Carlo Goldoni
Il vero amico

ATTO TERZO

SCENA VENTIDUESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VENTIDUESIMA

 

Beatrice e detto.

 

BEAT. Signor Florindo, che fate qui? La casa è in confusione. Non si sentono che strilli, pianti, disperazione. Venite meco, e partiamo.

FLOR. (Ah sì, questa è l’occasione di fare un bene, per rimediare a due mali). (da sé)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License