All'erta, sentinella!
    Racconto, Cap.
1 Trent, II| Buongiorno, signor Paolo — fece ella, come per salutarlo 2 Trent, II| mai questa parola, signor Paolodisse ella, severamente. — 3 Trent, II| vedo; — disse il signor Paolo — dalla finestra della mia 4 Trent, II| dimenticare. Oh signor Paolo, certo egli è in pericolo! 5 Trent, II| ieri sera, — e il signor Paolo, pronunziò queste parole, 6 Trent, II| colpevole. Addio, signor Paolo.~ ~— Dite: a rivederci.~ ~— 7 Trent, II| aveva chiamata il signor Paolo?... quella Lidia Gioia, 8 Trent, II| aveva detto la verità a Paolo Collemagno. Ma sembrava 9 Trent, II| aveva un amico solo: ma Paolo Collemagno l'amava di amore, 10 Trent, II| solitudine! Ma dove era dunque Paolo Collemagno? Oh certo quello 11 Trent, II| avrebbe lasciata mai, giusto Paolo Collemagno ella non poteva 12 Trent, II| il fido volto amoroso di Paolo Collemagno. E dopo un lieve 13 Trent, III| Non aveva più parlato con Paolo Collemagno non voleva parlargli; 14 Trent, III| avrebbe sicuramente incontrato Paolo Collemagno: l'aspettava 15 Trent, III| Collemagno: l'aspettava sempre Paolo, ed ella temeva da un minuto 16 Trent, IV| Ella aprì. Le scriveva Paolo Collemagno.~ ~La breve lettera 17 Trent, IV| mia profonda devozione. Paolo Collemagno.»~ ~Ella guardava 18 Trent, IV| prima volta, queste parole a Paolo Collemagno:~ ~«Se più tardi 19 Trent, IV| avrebbe dovuto rivedere Paolo Collemagno, il bel volto 20 Trent, IV| marito con quel biglietto di Paolo Collemagno. Decresceva, 21 Trent, IV| umilmente e dolorosamente Paolo Collemagno. No, no, ella 22 Trent, IV| , fedele, immancabile, Paolo Collemagno. Era un'illusione 23 Trent, IV| sua esistenza.~ ~— Dite, Paolo, — mormorò a bassa voce, 24 Trent, IV| Io non ho più avvenire, Paolo, — diss'ella, tristamente, 25 Trent, IV| soggiunse, con uno sforzo Paolo Collemagno — io penso a 26 Trent, IV| risoluta:~ ~— Vado, — disse a Paolo Collemagno, guardandolo 27 Trent, IV| ultimo dovere. Ma prima, Paolo, lasciate che ve lo dica: 28 Trent, IV| indifferenza.~ ~— Il signor Paolo Collemagno, — balbettò ella, 29 Trent, IV| ella aveva bussato, come se Paolo Collemagno avesse aspettato, 30 Trent, V| portato altrove, insieme a Paolo Collemagno, il suo amore Gli amanti: pastelli Par.
31 Heliot | un ufficiale di marina, Paolo Collemagno, amico d'infanzia 32 Heliot | singolarità: riapparve a Paolo Collemagno tutta rosea di 33 Heliot | i capelli nerissimi. Ma Paolo Collemagno la trovò così 34 Heliot | da vicino e da lontano, Paolo Collemagno aveva sempre 35 Heliot | infanzia, Luisa Cima.~ ~- Paolo, Paolo, trovami subito un 36 Heliot | Luisa Cima.~ ~- Paolo, Paolo, trovami subito un nome 37 Heliot | braccia rotonde e bianche. Paolo Collemagno che, ad ogni 38 Heliot | Giappone. Pigliava per mano Paolo e, gravemente, lo conduceva 39 Heliot | di tristezza; e Luisa e Paolo, talvolta, si fermavano, 40 Heliot | così penetrante che Luisa e Paolo vollero rileggerlo, la seconda 41 Heliot | Pure, a sentirselo dare da Paolo Collemagno, ella era presa, 42 Heliot | Héliotrope!~ ~Ora, accadde che Paolo Collemagno era diventato 43 Heliot | ritorno, le relazioni fra Paolo Collemagno e Luisa Cima 44 Heliot | Ebbene, ella strinse con Paolo Collemagno uno stranissimo 45 Heliot | propose la medesima cosa a Paolo Collemagno, come se si trovassero 46 Heliot | profondità, forse. Gli è che Paolo Collemagno, innamoratissimo 47 Heliot | parlava del suo avvenire senza Paolo, con una perfetta disinvoltura. 48 Heliot | tanto breve scadenza: mentre Paolo Collemagno amava meno, sapendo, 49 Heliot | venuta a mancare: mentre Paolo Collemagno, benchè triste, 50 Heliot | giornate intiere accanto a Paolo Collemagno, senza parlargli, 51 Heliot | si turbava talmente, che Paolo non osava continuare. Dei 52 Heliot | corazzata dove era imbarcato Paolo Collemagno durò più di quello 53 Heliot | viaggio così lungo! A San Paolo, egli ebbe notizie. La letterina, 54 Maria | volte, durante il pranzo, Paolo, guardando gli occhi dolci 55 Maria | gentilezza esteriore: e Paolo rientrava in , fuggito 56 Maria | risalì per la via di Chiaia: Paolo se ne andò per via Caracciolo, 57 Maria | ma non contro gli amanti, Paolo si voltava, si chinava un 58 Maria | intimiditi dalla presenza di Paolo, essi si lasciarono, camminarono 59 Maria | potenza del male si attutisce. Paolo sentiva, in fondo al suo 60 Maria | azzurre, ma l'augurio mancava. Paolo lo portava sempre, nel suo 61 Maria | dimenticato, forse: e le ore di Paolo non avevano più nessuna 62 Maria | senza far mostra di nulla, Paolo e Maria si avvicinavano, 63 Maria | era caduta dalle mani di Paolo, a terra; non un rumore 64 Maria | No, no. Il servo uscì. Paolo rimase, in mezzo alla stanza, 65 Maria | calme cose, non restò, a Paolo, che l'ebbrezza della felicità. 66 Maria | perfettamente. Si rammentava, Paolo! E come la mattinata di 67 Maria | fato si era compiuto: e Paolo non aveva sofferto invano.~ ~ 68 Maria | calmare la sua esaltazione, Paolo si avviò alla casa del loro 69 Maria | volgare gente. Soltanto che Paolo vi aveva profuso internamente, 70 Maria | stato abbandonato da Maria, Paolo non vi era mai più tornato. Le amanti Parte, Cap.
71 Fiamm, III| Gian Bellino, del grande Paolo e del superbo Tiziano. Qui 72 Amant, I| I.~ ~ ~ ~Paolo Spada aspettava la sua nuova 73 Amant, I| conoscono l'ortografia. Paolo Spada, l'artista squisito, 74 Amant, I| onore di essere amate da Paolo Spada e di amare Paolo Spada, 75 Amant, I| da Paolo Spada e di amare Paolo Spada, subito vi era in 76 Amant, I| furibondo per l'inganno, Paolo Spada rodeva il freno di 77 Amant, I| che essa rappresentava. A Paolo Spada ella era piaciuta 78 Amant, I| aveva amato immediatamente. Paolo Spada aveva fatto su lei 79 Amant, I| commovente. Le avevan detto che Paolo Spada era un illustre artista, 80 Amant, I| faccio paura? - le diceva Paolo Spada, un po' scherzando, 81 Amant, I| quel giorno, alle due; e Paolo Spada, in un rinnovellamento 82 Amant, I| venne alle due, precise. Paolo Spada che aveva gli occhi 83 Amant, I| le baciò le due mani.~ ~Paolo Spada era innamorato molto, 84 Amant, I| amate le rose? - le chiese Paolo Spada.~ ~- .. Sì.~ ~- Forse 85 Amant, I| di prose e di poesie di Paolo Spada. L'innamorata ne prese 86 Amant, I| Cima diventò l'amante di Paolo Spada; e fu senza lacrime 87 Amant, I| di riconoscenza animava Paolo Spada. E lei? Innamoratissima 88 Amant, II| improvviso e soggiogante amore di Paolo Spada per Adele Cima aveva 89 Amant, II| vittoria della volontà di Paolo Spada su quella di Adele 90 Amant, II| una porta della camera di Paolo, nascondeva la comunicazione 91 Amant, II| tempo, tutte le visite di Paolo Spada, amici, ammiratori, 92 Amant, II| diventava inquieta. Invano Paolo cercava di trattenerla: 93 Amant, II| come un'ombra. Gli amici di Paolo Spada le davano una soggezione 94 Amant, II| tappeto, faceva capolino: o Paolo Spada era uscito e la casa 95 Amant, II| Cima stava sempre accanto a Paolo Spada. Essi pranzavano assieme; 96 Amant, II| cibo, da fuori, giacchè Paolo Spada odiava l'odore della 97 Amant, II| mostarde di gusto inglese che Paolo Spada sovrapponeva alla 98 Amant, II| tutta la sua adorazione per Paolo. A furia di dominarsi, ella 99 Amant, II| seducenti i bellissimi occhi di Paolo Spada, incantata dall'armonia 100 Amant, II| i nervi. Però, piaceva a Paolo: ciò bastava. Lo seguiva, 101 Amant, II| altre cose, ella temeva per Paolo e anche per lei, di prendere 102 Amant, II| per non dare fastidio a Paolo. Costui, assorto, taceva. 103 Amant, II| poteva più, si voltava a Paolo, lo guardava coi suoi belli 104 Amant, II| lo chiamava, piano:~ ~- Paolo....~ ~- Che vuoi?~ ~- Dimmi 105 Amant, II| Adele trasaliva:~ ~- Mi ami, Paolo? - gli chiedeva, per il 106 Amant, II| andava sempre.~ ~- Torniamo, Paolo?~ ~- Ancora un po'.~ ~- 107 Amant, II| tutto questo per amore di Paolo. Quando rientravano in città, 108 Amant, II| si veniva riscaldando: Paolo esciva dal suo silenzio. 109 Amant, II| profondi assorbimenti di Paolo ella doveva cercare di assuefarsi, 110 Amant, II| riposo e di malinconia, Paolo Spada aveva l'aspetto immobile 111 Amant, II| causa della tristezza di Paolo Spada, sfuggendole assolutamente 112 Amant, II| nero, dove precipitassero Paolo Spada e l'amor suo, donde 113 Amant, II| tormentava in segreto, era che Paolo Spada l'amasse poco, o non 114 Amant, II| così, semplicemente che Paolo Spada era ben lontano, lontano 115 Amant, II| Beninteso che, sempre, Paolo Spada usciva da una di quelle 116 Amant, II| soli. Adesso, a poco a poco Paolo Spada la veniva presentando 117 Amant, II| fazzoletto. Questi amici di Paolo Spada erano così singolari, 118 Amant, II| erano nelle vie, di sera: Paolo Spada e qualche suo amico 119 Amant, II| bianco e sorpreso verso Paolo, quasi a pregarlo di finire, 120 Amant, II| intorno a piazza Navona, Paolo Spada e Massimo Dias, slanciati 121 Amant, II| donna.~ ~Questi amici di Paolo Spada la trattavano anche 122 Amant, II| dubbi. Ne aveva parlato a Paolo Spada:~ ~- I tuoi amici 123 Amant, II| più triste, convinta che Paolo Spada si vantasse della 124 Amant, II| ella era fatta per seguire Paolo Spada in ogni suo vagabondaggio 125 Amant, II| arrivava il tempo in cui Paolo Spada abbandonava lui gli 126 Amant, II| mare. Non conosceva più, Paolo Spada, in quelle sommersioni, 127 Amant, II| un'ombra. Girava intorno a Paolo Spada con un passo così 128 Amant, II| stato fisico e morale di Paolo Spada le sembrava scombussolato, 129 Amant, II| bello, amato, amante come Paolo Spada si desse a quella 130 Amant, II| donna le potesse togliere Paolo Spada, ma non già un foglio 131 Amant, II| contro l'egoismo artistico di Paolo Spada, giammai ella si pentiva 132 Amant, II| si faceva pallidissima. Paolo Spada non se ne accorgeva. 133 Amant, II| capolavoro.~ ~- Lo credo, Paolo.~ ~Ma non gli chiedeva che 134 Amant, II| Non è così. Leggi.~ ~Paolo riprendeva la lettura. Si 135 Amant, II| piacevano.~ ~- Naturalmente.~ ~- Paolo! - era la sola rimostranza 136 Amant, II| abbattimento.~ ~- Non dire questo, Paolo.~ ~- Taci, Adele. Vattene.~ ~ 137 Amant, II| dubitare di stessa, di Paolo Spada, dell'amore. Forse, 138 Amant, II| monotonia, aveva già nauseato Paolo; forse egli pensava a quelle 139 Amant, II| Anche oggi, sei così triste, Paolo?~ ~- Anche oggi.~ ~- Ma 140 Amant, II| Ognuna delle risposte di Paolo Spada la meravigliava e 141 Amant, II| pronunziate dalla bocca di Paolo Spada, con un ardor amoroso 142 Amant, II| vaghe contemplazioni di Paolo Spada, le davano l'impressione 143 Amant, II| Mi piaci come sei, Paolo.~ ~- Ma saresti più felice 144 Amant, II| alta per i suoi polmoni, Paolo Spada si sprofondava nella 145 Amant, III| donna degna dell'amore di Paolo Spada, surse una volontà 146 Amant, III| mestizia in cui cadeva, quando Paolo Spada lavorava e si scordava 147 Amant, III| maggiormente l'esistenza con Paolo le diventava grave e tormentosa, 148 Amant, III| inferiorità. Non disse nulla a Paolo. Era taciturna, sempre: 149 Amant, III| la lettura dei libri di Paolo Spada. Dopo pranzo, quando 150 Amant, III| romanzi e novelle scritte da Paolo Spada: e in camera sua, 151 Amant, III| delle grandi qualità di Paolo Spada, le produceva la prima 152 Amant, III| parole strane adoperate da Paolo Spada. Con molta gravità, 153 Amant, III| Guerrazzi: ma le istorie di Paolo Spada erano così stranamente 154 Amant, III| quanta carezzosa voluttà Paolo Spada dipingeva certe figure 155 Amant, III| partecipato alla vita di Paolo Spada e dei suoi amici artisti, 156 Amant, III| accaduto: non aveva visto Paolo Spada copiare le lettere 157 Amant, III| torturatrice, del passato di Paolo Spada. Ah egli aveva palpitato, 158 Amant, III| in cui ella aspettava che Paolo Spada si levasse dal tavolino 159 Amant, III| doveva morire - pronunziò Paolo Spada, col tono dogmatico 160 Amant, III| Un giorno, un amico di Paolo Spada aveva elogiato vivamente 161 Amant, III| presenza di Adele Cima: e Paolo Spada aveva sorriso alle 162 Amant, III| belli e mi piacciono tanto, Paolo! Ma perchè sei così cattivo, 163 Amant, III| rammarico nella voce.~ ~- Oh no, Paolo!~ ~- Che ne sai, tu? Tu 164 Amant, III| che la vita era cattiva, Paolo, quando hai scritto L'amore 165 Amant, III| città, ella spesso faceva a Paolo Spada delle domande, dove 166 Amant, III| donne ignote a lei, che Paolo Spada aveva conosciute e 167 Amant, III| cianfrusaglie del quartierino di Paolo Spada e vi sospese dei quadretti 168 Amant, III| sigaretta e dei sigari di Paolo Spada, dei suoi amici, le 169 Amant, III| assaggiò anche quello. Paolo Spada, malgrado le sue profonde 170 Amant, III| ridicola nei suoi esperimenti, Paolo Spada, le aveva detto, con 171 Amant, III| a quanto le aveva detto Paolo Spada; ella ritornò, tristemente, 172 Amant, III| di essere considerata da Paolo Spada salvo che per una 173 Amant, III| giacchè ella era legata a Paolo Spada per la vita e per 174 Amant, III| spostamento morale e materiale. Paolo Spada, giusto in quel tempo, 175 Amant, III| piccola chiave inglese di Paolo Spada che schiudeva la porta 176 Amant, III| brevemente.~ ~- Non importa, Paolo.~ ~Non le diceva più nulla, 177 Amant, III| esteriorità tutto estetico, Paolo Spada ricercava ogni giorno 178 Amant, III| voleva dare un sol dolore a Paolo, sentendo anche che era 179 Amant, III| qualche fatto compiuto. Paolo Spada aveva cambiato fiore 180 Amant, III| spesuccie, aveva incontrato Paolo Spada sotto l'atrio della 181 Amant, III| biglietto cascato dalla tasca di Paolo Spada. Era impossibile il 182 Amant, III| trovata in una boccettina che Paolo Spada teneva in serbo, per 183 Amant, III| giacchè tutto l'essere di Paolo era trangosciato all'idea 184 Amant, III| sguardo. Al medico accorso Paolo non disse nulla, non seppe 185 Amant, III| mortale, attaccata al collo di Paolo Spada, guardandolo con gli 186 Amant, III| La salvarono il medico e Paolo Spada. Fu molto tempo malata, 187 Amant, III| mai della sua stupidina, Paolo Spada le veniva ripetendo:~ ~- 188 Amant, III| quando ella fu bene guarita e Paolo Spada fu bene sicuro che 189 Amant, III| ridicolaggine. Più tardi ancora, Paolo Spada tornò a tradirla, I capelli di Sansone Cap.
190 I | I~ ~ PICCOLO~ ~ ~ ~Paolo Joanna andava e veniva per 191 I | stamperia fluttuava nell'aria. Paolo Joanna si vestiva pianamente, 192 I | tranquillo.~ ~Stava per uscire Paolo Joanna, dopo aver ricercato 193 I | Che faccio per pranzo?~ ~Paolo esitò un momento:~ ~— Pranziamo 194 I | sotto la Perseveranza.~ ~Paolo Joanna mise la mano nel 195 I | dubitatemormorò lei.~ ~Paolo Joanna se ne andò, contando 196 I | Non ti ha dato nulla don Paolo, per me? — domandò donna 197 I | Erano gli otto del mese e Paolo Joanna non ancora aveva 198 I | Per lavorare in ufficio, Paolo Joanna aveva cambiato il 199 I | innanzi alla scrivania di Paolo Joanna, teneva sempre le 200 I | nuvolo di polvere, tossì: Paolo levò il capo, si baloccò 201 I | signor cavaliere, senz'altro; Paolo Joanna, parlando di lui 202 I | le voci si elevavano. Paolo tendeva l'orecchio un minuto, 203 I | Riccardo, scotendo il capo.~ ~A Paolo salirono le lagrime agli 204 I | errori di ortografia che Paolo Joanna doveva correggere 205 I | annoiato; Riccardo lo seguiva. Paolo Joanna scriveva sempre, 206 I | Che ora sarà? — domandò Paolo Joanna, levando il capo 207 I | fondo contro il governo, e Paolo Joanna lo arricchiva di 208 I | tornò a dire Riccardo.~ ~— Paolo, dammi Riccardo, lo porto 209 I | lascialo stare, — mormorò Paolo, pensoso.~ ~— Che ti fa 210 I | parola, Alessandro, — disse Paolo.~ ~E per parlarsi in segreto, 211 I | andarono fuori il balcone. Ivi Paolo fece la domanda: aveva da 212 I | importa, non importa, — disse Paolo, vergognandosi.~ ~— Prendile, 213 I | vergognandosi.~ ~— Prendile, Paolo, prendile: almeno per Riccardo.~ ~— 214 I | il bimbo triste.~ ~Uscì. Paolo, dopo aver pensato un poco, 215 I | gli strillò di entrare. Paolo, mentre Riccardo era di 216 I | Hai ragione, — mormorò Paolo. - Non dovevo mandarti: 217 I | vampetta di un lume a gas, Paolo Joanna e Dolfin scrivevano 218 I | tipografia, dopo il teatro: Paolo Joanna aveva bisogno di 219 I | sigaro spento fra le labbra, Paolo Joanna aspettava. Gli toccava 220 I | di , — disse da lontano Paolo.~ ~— Perchè, papà?~ ~— Perchè 221 I | delineava sulla faccia di Paolo Joanna. Paolo in quell'ora, 222 I | faccia di Paolo Joanna. Paolo in quell'ora, sotto la luce 223 I | così il giornalista, così Paolo Joanna, in quell'ora è fatto 224 I | quell'ora la fantasia di Paolo Joanna, tolta al continuo 225 I | che le voluttà del cibo. Paolo Joanna e suo figlio Riccardo 226 I | ci daranno! — aveva detto Paolo Joanna, divorando, uno ad 227 I | che ci sarà dentro?~ ~E Paolo Joanna levò gli occhi al 228 I | nelle scodelle la zuppa per Paolo e per Riccardo. Una glutine 229 I | disse, dopo un poco, Paolo.~ ~— No: è sagou, — rispose 230 I | È vero, è vero, — diceva Paolo, chinando la testa a quella 231 I | erano tristi, Riccardo come Paolo, tristi di non essere in 232 I | pesce è questo? — domandò Paolo, tirando la sua parte da 233 I | rosicchiando i suoi grissini, Paolo divorando la carne che doveva 234 I | riparatrice del cibo e del vino. Paolo cominciò a guardare intorno 235 I | come interrogandolo: ma Paolo aveva conservato la sua 236 I | piatto di mezzo, mentre Paolo si distendeva un po' sulla 237 I | vedrete domani, — disse Paolo, con una magnifica sicurezza.~ ~— 238 I | è un ricccone, — rispose Paolo Joanna, tutto vanaglorioso, 239 I | con una certa importanza Paolo.~ ~— Io lascerò lo studio 240 I | avventori delle sale terrene. Paolo e Riccardo avevano deciso 241 I | dirimpetto al palazzo reale; e Paolo pagò il conto, dieci lire 242 I | e scendevano per Toledo: Paolo teneva per mano Riccardo. 243 I | anche dei trabucos, — ordinò Paolo Joanna al cameriere.~ ~Sotto 244 I | tavolini, arrivò a quello di Paolo Joanna:~ ~— La vuole, una 245 I | quella nobiltà dello sguardo. Paolo le dette una lira; ella 246 I | mazzolino dei gelsomini, Paolo Joanna pagava il conto al 247 I | fioraio voleva sei lire. Paolo Joanna discusse lungamente 248 I | a modo di consolazione Paolo.~ ~Innanzi alla porta del 249 I | in palcoscenico, — disse Paolo, con un gesto di padronanza.~ ~ 250 I | panno.~ ~— Stampa, — disse Paolo, al custode.~ ~Camminavano 251 I | diss'egli, senz'altro a Paolo Joanna.~ ~— Perbacco! — 252 I | i suoi fiori, — mormorò Paolo.~ ~— Andiamo ad aspettare 253 I | stupore teneva il piccolino. Paolo Joanna e il marito dell' 254 I | padre e figlio, — disse Paolo. — Ti esorto a sorvegliare 255 I | astanti ridevano: anche Paolo Joanna. Il bambino crollò 256 I | per accompagnarla a casa. Paolo Joanna aveva attaccato una 257 I | irritava dallo scetticismo di Paolo Joanna.~ ~— Andiamo, Riccardo.~ ~ 258 I | arte: alla Pignasecca, dove Paolo Joanna doveva voltare, si 259 II | si addensava sui bronchi, Paolo Joanna lavorava in casa, 260 II | sudore freddo: talvolta Paolo si fermava, pallidissimo, 261 II | Appena si sentiva meglio, Paolo Joanna esciva, andava in 262 II | giorni prima di morire, Paolo Joanna aveva ancora scritto 263 II | direbbe tuo padre, povero Paolo, se rivivesse? Suo figlio, 264 IV | dell'articoletto anodino di Paolo Stresa, sulle pitture della 265 IV | pagina al proto, e domandò a Paolo Stresa che entrava in quel 266 IV | pezzetto dell'originale di Paolo Stresa, vi calcò dentro 267 IV | silenzioso. Frati aveva pescato Paolo Stresa al Valle, Malcagno 268 IV | non abbandonarlo, — disse Paolo Stresa, raggiungendo gli 269 IV | di tutti i redattori, di Paolo Stresa, superficiale, vacuo, 270 IV | abbandonavano alla fatalità, Paolo Stresa, infocato, ansante, 271 V | cui era morto il padre, Paolo Joanna, morto di malattia Castigo Cap.
272 IV | matrimonio di Cia Sismondi con Paolo Malatesta.~ ~— Perché parlate 273 VIII | e molto meno di aiutare Paolo Gioia nella direzione del 274 VIII | piazzale quasi deserto, Paolo Gioia, con due o tre altri, Dal vero Par.
275 6 | fila sulla tribuna: viene Paolo Lovati e ci presenta un Ella non rispose Parte
276 Lett | due anime, Diana Sforza e Paolo Ruffo che in questa loro 277 Lett | compaia nelle lettere di Paolo a Diana, e solo da queste 278 Lett | la tenerezza infinita di Paolo Ruffo per Diana Sforza: 279 Lett | ventura d'amore di Diana e di Paolo, con me, per me, avrà versato 280 1 | una divina presenza.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sei maggio…~ ~« .. 281 1 | Sforza, a cui il nome di Paolo Ruffo è ignoto, a cui è 282 1 | cui è ignota la persona di Paolo Ruffo. Posso, solo, domandare 283 1 | queste altre sue virtù.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sette maggio …~ ~ — « 284 1 | sventurato fra gli uomini.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Lo stesso giorno~ ~ ~ ~« 285 1 | così perduto....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Nove maggio…~ ~ ~ ~« 286 1 | la micidiale verità!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, dieci 287 1 | quella voce insinuante:~ ~«— Paolo, tu soffri e non vuoi dirmi 288 1 | bassa voce:~ ~«— Dimmi, Paolo, quello che io posso fare, 289 1 | Perchè vuoi tu questo, Paolo? — Lisa mi ha chiesto, fissandomi 290 1 | vivere, sino a domani?»~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Dieci maggio, 291 1 | prostro, adorando.~ ~ ~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, undici 292 1 | impazientissimo.~ ~«— Ebbene, Paolo? — ella mi ha risposto, 293 1 | scatto.~ ~«— Per delicatezza, Paolo — ella ha risposto, con 294 1 | ricca?~ ~«— Molto nobile, Paolo: molto povera: poverissima.~ ~«— 295 1 | altro?~ ~«— Niente altro, Paolo.~ ~«— Possibile, Lisa mia?~ ~«— 296 1 | Possibilissimo, caro Paolo.~ ~«Un breve silenzio: e 297 1 | Io ti voglio tanto bene, Paolo, fratello mio!~ ~«— E io, 298 1 | mio semplice consiglio, Paolo? — ella ha detto, guardandomi, 299 1 | senza dare un saluto; parti, Paolo....~ «— Io l'amo.... io 300 1 | e sparirò, Diana....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, dodici 301 1 | unico, amor mio ultimo!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Parigi, quindici 302 1 | acceso l'animo Suo. Sì: Paolo Ruffo ha creduto fermamente 303 1 | intenso, devoto, invitto di Paolo Ruffo.... tutto!~ ~«Tutto? 304 1 | sempre, il cuore e i sensi di Paolo Ruffo, ma per meglio sedurre, 305 1 | per il miserabilissimo Paolo, la cui modesta fortuna 306 1 | Lisa e a lui: nulla per Paolo, giunto invero, troppo tardi, 307 1 | come una cortigiana....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma Parigi, 308 1 | disperato vi chiede perdono.~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Parigi, diciassette 309 1 | innanzi ai vostri occhi.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciotto giugno…~ ~« 310 1 | sono io, mai, per voi, io, Paolo Ruffo, di Rieti, gentiluomo 311 1 | vilissime lacrime....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciannove 312 1 | colui che solo vi merita!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, venti 313 1 | notte, sino all'alba....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Stesso giorno…~ ~ ~ ~« 314 1 | dire.... non so più....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Ventuno giugno, mattina…~ ~ ~ ~« 315 1 | di voi, pietà di me!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Ventidue giugno, 316 1 | un colpo di revolver.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, ventitrè giugno…~ ~ ~ ~« 317 1 | dopodomani! — avete vegliato per Paolo Ruffo, il vostro folle innamorato, 318 1 | Avete vegliato, perchè Paolo Ruffo, che non vi è niente, 319 1 | non posso vivere....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, ventiquattro 320 1 | dimentichi il mendico, Paolo Ruffo. Come Issione, costui, 321 1 | il resto è silenzio.~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, ventisei 322 1 | vita. Voi avete pianto!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~ ~ 323 2 | siate sua, lady Montagu!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, quattro luglio…~ ~ ~ ~« 324 2 | vegga Costei se l'amore di Paolo Ruffo non sia più forte 325 2 | egli, vi ama? vi ama?~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Ostenda, ventuno 326 2 | nelle tenebre fonde ove Paolo è ebbro di gioia, ove la 327 2 | v'ama, non v'ama....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Ostenda, ventotto 328 2 | innocente, pura....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Ostenda, trenta agosto…~ ~ ~ ~« 329 2 | tempo, non lo so....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Ostenda, due settembre…~ ~ ~« 330 2 | celarmi, per lui....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Ostenda, tre settembre…~ ~ ~« 331 2 | così inetto a vivere....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Parigi, quindici 332 2 | È donna Oliva Sforza, Paolo.... — ha detto subito Faustina, 333 2 | Vivina cara, costui è Paolo Ruffo, un italiano, di Roma, 334 2 | fulgida speranza....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Parigi, diciassette 335 2 | vivere senza voi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Londra, Piccadilly 336 2 | vita mia, vita mia!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Londra, ventisei 337 2 | Un segno! un segno!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Londra, ventisette 338 2 | essere, questo, il segno?~ ~«Paolo».~ ~ ~«Londra, Piccadilly 339 2 | prostro, mi prostro....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Sherborne ( 340 2 | tutto questo, morrei....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Sherborne ( 341 2 | di gelosia, Diana....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne (Sussex), 342 2 | l'occasione bella....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, cinque 343 2 | questo mio delirio....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, sette 344 2 | nel mio cuore, Diana!…~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, otto novembre…~ ~ ~ ~« 345 2 | una traditrice, Vivina?~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, nove novembre…~ ~ ~ ~« 346 2 | gelo, nella vostr'anima!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, dieci 347 2 | fu amato, fu amato....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, dieci 348 2 | abbandono vostro....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, undici 349 2 | un istante solo....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Sherborne, dodici 350 2 | parto domani sera! Addio.~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Londra, Piccadilly 351 2 | allontanato da voi. Vi adoro.~ ~«Paolo».~ ~ ~«Londra, Piccadilly 352 2 | addio, Diana....~ ~«Paolo».~ ~ ~ ~ 353 3 | occhi, quegli occhi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Nizza, ventidue febbraio…~ ~ ~ ~« 354 3 | sangue, brucia d'amore....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, ventitrè 355 3 | amor vostro, Diana mia!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, ventitrè 356 3 | voi, Diana adorata?~ ~«Paolo».~ ~ ~«Nizza, ventiquattro 357 3 | abbatte e tutto conquista!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, venticinque 358 3 | alba, scrivendovi....~ ~«Paolo Ruffo»~ ~ ~ ~«Nizza, ventisei 359 3 | dolcezza, per voi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Nizza, ventisei febbraio…~ ~ ~ ~« 360 3 | sogno e il mio amore!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, ventisette 361 3 | io non rispondo di me!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Cap Martin, primo 362 3 | amore è una cosa vana....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, tre 363 3 | Voi ridete, voi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Nizza, cinque marzo…~ ~ ~ ~« 364 3 | ma vi adoro, vi adoro!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Nizza, sette 365 3 | restare eternamente solo.~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, marzo…~ ~ ~ ~« 366 3 | Amata, unicamente amata!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, sedici aprile…~ ~ ~ ~« 367 3 | Restate, amor mio unico!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciassette 368 3 | comprende l'essenza ignota!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciotto aprile…~ ~ ~ ~« 369 3 | non ho mai sofferto!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciannove 370 3 | parlarvi, parlarvi!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, diciannove 371 3 | io debbo parlarvi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, venti aprile…~ ~ ~ ~« 372 3 | Possibile? Possibile?~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, ventitrè 373 3 | per un anno vi ha scritto, Paolo Ruffo.... Così ho creduto 374 3 | troppo, è troppo....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, venticinque 375 3 | tenero come il mio....~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, venticinque 376 3 | m'illudo, m'illudo!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, ventisette 377 3 | come a Nizza....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, ventotto aprile…~ ~ ~ ~« 378 3 | crudele, crudele, crudele!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, trenta aprile…~ ~ ~ ~« 379 3 | ecco il mio bel cugino, Paolo Ruffo, che ha chiesto di 380 3 | e inutile l'amor mio.~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~«Roma, due maggio…~ ~ ~ ~« 381 3 | che non amava Orfeo!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma due maggio, 382 3 | forse volle restarvi....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, tre maggio, 383 3 | questo anniversario....~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, quattro maggio…~ ~« 384 3 | ansia, inutile amore!~ ~«Paolo».~ ~ ~«Roma, dodici maggio…~ ~ ~ ~« 385 3 | mortali, addio, addio!~ ~«Paolo Ruffo».~ ~ ~ ~ 386 3 | Dopo.... voi cercherete Paolo Ruffo, Annie....~ ~— Io 387 3 | soggiunse con voce strana:~ ~— Paolo Ruffo è forse morto, Annie....~ ~— 388 3 | lady....~ ~— Forse è morto, Paolo Ruffo.... — disse, tetramente, 389 3 | mesi, per anni, ella cercò Paolo Ruffo: lo cercò dapertutto: 390 3 | umana pronunciò, innanzi a Paolo Ruffo, la rivelazione dell' Fantasia Parte
391 2 | Finalmente, un giorno, come a san Paolo sulla via di Damasco, una 392 2 | letto Un giorno a Madera di Paolo Mantegazza. Vi è un'alta Fior di passione Novella
393 2 | ~ ~PAOLO SPADA.~ ~ ~ ~L'uomo di cui 394 2 | mustacchio soave, corpo snello - Paolo Spada non realizzava questo 395 2 | scriveva.~ ~ ~ ~Eppure questo Paolo Spada era il più grande 396 2 | aspettando il primo romanzo di Paolo Spada.~ ~Fu invece un racconto 397 2 | sempre così nei romanzi di Paolo Spada: le sue protagoniste 398 2 | reputazione di romanziere di Paolo Spada si smarrì fra le infinite 399 3 | il suo maggior quadro di Paolo e Francesca. La scena è 400 3 | a quella di Francesca, è Paolo. Vi è sangue sulla veste 401 3 | sangue sul giustacuore di Paolo, una pozza di sangue per 402 18 | un'eterna margarita, di Paolo e Virginia a proposito del 403 20 | fiorito, venne a Santa Maura Paolo de Joanna, un giovanotto 404 20 | arrossire, impallidiva.~ ~ ~ ~Paolo si fermò a Santa Maura per 405 20 | silenzio lungo e torbido.~ ~Paolo la interrogava spesso per 406 20 | aleggiava sulle labbra. Paolo se ne accorgeva e desisteva. 407 20 | passolina che si fa nel luglio. Paolo leggeva un libro francese, 408 20 | amore. Ella non comprendeva. Paolo taceva, disgustato, annoiato, 409 20 | dava una festa in onore di Paolo de Joanna che partiva per 410 20 | Calliope la ballava con Paolo de Joanna. Discorrevano L'infedele Parte, Cap.
411 Inf | questa istoria d'amore: Paolo Herz, Luisa Cima e Chérie. 412 Inf | il suo cognome tedesco, Paolo Herz è italiano, di madre 413 Inf | aggiungere che l'avo paterno di Paolo era tedesco. Questo nonno 414 Inf | temperamento e nel carattere.~ ~Paolo Herz ha trentasei anni; 415 Inf | già manca la freschezza. Paolo Herz ha una fisonomia tranquilla 416 Inf | poetiche. In quei momenti, Paolo Herz è bello: le donne, 417 Inf | alla bocca, mostrano un Paolo Herz tutto diverso, senza 418 Inf | nasconde non si sa dove1.~ ~Paolo Herz è libero. Egli ha perduto 419 Inf | Dopo nove anni, avendone Paolo venticinque, gli è morto 420 Inf | colpito l'adolescenza di Paolo, di un dolor folle, con 421 Inf | così volentieri il capo. A Paolo Herz è restato, dall'adorazione 422 Inf | orecchio. Malgrado questo, Paolo Herz, come si supponeva 423 Inf | e la sua vita ad altri. Paolo Herz sa di aver perduto 424 Inf | un misterioso pericolo.~ ~Paolo Herz è ricco. Egli ha avuto 425 Inf | malinconica, non cinica.~ ~Paolo Herz è un uomo eminentemente 426 Inf | eccessiva, in un uomo come Paolo Herz, e anche non scevra 427 Inf | primogenito del trionfo, Paolo Herz non ha che questo lato 428 Inf | sino a trentaquattro anni, Paolo Herz ha amato ed è stato 429 Inf | portiamo nell'amore. Infine, Paolo Herz è diventato un essere 430 Inf | questa istoria d'amore, Paolo Herz è il traditore.~ ~ ~ ~ 431 Inf | il terzo amante è stato Paolo Herz. Ebbene, tutti e quattro, 432 Inf | del tradimento fatto da Paolo Herz a Luisa Cima.~ ~ ~ ~ 433 Inf | amore di Luisa Cima e di Paolo Herz:~ ~- Sarà una passione 434 Inf | se ne intendeva molto - Paolo si stancherà presto.~ ~- 435 Inf | nulla. Che ci trova, poi Paolo? - osservava un'amica di 436 Inf | sbagliavano assai sul conto di Paolo Herz e del suo amore. Egli 437 Inf | tardi, molto più tardi! Paolo Herz non ebbe sentore del 438 Inf | senza volontà. In realtà, Paolo Herz si lasciò andare a 439 Inf | novella iniziata, in cui Paolo aveva l'aria di un maestro 440 Inf | quasi, in alcuni momenti, Paolo Herz sentiva una pietà grande 441 Inf | preponderava, nel cuore di Paolo, per Luisa e che, forse, 442 Inf | perversa leggeva negli occhi di Paolo, il poema amorosissimo di 443 Inf | la fantasia e i sensi di Paolo Herz dovevano subire le 444 Inf | di squisita grazia, che Paolo Herz passava di sorpresa 445 Inf | diventava anche più malvagia. Paolo Herz ebbe un moto d'ira, 446 Inf | solo, desolato, disperato, Paolo Herz andò alla casa di Luisa 447 Inf | un dolor vivo nel volto, Paolo Herz la guardava: ed ella 448 Inf | e tetri dell'abbandono, Paolo Herz si metteva a calcolare 449 Inf | focosa e indomata passione di Paolo Herz, la donna era stata 450 Inf | il trasporto sensuale di Paolo Herz, essendo ella creatura 451 Inf | tutto delirava lo spirito di Paolo Herz, nell'abbandono e il 452 Inf | disperata degli occhi di Paolo Herz, quando lo incontrava 453 Inf | bugiarda!~ ~- Non mento, Paolo. Non ti amo più.~ ~Esterrefatto, 454 Inf | perchè, ma perchè? - gridava Paolo, folle di collera e di dolore.~ ~- 455 Inf | Che fare? Uccidersi? Ma Paolo Herz, ardentissimamente 456 Inf | riceveva più le lettere di Paolo Herz, restituendogliele 457 Inf | abbandono di Luisa Cima ebbe in Paolo Herz uno stadio acuto di 458 Inf | per sempre all'amore di Paolo, di placare il tormento 459 Inf | pietà, in Luisa9: giunse, Paolo Herz, uomo, intelligente, 460 Inf | frivola e crudele. Fu, anche, Paolo Herz, senza pudore nella 461 Inf | noioso, troppo affliggente, Paolo Herz, ed ella aveva fatto 462 Inf | aveva desolato il cuore di Paolo, le conquistò due o tre 463 Inf | quattro mesi dopo l'abbandono, Paolo Herz si trovò in uno stato 464 Inf | vezzosa, aveva anche reso vile Paolo. Egli non combatteva neanche 465 Inf | gravemente molti sciocchi. Paolo trovava che quegli sciocchi 466 Inf | negli occhi scintillanti. Paolo Herz, non lo seppe che dieci 467 Inf | estetica, a ogni eleganza, che Paolo Herz potette veramente credere 468 Inf | solinga casa che il dolore di Paolo Herz, si fece meno acuto 469 Inf | trasformazione dello stato d'anima di Paolo Herz, tutto il vecchio fondo 470 Inf | sullo spirito e sui nervi di Paolo Herz, diventava sempre meno 471 Inf | occhi! Nei lunghi sogni Paolo Herz cercava di ricordare 472 Inf | fibre atonizzate, l'amore di Paolo Herz per Luisa Cima, passava 473 Inf | contatto umano, creavano a Paolo Herz un ambiente strano, 474 Inf | amata, come Luisa Cima da Paolo Herz.~ ~Nella metà di dicembre, 475 Inf | in una notte freddissima, Paolo Herz decise di partire; 476 Inf | basso, plumbeo e triste. Paolo Herz entrò.~ ~- Oh caro 477 Inf | che sia stato io, triste - Paolo Herz soggiunse, vagamente.~ ~- 478 Inf | E vi siete consolato, Paolo?~ ~- M'immagino di no... 479 Inf | respiravo male. Credereste, Paolo? Vi è stato un medico malinconico 480 Inf | troppo gemmate.~ ~- Vi piace, Paolo?~ ~- Non mi è mai piaciuto 481 Inf | essa non guarisce, povero Paolo - diss'ella, additando il 482 Inf | Me ne vado - e si alzò, Paolo, senza guardarla.~ ~Ella 483 Inf | porta, lo richiamò:~ ~- Paolo, Paolo!~ ~Qual voce, in 484 Inf | lo richiamò:~ ~- Paolo, Paolo!~ ~Qual voce, in quelle 485 Inf | pochino per me, Chérie.~ ~- Paolo, Paolo, io sono stata malata 486 Inf | per me, Chérie.~ ~- Paolo, Paolo, io sono stata malata a 487 Inf | lasciata una bella fortuna, Paolo.~ ~- Essa è vostra, Chérie.~ ~- 488 Inf | Giura che mi ami!~ ~- Io, Paolo Herz, sul mio onore e sulla 489 Inf | e infondendo giocondità. Paolo Herz ebbe come una sferzata, 490 Inf | sempre, diletta! - esclamò Paolo Herz, che adorava quella 491 Inf | di autunno e nella sera, Paolo Herz portò nei sensi e nel 492 Inf | gli pareva di scorgere, a Paolo Herz, nel volto di tutti 493 Inf | il trasporto amoroso di Paolo Herz. In verità egli aveva 494 Inf | sì. Si rammentava bene, Paolo Herz, che ebbrezza era stata 495 Inf | nello stile di Enrico II, Paolo la guardava dormire. Forse 496 Inf | subito, levando la testa:~ ~- Paolo? Paolo?~ ~Egli si riaccostò 497 Inf | levando la testa:~ ~- Paolo? Paolo?~ ~Egli si riaccostò al 498 Inf | sua.~ ~- Che fai? - gridò Paolo non sapendo reprimere un 499 Inf | guancia presso quella di Paolo: questa volta, egli si rigettò 500 Inf | interrogando:~ ~- Perdonami - disse Paolo, con una subitanea tenerezza - 501 Inf | amica.~ ~- Tu sei triste, Paolo.~ ~- Un poco.~ ~- E perchè, 502 Inf | alla strana emozione di Paolo.~ ~E toccando un bottone, 503 Inf | un fanciullo, quello di Paolo Herz più forte, un po' affannoso, 504 Inf | qualche tempo, sembrandole che Paolo avesse il petto oppresso.~ ~- 505 Inf | Nessuna risposta.~ ~- Paolo?~ ~- Amore?~ ~- Rispondi, 506 Inf | Non avevo udito - disse Paolo, con voce anche più sorda.~ ~ 507 Inf | Non me lo domandare! Paolo esclamò, con tono di sbigottimento, 508 Inf | si arrestò sui capelli di Paolo Herz, con una carezza fugace. 509 Inf | freddissima:~ ~- Te ne prego, Paolo, apri quella finestra.~ ~ 510 Inf | Qual viso era quello di Paolo! Pallido di un pallore terreo 511 Inf | agli occhi della gente, Paolo Herz ebbe un altro impeto 512 Inf | vicinissima e gli parlò:~ ~- Paolo?~ ~- Chérie?~ ~- Sei più 513 Inf | sì.~ ~- Tu sei malato, Paolo: tu dicevi il vero, ieri: 514 Inf | mio male in me - soggiunse Paolo, con voce sorda.~ ~- Partiamo, 515 Inf | crollando il capo. - Vieni via, Paolo, ti sentirai meglio, il 516 Inf | Conosci tu questo paese?~ ~- Paolo, io sono una persona che 517 Inf | un'anima tenera per te, Paolo.~ ~- Non ti prendere questo 518 Inf | tentiamo questa salvazione, Paolo...~ ~- Un lugubre compagno 519 Inf | assalto.~ ~- Partiamo oggi, Paolo.~ ~- No.~ ~- Senti, è meglio 520 Inf | ricordo; fuggi ogni cosa. Oh Paolo, io sono una povera persona 521 Inf | suoi occhi da quelli di Paolo Herz.~ ~- Tu sei venuto - 522 Inf | Tu sei buona - mormorò Paolo Herz, subitamente intenerito.~ ~- 523 Inf | faremo, laggiù?~ ~- Niente, Paolo; nulla più di qui.~ ~- Ma 524 Inf | non posso amarti! - gridò Paolo vincendo la sua ripugnanza 525 Inf | infame e un inetto!~ ~- Paolo, Paolo, taci... tu esalti 526 Inf | e un inetto!~ ~- Paolo, Paolo, taci... tu esalti i tuoi 527 Inf | lui, follemente.~ ~- Pace, Paolo, non pensare a ciò...~ ~- 528 Inf | di non pensarci più.~ ~- Paolo, chi è morto, dunque?~ ~- 529 Inf | strazio e gli chiese:~ ~- Paolo, non era... non era tutto 530 Inf | debolezza aveva atterrato Paolo Herz, sorgente da tutta 531 Inf | dunque finito? chi ha tradito Paolo?» Però nulla ella diceva, 532 Inf | sul divano, singultando, Paolo continuava a dire:~ ~- Tutto 533 Inf | intrapresero a traverso l'Europa. Paolo Herz si lasciava condurre, 534 Inf | all'anima e ai sensi di Paolo Herz la scossa che li doveva 535 Inf | salotto di albergo, Chérie e Paolo, egli lasciava che la sua 536 Inf | quelle ore di solitudine, Paolo Herz era avvilito da un 537 Inf | toccare l'amore nell'anima di Paolo Herz. Oh quello era collocato 538 Inf | potuto spezzare la fronte di Paolo Herz, attraversargli il 539 Inf | orgoglio aveva sostenuto Paolo, nelle lotte atroci contro 540 Inf | sperando di guarire così Paolo Herz. Ma aveva visto un 541 Inf | La infermità morale di Paolo Herz sfuggiva a qualunque 542 Inf | Vienna, glielo disse:~ ~- Paolo?~ ~- Chérie?~ ~- Non ti 543 Inf | Me ne vado, allora, Paolo?~ ~- Sì.~ ~- Tu resti?~ ~- 544 Inf | Vuoi che io resti, Paolo?~ ~- No.~ ~- Trovi che ho La moglie di un grand’uomo, ed altre novelle scelte dall’autrice Novella, Cap.
545 Trion, I| fila sulla tribuna. Viene Paolo Covato e ci presenta un Nel paese di Gesù Parte, Cap.
546 4, VII| profonda e nobile di Francesco Paolo Michetti ha riassunto, nella Pagina azzurra Parte
547 1 | tuo cavaliere sembrerete Paolo e Virginia, del bello e Piccole anime Parte
548 4 | fratellini: ma il più grande, Paolo, è un bambinone biondo e 549 4 | piccolo. Ruggero la mano a Paolo per condurlo a scuola, lo 550 9 | suo bimbo, che si chiamava Paolo come il nonno, che non voleva 551 9 | ogni momento, parlando di Paolo, appariva accanto la figura 552 9 | lei calma, estatica.~ ~ ~— Paolodisse il padre, spingendo 553 9 | vuol darmi un bacio.~ ~— Paolo, vuoi dare un bacio alla 554 9 | cavaliere cortese: bravo, Paolo! — disse il padre, insuperbito, 555 9 | si chinò, prese per mano Paolo e se lo portò in salotto, 556 9 | gonfiavano di lagrime.~ ~Paolo la guardò curiosamente e 557 9 | ti piacciono, prendili, Paolo. Te l’hanno insegnato a 558 9 | Sono troppi — disse Paolo, come ultima svogliata difesa.~ ~— 559 9 | trasaliva, non si moveva, e Paolo cominciava ad aver paura 560 9 | bagnavano le guance, il collo di Paolo.~ ~— Non piangere, signora, Il romanzo della fanciulla Racconto, Cap.
561 1, II| volumettino di versi di Pietro Paolo Parzanese, libro permesso Suor Giovanna della Croce: l'anima semplice Capitolo
562 | A PAOLO BOURGET~ ~ ~ ~ ~Mio amico
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on touch / multitouch device
IntraText® (VA2) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2011. Content in this page is licensed under a Creative Commons License