1-1000 | 1001-1311
Addio, Amore!
     Parte, Cap.
1 1, I| scivolando, come un fantasma, fatto di inafferrabile nebbia, 2 1, I| sogno, Anna, che abbiamo fatto insieme, si va dileguando, 3 1, I| glaciale calcolatore, ti ha fatto paura?~ ~– Perchè Cesare 4 1, II| sua aria distratta, e ha fatto una lieve alzata di spalle, 5 1, II| collera mi ha due o tre volte fatto perdere il lume degli occhi, 6 1, II| nella sua vita non avesse fatto altro: e che Laura Acquaviva, 7 1, II| Tanto che pensò aver fatto una scelta malaugurata, 8 1, II| te, per il passo che hai fatto, per il tuo avvenire che 9 1, II| smentita, come egli aveva fatto sempre.~ ~– Tu non mi ami 10 1, II| dove sei e quello che hai fatto... sa che non ti macchia 11 1, II| una ragazza folle, che ha fatto una scappata giovanile, 12 1, II| Vattene.~ ~– Anna, l'ho fatto per te, per il tuo bene; 13 1, III| Anna, il rimprovero di aver fatto fruttare danaro all'amore, 14 1, IV| brusìo della gente che erasi fatto forte, cadde a un tratto, 15 1, IV| dissimiglianti. Laura aveva fatto adornare il suo vestito 16 1, IV| si era un po' affinato, fatto più pallido, quasi spiritualizzato: 17 1, IV| soffrire così.~ ~– Abbiamo fatto male a venire – disse Stella, 18 1, IV| Poi trovò:~ ~– Abbiamo fatto male a venire, Anna – le 19 1, IV| non gli anni, che sono un fatto esteriore e fallace.~ ~– 20 1, V| accenno al passato, massime se fatto in presenza di Cesare Dias, 21 1, V| il capo, contrita. Aveva fatto quello sforzo di dolcezza 22 1, V| della mano che accennava al fatto compiuto.~ ~Quando rientrarono 23 1, V| riassumendo quello che aveva fatto nella giornata, fremeva 24 1, V| poichè tanti passi aveva fatto sulla via del pericolo. 25 1, V| sorridente: egli capiva di aver fatto un piccolo miracolo. Ma 26 1, V| nulla. Mi raccontava un fatto, così. È da voi che vuol 27 1, V| raggiungere Anna.~ ~– Ebbene, è fatto questo matrimonio? – chiese 28 1, VI| Morelli, l'uomo che mi ha fatto rifiutare le nozze con Luigi 29 1, VI| idea amorosa, che ne ho fatto una figura ideale, che ho 30 1, VI| importanza, come per un fatto qualunque. Stupefatta, esterrefatta, 31 1, VI| una volta, un qualunque fatto umano, quotidiano, niente 32 1, VI| dunque, che un miserabile fatto di cronaca? Che cosa fare? 33 1, VI| amate, questo è il gran fatto: probabilmente non avrete 34 1, VI| profondo turbamento, mi ha fatto passare due orribili notti 35 1, VI| d'amore. Che avrebbe egli fatto, quando Anna avrebbe voluto 36 1, VI| essere amata. Questo era il fatto: tutto il resto era un cumulo 37 1, VI| piccola tortura: non aveva fatto proprio nulla per far nascere 38 1, VI| senza ragione.~ ~– Vi ho fatto troppo dispiacere, è vero? 39 1, VI| vivreste. L'avvenire, bel fatto! Cioè fra venti anni: io 40 1, VII| di raso azzurro pallido, fatto ancora più smorto dal tempo 41 1, VII| molta cura – egli le aveva fatto delle rimostranze:~ ~– Ma 42 1, VII| non sapeva che avrebbe fatto, ella stessa si smarriva, 43 1, VII| tempo colà... ciò vi ha fatto male.~ ~– No, no – ella 44 1, VII| alla vita; voi vi siete fatto, nella vostra fantasia, 45 1, VII| mamma, mamma, voi avreste fatto così.~ ~ ~ ~FINE DELLA PRIMA 46 2, I| di Marte: Anna le aveva fatto rispondere dalla cameriera, 47 2, I| serenità, adesso, sembrava un fatto tutto materiale, poichè, 48 2, I| tutto quello che ella aveva fatto, dall'amore per Giustino, 49 2, I| che sofferto, sempre, o fatto soffrire, sempre?~ ~– Eccovi 50 2, II| con Anna, aveva persino fatto i complimenti a sua moglie, 51 2, II| poteva importare un nome? Il fatto era quello, innegabile. 52 2, II| qualunque. Questo era il fatto. Non doveva cercare altro. 53 2, II| che cosa importava? Un fatto solo esisteva: quella notte 54 2, III| dolore, in cui ella aveva fatto miracoli di cortesia; ed 55 2, III| abbandono della giovane sposa, fatto con una disinvoltura così 56 2, III| dunque?~ ~– È un uomo che ha fatto il piacer suo, sempre.~ ~– 57 2, III| sapere da Caracciolo qualche fatto, qualche episodio, un particolare, 58 2, III| diceva qualche cosa, un fatto, una data, un episodio, 59 2, III| Anna Dias, ma non avevano fatto avanzare di un passo l'opera 60 2, III| prima partita, lo aveva fatto accanire alla seconda. Infine, 61 2, III| in casa, se Luigi aveva fatto il dover suo di cavalier 62 2, III| narrato che Luigi aveva fatto miracoli di fedeltà, che 63 2, III| mondana, l'assedio quotidiano fatto al suo cuore da Luigi Caracciolo, 64 2, III| assodare la verità di un fatto, ma che freme di tutto, 65 2, III| pericolo. E Cesare si era anche fatto, in quel periodo, marito 66 2, III| doppio giuramento che aveva fatto. Egli era sincero, in quel 67 2, IV| galante. Quando mai ella aveva fatto tal paragone? il suo cuore 68 2, IV| giorno o l'altro ella avrebbe fatto una corbelleria.~ ~– Quale 69 2, IV| come un'amante a cui si è fatto, o si vuol fare qualche 70 2, IV| Cesare: un sorriso lungo, fatto del languore di un'anima 71 2, IV| anima vinta e domata, ma fatto anche di trionfo, per la 72 2, IV| quella di Cesare e aveva fatto qualche passo, allontanandosi, 73 2, IV| allontanarsi Laura, non aveva fatto nessun gesto per trattenerla, 74 2, IV| Non poteva sopportare quel fatto, non poteva sopportarlo. 75 2, IV| insopportabilità di quel fatto. Ma Cesare, pian piano, 76 2, IV| porta alle sue spalle. Aveva fatto tutto questo con rapidità, 77 2, IV| furiosamente nell'insopportabile fatto, visto e udito: era quel 78 2, IV| qualunque speranza, dinanzi al fatto compiuto.~ ~– Buona notte 79 2, IV| pentimento; ella obbediva a un fatto irreparabile, a una volontà 80 2, IV| più dolce cintura avevan fatto a quel corpo snello le braccia 81 2, IV| del tradimento; era lei il fatto, atroce e insopportabile: 82 2, IV| nella figura di Laura, il fatto insopportabile: e decisamente, 83 2, IV| persisteva.~ ~– Perchè hai fatto questo? – domandò Anna, 84 2, IV| sei tu, dunque? Perchè hai fatto questo?~ ~Quella, che trasaliva 85 2, IV| impetuosamente Anna.~ ~– Un sol fatto. Tu, fanciulla, come me, 86 2, IV| bene. Laura, quanto hai fatto io lo dimentico, io ti perdono, 87 2, IV| le sensazioni che avevano fatto vibrare altamente il suo 88 2, IV| idea, così tumultuaria del fatto ed era anche tanta la sua 89 2, IV| scettico, la passione aveva fatto germogliare tutti i sentimenti 90 2, IV| Ella vedeva soltanto il fatto, lucido, crudele, inesorabile, 91 2, IV| cause dell'irreparabile fatto? Era così schiacciante nella 92 2, IV| nella sua monotonia questo fatto terribile, era così veramente 93 2, IV| baciarla sulle labbra. Un fatto così inesorabile, quella 94 2, IV| non era un sogno, era un fatto, nella sua implacabilità, 95 2, IV| temere per lei. Non le ho fatto nulla. È viva. Sta bene: 96 2, IV| lo sapete? Questo è un fatto importante, per il mio amor 97 2, IV| E pensare che non ho fatto nulla per sedurvi, confessatelo.~ ~– 98 2, IV| Cesare, quello che hai fatto ieri sera, rammentati e 99 2, IV| ignoravate! Oh che mi hai fatto tu, Cesare, mentre ti adoravo, 100 2, IV| mentre ti adoravo, che mi ha fatto Laura, mia sorella!~ ~E 101 2, IV| Cesare!~ ~– Questo è un fatto assolutamente senza importanza. 102 2, IV| sei tu dunque, che ti sei fatto del tuo egoismo un idolo 103 2, IV| non importa che si fosse fatto giuoco del nome della sua 104 2, IV| vecchio, che non ha mai fatto passioni, che non ne vuol 105 2, IV| lasciarvi morire, io ho fatto la solenne corbelleria di 106 2, IV| seguente a quello in cui avevo fatto quella sciocca proposta. 107 2, IV| una donna che gli aveva fatto commettere una corbelleria, All'erta, sentinella! Racconto, Cap.
108 Ert, I| allontanarono; di lontano, dopo aver fatto il giro dell'isola, la risposta 109 Ert, III| condannati che hanno sempre fatto una vita da vagabondi, vivendo 110 Ert, III| talvolta, e grida che avrebbe fatto meglio a perdonarle, che 111 Ert, III| corpi sfracellati: ciò ha fatto un gran terrore. Ma che 112 Ert, III| silenzii:~ ~— Chi te lo ha fatto questo vestito, Sciurillo?~ ~— 113 Ert, III| a penà.~ ~Ma vì che m'ha fatto~ ~Stu rillicato e'Ppuorto~ ~ 114 Ert, IV| il capitano Gigli aveva fatto dispensare doppio rancio 115 Ert, V| allarmato; e un rapporto fu fatto al capitano Gigli. Pareva 116 Ert, V| sonno del fanciullo si era fatto più grave e il respiro fischiava 117 Ert, VI| arrivavano più, dopo lo sforzo fatto, a fissare il proprio pensiero. 118 Ert, VI| chiamassero.~ ~— Tutto è fattodisse il capitano, penosamente.~ ~— 119 Ert, VII| quando al vice-direttore fu fatto il verbale dell'evasione. 120 Terno, I| fosforo di ieri sera mi ha fatto male, Tommasinadisse, 121 Terno, I| consumato ai gomiti, si era fatto corto e lasciava vedere 122 Terno, I| ricostruire tutto questo fatto. Forse qualcuno, un prete, 123 Terno, I| soldi. Così doveva aver fatto la sua signora, che essendo 124 Terno, I| Gelsomina.~ ~— E che ne avete fatto, donna Gelsomina, del vostro 125 Terno, I| ripetendo:~ ~— Se accade un fatto come io spero, oggi non 126 Terno, I| qui, signore mio.~ ~— Che fatto? — domandava l'avventore, 127 Terno, II| ritornare alla zappa, dopo aver fatto il soldato, innamorato della 128 Terno, II| lasciava più pace: aveva fatto una scena, e la domenica 129 Terno, II| lire di economia, che aveva fatto Tommasina da zitella. Insieme 130 Terno, II| elettorispose quello, e, fatto il suo dovere di pubblico 131 Terno, II| del regalo che le avete fatto stamattina, per mezzo di 132 Terno, II| venuto il marito e hanno fatto una lite terribile. Che 133 Trent, I| quello che gli era parso un fatto isolato al mattino, come 134 Trent, II| con la morte. Ciò mi ha fatto piangere, lo scavare nelle 135 Trent, II| diss'egli, andando al fatto, rozzamente.~ ~— No, no, — 136 Trent, II| direte che cosa egli vi ha fatto, per farvi piangere.~ ~— 137 Trent, II| Giardino d'inverno non è fatto precisamente per le signore 138 Trent, II| niente, come se narrasse un fatto poco interessante:~ ~— Il 139 Trent, II| rassicurata, ma mi avete fatto molto male, molto male con 140 Trent, II| indicando che veniva al fatto, — perchè il marito vostro 141 Trent, II| Certo, qualche volta abbiamo fatto un piacere a un amico, prestandogli 142 Trent, II| miserabili. Noi abbiamo fatto i nostri conti: questo venti 143 Trent, II| giorni un furto è presto fatto. Siamo donne sole. Mi raccomando 144 Trent, II| Totonno, il mio fidanzato, ha fatto delle spese. Ora siamo restati 145 Trent, II| lire restano. Oh abbiamo fatto i nostri calcoli, Totonno 146 Trent, III| u bammeniello, che aveva fatto la grazia di cangiare la 147 Trent, III| solitariamente, avendo fatto accendere il fuoco nel caminetto, 148 Trent, III| assenza, come aveva sempre fatto. Ella scuoteva il capo, 149 Trent, III| novena di Natale, avevano fatto una gran ripulitura degli 150 Trent, III| dolci natalizi il sosiamello fatto di una pasta lucida giallo-bruna, 151 Trent, III| quantità; il mostacciuolo fatto di fior di farina, di cioccolatte, 152 Trent, IV| notizia di : non aveva mai fatto così. Ogni mattina quando 153 Trent, IV| per sfuggire al grande fatto che le si svolgeva nell' 154 Trent, IV| suo passato, lo avrebbe fatto. Portava il nome di quell' 155 Trent, IV| sua agitazione, ella aveva fatto prendere una carrozza chiusa, 156 Trent, IV| debole e meschina. Vi ho fatto soffrire. Perdonatemi. Non 157 Trent, IV| per il bene che mi avete fatto.~ ~E camminarono di nuovo 158 Trent, IV| che il Signore le aveva fatto la grazia di ricondurlo 159 Trent, IV| di assisie.~ ~Egli si era fatto mortalmente pallido, alle 160 Trent, V| interesse anticipato era stato fatto a metà gennaio, tanto che 161 Trent, V| grande turbamento. Si era fatto un duello e un innocente 162 Trent, V| immediatamente dopo avvenuto il fatto, Guglielmo Ruffo-Scilla 163 Trent, V| denaro. Un gran clamore fatto d'imprecazioni di lamenti, 164 Trent, V| tumulto nasceva, un tumulto fatto dai nuovi arrivati fra un 165 Trent, V| peccato, per riparare il male fatto. Infinedopo aver molto Gli amanti: pastelli Par.
166 Stresa | andato, e questo mi aveva fatto molto piacere, mentre mi 167 Stresa | terra terra, e tanto pareva fatto solamente di desiderio. 168 Stresa | deturpata da quell'amore fatto solamente di fiamma, che 169 Stresa | dispregevole che mi ero fatto dell'amor suo.~ ~- Non sai 170 Stresa | sempre e non altro che l'uomo fatto di argilla, senza il divino 171 Morell | che effetto gli avrebbe fatto la prova che il cuore di 172 Morell | subito. Gli chiedevo:~ ~- Ho fatto male, a cercarti?~ ~- No, 173 Morell | cercarti?~ ~- No, cara, hai fatto benissimo - diceva lui, 174 Morell | che la rassegnazione a un fatto necessario, fatale, e immensamente 175 Morell | alterigia.~ ~- Perchè avete fatto questo?~ ~- Non lo so.~ ~- 176 Dias | tardi, che egli era un uomo fatto assolutamente per l'amore 177 Dias | tradimento era stato un fatto istintivo, di cui era inconscio, 178 Dias | conviene. Fedele all'amore, fatto di amore, egli non mente 179 Caracc | suo sacrificio, non l'ho fatto.~ ~- Era un amore triste, 180 Caracc | scandalo, che avresti tu fatto?~ ~- Eravamo decisi. O lo 181 Caracc | Questo meraviglioso amore, fatto di adorazione segreta, di 182 Felice | dovrebbero confortare chi ha fatto una perdita irreparabile. 183 Felice | e del viaggio che aveva fatto lui. Ella lo guardava negli 184 Vincen | Sì, sì, raccontami il fatto della Bella mbriana.~ ~- 185 Vincen | lettera. Ciccillo non ha fatto il soldato?~ ~- No: il governo 186 Vincen | delle spighe: essi avevano fatto cerchio, aspettando che 187 Marqui | e molle, molto fine, era fatto di una gonna con un'arricciatura, 188 Sorel | duecentosettantamila lire, ho fatto io il conto.~ ~Parve che 189 Sorel | quello che possedevi e tu hai fatto duecentosettantamila lire 190 Sorel | serviti per me e ti han fatto credito, perchè avevi speso 191 Sorel | Milano; tutti costoro ti han fatto credito, perchè avevi tanto 192 Sorel | saputo ricco e gli avean fatto credito, e credevan che 193 Sorel | ultimo dolore, un dolore fatto di tenerezza umile, di struggimento 194 Maria | come disperatamente aveva fatto la prima volta, a Chérie. 195 Maria | caratterino che sembrava fatto di tante manine che si tenevano 196 Maria | Che importava, però, il fatto materiale? L'appello vi 197 Maria | adorazione? Le avrebbe forse fatto qualche rimprovero per quel 198 Maria | prostrarsi e adorare. Non avrebbe fatto altro che aprire le braccia 199 Gerald | disinganni amari le avevano fatto intorno questa solitudine 200 Gerald | grassottelle ma gentili, non era fatto per allietare il suo spirito, 201 Gerald | fatte apposta, di letto fatto apposta, tutto vasto, tutto 202 Caricl | tratto, tanto era stato fatto da lei. Nell'anima era come 203 Caricl | cui il morrente pare già fatto cosa di un'altra sfera, 204 Angel | supremo orgoglio di aver fatto soffrire, l'orgoglio che 205 Angel | cristiana, perchè mi avete fatto questo, voi che siete una 206 Angel | tanto il vostro fascino, fatto di debolezza, è più forte 207 Angel | le torture che mi avete fatto soffrire, voi che siete, Le amanti Parte, Cap.
208 Fiamm, I| cifra; il suo aspetto di fatto si veniva così minutamente 209 Fiamm, I| si appagava, come per il fatto compiuto, ogni tanto, ma 210 Fiamm, II| largo, come ad accennare un fatto ineluttabile, accompagnò 211 Fiamm, III| dietro la gelosia si era fatto più forte, più alto: la 212 Sole, I| giovanotti.~ ~- Perchè vi siete fatto presentare? - domandò Clara 213 Sole, I| nervi, quella che vi ha fatto soffrire e vi ha fatto piangere, 214 Sole, I| ha fatto soffrire e vi ha fatto piangere, l'avete dimenticata, 215 Sole, I| qualunque altro uomo avrebbe fatto, violando, nella realtà 216 Sole, I| triste. Sentiva di aver fatto troppi passi sovra un terreno 217 Sole, I| buona e dolce, e non aveva fatto che tentarlo dolorosamente, 218 Sole, II| irreparabile:~ ~- Che ho fatto, che ho fatto! Che amore 219 Sole, II| Che ho fatto, che ho fatto! Che amore ho perduto, per 220 Sole, II| che accadeva qualche grave fatto nell'anima di Clara. Una 221 Sole, II| Clara gli nascondesse un fatto dispiacevole, forse una 222 Sole, III| tardi per tentare un ultimo fatto del cuore. Ma l'istinto 223 Sole, III| dimenticare quello che mi avete fatto: e una grande tenerezza 224 Sole, IV| sorrideva, acconsentendo al fatto di amarla poco: Clara indietreggiava, 225 Sole, IV| che sono un poverello, in fatto di amore? Perchè mi rinfacci 226 Amant, I| immediatamente. Paolo Spada aveva fatto su lei un effetto folgorante. 227 Amant, II| a tavola. Questo pranzo fatto di pietanze cucinate alla 228 Amant, II| bellissimo.~ ~- Sì, credo di aver fatto una cosa buona - diceva 229 Amant, III| sfuggiva:~ ~- Perchè hai fatto morire quel povero Attilio 230 Amant, III| obbligo, anima mia.~ ~- Ho fatto tanto male? Sono dunque 231 Amant, III| Ma, oramai, il male era fatto. Nel cervello confuso di 232 Amant, III| letture. Ma il male era fatto. La serenità della mente 233 Amant, III| che la speranza?~ ~- In fatto di amore, tutto è fallace. 234 Amant, III| smetti, Adele.~ ~- Che ho fatto di male?~ ~- Nulla: ma sei 235 Amant, III| scorno dell'esperimento fatto e mancato le ritornava sempre, 236 Amant, III| appassionato, col dubbio di qualche fatto compiuto. Paolo Spada aveva 237 Amant, III| invincibile.~ ~- Perchè hai fatto questo? Perchè? - le gridò, 238 Sogno | dal medesimo punto, avendo fatto gli stessi studii, l'amico 239 Sogno | tutto? E non avevan forse fatto male, a dirsi tutto? Massimo 240 Sogno | era vecchio; forse aveva fatto una magra giornata; forse 241 Sogno | elegante addetto non avrebbe fatto così a Bruxelles, o a Copenaghen, 242 Sogno | spirito? Vi ho forse mai fatto la corte, io, perche dobbiate 243 Sogno | l'orizzonte; che si era fatto chiarissimo, egli la chiamò 244 Sogno, II| ogni piccolo e pur grande fatto che le si presentava alla 245 Sogno, II| qui, sino a che mi avrete fatto questa grazia - diss'ella, 246 Sogno, II| faccia, egli sentì il danno fatto. Oramai la luce di quegli La ballerina Cap.
247 I | capitaletto.~ ~Ella aveva fatto un gran sogno, quell’anno, 248 I | Dea della danza, che aveva fatto delirare di ammirazione 249 I | credette.~ ~— Ella mi ha fatto bene in vita e in morte, — 250 I | magnifici, non era stato fatto per lei, ma perchè il caro 251 I | Pure, Gargiulo che aveva fatto qualche conquista, nel monduccio 252 II | Gaetanella, dopo aver fatto un giro di ricerche, nella 253 II | medesima indifferenza, aveva fatto quel dono di mille lire, 254 II | sua professione e avrebbe fatto voltar la gente.~ ~Quando 255 II | scontrosa, che aveva già fatto due figliuoli, di qua e 256 II | che altro avrebbe ella mai fatto, se non ballonzolare, in 257 II | possedeva, il primo che si era fatto, smesso il lutto di sua 258 II | carnagione opaca; anzi se ne era fatto prestare un poco da Margherita 259 III | indulgenza.~ ~— Ti ha sempre fatto un po’ la corte, non è vero? — 260 III | piccolo, asciutto, molto ben fatto, bruno, con capelli e baffi 261 III | compagnia...~ ~— E le avete fatto la corte? — disse briosamente 262 III | e il vincolo con Carmela fatto più saldo, più forte da 263 III | vergogni di quel che hai fatto? E perché lo hai fatto? — 264 III | hai fatto? E perché lo hai fatto? — la investiva, arrivando 265 III | le faceva, ella avrebbe fatto per lui ogni sacrificio, 266 III | sentiva.~ ~— Perché l’ho fatto, dunque? Perché l’ho fatto?~ ~ 267 III | fatto, dunque? Perché l’ho fatto?~ ~Nella notte che si faceva 268 III | le era riserbata. Ciò era fatto per le prime ballerine, 269 III | Ma che!~ ~— Perché l’ho fatto, dunque? Perché l’ho fatto?~ ~ 270 III | fatto, dunque? Perché l’ho fatto?~ ~Ella se ne pentiva amaramente. 271 III | giacchetta che un sarto le aveva fatto, a credito, pagando due 272 III | dentro.~ ~— Perchè l’ho fatto, dunque? Perchè l’ho fatto?~ ~ 273 III | fatto, dunque? Perchè l’ho fatto?~ ~Se vi pensava, innanzi, 274 III | chiedeva:~ ~— Perchè l’ho fatto? Perchè l’ho fatto?~ ~E 275 III | l’ho fatto? Perchè l’ho fatto?~ ~E la ragione intima, 276 III | nostro amore e costui mi ha fatto delle severissime rimostranze, 277 III | sacrifizio che ella gli aveva fatto, l’ingrato! Mentre, metodicamente, 278 III | Paradiso — quanto aveva fatto bene, a non abbandonarla 279 III | contro lui che, infine, aveva fatto il suo giuoco, quello che 280 IV | lunga opera come l’Aida, e fatto per mettere in mostra l’ 281 IV | piaceva molto. Ci avrei fatto all’amore volentieri.~ ~— 282 IV | accorgendosi di nulla.~ ~Ella aveva fatto un cenno a un vettura da 283 IV | un merletto all’uncinetto fatto in casa. La sargia verde 284 IV | cameriere gli aveva subito fatto osservare che il letto non 285 IV | detto la verità in questo fatto, di cui erano innocenti. I capelli di Sansone Cap.
286 I | nerborute braccia, aveva fatto in modo da comprargli anche 287 I | rispose il piccolino, — ho fatto colazione e pranzo con papà 288 I | Sì, papà: e tu?~ ~— Io ho fatto colazione al caffè.~ ~— 289 I | Riccardo, giammai aveva fatto mostra di aver notata la 290 I | suoi libroni.~ ~— Che avete fatto, don Domenico, quando è 291 I | e forte, che prima aveva fatto il mestiere del fabbro nell' 292 I | Paolo Joanna, in quell'ora è fatto indifferente ad ogni altro 293 I | sua disinvoltura, aveva fatto un cenno con gli occhi al 294 I | sì: ma ditemi, che vi ha fatto quel povero prefetto? — 295 II | cuore, dopo il discorso fatto col giornalista. Quello 296 II | dunque? Ma che avevano fatto per sbucare, quelli che 297 II | sapendo quello che avrebbe fatto, era all'ufficio del Baiardo: 298 II | questo lavorìo minuto, fatto sulla parola, gli faceva 299 II | mesi di correzioni avevano fatto nascere in Riccardo quella 300 II | giornalismo umile, pedestre, fatto da lavoratori oscuri, che 301 II | era grandissima, il passo fatto in dieci anni era enorme: 302 II | pubblico, delicato omaggio, fatto in una forma così gentile, 303 II | redattore capo e gli avrebbe fatto intendere quale servo fedele 304 II | essa un umorismo giovanile fatto di melanconia, una ironia 305 II | Signore? e si alzò.~ ~— Ha fatto lei quell'articolo firmato 306 II | disinvoltura, come se non avesse fatto altro nella sua vita, rendendo 307 III | fai un favore.~ ~— Ho già fatto, non posso.~ ~— Non ti credo, 308 III | sostenendo sempre che aveva già fatto colazione, timido dinanzi 309 III | cronista è un morbo cronico. Il fatto di sangue ci entra nel medesimo 310 III | e sospettosa innanzi al fatto che stava per compiersi: 311 III | ostinatamente, come avrebbe fatto a pagare quel cocchiere: 312 III | orgoglio di uomo che gli aveva fatto subire donna Caterina Spinola 313 III | bello, vanitoso e sognatore fatto in fretta nella piccola 314 III | che egli aveva pensato e fatto, tutto quello che gli era 315 IV | Rochefort che non aveva poi fatto, un romanzo di Ottone di 316 IV | lo aveva visto, gli aveva fatto cenno con la mano.~ ~Il 317 IV | difendetevi.~ ~— Io non ho fatto nulla di tutto ciò, disse 318 IV | serio.~ ~— Il conto è presto fatto. La carta dell'Uomo costa 319 IV | giornale del mattino che aveva fatto la guerra, sordamente, con 320 IV | impressione che avrebbe fatto il giorno seguente. — Ecco 321 IV | disse:~ ~— Stasera Joanna ha fatto un tentativo disperato col 322 IV | stravolta. Il senatore s’è fatto fare il bilancio del giornale: 323 IV | e camorristica che aveva fatto a Joanna, la congiura del 324 IV | gli amici che lo avevano fatto chiamare, e che lo aspettavano 325 IV | Assicurazioni Veneta. L'ho fatto chiamare dal cameriere per 326 IV | ho parlato lungamente, ho fatto di tutto per persuaderlo. 327 IV | queste scosse.~ ~— Che ha fatto il direttore stasera, dalle 328 IV | disse Stresa; e narrò il fatto delle capsule.~ ~Frati diventò 329 IV | fermato in tempo.~ ~— Hai fatto male. A che serve? Tanto, 330 IV | serve? Lasciali cantare. Hai fatto la cronaca?~ ~— Ne ho fatto 331 IV | fatto la cronaca?~ ~— Ne ho fatto una metà: vado a terminare.~ ~— 332 IV | già la considerava come fatto di cronaca clamoroso, magnifico, 333 V | riassalse. Da due mesi aveva fatto preparare una grande leggenda 334 V | non una di meno, avrebbe fatto divampare la superba leggenda, 335 V | Corriere di Piacenza fosse fatto soltanto per ingiuriare 336 V | Tempo è un giornale brutale, fatto senza gusto e senz'arte.~ ~— 337 V | tanto.~ ~— Le pare che abbia fatto bene?~ ~— Non era il momento, 338 V | giammai: e aveva sempre fatto male, nei suoi errori, a 339 V | occupato?~ ~— No.~ ~— È fatto il giornale?~ ~— È uscito.~ ~— 340 V | partito!~ ~— Il partito non ha fatto nulla pel Tempo, perchè 341 V | Riccardo Joanna, che aveva fatto quel miracolo, era quella 342 VI | nuda stanzetta, e aveva fatto per sedersi, ma la seggiola 343 VI | scrivere la sua lettera, aveva fatto l'indirizzo sulla busta 344 VI | ispirazione che lo aveva fatto alzare dal tavolino, arrivò 345 VI | magnificenza che gli aveva fatto Riccardo Joanna. La pancia 346 VI | Ah! E quanto avete fatto?~ ~— Nove lire e venticinque, 347 VI | Una povera: il Tempo le ha fatto una colletta di milleottocento 348 VI | mille, e le avrete. Avete fatto i rinnovi.~ ~— Scarsi.~ ~— 349 VI | di Martelluzzi, se le han fatto la vendita. Alla fine sono 350 VI | come a dire: — Che ti ho fatto, per parlarmi così? — E 351 VI | impallidiva: e qualche cosa fu fatto, rapidamente, fra loro. 352 VI | scritta e stampata.~ ~— Ecco fatto, — disse Riccardo Joanna, 353 VI | le mani in tasca.~ ~— Già fatto? È un miracolo. Non avevo 354 VI | di Antonio Amati. Si era fatto pallido: e la sua leale 355 VI | gratitudine. Avete visto che mi ha fatto, oggi, Sua Eccellenza il 356 VI | alle cinque e venti: ha fatto dire al mio servo di ritornare 357 VI | servigi.~ ~— Sì, ma non l'ho fatto ministro. Egli non mi perdonerà 358 VI | No. Crederebbe che lo han fatto per premio alla sua grandezza: 359 VI | alla mia lavandaia. Vi ho fatto impegnare l'orologio, e 360 VI | conosceva, stamane! Vi ho fatto firmare una obbligazione 361 VI | poichè voi mi avete già fatto l'elemosina, io cercherò 362 VI | dappertutto, oggi: vi ho fatto assaggiare l'amarezza, tutta Castigo Cap.
363 I | noioso viaggio che aveva fatto colà, sei anni prima, seccatissimo 364 I | lusingava. La cameriera aveva fatto il suo compito, ed egli 365 I | sul petto...~ ~— Avete fatto benerispose lui subito, 366 I | grande spillo a trifoglio, fatto da tre perle nere, di cui 367 I | fini, che mai più avrebbero fatto un passo. Le pietose mani, 368 I | egoisti, si rammentava di aver fatto ciò specialmente contro 369 I | anima umana lo spavento del fatto irrimediabile! Un sol minuto, 370 I | pensiero, quante volte aveva fatto riempire di lagrime quegli 371 I | incredulità e di disprezzo a ogni fatto simile, espressione di ironia 372 I | sentiva che quanto aveva fatto dal minuto intenso in cui 373 I | otto ore la Morte aveva fatto il suo gran lavoro di pacificamento, 374 I | misterioso ignoto, ella aveva fatto l’atto di disperazione innanzi 375 I | duramente.~ ~— Non ti ha fatto orrore, l’entrare qui? — 376 I | visioni.~ ~— E non ti ha fatto orrore? Non ti senti fremere 377 I | per quello che abbiamo fatto? Ma che deve succedere perché 378 I | mortale di quello che avevo fatto, io mi sono pentito, capisci, 379 I | mi perdonasse.~ ~— Tu hai fatto questo? — gridò Laura con 380 II | il bigio cortile, tutto fatto di austeri piperni. Il servo 381 II | correttissimo, non avendo fatto né una partecipazione, né 382 II | di Europa. Per l’amore, fatto, quel nido! In piedi, nel 383 II | sconvolto, perseguitato da quel fatto così orribile: nessuno doveva 384 II | volto di donna che aveva fatto delirare la sua mobile fantasia. 385 II | sul tappeto e non lo aveva fatto obliare, sullo sgabello, 386 II | innocente. Restava solo il fatto, l’innegabile fatto con 387 II | solo il fatto, l’innegabile fatto con cui Laura aveva insultato 388 II | dolore e la sua pietà, il fatto che Anna non si era uccisa 389 II | commovente e misterioso fatto, perché le congetture più 390 II | Sentì, Cesare, che questo fatto limpido, innegabile, crudele, 391 II | fatali quanto la fatalità del fatto istesso, Cesare aveva vinto 392 II | discese la breve scala, avendo fatto un imperioso sforzo su se 393 II | Non una parola a Laura. Fatto questo, chiese una stanza, 394 II | silenziosamente, quel pranzo inglese, fatto tutto di pesci bolliti e 395 II | emettere suono, impedire quel fatto atroce. È vero, gli pareva, 396 II | manicotto; e l’atto che aveva fatto, accomodandosi meglio, con 397 II | L’hai mutato: ma non hai fatto nulla di buono né per te, 398 II | Ecco quello che hai fatto, tu, Laura. Oh te ne puoi 399 II | te ne puoi gloriare! Hai fatto benone a mutare il destino. 400 II | per sempre? Che avrebbe fatto senza l’amore che era stato 401 II | Senza Cesare, che avrebbe fatto? Balzò dal divano, sentendo 402 III | molla interna che lo aveva fatto andare, furiosamente e meccanicamente, 403 III | così acute lo avrebbero fatto soffrire. Ma il maggio fiorentino 404 III | Toscana, questo avrebbe fatto. Non vi era farmaco che 405 III | allargava un profumo d’arte, fatto di rinnovellate memorie. 406 III | avvenimenti, poiché il bizzarro fatto napoletano aveva, per un 407 III | con quel lieve buon umore fatto di serenità e di scetticismo 408 III | riviveva in loro. Avevano fatto, nella giornata, della scherma, 409 IV | Neri aveva semplicemente fatto mettere molte grandi piante 410 IV | guarire, per mezzo di un fatto brutale. E nella tumultuosa 411 IV | spirito di Luigi, questo fatto semplice, netto e preciso 412 IV | tavolino di legno, un ventaglio fatto da tre penne bianche legate 413 IV | passione.~ ~— A Napoli?~ ~— È fatto per amare, il mio paese. 414 V | l’altro matrimonio si sia fatto ... e allora...~ ~— Allora 415 V | d’altri, sei tu.~ ~— L’ho fatto per esser più fermo nelle 416 V | nulla! Si è vendicata e ha fatto benissimoconcluse Palliano.~ ~— 417 V | parroco si era levato e aveva fatto tre o quattro passi verso 418 V | guanti. Dunque egli non aveva fatto nulla di più per questa 419 V | credi che Cesare abbia fatto testamento?~ ~— Non mi piace, 420 V | matrimonio così strano, quello fatto in quella forma clandestina, 421 V | portinaio, dal basso, aveva fatto risuonare due colpi di campana. 422 V | Niente distrugge il fatto: tu sei mio maritodisse 423 V | condizione, ma l’uomo è fatto per essere felice, e niente 424 V | sull’amore, quando ogni fatto ha un carattere così diverso? 425 V | arte del bacio, che mi ha fatto dannare? Ti rammenti il 426 V | raccomandare, il male è fatto, il male è irreparabile.~ ~— 427 V | di quella parola, di quel fatto.~ ~— Ci eravamo sposati 428 V | club, a giocare. L’avrei fatto subito, se non mi fosse 429 V | Perché l’hai voluto. Hai fatto male: ho fatto male. Non 430 V | voluto. Hai fatto male: ho fatto male. Non si sposa mai la 431 VI | vero: ma dopo, che avrebbe fatto della sua vita, Cesare, 432 VI | campo delle corse: era un fatto serio, inutile di raccontarlo, 433 VI | piaceri. Dal caffè, dove aveva fatto colazione, andò alla stazione. 434 VI | il suo partito, gli avean fatto una grande impressione: 435 VI | Caracciolo. Non avrebbe fatto nessuna difficoltà; il telegramma 436 VI | per aver le prove di un fatto, che Caracciolo ti debba 437 VI | gran rumore intorno a quel fatto: e... permetti, molte persone 438 VI | Mi accuseranno di averlo fatto troppo tardi; ma non è colpa 439 VI | pensando che essi avrebbero fatto come Cesare.~ ~— Va bene, 440 VI | Entrò, anzi, da Morteo, ma fatto il giro delle sale, tutte 441 VI | avanti, l’altro dietro, aveva fatto voltare più d’uno, ma anche 442 VI | angiolone di marmo sosteneva, fatto un segno di croce e un profondo 443 VI | e non pregava, non aveva fatto il segno della croce, non 444 VI | gli era insopportabile il fatto, il fatto della infedeltà 445 VI | insopportabile il fatto, il fatto della infedeltà di Anna, 446 VI | secondo, inesplicato, inaudito fatto, quella immagine femminile 447 VI | rinasceva: ecco.~ ~Aveva fatto, camminando in fretta come 448 VI | si lamentarono di aver fatto una pessima colazione, credendo 449 VI | dalla paura che Luigi avesse fatto delle difficoltà.~ ~— Quando, 450 VI | voce affannavaLaura ha fatto qualche cosa?~ ~— Non sappiamo: 451 VI | segreta tortura, egli ci ha fatto pietà, a me ed a Marco. 452 VI | quella creatura, che aveva fatto pompa della più oltraggiosa 453 VI | stordito e lento, pareva fatto da uccelli neri, cui la 454 VI | insanabile turbamento di un fatto che non aveva rimedio, di 455 VI | complice, messa innanzi al fatto irrimediabile, messa innanzi 456 VI | non vedere.~ ~— E che hai fatto, quando l’hai vista, Cesare?~ ~— 457 VI | fantasma.~ ~— Tu che hai fatto, che le hai detto?~ ~— Nulla, 458 VI | non ve ne andate; avete fatto il più, siete venuto qui, 459 VI | Caracciolo.~ ~— Venite al fatto, veniteci subito — disse 460 VI | casa di un uomo che le ha fatto la corte, che l’ama, che 461 VI | voi, né io, né nessuno. Un fatto è un fatto.~ ~— L’inverosimile 462 VI | né nessuno. Un fatto è un fatto.~ ~— L’inverosimile è spesso 463 VI | Morirò così, poiché un fatto è un fatto, ed Anna si è 464 VI | così, poiché un fatto è un fatto, ed Anna si è uccisa in 465 VII | due signori che avevano fatto chiamare Dias che il signore 466 VII | sportello le vie che egli aveva fatto il giorno prima, seguendo 467 VII | Porta Angelica. Lo aveva fatto il giorno prima, quasi alla 468 VII | Il golfo di Napoli è fatto per la nostra vita e per 469 VII | quel momento che accadde un fatto curioso. Quasi attratto 470 VII | pensoso, come se nulla avesse fatto contro le sue preoccupazioni 471 VII | sapeva bene quel che avrebbe fatto, non aveva nulla di deciso: 472 VII | quel cangiamento.~ ~— Ho fatto dei sogni orribili... — 473 VII | atroci, il male che abbiamo fatto... Non abbiamo più patria, 474 VII | Forse i padrini avevano fatto pratiche, presso le redazioni 475 VII | questo.~ ~— Io? No.~ ~— Hai fatto benemormorò Giulio, tutto 476 VIII | seguita! Egli non si era fatto presentare, un po’ per la 477 VIII | Mai.~ ~— Perché?~ ~— Ho fatto un voto.~ ~— Un voto religioso?~ ~— … 478 VIII | nulla...~ ~— Perché avete fatto voto di non ballare mai? — 479 VIII | inebbriato dall’amore, fatto audace dall’ombra.~ ~— Luigi, 480 VIII | verde degli alberi si era fatto scuriccio, già un po’ confuso 481 IX | Se ella deve parlarmi, ha fatto benissimo a venire — disse 482 IX | male, tutto quello che ho fatto è il Male istesso, signora.~ ~— 483 IX | Io? Ma che le aveva fatto, la povera sorella? Era 484 IX | argento, sul mare, si era fatto più lungo, più sottile, 485 IX | purpurea, il segnalibro, fatto di un nastro rosso.~ ~Hermione 486 IX | sperato di cancelli gli aveva fatto disperdere ogni idea. Che 487 X | a diporto, per Foria — è fatto di palazzi borghesi, dall’ 488 X | Chi ne sa nulla? Avrei fatto meglio a sorvegliare la 489 X | Cleveland vive.~ ~— Non ti ha fatto mai paura?~ ~— Mai, mai.~ ~— 490 X | distendendosi sul pavimento, che era fatto dei soliti mattoni rossastri 491 X | Lalla d’Aragona: ella aveva fatto il miracolo, per amore, 492 X | Rientrarono. Il dottor Carli aveva fatto un’ispezione, oltre che 493 X | Capitaneria del Porto aveva fatto grandi avvertimenti, per Dal vero Par.
494 3 | e non un altro ad averlo fatto.~ ~- Vedete - mi diceva 495 5 | tutte quelle che hanno fatto degli studi fisiologici 496 6 | Dunque il matrimonio è fatto. Resta a stabilirsi una 497 6 | passione.~ ~- Che vi ho fatto, Sofia?~ ~- Nulla, nulla 498 6 | Nulla, nulla mi avete fatto. Non mi guardate così - 499 6 | giudizioso galantuomo, ha fatto il suo còmpito. Lulù chiede 500 8 | faceva, l'altro non avrebbe fatto per mille scudi; dove l' 501 8 | mormorio e colse la sorella sul fatto; poco complimentoso sbarrò 502 10 | nell'enfatico; andiamo al fatto. La caccia non ci è più, 503 12 | scusa. Ti ringrazio: mi hai fatto piacere con quei fiori.~ ~ 504 13 | disillusi giovanotti, io dirò il fatto mio ai fiori. O che forse 505 15 | lavoro proficuo, perchè fatto nella solitudine, la salute 506 18 | donne, le rose, l'amore han fatto cantare il troviero. Vincenzullo 507 19 | ogni suo atto, avrebbero fatto perdonare qualunque difetto, 508 19 | senza attirarlo. Si era fatto un piano di vita quieta, 509 20 | parti principali! Il libro è fatto, stampato, venduto, letto 510 22 | quali mezzi! E come, ha fatto scrivere solo trent'anni! 511 25 | caffè, egli notò, come un fatto nuovissimo, che il latte 512 27 | aveva ballato e molto, aveva fatto un giro nelle ricche sale, 513 30 | l'imperioso bisogno del fatto compiuto. E trabalzati, 514 32 | contento, come chi abbia fatto una buona azione.~ ~Per 515 32 | Egli, Gaetano, avrebbe fatto nella parodia la parte di 516 33 | napoletane. La prima aveva fatto un tentativo di abito Pompadour, 517 33 | io non so perchè vi hanno fatto intravvedere un mondo che 518 34 | Dio! Dio! che aveva ella fatto per meritare tanto?~ ~Oppure Donna Paola Capitolo
519 1 | aspettativa egli non aveva fatto altro che ripetere a 520 1 | mare; giammai si sarebbe fatto cogliere dal giorno, dal 521 1 | legame profondo, intimo, fatto di parole e fatto di lacrime, 522 1 | intimo, fatto di parole e fatto di lacrime, fatto di baci 523 1 | parole e fatto di lacrime, fatto di baci e fatto di sospiri; 524 1 | lacrime, fatto di baci e fatto di sospiri; nulla vale a 525 1 | subito mi amate. Che avete fatto per me? Nulla. Che potete 526 1 | capriccio, un uomo che non ha fatto nulla, che offre alla tua 527 2 | ornamento. Il seppellimento fu fatto misteriosamente:~ ~- Benedetto, 528 2 | Nicola Borrelli, che aveva fatto il soldato, tendeva l'orecchio 529 2 | sul petto.~ ~- Che avete fatto? - chiese ella duramente.~ ~- 530 2 | donna Cariclea. - Io ho fatto svegliare Peppino, il boaro. 531 3 | La mia indifferenza in fatto di sentimento era serena; 532 3 | volgarità. Il suo amore fatto di vanità, di capriccio, Ella non rispose Parte
533 1 | Sapete Voi che abbia mai fatto, io, ier notte, quando ebbi 534 1 | voce muliebre che mi ha fatto balzare dalla mia indifferenza, 535 1 | mai. Una sola volta, avete fatto un cenno di adesione, con 536 1 | sparizione e ogni mio gesto è fatto per sapere.... per sapere.... 537 1 | rivelazione? Tutto avevo fatto e tutto ricominciavo a fare, 538 1 | Svegliatemi Ninetta.... che ha fatto turbinare, intorno a me, 539 1 | acquistato col dono che io vi ho fatto, ciecamente, follemente 540 1 | dell'alto destino che vien fatto alla sua bellezza, al suo 541 1 | ho chiuso le imposte, ho fatto l'ombra profonda, il grande 542 1 | vada, sparisca come ha fatto, un'ora fa, sparisca per 543 2 | giuocatori inglesi: e che mai ha fatto, qui, la mia bella rosa 544 2 | bella rosa d'Italia, che ha fatto, tutta sola, la mia povera 545 2 | povera Euridice, che ha fatto, qui, mentre il suo sposo 546 2 | ho giocato più. Abbiamo fatto un giro in quei maestosi 547 2 | duchessa Spinelli d'Arco mi ha fatto promettere, ieri sera, quando 548 2 | pascolo sentimentale, sia esso fatto di lacrime, di assenzio 549 2 | spiriti smarriti non m'han fatto parlare, immediatamente, 550 2 | emozione invincibile, che mi ha fatto struggere di dolcezza, voi 551 2 | Perplesso, smarrito, io non ho fatto che salutarla: ella mi ha 552 2 | cantare, Diana, che mi avete fatto bere un filtro possente, 553 2 | e anche un poco dopo. Ha fatto un largo segno di croce, 554 3 | albergo, Giacomo Spinola mi ha fatto trasportare nella casa di 555 3 | placato il mio furore, ha fatto tacere la mia gelosia e 556 3 | Ma perchè avete fatto questa cosa orrenda, stasera, 557 3 | per quel che voi avete fatto, per il modo in cui vi siete 558 3 | di profumi, mi ha, quasi, fatto fuggire: una follia faceva 559 3 | Lilette Fleury, che avevan fatto salire, nel loro palco, 560 3 | mie dita, non avete più fatto il segno della croce e con 561 3 | per miracolo, non mi ha fatto commettere un delitto, è 562 3 | tutto da quanto non avete fatto, che, per il giro degli 563 3 | Caso, solo il Caso, vi ha fatto comparire: voi mi avete 564 3 | giuramento, rinnegare il voto fatto a Dio e la promessa fatta 565 3 | abbatteva il cerchietto d'oro, fatto troppo largo. Non soffriva, 566 3 | Annie Ford, a quel viso fatto più chiuso, più indifferente, 567 3 | Randolph.... ero libera.... ho fatto stampare un avviso, in tutti Fantasia Parte
568 1 | farlo muovere, poi gli aveva fatto far capolino dall'apertura 569 1 | di Artemisia Minichini, fatto con un grande foglio di 570 1 | voce bassa - nessuna avrà fatto neppure il còmpito.~ ~- 571 1 | Altimare e io lo abbiamo fatto - rispose Caterina Spaccapietra. - 572 1 | narrazione pura e semplice del fatto storico come sta nel libro 573 1 | matrimonio che non si è fatto - disse Minichini - perchè 574 1 | profumato....~ ~- Che aveva fatto? - chiese storditamente 575 1 | baciandola. - Come hai fatto?~ ~- Sono venuta per la 576 1 | pezzetti. Sopra una parete, fatto a saggio di calligrafia, 577 1 | piano, come se le avessero fatto male. Quella bellezza carnosa 578 1 | Perchè mi ringraziate? Ho fatto poco. O se volete ringraziarmi, 579 1 | ma una stanchezza aveva fatto dileguare questo progetto. 580 2 | villaggio di Centurano, fatto tutto di ville signorili, 581 2 | dedicava tutta quanta.~ ~- È fatto - disse a un certo punto.~ ~- 582 2 | salotto circolare avevano fatto un boschetto di camelie, 583 2 | essere smentito! Che t'ho fatto?~ ~- Nulla: datemi del voi. 584 2 | di un popolo di cui avrei fatto la felicità. Siamo due miserabili. 585 2 | uomo maturo....~ ~- Avete fatto qualche volta questo paragone, 586 2 | vera follìa che mi avete fatto commettere. Non avrei mai 587 2 | casa Altimare, vi aveva fatto incidere il teschio e il 588 2 | in camicia, il nettapenne fatto di panno nero ricamato di 589 2 | per la platea.~ ~- Ti ha fatto bene il gelato, Lucia? - 590 2 | potendone più:~ ~- Perchè hai fatto quella cosa ridicola, Caterina? - 591 2 | tranquillo, sai.~ ~- Ho fatto colazione leggiera.~ ~- 592 2 | fanciulla. Che gli aveva fatto? Era malaticcia e fantastica? 593 2 | amor suo, ma che le aveva fatto un grande sacrificio; che 594 2 | uscire il domani. Egli aveva fatto prima una spallata di noncuranza, 595 2 | narrandole quello che aveva fatto, le gite inutili, i funzionari 596 2 | chiedeva che cosa avesse fatto. Lei rispondeva:~ ~- Ho 597 2 | perdoni di non avermelo fatto seguire. Altre missioni 598 2 | saggezza. Quel libro mi ha fatto piangere e pensare. No, 599 3 | No: capisco che siete fatto così.~ ~- È il temperamento. 600 3 | ministro?~ ~- Sì, mi ha fatto un bel complimento.~ ~- 601 3 | sono andato. Tu, che hai fatto, Ninì?~ ~- Molti discorsi: 602 3 | stomaco era rovinato. Le aveva fatto acconciare una bella camera, 603 3 | pessimo umore, ma aveva fatto un sorriso di gioia malinconica 604 3 | poco il sacrifizio che m'ha fatto sposandomi?~ ~- Ma che dici!~ ~- 605 3 | d'Italia.~ ~- Chi lo ha fatto? - chiese Lucia.~ ~- Due 606 3 | cavallino quieto che Andrea ha fatto sellare. Una passeggiata 607 3 | parlava castamente, come di un fatto ideale, puro e semplice. 608 3 | Queste signore avevano fatto dei giri intorno alle aiuole, 609 3 | freddolose. Il prefetto aveva fatto mettere delle tende azzurre 610 3 | gelsomini doppi, il gelsomino fatto più ricco, più bello. La 611 3 | esotica. Il cuore del bouquet fatto di reseda, piccola, dal 612 3 | donna fatta fiore, un fiore fatto donna. Andrea sentì slanciarsi 613 3 | e la pena che le aveva fatto a sentirlo tossire così, 614 3 | diede un grido.~ ~- Vi ho fatto male? - dimandò lui, umiliato.~ ~- 615 3 | mezzo disfatto, con un buco fatto apposta dove l'erba cresceva 616 3 | Diana, gelosa di lei, le ha fatto l'incanto e l'ha inchiodata 617 3 | questa notte? Perchè mi hai fatto innamorare? Come ho da fare 618 4 | metterebbe più. Ne aveva fatto venire sei da Tesorone, 619 4 | no.~ ~- E perchè?~ ~- Ho fatto un voto.~ ~- Un voto? A 620 4 | la caccia, come avrebbe fatto lei, con le sue scarse risorse 621 4 | nulla, nulla se ne sarebbe fatto, e uno sconforto e un abbattimento 622 4 | quattro, in otto; ne aveva fatto una pallottolina microscopica, 623 4 | tradire, vedeva lucidamente il fatto del tradimento, ma senza 624 4 | siete. Temo che abbiamo fatto male a consigliarle di sposare 625 4 | discorso sulla moglie. Detto fatto: Alberto non voleva udire 626 4 | altro giorno ella gli aveva fatto il segno della croce sul 627 4 | presentimento, e che aveva già fatto il testamento: voleva essere 628 4 | benissimo, che si era lungamente fatto spiegare dalla signora Caterina 629 4 | pensando che cosa le avesse fatto. Se poteva cogliere il destro 630 4 | Niente.~ ~- Che ti ho fatto?~ ~- Niente.~ ~- Mi ami?~ ~- 631 4 | mia, per quello che m'hai fatto, possa tu essere felice! 632 5 | Eterno Padre non le aveva fatto sentire la sua voce: ella 633 5 | delicata coscienza mi abbia fatto dire che sono un essere 634 5 | tutti. È quello che abbiamo fatto sinora: è la odiosità, è 635 5 | quello che centomila hanno fatto! È indegno di una donna 636 5 | odii, per il male che ti ho fatto?~ ~- Ahimè, no. Tutti siamo 637 5 | quindici giorni ella aveva fatto fare grande nettezza nella 638 5 | viene - pensò Caterina - ho fatto proprio bene a dirgli di 639 5 | povero signore ha di nuovo fatto il sangue, verso le tre. 640 5 | lettera della signora, si è fatto rosso, ha strillato, si 641 5 | È il signore che ha fatto questo. Pareva un pazzo - 642 5 | andò pian piano, dopo aver fatto un giro per la stanza. Caterina 643 5 | Che dice lui? Perchè mi ha fatto questo? Che vi scrive?~ ~- 644 5 | niente di quello che hanno fatto? Sapete solamente che se 645 5 | espandersi.~ ~- .. dopo, hanno fatto l'amore sotto i nostri occhi, 646 5 | sapere io, che mi avrebbero fatto questo? Sapete, si sono 647 5 | moto di nausea le aveva fatto voltare la testa in .~ ~- 648 5 | vergogna quello che hanno fatto. Credo che i servitori se 649 5 | durata due mesi e oggi mi ha fatto sputare rosso....~ ~La guardò: 650 5 | sguardo, ogni bacio, ogni fatto. Oh vi sono brani magnifici 651 5 | io sapessi come andò il fatto. Ha preso la Madonna, ha 652 5 | fantastiche, trovando un fatto in mezzo alle divagazioni 653 5 | farmelo, quello che m'ha fatto. Sapeva che ero ammalato, 654 5 | ricordava che le avevan fatto fare la prima comunione 655 5 | questo amore infantile, fatto forte dalla convivenza. 656 5 | più malaticcia, che aveva fatto innamorare Galimberti, che 657 5 | mite e tranquillo, era fatto per calmarlo. Egli non le 658 5 | Madonna mia, questo brutto fatto!~ ~Caterina le alzò in volto 659 5 | il signor Sanna, era ben fatto se fosse andata a stare 660 5 | prima, era buono, poi si era fatto tutt'altro. Giulietta, innanzi 661 5 | avete detto di fare, così ho fatto. La stanza della signora 662 5 | voi a Napoli.~ ~- Avete fatto bene. E poi?~ ~- E poi il 663 5 | venuto.~ ~- Allora avrà fatto a voi l'ambasciata della 664 5 | Mescolò le ceneri, come aveva fatto a Napoli: così non rimaneva Fior di passione Novella
665 1 | aspettativa, egli non aveva fatto altro che ripetere a 666 1 | mare: giammai si sarebbe fatto cogliere dal giorno, dal 667 1 | legame profondo, intimo, fatto di parole e fatto di lacrime, 668 1 | intimo, fatto di parole e fatto di lacrime, fatto di baci 669 1 | parole e fatto di lacrime, fatto di baci e fatto di sospiri: 670 1 | lacrime, fatto di baci e fatto di sospiri: nulla, vale 671 1 | subito mi amate. Che avete fatto per me? Nulla. Che potete 672 1 | capriccio, un uomo che non ha fatto nulla, che offre alla tua 673 3 | di vivere. Egli non aveva fatto che lavorare, lavorare sempre, 674 3 | un fratello, con un amore fatto di protezione e di adorazione.~ ~ 675 4 | ornamento. Il seppellimento fu fatto misteriosamente:~ ~- Benedetto, 676 4 | sul petto.~ ~- Che avete fatto? - chiese ella, duramente.~ ~- 677 5 | proverbio, ma questo qui l'ho fatto io. Chi ama bene, sposa 678 6 | La mia indifferenza in fatto di sentimento era serena: 679 6 | volgarità. Il suo amore fatto di vanità, di capriccio, 680 7 | nel phaeton; Paola mi ha fatto segno se ci vedevamo stasera, 681 7 | sempre con le febbri e si è fatto magro, giallo; domani lo 682 7 | lagno, come vedi; tu non hai fatto nulla di irregolare; anzi 683 9 | come quello di una bambola, fatto per lei; ma quella mattina 684 10 | il servitore mi avevano fatto tutte le loro confidenze; 685 10 | capovolte da un picciolissimo fatto. Passeggiavo, fumavo, morsicchiando 686 11 | mormorando:~ ~- Come hai fatto bene a venire, come hai 687 11 | bene a venire, come hai fatto bene...~ ~- Sì, carina, 688 11 | sapere tutto quello che hai fatto da luglio che noi non ci 689 11 | poi, che cosa?~ ~- Che hai fatto, cuor mio, in tutti questi 690 11 | carrozza; ho letto molto, ho fatto molta musica, ho contemplato 691 11 | Dimmi tu che cosa hai fatto, Giovannina - domandò la 692 11 | lui, Giovannina. L'amore è fatto di indulgenza.~ ~- No, è 693 11 | di indulgenza.~ ~- No, è fatto di giustizia. Sono io meno 694 11 | nostro cuore. In noi si è fatto il silenzio e la solitudine: 695 13 | osservare che effetto avrebbe fatto questa diceria sulla duchessa: 696 14 | Cesare - La sua lettera m'ha fatto male. Passai tutta la notte 697 15 | baracconi in legno. Lui era fatto così, era democratico in 698 16 | non vi credo da che lui ha fatto crollare la mia fede. Una 699 17 | Ulrich? L'uccellino ha fatto fiasco. È troppo ingegnoso: 700 19 | giovanotti che le avrebbero fatto volentieri la corte, l'uno L'infedele Parte, Cap.
701 Inf | vizioso, uno scettico, in fatto di sensazioni umane. Ha 702 Inf | gli è stata fedele, gli ha fatto spendere una quantità di 703 Inf | necessaria del tradimento fatto da Paolo Herz a Luisa Cima.~ ~ ~ ~ 704 Inf | carattere incerto, puerile, fatto di bizzarre fluttuazioni; 705 Inf | Forse, Luisa non aveva fatto che subire l'impeto sentimentale 706 Inf | in lui, gli anni avevano fatto il loro lavoro di stanchezza, 707 Inf | Paolo Herz, ed ella aveva fatto benissimo a piantarlo. Anzi, 708 Inf | Bellissimo. Ma quell'aria mi ha fatto male, un poco.~ ~- Qualche 709 Inf | attentamente; ma quando ebbe fatto pochi passi verso la porta, 710 Inf | di Chérie. Egli aveva già fatto per le vie dei giri rapidi 711 Inf | Una notte, dunque, aveva fatto quel cangiamento? Una notte. 712 Inf | amaramente di quello che aveva fatto.~ ~- Avevo giurato... avevo 713 Inf | amante; ma questo era un fatto fuor di , che egli subiva, 714 Inf | volendola; l'idea di un simile fatto, gli metteva un terrore 715 1 | una impressione simile, un fatto vago e fuggevole, mi ridanno, 716 Att | capovolte da un picciolissimo fatto. Passeggiavo, fumavo, morsicchiando 717 ZigZ | Forse, se Carlo avesse fatto uno sforzo, se avesse moltiplicato Leggende napoletane Par.
718 1 | Parthenope; il mare si è fatto bonario ed ha cantata loro 719 1 | una città. Tutto questo ha fatto Parthenope. Lei volle la 720 2 | feroce produceva la morte. Fatto un potente scongiuro, Virgilio 721 2 | ebbero alcuna sicuranza di fatto il sito e il modo e l’epoca 722 3 | per essi che il Signore ha fatto il lago nero del Molo.~ ~ 723 3 | la vecchia leggenda – ha fatto per i malinconici, per gli 724 3 | Posillipo è quello che Dio ha fatto per i poeti, per i sognatori, 725 7 | e in tre ore ebbe tutto fatto. Ecco come: prese prima 726 7 | Pregustava il momento in cui, fatto noto agli uomini il segreto, 727 9 | degli uomini. Dove lo hanno fatto soffrire, anima sconosciuta 728 12 | bruna, tetra; un sorcio ha fatto un buco nero nel costato 729 12 | tutto trascina.~ ~Chi ha fatto quel Cristo ha spasimato 730 13 | interessa di più sapere come era fatto questo uomo strano, come 731 13 | intendesse il linguaggio fatto a balbettìi dei piccini 732 13 | Danimarca, che si fosse fatto amare dall'unica figliuola 733 13 | bambino – che il re, saputo il fatto, fosse montato in una grande O Giovannino, o la morte Par.
734 1 | mezza stagione che ti ho fatto fare».~ ~«Il vestito mi 735 1 | paradiso: e il Padre Eterno ha fatto casa del diavolo proprio 736 1 | quel grande sfogo che aveva fatto. Si levò da terra, raggiustandosi, 737 1 | schiaffeggiata».~ ~«Ti ha fatto malechiese lui, sottovoce, 738 2 | disse a Chiarina che aveva fatto fare un triduo, a sua insaputa, 739 2 | Giovannino Affaitati avesse fatto cessare quell'odio profondo, 740 2 | regalo splendido che ci ha fatto?».~ ~«Ho ringraziato» mormorò 741 2 | scintillante, appositamente fatto da Angelo Pesce, con un 742 2 | avesse cercato, se avesse fatto delle pratiche. Egli le 743 2 | dire che anche io l'ho fatto, sul principio, questo mestiere 744 2 | tanta gente, ma l'ho sempre fatto onestamente, prendendo mezza La mano tagliata Par.
745 1 | conduttore. Ecco che gli aveva fatto salire qualcuno, malgrado 746 1 | buoni caminetti egli avrebbe fatto accendere un gran fuoco. 747 1 | vestiti, il baule speciale fatto per le sue camicie. Egli 748 1 | vicolo del Pianto avrebbe fatto orrore e terrore a qualunque 749 1 | questo libro, che ti sei fatto comperare da Giacobbe? — 750 1 | pallido giovinastro ti ha fatto perdere la testa, — disse 751 1 | levandosi in piedi, quasi fatto più grande dalla collera.~ ~— 752 1 | sconvolto dai ricordi, aveva fatto delle confessioni ambigue, 753 1 | nessuno. A malincuore, aveva fatto pubblicare quei tre avvisi 754 1 | molto inquieto. Che avrebbe fatto, Amati? L'avrebbe toccata, 755 1 | attenzione.~ ~— Non le ho fatto male, — disse il professore, 756 1 | sotto al braccialetto, ho fatto una piccola puntura e ne 757 1 | taglio: il taglio è stato fatto con una precisione chirurgica, 758 1 | dite!~ ~— Dato il taglio fatto con quella precisione, vale 759 1 | Voglio dire che l'uomo che ha fatto questo, è uno scellerato: 760 1 | Amati, il cui viso si era fatto oscuro.~ ~— Vi dico che 761 1 | credete.~ ~— Come avete fatto a innamorarvi così?~ ~— 762 1 | perchè non lo avete già fatto?~ ~— Ella non voleva: è 763 1 | volavano. Allora, accadde un fatto curiosissimo.~ ~Le carrozze 764 1 | parole di questo dialogo fatto a voce sommessa. Del resto, 765 1 | come se raccontasse questo fatto a stessa. — Io la vedo 766 1 | divini uffici. … e mi avevate fatto ribrezzo! Poi. … veniste. … 767 1 | l'ha tolta? Che ne avete fatto? — ella chiese, levandosi, 768 1 | madre, dite, che avete voi fatto? Non l'avete uccisa? Non 769 1 | conosce, vi dirà che avete fatto bene, quando rientra, — 770 2 | mezz'ora.~ ~— Che avete fatto?~ ~— Gli abbiamo dato del 771 2 | medico.~ ~— Perchè avete fatto questo? — gli domandò il 772 2 | morire.~ ~— Lo so. Che ha fatto, stamane?~ ~— Ha pregato, 773 2 | ribrezzo.~ ~— Ma che vi ho fatto, dunque, io? Che vi ho fatto? 774 2 | fatto, dunque, io? Che vi ho fatto? Perchè siete così ingiusta 775 2 | peccato.~ ~— Ma che vi ho fatto, infine, che vi ho fatto?~ ~— 776 2 | fatto, infine, che vi ho fatto?~ ~— E lo domandate? E osate 777 2 | troppo ed ella non aveva fatto loro, ancora, nessuna rampogna. 778 2 | Qualche cosa vaga.~ ~— Avete fatto male. Non dite altro. I 779 2 | .~ ~— Mia madre mi ha fatto chiamare?~ ~— Sì, mia figliuola.~ ~— 780 2 | cristiana; è lei che mi ha fatto fuggire di casa mia; è lei 781 2 | Perdonerete, perdonerete. Vi aveva fatto dei giuramenti?~ ~— Sì, 782 2 | Lo sfogo che avete fatto, è stato benefico, dunque?~ ~— 783 2 | pallido sorriso.~ ~— Avete fatto bene, mia figlia. Dio vi 784 2 | sciocca, che spesso io vi ho fatto pietà. È vero, che vi ho 785 2 | pietà. È vero, che vi ho fatto pietà, a voi, pieno di talento 786 2 | corrisposto da essa? Ho fatto pietà a voi, uomo operoso, 787 2 | ucciso, non ho ferito, non ho fatto niente di male, mio amico, 788 2 | e perduto, ecco. Non ho fatto nulla, ma tutte le prove 789 2 | Alimena! Voi sapete che un fatto gravissimo è accaduto, qui, 790 2 | probabilmente, il processo sarà fatto molto tardi; e, forse, mi 791 2 | mia vita. Io non gli ho fatto niente; egli ha dimenticato 792 2 | questo scopo; egli si è fatto un nemico mortale ed implacabile. 793 2 | mi diceste che avreste fatto l'analisi del liquido che 794 2 | comunicato il risultato.~ ~«Avete fatto quest'analisi? Che cosa 795 2 | Scrivetemene; se non lo avete fatto, fatelo. Scrivetemi questo 796 2 | di audacia curiosa, aveva fatto a Milano lungamente i suoi 797 2 | Inghilterra questo era un fatto comune, salvo che i grandi 798 2 | servirmi? — chiese, andando al fatto, come se fosse un vero inglese.~ ~— 799 2 | previde che Dick Leslie avesse fatto un fiasco completo. Ma, 800 2 | completo. Ma, se avesse fatto fiasco, perchè sarebbe venuto 801 2 | del vostro nemico e l'ho fatto; ma dovevo anche dirvi il 802 2 | gioconda. Gli pareva di aver fatto un passo grandissimo scoprendo 803 2 | siete con lui? Che gli avete fatto, perchè egli vi abbia tanto 804 2 | perchè egli vi abbia tanto fatto soffrire? Donde venite, 805 2 | Roberto.~ ~— L'affare è fatto, — rispose il detective, 806 2 | Perchè, senza ragione, mi ha fatto il massimo male.~ ~— È una 807 2 | complice; ma il piano era mal fatto. La signora non aveva denaro. 808 2 | che evidentemente aveva fatto il suo piano, comprendendo 809 2 | imbarcarmi, il giorno stesso del fatto, per l'America.~ ~— Con 810 2 | tagliata, quella che vi ho fatto vedere.~ ~— Che dovevo chiedere?~ ~— 811 2 | subito, mia decisione dipende fatto grave, impossibile dirti 812 2 | pentisse di quello che aveva fatto. L'incubo sotto cui viveva, 813 2 | Ancora ammalato, egli aveva fatto un giro per tutta l’Italia, 814 2 | Lambertini, e gli avevan fatto desiderare che quel colpo 815 2 | della Provvidenza in tal fatto, e si rassegnò a rinunziare 816 2 | questo amore. Io non ho fatto nulla contro Rachele. Io 817 2 | Cabib; la badessa lo aveva fatto maternamente, invitandola 818 2 | feroce sorgeva contro il fatto, che si andava a compiere; 819 2 | risposta al telegramma, fatto al conte Roberto Alimena 820 2 | confidato un terribile segreto. Fatto sta che la signorina Rachele 821 2 | notizie importantissime, ed ha fatto appositamente questo viaggio, 822 2 | Scusate, o signore, se ho fatto delle difficoltà per ricevervi. 823 2 | prim'ordine, che ha già fatto una fortuna in questi servizi.~ ~— 824 2 | Ranieri, io non mi sono fatto nessuna illusione sulla 825 2 | ladri: ma che non avrei fatto per avere Maria e per punire 826 2 | scherzava. Infine, io aveva fatto i miei preparativi, come 827 2 | restasse in Londra, si sarebbe fatto un tentativo di fuga, un' 828 2 | Charing Cross, ma mi ero fatto un dovere di obbedire fedelmente 829 2 | Dick Leslie, dopo che ebbe fatto mettere i bagagli nelle 830 2 | dolcezza e di languore, così fatto di ultimi impeti verso una 831 2 | stata contesa, un amore così fatto di malinconica voluttà, 832 2 | volle darsi a questo estremo fatto sentimentale, giacchè per 833 2 | Marcus Henner, dopo aver fatto le ricerche in tutti i tre 834 2 | detto di morire, io lo avrei fatto senza esitare, a trent'anni. 835 2 | pallore del sorriso si era fatto livido. Vidi che la bocca 836 2 | cure funebri; se non avessi fatto questo, sento che sarei 837 2 | Ella aveva tanto pregato e fatto penitenza! Marcus Henner 838 2 | infelicissima, che ella aveva fatto quindici anni di purgatorio 839 2 | duello, giacchè il duello è fatto per i gentiluomini ed egli 840 2 | agguato come egli aveva fatto per la mia diletta Maria, 841 2 | Marcus Henner.~ ~«Così, fatto questo terribile giuramento, 842 2 | si era alzato ed aveva fatto tre o quattro volte il giro 843 2 | rovinare un cristiano, io l'ho fatto con ferocia e con entusiasmo. 844 2 | lontano da me, ed io non ho fatto nulla per riprenderla, sebbene 845 2 | Mai una donna mi aveva fatto una simile impressione, 846 2 | di filosofia, e che s'era fatto mandare a Mosca per seguire 847 2 | perdonò a suo marito questo fatto, e per punire lui, e forse 848 2 | avido assai, e io gli aveva fatto intendere che per mezzo 849 2 | sua, il che non avrebbe fatto per nessuno; ma solo una 850 2 | orrore di quello che avevo fatto non mi fu palese, che più 851 2 | sacrilego. Ma che non avrei fatto, pur di non lasciarmi rapire 852 2 | prima prova che ne avevo fatto io immersi Maria Cabib nel 853 2 | questa donna non mi aveva fatto alcun male.~ ~«Ora, dal 854 2 | vostra morte, per lei io ho fatto quello che ho fatto, per 855 2 | io ho fatto quello che ho fatto, per lei io muoio, giacchè 856 2 | indomani, Rosa che aveva fatto quella commissione, potè 857 2 | potente e sventurato che aveva fatto di quel grande ebreo un La moglie di un grand’uomo, ed altre novelle scelte dall’autrice Novella, Cap.
858 Trion, I| Dunque il matrimonio è fatto. Resta a stabilirsi una 859 Trion, IV| passione.~ ~— Che vi ho fatto, Sofia?~ ~— Nulla, nulla 860 Trion, IV| Nulla, nulla mi avete fatto. Non mi guardate così — 861 Trion, V| giudizioso galantuomo, ha fatto il suo compito. Lulù chiede 862 Inter, I| scusa. Ti ringrazio: mi hai fatto piacere con quei fiori.~ ~ 863 Inter, I| Benissimo vedo d'aver fatto una domanda inutile. Dunque 864 Palco | napoletane. La prima aveva fatto un tentativo di abito Pompadour, 865 Palco | pettinarsi, che figura avrebbero fatto. Tutte le amiche avevano 866 Palco | io non so perchè vi hanno fatto intravedere un mondo che 867 Prov | faceva, l'altro non avrebbe fatto per mille scudi; dove l' 868 Prov | mormorio e colse la sorella sul fatto: poco complimentoso sbarrò 869 CoBor | ottenere una decisione. Fu fatto un grande sciupìo di polvere 870 Silv, II| Dio! Dio! che aveva ella fatto per meritare tanto?~ ~Oppure 871 Idil, I| contento, come chi abbia fatto una buona azione. Per lo 872 Idil, I| palco, sicuro di averle fatto impressione, sicuro di averla 873 Idil, III| Egli, Gaetano, avrebbe fatto nella parodia la parte di 874 Duali, I| ogni suo atto, avrebbero fatto perdonare qualunque difetto 875 Duali, I| senza attirarlo. Si era fatto un piano di vita quieta, 876 CoSal, -| fioritura di donna, ma, in fatto d'intelligenza, un'oca di Nel paese di Gesù Parte, Cap.
877 1, IV| assai felici di non aver fatto nulla. In fine, quando essi 878 1, V| intimidite, disperse, mai più han fatto capolino, innanzi al sogghigno 879 2, I| nasce quello stato d’animo fatto di muta trepidazione, di 880 2, II| costoso e odoroso, da quello fatto con nocciuoli di ciliegia 881 2, II| nocciuoli di ciliegia a quello fatto di lapislazzuli; e si vendono, 882 2, II| Sepolcro, appena egli ha fatto il segno della croce, varcando 883 2, III| di questa cappelletta è fatto di due camerette o cellette, 884 2, III| il buon Giuseppe l’avea fatto costruire da capo, in un 885 2, V| crederanno: dono divino, fatto solo per guarire le anime, 886 2, V| solo per guarire le anime, fatto solo per compire i più meravigliosi 887 3, III| nemico senza che voi abbiate fatto o vogliate fare atto d’inimicizia: 888 4, I| la prima volta lo aveva fatto sul Monte delle Beatitudini, 889 4, II| magico giardino? Esso è fatto da otto vecchissimi, antichissimi 890 4, II| lacerante che abbia mai fatto spasimare un gran cuore, 891 4, V| più tragica, il destino ha fatto sì che questo muro, che 892 4, VII| la processione ella aveva fatto uno sforzo sovrumano: e 893 4, VII| allontanandosene il sangue che lo aveva fatto abbruciare, ai pomelli, 894 4, VII| per vedere se Gesù avesse fatto un miracolo, per quella 895 5, II| luogo di sosta, di riposo, fatto specialmente per i cavalli, 896 6, I| Abramo, veramente non ha fatto ancora nulla, ed è inutile 897 6, II| più proprio a un viaggio fatto nei solinghi delirii dell’ 898 6, IV| idillio: è il misticismo fatto di luce, ma senza ombra: 899 7, I| misericordie, nel paesaggio fatto di tutte le bellezze materiali 900 7, III| stupidamente, io — è un bel fatto, venerare la Terra Santa 901 7, V| fare e come avevo sempre fatto, ero restata, sino a mezzanotte, 902 7, V| poco, ma quante volte aveva fatto quella via, a cavallo, in 903 7, VI| di un benessere morale fatto di virtù semplici, trascorsi 904 7, VI| l’avvertì del terribile fatto. Ed ella si mette in cerca 905 7, VII| chiesa dedicata al grande fatto mistico, in quella solitudine 906 7, XI| che l’essenza morale del fatto, è una soltanto: Cristo 907 7, XI| predicato, ha insegnato, ha fatto miracoli di tenerezza, di 908 7, XI| poichè in voi ho parlato e ho fatto miracoli e non vi siete 909 8, II| secoli, i maomettani hanno fatto loro subire. I francescani 910 8, II| ospitalità? Sapete voi come hanno fatto a erigere i loro conventi, 911 8, II| avaro: ma vi è chi, avendo fatto una dimora di dieci giorni, 912 9, I| da pranzo! Il viaggio è fatto dalla vita ordinaria che 913 9, I| ordinaria che si capovolge: è fatto da tutte le consuetudini 914 9, I| le consuetudini mutate, è fatto dal non vedere più le stesse 915 9, I| quelle che si adorano: è fatto dall’essere solo, estraneo, 916 9, I| diversa dalla vostra: è fatto di tutte queste cose bizzarre, 917 9, II| Un viaggio in Palestina, fatto con una certa larghezza, 918 9, III| Pur di andarmene, avrei fatto qualunque sacrifizio. Partimmo. 919 9, III| che io scrivevo, che avevo fatto dei libri: e ciò mi spiacque, 920 9, III| Inghilterra che lo aveva fatto baronetto, un birbone di 921 9, III| tutto, contato il danaro, fatto i telegrammi, impostato 922 9, III| mio buon umore, mi aveva fatto da servitore, da guida, 923 9, IV| nella mia memoria, e avessi fatto tutto, vistato il passaporto, 924 9, IV| Tutto, tutto era stato fatto con una rara precisione. Pagina azzurra Parte
925 1 | Tutto parte con te. Abbiamo fatto insieme uno dei nostri allegri 926 1 | di bella fanciulla. Hai fatto bene a tagliare la coda 927 2 | faceva, l'altro non avrebbe fatto per mille scudi; dove l' 928 2 | mormorio e colse la sorella sul fatto; poco complimentoso sbarrò 929 3 | che segue un buon pranzo, fatto in buona compagnia: quel 930 3 | faceva un freddo che avrebbe fatto starnutire cinquecento migliaia 931 4 | tutte quelle che hanno fatto studi fisiologici sui biondi, 932 5 | fioritura di donna, ma in fatto d'intelligenza, un'oca di 933 7 | ottenere una decisione. Fu fatto un grande sciupìo di polvere 934 8 | quali mezzi! E come, ha fatto scrivere solo trent'anni? Piccole anime Parte
935 2 | spazzola in mano. Dopo aver fatto due o tre giri in modo da 936 2 | detto molte bugie.~ ~— Hai fatto male, figlia: quante ne 937 2 | Schiava Saracina o il vero fatto accaduto di Fra Giovanni.~ ~ ~ ~ 938 3 | perchè Ciccotto si era fatto ubbidiente: solo che Canituccia 939 3 | autunno, Ciccotto si era fatto molto grasso e un po’pesante. 940 5 | Tutte quelle che avevano fatto il tirocinio prima di me, 941 5 | Aloe, siate buona: le avete fatto male a Cavalieri, Cavalieri 942 5 | maccheroni.~ ~— Mammella ha fatto la cicoria.~ ~ ~ ~Ma l’ora 943 7 | sul collo. Perchè lo ha fatto, papa?~ ~— ~— Noi siamo 944 8 | dei confetti ed egli ha fatto una passione per la Pietriboni. 945 8 | umido, il bianco mangiare fatto con l’amido, i pasticci Il paese di cuccagna Par.
946 1 | vicolo dell’Impresa si era fatto deserto, dopo il mezzogiorno, 947 1 | suprema sfiducia.~ ~- Hai fatto mezza festa, oggi? Non sei 948 1 | grande urlo d’indignazione, fatto di bestemmie, di lamenti, 949 1 | nessuno. Già tre volte aveva fatto fallimento così, col denaro 950 1 | passo molle di donna che ha fatto troppi figli e che ha troppo 951 1 | inutile, non avrebbe mai fatto niente, per quelli che amava; 952 1 | Maddalena, a bassa voce. - Ho fatto tanti voti alla Madonna, 953 2 | merletto, prezioso lavoro fatto dalle mani della fidanzata, 954 2 | lunghi guanti.~ ~- Niente di fatto, ancora, Luisella, - mormorò 955 2 | Pasqua; l’osso di morto, fatto di mandorle e zucchero candito, 956 2 | suo marito Cesare avrebbe fatto nulla senza consultarla: 957 2 | Gennaro Parascandolo aveva fatto, per arricchirli, terribilmente 958 2 | lungo, fragoroso, qua e fatto più sordo dalle mani guantate 959 2 | volto emaciato, di chi ha fatto un lungo e disastroso viaggio: 960 2 | da un nastro che si era fatto rossiccio; con un panciotto 961 2 | anzi Cesare Fragalà aveva fatto portare un vassoio di dolci 962 2 | agrodolce. Anche, aveva fatto posare sulla mensola un 963 3 | quindi nudo il pavimento, fatto di mattoni lucidi e glaciali. 964 3 | marchese di Formosa aveva fatto peccare più di una donna 965 3 | che la luce del sole ha fatto scomparire. Così ricchi, 966 3 | sono tanti sofferenti… ho fatto anche un voto, un voto di 967 3 | oneste… tanti altri voti, ho fatto, per ottenere questa grazia.~ ~ 968 3 | agente di cambio, - io ho fatto di più, io ho saputo che 969 3 | improvviso, pazzo, le ho fatto dei regali, la vedo ogni 970 4 | vecchia.~ ~- Che le avete fatto?~ ~- Solo l’aceto: me l’ 971 4 | come una tomba, il corteo fatto dal dottore pensoso e turbato, 972 4 | Allora il medico, come aveva fatto per Annarella, la povera 973 4 | la sera: egli non aveva fatto nessuna delle sue visite 974 5 | cartoncino; dal cilindretto fatto con due o tre vecchie carte 975 5 | cinquecentomila abitanti, fatto rimbombare sino nelle provincie 976 5 | aveva subito adottato e fatto adottare! Erano tutte , 977 5 | bomboniere a tracollo, dopo aver fatto una passeggiata a piedi, 978 5 | quattrini, per burla:~ ~- Mi son fatto prestare mille lire, per 979 5 | fabbrica del tabacco avevano fatto vacanza: pazientemente ella 980 5 | della sua casa, egli aveva fatto, da basso, mezz’ora di combattimento 981 6 | perché per molti anni aveva fatto il burattinaio, dedicando, 982 6 | alla povera gente, così ho fatto un pensiero, che voi mi 983 6 | queste quaranta lire.~ ~- Hai fatto un malo pensiero, - disse 984 6 | Questo, sino a quando non ho fatto la combinazione grossa, 985 6 | alle due sorelle; avrebbe fatto pietà ai sassi; e singhiozzando, 986 7 | strabocchevolmente la sua fortuna! Era fatto di due stanze, lo studio, 987 7 | assai curiosa..~ ~- Avrò fatto qualche sciocchezza, lo 988 7 | Gennaro.~ ~- È un affare fatto, - disse, con voce strozzata. - 989 7 | Lamarra, il cui volto si era fatto livido dalla collera repressa, 990 7 | Gennaro Parascandolo gli aveva fatto scrivere il domicilio a 991 8 | cinquanta al padrone: né aveva fatto in modo, che il marchese 992 8 | lire basteranno.~ ~Aveva fatto questo conto freddamente, 993 8 | Trifari e Colaneri, dopo aver fatto la giuocata sui numeri prelibati, 994 8 | si sollevano. Dopo aver fatto una passeggiatina per Toledo, 995 8 | sorriso e si rammentò di aver fatto in quel giorno il suo primo 996 8 | cameriere Giovanni s’era fatto prestare dalla usuraia Concetta, 997 9 | della grazia che avevate fatto. I denari li avrebbe fatti 998 10 | Il dolce aprile aveva fatto sbocciare tutti i fiori 999 10 | petali carnosi. Aprile aveva fatto sbocciare le grosse rose 1000 10 | Napoli, taglio energico mal fatto, un po’brutale, un po’ridicolo


1-1000 | 1001-1311
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on touch / multitouch device
IntraText® (VA2) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2011. Content in this page is licensed under a Creative Commons License