1-500 | 501-586
L'albergo del silenzio
    Atto, Scena
1 1, 6 | studià, pecché ve male... Quacche vota penzate 2 1, 11 | trattorie?...~FELICE: E che male ce sta?~ROSA: Tutto il male 3 1, 11 | male ce sta?~ROSA: Tutto il male possibile! Chi te vede dinto 4 2, 4 | affittata sta cammera... meno male!). Qua c’è tutto, vedete? ( 5 2, 4 | Nonsignore, gli ha fatto male il fumo.~FELICE (con debole 6 2, 4 | Chillo justo l’aveva male lo sigaro! S’è tolta la 7 2, 4 | loggia certamente lle farà male...~CARLUCCIO: Nonsignora... 8 2, 8 | ddoie ore pecché ve faceva male male la gamba pe lo muorzo 9 2, 8 | ore pecché ve faceva male male la gamba pe lo muorzo che 10 3, 3 | esagerata premura.) E te fa male... te fa male?...~ROSA: 11 3, 3 | E te fa male... te fa male?...~ROSA: nun tanto… 12 3, 5 | na calunnia! Me vonno male!~FELICE (a Luisella): Tu L'amico 'e papà Atto, Scena
13 1, 9| Le freculiaie? Si andiede male col negozio e fuiemo costretto 14 1, 11| piace?~MARIETTA: Eh! Non c’è male.~LIBORIO: Eh! non c’è male, 15 1, 11| male.~LIBORIO: Eh! non c’è male, la verità, te lo pigliarrisse 16 1, 13| p.p.)~LUISELLA: (Meno male, se ne va).~FELICE (arriva 17 1, 13| meglio si se ne va, me male nu poco la capa.~LUISELLA: 18 1, 13| zitto zitto, perché me male nu poco la testa.~CICCILLO: 19 2, 1| zoppicando): Ah! Mamma mia, me male la gamma chesta non sarrà 20 2, 1| vascio, si no me faceva male buono.~LUISELLA: Povero 21 2, 2| bene?~FELICE: Sì, non tanto male, grazie.~LIBORIO: Ma che 22 2, 3| mano di Felice che si fa male, lazzi) a me davate ad intendere ( 23 2, 4| LIBORIO: Guè, ca tu me fai male!~FELICE: Va, jammo dinto. ( 24 2, 4| LUISELLA: Ah! Alla fine che male c’è, quanno non le piace 25 2, 9| LIBORIO: Dottò, che me faccio male.~PANFILIO: Eh! dovete aver 26 3, 5| ANGIOLINA: Ah! Ca tu me faje male.~LIBORIO: Chi era quel giovinotto 27 3, 9| sera io stavo mbriaco, meno male, ma scrivere de chella manera 28 3, 10| ANGIOLINA: Niente, niente, me male nu poco la capa.~FELICE: 29 3, Ult| de bene e aggio fatto male!~LIBORIO: Qua bene, vattenne, Amore e polenta Atto, Scena
30 1, 4| è dovere! Ve site fatto male? Addò avita j? Aggia j ad 31 1, 6| cavallo sujo ha fatto lo male, e isso l’ha da riparà, 32 1, 7| in dovere di riparare al male che ci avete fatto, e che 33 1, 7| FELICE: Ma vedete che il male non l’ho fatto io, l’ha 34 1, 8| terra.) Ah! Comme me fanno male sti scarpe!~MIMÌ: Compà, 35 1, 8| scarpe!~MIMÌ: Compà, te fanno male le scarpe?~ALONZO: Eh!~MIMÌ: 36 1, 8| Nun mporta, nun me fanno male cchiù, quanno me fanno male, 37 1, 8| male cchiù, quanno me fanno male, me le levo!~FELICE: (E 38 2, 4| aggio ditto, si no nce jate male.~ELVIRA: Signò, dicite 39 2, 4| dicite nata vota nce jate male, ma vuje cu chi ve credite 40 2, 4| IGNAZIO: Jammo, che me fa male lo pietto! ( Viano come 41 2, 5| cocca, chesto te fa cchiù male!~FELICE: Si, me ne vaco 42 3, 2| stai?~ELENA: Eh! non c’è male!~CESARE: Ho bisogno di dirti 43 3, 3| visto, dico che avete fatto male a sposare quell’uomo.~ELENA: 44 3, 6| bene e nun m’haje portato male cattiva crianza, io te benedico 45 4, 3| ballare, po’ le gamme me fanno male sto vestito pure de chesta 46 4, 4| Ah! Stagno? Eh! non c’è male.~ANGELICA: Anche è un bravo 47 4, 4| socose de pazze! Meno male che non aveva fatto sapé 'O balcone ’e Rusinella Atto, Scena
48 1, 1 | ultima vota nun c’è niente de male che me facite stu favore. 49 1, 1 | ata presa, chesto nun fa male.~ANTONIO: Sl, l’accetto 50 1, 1 | c’aggia , pozzo nu male a n’amico? Ecco cca, stracciammo 51 1, 2 | nce fosse stato niente de male. Na vota c’aggia chiammà 52 1, 4 | cchiù.~ANTONIO: Embè, e che male nce sta, chille sanno che 53 1, 5 | niente sapurito pecché me male.~RUSINELLA: Uh, me dispiace... 54 1, 7 | mo ve presento io, che male nce sta? Sì Bià, ve presento 55 2, 2 | però, pecché la collera male, chello che buò tu, ma 56 2, 4 | permesso mio?~RUSINELLA: E che male nce stà? M’avite rimasta 57 3, 2 | assai. Alla fine chella che male ha fatto? Lo male lo facett’ 58 3, 2 | chella che male ha fatto? Lo male lo facett’io, che capitai 59 3, 2 | Rusina, me faciarisse nu male.~TERESINA: Ma niente, de La Bohéme Atto, Scena
60 1, 4 | credevemo ca lo zio vedeva male sta cosa, ca lo strillava, 61 1, 4 | essere sempe lo nuosto, e male a chi nce vulesse ngannà, 62 1, 5 | braccio di Luigi): Eh! Non c’è male.~SAVERIO: A tosse te porta 63 2, 2 | pazienza, perché mi sento molto male, difficilmente potrò resistere.~ 64 2, 3 | cchiù de scennere, me fanno male dinto a li gamme. Ma ne 65 2, 4 | fasule.~FELICE: Hai fatto male amico mio, chillo è la curista 66 2, 4 | sentire che non c’è niente di male.~NINETTA: Quanti applausi, 67 2, 7 | uscita dal palco? Vi sentite male?~TEMISTOCLE: Vi gira la 68 3, 6 | E pecché che nce sta de male? Eh! Cara signora, si vulesseve 69 4, 3 | Mimì che mi segue~E che sta male.~RODOLFO: Ov’è?~MUSETTA: 'Na bona quagliona Atto, Scena
70 1, 2| NICOLINO: Io, sì... e che male nce stà? Che simme viecchie 71 1, 2| che la collera vosta me male, mi chiude il cuore! (Che 72 1, 4| state buono?~FELICE: Non c’è male, grazie. Catarina non nce 73 1, 6| signò, bevite, chesta non fa male. Aspettate, ve ne dongo 74 1, 6| Nonsignore...~ACHILLE: E che male nce sta, io sobiecchio, 75 1, 6| figliola che subeto se penza a male. A me m’hanno mise nomme 76 1, 6| FELICE: Già.~RUSINELLA: Meno male, accussì non dicene cchiù 77 2, 2| e nun te stà accussì de male umore, non te piglià cchiù 78 2, 4| piacere, e dicette: meno male se mmarita, have na bona 79 2, 7| come sta?~CANDIDA: Non c’è male, ed è per lui che sono venuta 80 2, 8| RUSINELLA: Ma ch’aggio fatto de male io? Pecché aggio d’avè tanta 81 2, 9| non ponno penzà cchiù a male, pecché soricca, e 82 3, 4| jammo?~RUSINELLA: Non c’è male, tiramme nnanze.~ACHILLE: 83 3, 4| Ah, ah, comme me fanno male sti stivalette). (A Nicolino.)~ 84 3, 4| RUSINELLA: Eh! Non nce male, l’aria è bona, ma non nce 85 3, 6| ha mmitata a chesta? Meno male che non me conosce! (Michele 86 4, 3| mandare? Abbiamo sonato male forse?~FELICE: Nonsignore, Lu café chantant Atto, Scena
87 1, 2| del ballo.~CARMELA: E che male nce steva?~FELICE: Tutto 88 1, 2| steva?~FELICE: Tutto il male possibile. E chesto s’aveva 89 1, 9| la stessa cosa? E po’ che male nce stà, chi l’ha da sapé? 90 1, 10| comme stai?~TOTONNO: Non c’è male, grazie.~BETTINA: Assettete. ( 91 1, 10| trovo llà.~CARMELA: Meno male. E comme po’ che te sì 92 1, 11| trovo la scusa che ha fatto male a vennere chilli vestite, 93 2, 6| carità, nun lle facite nu male, chillo è ghiuto scritturato 94 2, 7| vostra conoscenza... meno male che la striscia non s’era 95 2, 10| Uscendo.)~CARLO: Meno male che lo fachiro sta fore 'A cammarera nova Atto, Scena
96 1, 1 | pecché fa lo guantaro? E che male nce sta?~TERESA: Si tu te 97 1, 2 | vuje non facite niente de male! Permettete, io me vaco 98 1, 4 | state?~PASQUALE: Non c’è male. Dottò, aggio passato na 99 1, 4 | esegue.) La lingua non sta male. Ieri sera avete cenato?~ 100 1, 4 | Battaglia ha parlato assai male sul mio conto, ha detto 101 1, 5 | signurina.~ALBERTO: Ma che male nce sta ch’io faccio ammore 102 1, 5 | saputo forse che vaco facenno male azioni? Che sonu sfaticato, 103 1, 12 | vino?~PASQUALE: Non c’è male!~TOTONNO (d.d.): È permesso?~ 104 2, 1 | Comme stai?~ERRICO: Non c’è male. Assettete. Che te ne sì 105 2, 2 | puveriello, alla fine che male aggio fatto?~ALFONSO: Comme? 106 2, 4 | se sta facenno niente de male! Nce divertimmo, chesto 107 3, 2 | Però ho visto di aver fatto male, e se vuol restare la terrò 108 3, Ult | Però ho visto che ho fatto male, e se vuol restare la terrò Cane e gatte Atto, Scena
109 1, 1| hanno ditto no cuofene de male parole, lo signore se ne 110 1, 2| dicette: tu sola, che male nce steva! Nonsignore, non 111 1, 6| Va bene che non lo fa pe male, va bene che è la gelosia 112 2, 1| non ne voglio cchiù, me fa male.~RAFFAELE: Ma che male e 113 2, 1| fa male.~RAFFAELE: Ma che male e male, anze chesto fa digerì, 114 2, 1| RAFFAELE: Ma che male e male, anze chesto fa digerì, 115 2, 4| sereticce e l’hanno fatto male. le vaco a nu decotto 116 2, 4| pregamme, le facimme capì lo male che fanno.~RAFFAELE: No, 117 3, 4| RAFFAELE: Maritete è stato male, poveriello, e se capisce, 118 3, 5| BETTINA: Eh, accussi, non nc’è male.~NINETTA: E addò sta de 119 3, 7| Sissignore, e che nce steva de male? Ha voluto sapé chi erano 120 3, 8| subeto la cancrena; si no lo male cresce.~ROSINA: Ah, sì; 121 3, 9| lo sai che m’hai fatto male?~ROSINA: E se capisce e La casa vecchia Atto, Scena
122 1, 6| comm’è?~LUIGI: Non nc’è male, è simpatica, ma è na vedova, 123 1, 11| galantuomo, incapace di farvi del male, mi trovo qua per una mia 124 1, 11| FELICE: Eccomi qua... Fate male a trattarmi così però, perché 125 1, 11| Infatti che nce sta de male?). Allora baciate... ma 126 1, 15| Ah sobarrettine, meno male, chesta è stata na fortuna! ( 127 2, 3| quindi non ci sta niente di male.~FELICE: Volete così, per 128 2, 5| questo non è vino che fa male... (Ciccillo esce con un 129 2, 8| mattina non bevo troppo, me fa male.~AMBROGIO: Che male e male, 130 2, 8| me fa male.~AMBROGIO: Che male e male, chesto è vino che 131 2, 8| male.~AMBROGIO: Che male e male, chesto è vino che fa campà 132 2, 11| poteva a meno, insulti, male parole, schiaffe, e che 133 2, 12| dicite!~AGAPITO: No, state male informato invece, D. Felice 134 3, 2| commarè, pecché stai tanto di male umore stammatina, chesta 135 3, 6| qua, Avvocà, io ho fatto male di non venire a parlare 136 3, 6| ma che!... Siete stato male informato, caro signore.~ 137 3, 6| a Carmela, non ne parlà male, poverella, pecché pe me, Il debutto di Gemma Atto, Scena
138 Un, 5| ROSINA: Dice che le male.~FORTUNATO: Vuje pazziate! 139 Un, 5| FORTUNATO: Ma che diavolo, tanto male che l’ha da ? Chella è 140 Un, 6| lo mangià non le male.~IGNAZIO: Ah, sicuro — ( 141 Un, 6| perché? Non ncera niente di male, si trattava di passare 142 Un, 8| guagliona l’avesse da male n’emozione de chesta?~FELICE: 143 Un, 11| gli affari non ghievene male. Isso era rimasto assai 144 Un, 13| senza l’acqua, assoluto, fa male?... Sto bicchiere t’ ’ò 'Nu brutto difetto Atto, Scena
145 1, 4| accumencia buono e finisce male. Ma io nun ce pozzo penzà. 146 2, 3| lettera anonima che diceva male di voi, sapete che ne ho 147 3, 5| ALFREDO: E pecché, che male c’è?~FELICE: (Guè, chillo Duje Chiaparielle Atto, Scena
148 1, 1| pecché, che nce truvate de male?~CANDIDA: Tutto il male 149 1, 1| male?~CANDIDA: Tutto il male possibile, a me chillommo 150 1, 2| pacienza, vuje pensate sempe a male.~CANDIDA: E n’aggio ragione, 151 1, 6| graziosa. Vorrei riparare al male che ho fatto, e in che modo? 152 1, 6| vulite ?~MICHELE: Niente di male, voi però mi dovete secondare. 153 1, 6| signore.~MICHELE: E che male nce sta, quanno se tratta 154 1, 7| che querela?... E io che male vi ho fatto, che danno vi 155 1, 7| credo che me vulite un male pe na pazzia qualunque.~ 156 1, 7| non siete capace di fare male a nessuno, e vostro padre 157 1, 7| tutte le mole mocca, me male ancora la mascella!... 158 2, 2| soverchia, non c’era niente de male. Ma na vota che vuje ve 159 2, 2| zitto, che non facendovi un male, che non facendovi querela, 160 2, 2| cugino. Che t’aggio ditto de male, vurria sapé? T’aggio pregato 161 2, 5| tutto, altrimenti mi fate un male positivo, e pensateci, sapete, 162 2, 6| steve vasanno la mano, e che male nce sta, io le sonepote.~ 163 2, 9| scatola de sicarre, meno male che n’aggio truvate duje 164 3, 1| mpazzuto!~CONCETTA: (Meno male che non me so’ sbilanciata 165 3, 3| ultimi mesi sono andato molto male cogli affari».~ALONZO: E 166 3, 4| seguitateve e scrivere, che male nce sta.~ROSINA: Comme! 167 3, 6| ultimi mesi, sono andato male con gli affari, vi prego 168 3, 10| Michelì, io me sento troppo male co la vista... io veco cose Duje marite ‘mbrugliune Atto, Scena
169 1, 1| l’album.)~MICHELE: Ma che male nce sta, quelle sono artiste.~ 170 1, 1| aggio fatto maje niente de male.~ANASTASIA: E se capisce, 171 1, 3| la mano).~MICHELE: (E che male nce sta).~ANASTASIA: (E 172 1, 3| nun nc’è maje niente de male).~LUCIA: Possiamo sapere 173 1, 3| giorno de questo finisce male fra me e te.~ROSINA: Feliciello!~ 174 1, 3| castagnaro. Io dico me fanno male i reni.~MICHELE: Ah! La 175 1, 3| mugliera, tu nun me dice male niente.~MICHELE: Ma nuje 176 1, 3| Volendo dire che gli fanno male i reni) eh, la figlia de 177 1, 3| conclusione, a me me fa male tutt’a figlia de lo guardaporta. 178 2, 9| mamma mia, moro, meno male che nun m’ha conosciuta... 179 3, 2| muglierema.)~PEPPENIELLO: (Meno male, stanotte nun m’ha visto).~ 180 3, 4| aggio passata.~ERRICO: (Meno male, D. Michele è salvo).~LUCIA: ( 181 3, 5| stai?~ROSINA: Eh, non c’è male, e tu?~FELICE: Eh... così, 182 3, 5| ci ho trovato niente di male.~FELICE: Ah, neh? E quando 183 3, 5| non nc’è stato niente di male.~FELICE (pausa): D. Lucì, È buscìa o verità Atto, Scena
184 1, 7| Uh! Amà, finiscela co sto male umore, per carità! M’haje 185 1, 7| se crede, e perciò sta de male umore.~BARTOLOMEO: No, non 186 1, 7| padre non può volere il male della propria figlia. A 187 2, 2| dicite non pozzo avermelo a male, pecché capisco che lo facite 188 2, 2| juorne fa.~LUCIELLA: (Meno male, se sta mantenenno proprio 189 2, 5| questa.~PULCINELLA: Meno male che non ho sbagliato!... 190 2, 6| haje ragione de stà de male umore, perché lo matrimonio 191 2, 7| figliema...~GIULIO: E che male nc’è?~AMALIA: Ah, faccia 192 2, 7| BARTOLOMEO: Ardite dire che male ci è, e lo carro covierto Felice maestro di calligrafia Atto, Scena
193 1, 2| figlio.~PULCINELLA: Meno male che ce l’avete avvisato.~ 194 1, 4| stamattina mi sono alzata così male di stomaco che non ho potuto 195 1, 4| VIRGINIA: No, niente mi fa male la testa!~ALBERTO: Peccato, 196 1, 5| PULCINELLA: E io manco nce vaco male ncoppa a la cascetta!~ROSINA: 197 1, 6| PULCINELLA: Eh! Non c’è male.~FELICE: Dunque non c’è?~ 'Na figliola romantica Atto, Scena
198 1, 1| d’isso se nfuria e le fa male?~CONTE: Pe quanto m’hanno 199 1, 2| sempe niro, da vedé sempe male! Lu munno, a sentì loro, 200 1, 2| accettai.~ROSINA: Hai fatto male.~CONTE: Come! Ho fatto male? 201 1, 2| male.~CONTE: Come! Ho fatto male? oh, bella, è un giovane 202 1, 3| curioso perché guarisco il male, senza la farmacia, con 203 1, 4| lo stomaco.)~CONTE: Che male è questo?~DOTTORE: È un 204 1, 4| è questo?~DOTTORE: È un male che dura nove mesi.~CONTE: 205 1, 5| debbo visitare, un grave male proprio, mi par che non 206 2, 1| squisiti pecché te fanno male, e può piglià nu brutto 207 2, 1| Nessuno sapea che fosse il male, era felice allora, contento 208 2, 1| ragione de stà accussì? Che il male è semplice finzione? Che 209 2, 1| sulamente... Allora me farria nu male veramente. Mariteme se crede 210 2, 3| chistallucche, te fanno male assaje... Te siente peggio 211 2, 3| allegramente qualunque fosse il male. Dice le cose esatte... 212 2, 3| sarria assai felice; è il male che ogni femina, lo mostra 213 2, 3| vedere ch’è scuorno, è cosa male, che seguono li femmene 214 2, 4| ROSINELLA: E che nce sta de male?~CONTE: Come, cambiare sesso, 215 2, 4| date.~ACHILLE: Ho fatto male. Basta, lasciamoci per ora, 216 2, 5| prego.~DOTTORE (siede): Il male esiste, e ci dev’essere 217 2, 5| spiegate che cosa era quel male, quel microbo seccante, 218 2, 5| sei bella e rovinata! Il male a te principia e cu na bona 219 2, 5| che sto malato de chello male stesso, addevento pur’io 220 2, 7| farci ben comprendere il male che cos’è.~CONTE: Indizio, 221 2, 7| amante, eh, pe nun nc’è male. (Legge:) E il bacio acre 222 2, 7| nu pazzo, che tutto vede male, che tene sempe pronte revolvere 223 3, 1| sera? Credo che le facette male, cu chillo male tiempo e 224 3, 1| facette male, cu chillo male tiempo e chillo tempurale 225 3, 4| finalmente, signora; il vostro male ha bisogno di cura, ma cura 226 3, 5| questo metodo ancor curate il male, vi metterà al dovere.~DOTTORE: 'Nu Frongillo cecato Atto, Scena
227 1, 6| FELICE: Voleva che me fa male la capa.~CONCETTA: Povero 228 3, 4| fenesta de lo ciardino, meno male che era vascia, si no me 229 4, 2| stezzata.~ERSILIA: V’ha fatto male?~FELICE: M’ha fatto male? 230 4, 2| male?~FELICE: M’ha fatto male? S’ha mangiato no porpone 231 4, 3| frate de Concettella! Meno male che non me conosce.~ERSILIA: Gelusia Atto, Scena
232 1, 3| li piede, io pe non la fa male me tiraje lo pede, chella 233 1, 3| ciuccio! A me?... No, tanto male non ha ditto, pecché quase 234 1, 3| brutto, e che io faceva male a l’ammore co tte.~PULCINELLA: 235 1, 5| nfelicità a me poverella? Che male aggio fatto io che m’aggio 236 1, 5| dongo io.~NICOLINO: Meno male.~ROSINA: Quanto ve serve?~ 237 1, 6| PULCINELLA: Oh! D. Nicolì, meno male che se ne soghiute; t’ 238 1, 6| sì na femmena, eh... meno male... io tengo no poco de... 239 1, 6| Caspita! mannaggia quanno male! Me sento no corrivo!...~ 240 2, 1| l’autre.~GESUMMINA: Meno male... Ah, la vi ccà la signorina.~ ~ 241 2, 3| voi... (Capisco che faccio male, ma è la necessità.)~ANNETTA: 242 2, 8| D. Rosì, fente de stà de male umore. Farraie la sposa 243 2, 10| siente, chella non nc’è male, .~NICOLINO: Lo saccio 244 2, 10| NICOLINO: Lo saccio che non c’è male, ma io sonzurato, tengo 245 2, 11| scuorno... Alla fine che male nce sta?). Io ve saluto.~ 246 3, 1| non ne sapeva niente? Meno male che mi sono provveduto io Mettiteve a fa l'ammore cu me! Atto, Scena
247 2, 5| Così va bene.~FELICE: (Meno male!). Emilia io mi sento!...~ 248 2, 6| a D. Felice che ha fatto male).~FELICE (pausa): Chella 249 3, 3| arma de mammeta tu me fai male.~ALBERTO: Felì, ci vedremo. ( 250 3, 4| Oh! Sentite voi così fate male perché inasprite il cuore 251 3, 7| D. Emilia?~FELICE: E che male c’è? Sposate voi, non possiamo 'Na commedia ‘e tre atte Atto, Scena
252 1, 4| gridate, pecché qua ci fa male il testo.~PEPPENIELLO: Caro 253 1, 6| RAFFAELE: Eh, non ci è male. Essa quanno lo vedette 254 1, 6| nfoca, e me dice no sacco de male parole, e io tanno me spasso 255 2, 10| abbascio sai perché? Pe non fa male a quaccheduno sotto. Ridicolo, 256 3, 6| FELICIELLO: Meh, che male nce sta. Simme amice alla Madama Sangenella Atto, Scena
257 1, 1| guardare alla finestra.) Meno male ha pensato buono e se ne 258 1, 6| bene?~PASQUALE: Eh! Non c’è male.~FELICE: Ma che fa, se va 259 1, 8| piaciuta?~FELICE: (Meno male che Teresina non ha parlato). 260 1, 9| poesia. Oh! Quanto feci male a sposarlo; voi invece siete 261 1, 10| fondo non ci sia niente di male.~ANTONIO: Ma si non ce sta, 262 2, 5| chesta.~SAVERIO: Eh! Non c’è male. Comme te siente? (Forte.)~ 263 2, 10| bussa alla porta.) Meno male che la cameriera è sollecita 264 2, 10| non alluccate perché me fa male la capa.~PASQUALE: E comme 265 2, 10| 40 (non sape niente, meno male).~TOTONNO: In questo momento 266 2, 12| portato la valigia, meno male. Rusì, siente a me, tu te 267 2, 12| siente a me, tu te siente male, pecché non te cucche?~ROSA: 268 2, 12| SAVERIO: Hanno fernuto, meno male.~ROSA: Savè ch’è stato?~ Lu marito de nannina Atto, Scena
269 1, 1| BERNARD: Ve siete fatte male assaje?~NICOLA: Ma niente, 270 1, 1| salute a nuje, me sofatto male, e che me ne preme, e poi 271 1, 3| staje?~BERNARD: Non c’è male. Tu sarai dei nostri certamente?~ 272 1, 5| bene?~FELICE: Eh, non nc’è male, ma l’ho avuta tremenda 273 1, 5| fresca?~NICOLA: Eh, non nc’è male.~FELICE: Io poi vi ho scritto 274 1, 10| gli ha fatto riflettere il male che faceva». Che ho letto 275 1, 11| dunque avarraggio fatto male de me mmarità?~NICOLA: Ma 276 1, 11| non mi fece riflettere il male che faceva.~FELICE (a Nicola): 277 1, 11| non vi fece riflettere il male che facevate... che bella 278 1, 11| bella discolpa... ma il male che avete fatto a me però, 279 2, 2| bravo giovine, quanto feci male a non aspettarlo.~ ~ 280 2, 3| pesante.~NICOLA: E questo è male figlia mia, quanno duorme, 281 2, 4| carattere, non lo fa pe male.~BERNARD: Va bene, ma a 282 2, 4| state?~BERNARD: Non nc’è male, grazie.~ELENA: Me sotrovata 283 2, 5| state?~NANNINA: Non nc’è male.~FEDERICO: Errico non nc’ 284 2, 9| state bene?~NICOLA: Non nc’è male! Signore, voi giungete a 'Na matassa 'mbrugliata Atto, Scena
285 1, 4| TERESINA: Che nce sta de male... anze lo voglio cunoscere.~ 286 1, 4| salute!~ALFREDO: Eh! Non nce male... tengo sulo un po’ di 287 1, 5| addeventato lo marito... meno male ch’è na scena che dura 24 288 1, 6| Aggio paura che fenesce male).~ ~ 289 1, 7| Ad Alfonso:) Avite capito male. (A Rachele:) Ma no, che 290 1, 8| che avrà sentito): (Meno male! Pe stu fatto so’ salvo!)~ 291 1, 10| capite lo scerocco me fa male.~ALFREDO: Sicuro, egli è 292 1, 10| ALFREDO: Ccà l’affare vanno male assaje.~CRESCENZO: è giusto, 293 2, 6| di che.~TERESINA: (Meno male... spero che priesto me 294 2, 6| seconda a d.).~ALFREDO: (Meno male!). (Ed entra.)~ ~ 295 2, 18| la casa.~CONCETTA: Meno male che non c’è niente, Giulio 296 3, 2| era chino de frutte, meno male che nun m’ha visto ascì 297 3, 5| esaminandola): Seh, nun c’è male.~CONCETTA: Uh! Chesta è 298 3, 10| oh! Che epoca... meno male che tre mogli aggio avuto 299 3, 12| detto.~ ~ALFONSO: No, nun va male Matildella... Povero Alfredo 'Nu ministro mmiezo a li guaje Atto, Scena
300 1, 1| de lo farmacista fenesce male.) (A Gaetano:) E vuje spicciateve; 301 2, 3| ne vo sapé.~ERNESTO: Meno male che vostra madre è dalla 302 2, 4| come sta?~CARMELA: Non sto male, grazie, ma starria meglio 303 2, 5| minestressa.~MENECHELLA: E che male nce sta? E accossì che ne 304 2, 6| volarisse nu discorso, ma che male t’ho fatto io?... Meh, viene 305 2, 9| ERNESTO: Ma haje fatto male li cunte tuoje: , l’aggio 306 2, 11| cattivo soggetto, superbo e male educato!...~CARMELA: Lu 307 2, 11| chello che dici... superbo, male educato, lu Marchesino? 308 2, 12| moro! Comme me sento male!~CARMELA: Nannì... Nannì... 309 3, 3| forse mi sarà spiegato male, che c’entra la nascita? 310 3, 10| frenà. Io sentette parlà male de li paisane mieje, e perciò Miseria e nobiltà Atto, Scena
311 1, 2| bene?~CONCETTA: Eh! non c’è male.~GIOACCHINO: D. Pascale 312 1, 4| giovene?~CONCETTA: Eh, nun c’è male, e nu simpatico giovinotto, 313 1, 5| ogge nun me fido, me fa male lo pietto.~CONCETTA: E a 314 1, 5| CONCETTA: E a me me fa male la capa.~LUISELLA: Me dispiace... 315 1, 5| abbondanza di sangue. Hanno fatto male a la gente e a nuje! Io 316 1, 7| sta?~EUGENIO: Eh, non c’è male, grazie.~PASQUALE: Va appriesso 317 1, 7| CONCETTA: Nun c’era niente de male!... Quanno se bene a 318 2, 2| bene?~GAETANO: Eh, non c’è male. E voi sempre svelto, sempre 319 2, 5| sinistra.)~GAETANO: Menu male che me trovo la sciassa 320 2, 6| come sta?~EUGENIO: Ah, male, molto male!~FELICE: Malattia 321 2, 6| EUGENIO: Ah, male, molto male!~FELICE: Malattia inguaribile, 322 2, 8| pecché sino faciarria nu male a la signurina... nun pozzo 323 3, 1| addunate.~VICIENZO: Menu male!~GAETANO: Voglio vedé comme 324 3, 5| aria può essere che vi fa male!~LUISELLA: Oh, no!... Anzi 325 3, 5| PASQUALE: E dopo che le fa male a voi che ve n’importa?... 326 3, 9| Parola d’onore!~GAETANO: Meno male!... Allora, sposatevi e 'Na mugliera zetella Atto, Scena
327 1, 1 | stato impossibile... meno male ch’è stato a la mmità de 328 1, 5 | Pecché nun succedere? Che male ce sta? Avite ditto che 329 1, 6 | con gorga franceseparla male l’italiano): Molto assai 330 1, 7 | casa a chestora, ha fatto male... ma la puverella è venuta 331 1, 7 | che non ci sia niente di male.~CONCETTA: Ma c’adda sfucà, 332 2, 3 | Ma pecché, che faccio de male?~FELICE: Non faje niente 333 2, 3 | FELICE: Non faje niente de male, lo , ma la gente crede 334 2, 6 | pozzo stà allerta, me fanno male li gamme.~FELICE: Assettete. ( 335 2, 9 | NINETTA: Pe nisciuna cosa de male mammà, pe nun ve fa trapazzà 336 2, 11 | detti. ~FELICE: Haje fatto male, pecché io t’avevo ditto 'A nanassa Atto, Scena
337 1, 1| rischiara.)~PASQUALE: Ah, meno male! Ma comme, a chestora, 338 1, 1| de lietto.~PASQUALE: Meno male.~FELICE: A primma matina 339 1, 5| chesto nun lo ssaccio, meno male che la mogliera dormeva 340 1, 8| ditto: Signora, vi sentite male? — No, mi gira nu poco la 341 1, 8| me sento stanca... me male la capa... ho bisogno di 342 1, 10| fatto combinà stanotte! Meno male ch’è stato chisto, si era 343 2, 6| mammà e sono 500... non c’è male, vivo discretamente.~GIULIETTA: 344 2, 8| Guè, Felì staje ccà? Meno male che t’aggio trovato.~FELICE: 345 2, 11| vede che non l’ha fatto pe male.~CLEMENTINA: N’ata vota 346 3, 3| non t’aveva dicere, feci male, ma che buò, lo carattere 347 3, 5| schiaffo fuje forte, me fa male ancora la faccia, pe chi 348 3, 5| Se credete che ho fatto male, sono a vostra disposizione.~ Nina Boné Atto, Scena
349 1, 3| Napoli.~ERRICO: No, dico male, la sera primma, già, giovedì.~ 350 1, 3| ne haje j parlanno cchiù male pecché nun sta; chella puverella 351 1, 4| poco, non c’era niente di male.~VIRGINIA: Tutto il male 352 1, 4| male.~VIRGINIA: Tutto il male possibile, pe na vota sta 353 1, 6| E venite vuje sola, che male nce sta?~ROSINA: Io sola? 354 1, 9| permette de j parlanno tanto male de me.~ERRICO: Ma chi ve 355 1, 10| pubblico più di un’altra, che male ci sta?~FELICE: Ma si capisce! ( 356 1, 10| impossibile!~FELICE: E che male ci sta? Sono un galantuomo 357 2, 1| piglià collera. Nun avevo male fatto ammore, nun avevo 358 2, 4| affare?~ERRICO: Così, non c’è male.~PAOLO: Aggio capito, stai 359 2, 6| buono.~ORAZIO: Eh! Non c’è male. L’America me fa bene come 360 2, 6| bello giovine?~NINA: Nun c’è male, simpatico.~ORAZIO: E allora 361 2, 8| albergo pe vuje... si sta male... i letti sono cattivi... 362 2, 10| D. Felice che s’è ntiso male e ha voluto turnà ccà. ( 363 3, 1| tutte cose.~TEODORO: Meno male! Che Purè e Purè, questa 364 3, 2| ERRICO: Ma io te dico che fai male.~ROSINA: Voglio male, 365 3, 2| male.~ROSINA: Voglio male, nun aggia cunto a nisciuno.~ 366 3, 2| ricuorde c’haje ditto tantu male de Nina Boné, che l’haje 367 3, 6| un prestigiatore... meno male, il pubblico sta zitto, 368 3, 6| Ma che cos’è, vi sentite male?~ROSINA: No, niente, niente.~ 369 3, 7| scherzo e non c’è niente di male.~VIRGINIA: Ah! Comme la 370 3, 7| pienze tu non c’è niente de male, comme la penzo io c’ 371 3, 7| la penzo io c’è tutto il male possibile! nce lo dico 372 3, Ult| dico che stavota nce vaje male assaje, cheste solazzarate, 373 3, Ult| persuaso.~VIRGINIA: Meno male!~FELICE: Rosina mia! (L’ Li nipute de lu sinneco Atto, Scena
374 1, 2| non c’è stato niente di male: un bacio!~PASQUALE: Un 375 1, 3| pranzo.~CICCIO: E avete fatto male, io non vi ho dato nessun 376 1, 9| stanno scritti insulti, male parole? Che vuò passà nu 377 1, 9| Che cos’è, neh, vi sentite male?~PROCOPIO: No, niente, grazie, 378 2, 2| Ih, così, così, non c’è male.~ALFONSO: Voi che dite, 379 2, 2| dite, Don Felì, non c’è male? Quella è un’opera sorprendente, 380 2, 3| credeva di fare un gran male.~CICCIO: Ma ora che cosa 381 2, 3| scusa che m’ero portata male e mi facevano stare digiuna, 382 2, 3| In ogni modo, avete fatto male a fuggire: una figliola 383 2, 4| Educandato pecché la trattavano male, le facevano fare i lavori 384 2, 4| Ma che ti ho fatto di male! Perché non mi stringi, 385 2, 4| scappata perché la trattavano male, le facevano tutti i 386 2, 6| sta?~ACHILLE: Eh, non c’è male. E voi?~FELICE: Ih, così 387 2, 7| perché mi vuoi fare del male?~FELICE: Niente, non sento 388 3, 2| Nossignore, avete inteso male: ha detto la sorella della 389 3, 4| alzandosi): Avete detto male, signor sindaco, e vi prego 390 3, 4| scusa che s’era portata male e la faciveve stà a pane 391 3, 4| Silvietta ha potuto parlare male della nostra buona Direttrice.~ 392 3, 5| Educandato perché vi trattavano male, non è vero che mangiavate 393 3, 6| SILVIA: Per nessuna cosa di male, zizì. Avendo sentito stammatina Non plus ultra della disperazione Atto, Scena
394 Un, 1| ROSINA: Che d’è, te facesse male de nce j tu?~GEMMA: Nce 395 Un, 7| pecché lle faciarrisseve nu male.~MARIANNA: E già, lle faciarria Nun la trovo a mmaretà Atto, Scena
396 1, 3| staje?~GAETANO: Eh, non c’è male, vuje state bellone.~FELICE: 397 1, 3| bene papà, quelle fanno male, signorina mia, fate 398 1, 4| avite pigliato?~FELICE: Che male nce stà, per l’amicizia 399 1, 5| ncoppa.~LUIGI: E se facette male assaje?~EUGENIO: No, na 400 1, 5| capisco che aggio fatto male, ma non saccio io stesso 401 1, 8| GAETANO: Ve site fatto male a quacche parte?~CHIARINA: 402 1, 8| era no bello giovene; meno male che non nce stava D. Felice 403 1, 8| freddezza lo dice, e te sì fatto male?~CHIARINA: E si non sentite. 404 1, 9| che non vi sia niente di male, me steva piglianno lo bagno, 405 2, 7| buono?~FELICE: Hai fatto male.~CHIARINA: Pecché aggio 406 2, 7| CHIARINA: Pecché aggio fatto male?~FELICE: Pecché ccà non 407 3, 4| auta vota, vuje nce jate male.~FELICE: Nonsignore.~CRISTINA: La nutriccia Atto, Scena
408 1, 6| salute?~NANNINA: Eh! Non c’è male.~RAFELE: Avete preso quelle 409 1, 6| NANNINA: (Eh! Non c’è male).~ERNESTO: (Dottò, più o 410 1, 9| pare?~CARLO: Eh! Non c’è male... (Che bella cosa!)~NANNINA: 411 2, 3| viecchie rattuse!... Meno male ca me sotruvate io... 412 2, 5| la sera... mi fareste un male positivo... (Chella m’aspetta!)~ 413 2, 6| va vattenne.~FELICE: Meno male che stevo da llà dereto, 414 3, 1| na capricciosa, avvezzata male!~ALESSIO: Mia figlia era 415 3, 4| l’aggio fatto niente de male.~CONCETTA: Anze vuje l’avite 416 3, 5| hanno fatto maje specie li male lengue, e l’attizza fuoche, 417 3, 5| chello ca te dico, nun parlà male de me, pecché si me votene 418 3, 6| creduto di dire niente di male.~FELICE: E quando non credete 419 3, 7| Sentite, io n’aggio conosciute male lengue, ma comme stanno 420 3, 7| E chiamme n’ata vota male lengua, quanno non te conviene 421 3, 7| se capisce, io ho fatto male a venì miezo a vuje!~GIOVANNI: Lu Pagnottino Atto, Scena
422 1, 2| te diciarrà nu sacco de male parole: Frippon... Coscion... 423 1, 2| vedere che non ricambierei male tanta bontà. Io non ho meriti; 424 1, 5| Seh! Me piace... non nc’è male, è aggraziato. Dunque voi 425 1, 6| amore con me?~FELICE: E che male ci sta? Io non credo di 426 2, 5| uno v’ha ditto niente de male. (Comm’è ntossecosa madamosella.) ( 427 2, 6| Come state?~PEPPE: Non c’è male, e lei?~POMAROL: Un po’ 'No pasticcio Atto, Scena
428 1, 2| GIULIETTA: Buongiorno. (Di male umore.)~EDUARDO: Che d’è, 429 1, 4| buono?~FELICE: Eh, non c’è male.~GIOVANNINO: E comme vai 430 1, 4| medica?~FELICE: Non c’è male.~GIOVANNINO: Hai ricevuta 431 1, 5| vino, prima di tutto male, e poi l’uomo che beve vino, 432 2, 7| fondo.)~FELICE: (Non c’è male!).~BETTINA: Voi siete D. 433 2, 8| ccà?~FAUSTINA: Pecché, che male nce sta?~GIOVANNINO: Niente 434 2, 8| sta?~GIOVANNINO: Niente de male, ma capisce, io aggio che 435 2, 9| lascia una volta questo male umore, chesto che cos’è 436 2, 10| sentite?~TERESINA: Me male la capa. Ah, ah! (Lamentandosi.)~ 437 3, 11| sensale.~GAETANO: (Meno male, chisto tene la lengua). Pazzie di carnevale Atto, Scena
438 1, 5| Cielo, faciarrissive no male a me direttamente, sochesti 439 1, 7| non capisco che nce sta de male, sono gentilezze che si 440 1, 8| passi eh?~ERNESTO: Non c’è male, e tu?~FELICE: Così, passibilmente, 441 2, 4| ALESSIO: (Perè? Forse le fa male lo pere, e che da me). 442 2, 5| Sicuro, fatela restare, che male c’è?~ALESSIO: Nonsignore, 443 2, 11| palazzo!~CAMILLO (di d.): Meno male!~MARIETTA: Camillo. ( Persicone mio figlio Atto, Scena
444 Ded | commedia. Fin qui, poco male; quello che è più da rimarcarsi, 445 1, 10| PERSICONE: Ah! Ciel,. mi fate male!~CARLO: Ah! mi scusate, La pupa movibile Atto, Scena
446 1, 1| dinto a nu fuosso, e se fice male dinto a la gamma deritta, 447 1, 5| molte, e vedo che mi fanno male seriamente alla salute.~ 448 1, 5| pochissimo cibo e mi fa male, appunto perché non è regolato.~ 449 1, 5| Taluni maldicenti hanno visto male, mi hanno accusato di avere 450 1, 7| e mammà, ha visto sempre male ca io stevo chiuso ccà dinto, 451 1, 8| impicci.~ANGIOLILLO: E che male nce sta?~BENEDETTO: Tutto 452 1, 8| sta?~BENEDETTO: Tutto il male possibile! Voi scherzate!... 453 2, 3| non aggio fatto niente de male, me piaceva e l’aggio guardato, 454 2, 4| aute 15 perzone, me fanno male tutte li rine!~FELICE: E 455 2, 4| FELICE: E nun me fanno male pure a me, se capisce, pe 456 3, 5| buon’umore.~NICOLA: E non fa male, avite voglia de ve ne vevere... 457 3, 8| avarrà ditto nu cuofeno de male parole, e io non lo pozzo 458 3, Ult| GEMMA: Pe nisciuna cosa de male, papà. Siccome l’auto juorno, Quinnice solde so’ cchiù assaie de seimila lire Atto, Scena
459 1, 4| vene zi Pulicenella, meno male.~ASDRUBALE: Sì, meno male, 460 1, 4| male.~ASDRUBALE: Sì, meno male, statte allegramente.~MARIUCCIA: 461 1, 4| avimmo accomminciato male.~PULCINELLA: Scusa, cognato. 462 1, 4| io ve l’aggio ditto, meno male.~PULCINELLA: Quanto porta 463 1, 4| lire.~PULCINELLA: Manco male, li quinnice solde me l’ 464 1, 5| state?~LUCREZIA: Non nc‘è male. (Si baciano.)~DOROTEA: 465 1, 7| FELICIELLO (piano): Ma che gran male io ho fatto? (Gridando.)~ 466 1, 7| FELICIELLO (piano): Ma che gran male ho io fatto?~MARIUCCIA: 467 1, 11| PULCINELLA: Sospira, manco male.~LUCREZIA (rinvenendo): 468 1, 12| saluto!~PULCINELLA Oh, manco male che sì venuto, non me fidava 469 1, 12| PULCINELLA: Già, sulo... Meno male che sì venuto tu; pare che 470 1, 12| nfronte. Amico mio, chi fa male tiempo ne passa, ma lo chiagne... 471 2, 1| buono?~PASQUALINO: Dite male.~DOROTEA: E pecché? Sentimmo.~ 472 2, 1| buono.~PASQUALINO: Ho detto male.~DOROTEA: Uh! D. Pascalì, 473 2, 4| CARLINO: Uh, come capite male, io parlo del cognome: ho 474 3, 1| state?~MARIUCCIA: Non nc’è male... Assettateve... (Gli 475 3, 1| Ih, fosse chisto tutto ho male. Io aspetto quanto vuò tu, 476 3, 5| tu credennete... Oh meno male, meno male, Feliciello mio, 477 3, 5| credennete... Oh meno male, meno male, Feliciello mio, che lo 478 3, Ult| famma. M’ha ditto tanto male de chillo povero Feliciello.~ Romanzo d'un farmacista povero Atto, Scena
479 1, 2| torno più tardi, e che male nce sta. Io mai a voi posso 480 1, 4| alla fine non e un gran male. (Apre la lettera:) Cos’ 481 1, 5| quest’abito però non c’è male, danci una bella pulita, 482 1, 6| ELISA: Piano, voi mi fate male!~FELICE: E accussì s’ha 483 2, 2| murì, perché o bene o male sempre moglie m’è. Ma quando 484 2, 3| tengo nessuno! A la fine che male aggio fatto? Aggio scritto 485 2, 5| ELISA: Fino adesso non c’è male, ma se non parli fai meglio.~ 486 2, 5| trova carrozze... io meno male che tengo la mia.~ELISA: 487 2, 6| SAVERIO: Vi secca? Vi fa male l’udito?~ELISA: Molto!~SAVERIO: 488 2, 8| giovine!~CONCETTA: Ha fatto male, perché un giovine che non 489 3, 1| dente buono.~SAVERIO: E che male nce sta, si sente un po’ 490 3, 2| latte e ccafè; pecché le fa male lo pietto.~CONCETTA: Quanno 491 3, 2| CONCETTA: Quanno le fa male lo pietto se ne va a lo 492 3, 3| parola.~GIUSTINA: Avete fatto male, pecché a me non me piace. ( 493 3, 3| FELICE: Eh, non c’è stato male, m’aggio fatte tanta brutte 494 3, 4| NANNINA: Perché quando vi fa male la mola, venite dal dentista 495 3, 4| tirare, ma quando vi fa male il cuore, chi ve lo tira?~ 496 3, 4| qualunque che non ve fa male.~NANNINA: Uh! Chi se lo 497 3, 4| steva facenno niente de male chillo la mano m’ha vasata.~ 498 3, 5| volete che ne possa parlar male, caro signore, quello ha 499 3, 6| SAVERIO: Eh, non c’è stato male.~ALESSIO: Eh, quella era 500 3, 6| Professò, a me non me fa male nisciuno dente, avita


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License