Carlo Goldoni
La buona madre

ATTO SECONDO

SCENA DECIMA   Margarita e dette.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Margarita e dette.

 

MARG. Siora.

BARB. Vardè se ghe xe qualchedun da mandar da sior Rocco, che el me manda un poco de azze da cuser la traversa de indiana.

MARG. Vorla che vaga mi in t'un salto?

BARB. Sì, andè vu, ma fe presto.

MARG. La diga, ala savesto dei do fazzoletti?

BARB. Che fazzoletti?

MARG. Che ha tolto sior Nicoletto.

BARB. Chi ve l'ha dito?

MARG. El zovene de sior Rocco.

BARB. Eh lo so, el li ha tolti per so sàntolo.

MARG. Per so sàntolo?

BARB. Siora sì; seu qua co le vostre solite maraveggie?

MARG. Eh, no digo altro. (La se ne accorzerà ela). (parte)

BARB. (No vorave che custia fusse inamorada de mio fio, e che perché el xe un bon puto, che no tende a ste cosse, la lo tolesse a perseguitar. Oh, averzirò ben i occhi).

MARG. Sala chi xe?

BARB. Chi xe?

MARG. So sior compare Lunardo.

BARB. Gh'ho ben a caro dasseno.

MARG. La ghe domanda dei fazzoletti.

BARB. Via, via, siora dottora, disèghe che el resta servido.

MARG. (La xe orba a sto segno, poverazza). (parte)

GIAC. Vorla che vaga de ?

BARB. No, no, fia, stè pur. (Sior compare so che omo che el xe; de diana, me fiderave de elo, se ghe n'avesse diese pute, se no basta una; el xe un omo da ben, e po el xe in un'età, che no ghpericolo che nissun possa dir).

GIAC. (Gh'ho una rabbia co sto mio sàntolo, che no lo posso soffrir. El me dise certe parole, el me fa certi atti... no ghe l'ho gnancora dito a siora madre, ma in verità, se el seguita, ghe lo digo).

BARB. El sta molto assae a vegnir dessuso!

GIAC. Bisogna che el stenta per la so doggia.

BARB. No avèu sentìo Nicoletto, che el xe varìo affatto? che l'ha caminà debotto226 mezza Venezia?

GIAC. Siora sì, no me recordava.

BARB. Velo qua, velo qua.

 

 

 





p. -
226 Quasi.



Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License