Vedete bene, signora», disse la Principessa, «che gli 370 11 | Io credo piuttosto», disse la Regina fuori di sé dalla 371 11 | aprì la sua finestrina, e disse:~ ~ Uccello turchino, color 372 11 | puntuale, andò alla finestra e disse, come la volta avanti:~ ~ 373 11 | modo, aprì la finestra e disse:~ ~ Uccello turchino, color 374 11 | Accostatevi a quest'albero», egli disse «e vedrete lo sventurato 375 11 | sono l'uccello turchino», disse il Re con voce sfinita e 376 11 | Bastarono poche parole che disse, per far cessare il sangue 377 11 | la sua curiosità, e gli disse che era Fiorina quella che 378 11 | vinto così alla prima», disse il Mago, «e spero ancora 379 11 | mio compare?», ella gli disse. (È questo il nome che si 380 11 | da me?»~«Sì, comare mia», disse il Mago. «Voi potete far 381 11 | Ah! intendo, compare», disse Sussio, «me ne dispiace 382 11 | bastone: si fermò, e le disse:~«Che fate costì, mia bella 383 11 | così giovine, e piangete!», disse la buona vecchina. «Animo, 384 11 | Sussio, e finalmente le disse che andava in cerca dell' 385 11 | dalla fata.~Ne prese uno e disse: «Vediamo un po', se promettendomi 386 11 | accadesse nulla di male.~Ella disse ai suoi bravi piccioni:~« 387 11 | cipiglio «E chi sei tu», le disse, «che ardisci di avvicinarti 388 11 | Magari, Viso-sudicio!», disse Trotona, buttandosi via 389 11 | sapienti di questo regno», disse Fiorina «che cosa può valere 390 11 | nella sala degli Echi», disse Fiorina, «ecco tutto quello 391 11 | voltandosi alle sue dame, disse: «Questa stupida creatura 392 11 | Venne la notte.~Fiorina disse tutto quello che si può 393 11 | camerieri le si avvicinò e le disse:~«Ma non sapete, mio bel 394 11 | Re non l'aveva udita, e disse al cameriere:~«Sono tanto 395 11 | costì, Viso-sudicio?» le disse.~«Signora», rispose Fiorina, « 396 11 | torreggiava sugli altri, disse più forte di tutti: «Qua, 397 11 | Il solito prezzo», ella disse, «dormire nella sala degli 398 11 | giunta anche questa moneta», disse Trotona, fuor di sé dall' 399 11 | stesso tono della Regina, e disse:~«Ah! Principessa troppo 400 11 | dei suoi camerieri, e gli disse se fosse stato possibile 401 12 | andava proprio al cuore. Ella disse al Principe:~«Figlio di 402 12 | piacere».~«Signora Gatta», disse il principe «voi siete molto 403 12 | discorrere, per crederlo subito», disse il Principe con molta galanteria, « 404 12 | ricordarglielo.~«Sai tu», ella gli disse, «che ti restano tre giorni 405 12 | quale incantesimo piacevole» disse «ho potuto scordarmi di 406 12 | vocina carezzevole, gli disse: «Figlio di Re, non ti dare 407 12 | ringrazio, mia bella Gatta», disse il Principe, «peraltro non 408 12 | un canino.»~«Tieni», gli disse Gatta Bianca, «eccoti una 409 12 | Via, via, signora Gatta», disse il Principe, «Vostra Maestà 410 12 | vederlo; ma Gatta Bianca gli disse che per la strada avrebbe 411 12 | ma il nostro Principe non disse tutta la verità circa a 412 12 | tutti i cani dell'universo. Disse dunque ai suoi figliuoli 413 12 | figlio di Re», ella gli disse, «a me non è lecito risponderti: 414 12 | voltandosi a' suoi figli, disse loro: «Non potete figurarvi 415 12 | figlio di Re», ella gli disse, «eccoti tornato qui, e 416 12 | volte le lacrime agli occhi. Disse tutto quel più che seppe 417 12 | camera; quando questa le disse:~«A noi ci pare che la tua 418 12 | chiamare tutte le sue dame e disse loro, con viso sorridente, 419 12 | farle dei rimproveri e ne disse tante e tante, che la mia 420 12 | saranno fatte.»~Il Re le disse che dentro otto giorni ci 421 12 | con un portavoce, e mi disse che essendo stato fin allora 422 12 | colazione.~La prima cosa che disse entrando in camera mia, 423 12 | avevo provata mai. Egli mi disse che la persona, dalla quale 424 12 | subito a rifischiarmelo, mi disse: «Mi fareste proprio pietà, 425 12 | Svegliò Pappagallo e gli disse: «Scommetto che già a basso 426 12 | col mezzo del portavoce mi disse non poter più vivere senza 427 12 | questo, figlia mia», ella disse «tutto quello che desideri? 428 12 | delle buone nuove», ella mi disse, «il tuo amante è arrivato 429 12 | certo.»~«Sentite! sentite!», disse la fata, «o che non mi si 430 12 | sconoscente, che non sei altro!», disse la fata, «vai , che meritavi 431 12 | parli chiaro, padrona?», disse il mio cane, «il cuore non 432 12 | leggero come una piuma, e mi disse tante e poi tante cose gentili 433 12 | corona».~«Signore», ella disse, «io non son venuta qui 434 13 | fuori un grosso gambero e le disse:~«O gran Regina! finalmente 435 13 | dalla meraviglia: quindi gli disse che avrebbe gradita volentieri 436 13 | Ecco fatto, o signora», le disse, «così non cammineremo più 437 13 | Oh! ingratissima Regina», disse il gambero, «com'è egli 438 13 | le chiese perdono. Ella disse che aveva creduto di nominare 439 13 | diventò più agevole.~«Ebbene», disse, «non farò a Desiderata 440 13 | gettò ai suoi piedi, e gli disse:~«Voi avete fissato di farmi 441 13 | come un suo fratello, e gli disse:~«Pensate, mio caro Beccafico, 442 13 | a trovare la Regina e le disse:~«Guardatevi bene, Regina, 443 13 | pié pari le cose che egli disse, i complimenti che si scambiarono, 444 13 | grazia.~«Signor Beccafico», disse il Re, «se vi ricusiamo 445 13 | parlare alla Principessa, disse:~«Bella Desiderata, non 446 13 | mondo!».~Il ritratto non disse altro: e il Re e la Regina 447 13 | Vi dispiacerebbe», le disse la Regina, «di avere uno 448 13 | signor ambasciatore», ella disse, «forse il vostro Re non 449 13 | vi salvano la vita», ella disse, «avevo fissato di cominciare 450 13 | un torrente di lacrime e disse con un linguaggio da intenerire 451 13 | disperazione, bambina mia», ella le disse, «tu hai la virtù di poterlo 452 13 | acuto, che, nel partire, disse a sua madre che morirebbe 453 13 | che era dama d'onore, le disse di darsi pace, che avrebbe 454 13 | rispetto. «Fatemi la grazia» disse loro Spinalunga «di sapermi 455 13 | voi la vedrete da voi», disse il più ardito di essi, « 456 13 | solo. «Chi vedo mai?», egli disse, «ma questa è una vera perfidia.»~« 457 13 | vera perfidia.»~«Sire», disse la dama d'onore avanzandosi 458 13 | intendete dire, o signore?», disse Spinalunga. «Chi è che ha 459 13 | parlare, che cosa mai non disse del suo tristo destino? 460 13 | parlare. «Signore», gli disse Beccafico, «mentre vi riposate 461 13 | graziosa Cervia», ella disse, «a passare la nottata qui?»~ 462 13 | apparendole tutt'a un tratto, le disse: «Non ho nessuna voglia 463 13 | Ciò non dipende da me», disse Tulipano; «colei che le 464 13 | voi, mia buona nonna», le disse, «darmi un po' d'ospitalità 465 13 | Beccafico la ringraziò, e le disse che era in compagnia di 466 13 | del cuore:~«Povera me!», disse ella, «io credeva di dover 467 13 | mia bella Principessa»; disse Viola-a-ciocche, «date retta 468 13 | passato la giornata», gli disse, «a dar dietro alla più 469 13 | carezzarla.~«Bella Cervia», le disse, «non aver paura: vo' condurti 470 13 | crederai, mia cara?», ella disse all'amica, «il mio Principe 471 13 | cervellino volubile», le disse, «la cagione della disgrazia 472 13 | per voi, o signora», le disse il Principe, «permettetemi 473 13 | giovane signora: e questa disse che non la conosceva né 474 13 | sua stanza, Beccafico gli disse, o che egli s'ingannava 475 13 | questi tristi ricordi?», disse il Principe, «per quale 476 13 | una curiosità inutile», disse il Principe mestamente, 477 13 | lontananza?»~«Signore», disse il Principe, «degnatevi 478 13 | persona mortale. Egli le disse tutto quello che si può 479 14 | alla povera bestiolina e disse:~«Giacché si è messo sotto 480 14 | sarà accordato».~«Signora», disse il buon Re, «poiché siete 481 14 | Candida gli apparve e gli disse:~«Ho promesso a vostro padre 482 14 | nel dito di Amato e gli disse:~«Tenete conto di quest' 483 14 | fargli festa, ma egli le disse:~«Passa a cuccia! Ho altro 484 14 | Io non mi burlo di voi», disse una voce che rispondeva 485 14 | la fanciulla invece gli disse senza tanti complimenti:~« 486 14 | e sentì una voce che gli disse: «Guarda un po' lo stato 487 14 | viva, e la stessa voce gli disse:~«Io mi rido della tua impotenza 488 14 | chiedere un po' di silenzio, e disse al popolo:~«Io ho accettato 489 14 | quando sentì una voce che disse: «Una buona azione non resta 490 14 | compassione, il Principe disse fra sé e sé: «Il mio appetito 491 14 | Povera bestiolina», gli disse, «non ti accostare alla 492 14 | Amato sentì una voce che disse:~«Tu vedi come una buona 493 14 | pensasse di essere intesa, gli disse che gradiva il dono che 494 14 | avete mai fatto, Zelia?», le disse l'Eremita. «In questo modo 495 14 | graziosa pastorella», le disse Amato il quale riprese in 496 14 | la sua incostanza», gli disse Candida, e lasciò cadere 497 14 | Alzatevi, figli miei», disse loro la fata, «che io voglio 498 15 | che volevano sposarla: e disse che era troppo giovane e 499 15 | assai lontana dalla città. Disse allora ai suoi figli, colle 500 15 | un soldo di dote: ma essa disse che non sapeva risolversi


1-500 | 501-776

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA