Addio, Amore!
    Parte, Cap.
1 2, III| Sciocchezze!~ ~– Lo strano è che, una volta, quando 2 2, III| insuccesso, quella.~ ~Lo strano era che Luigi Caracciolo, 3 2, IV| ravvedimento. E per uno strano mistero, per un mistero 4 2, IV| diss'ella, con un accento strano, fissandolo negli occhi, All'erta, sentinella! Racconto, Cap.
5 Trent, IV| veletta nera aveva un aspetto strano. Ella avrebbe voluto che Gli amanti: pastelli Par.
6 Stresa | scoprire, dallo sguardo così strano, un orizzonte spirituale 7 Stresa | Io mi incamminavo a uno strano viaggio, come colui che, 8 Morell | soffrendo di non so quale strano e ignoto dolore: il mio 9 Dias | preso da un eccesso così strano di sentimentalismo, come 10 Sorel | riscaldata, tiepida: e un assai strano e inebriante profumo era Le amanti Parte, Cap.
11 Fiamm, II| leggeva nell'anima; uno strano sorriso di conquista gli 12 Sole, I| parlato in un modo così strano....~ ~- Già: è la mia nuova 13 Sole, II| grandi occhi spiranti uno strano turbamento, dai subitanei 14 Sole, V| uscì di bocca, in quello strano duetto. Ma, adesso, i loro 15 Amant, I| simile: e tutto le sembrava strano e incomprensibile, producendole 16 Amant, II| sospesa e coperta di uno strano paralume, era una delle La ballerina Cap.
17 III | guardava con un certo sogghigno strano, ogni volta che ella usciva I capelli di Sansone Cap.
18 I | di curiosità: quel luogo strano, che non rassomigliava 19 II | arrestarlo.~ ~E il momento era strano. Un grande soffio di impopolarità 20 III | dell'amore; ma egualmente strano doveva essere il segreto 21 III | linee piene di un senso strano, andavano sino al cuore 22 IV | già, il pubblico è così strano, chi ci capisce nulla? E 23 V | cavernose e quel muoversi strano di quelle persone, entrando 24 V | disfatta lo faceva pensare allo strano destino dei giornali, mai 25 VI | Trentasette.~ ~— È strano: parevano di più... Cambiatemi Castigo Cap.
26 II | bene, così per un capriccio strano e per pochi giorni? Come 27 II | la intensità, né il nesso strano: ma era, forse, il principio 28 IV | aveva dato quel dialogo strano e quel finale sorriso di 29 V | domandò Marco.~ ~— Non sarebbe strano: non debbono avere una voglia 30 V | ormai, un matrimonio così strano, quello fatto in quella 31 VI | d’argento di quell’assai strano cappellino e una grossa 32 VI | dolore, e nell’affascinante strano raccapriccio i due complici 33 VII | triste autunno, da quello strano duello, dalla lontananza 34 VII | dove scendente, un anello strano che chiude Roma. La muraglia 35 VIII | voce strana, con un tono strano.~ ~— Mi vorrai sempre bene?~ ~— 36 IX | infelicissima.~ ~Tutto questo è così stranomormorò la duchessa, quasi 37 X | Dinanzi a lui si stendeva lo strano paesaggio dal Capo di Posillipo Dal vero Par.
38 5 | Consiglio? Un Consiglio strano, eterogeneo, o troppo giovane 39 6 | interessante; ma, caso nuovo e strano, il lettore era molto distratto; 40 19 | che le accadeva era molto strano, ma senza un briciolo di 41 19 | anzi in questo fenomeno strano del suo spirito si sentiva 42 21 | punto culminante di ogni più strano desiderio e la poesia più 43 24 | irritare: si provava lo strano desiderio di vederla un 44 25 | lo colpì qualche cosa di strano, una curiosa combinazione 45 34 | non dormite dopo pranzo? è strano - ella rispondeva freddamente: - 46 34 | freddamente: - Non vi è nulla di strano, è il mio temperamento.~ ~ Ella non rispose Parte
47 2 | la Rosa di York, lo strano e muto viaggiatore italiano 48 2 | Barnes, vi sono, per un caso strano, delle famiglie cattoliche. 49 3 | Un ricordo doloroso e strano, una bizzarra e misteriosa 50 3 | aveva detto, con uno sguardo strano, con una voce strana:~ ~— Fantasia Parte
51 1 | nella notte profonda, che strano rito fossero venute a compiere 52 2 | come stanca. Portava uno strano vestito di stoffa verde 53 2 | sognando quell'amore così strano, così doloroso, e così funebre. 54 2 | freddo, Lucia?~ ~- No: è strano come non abbia freddo.~ ~ 55 2 | secca anche a me. Ma il più strano era che Galimberti presentiva 56 2 | mi accade qualche cosa di strano, di molto strano, io apro 57 2 | cosa di strano, di molto strano, io apro la Bibbia a caso 58 4 | pranzo fu allegrissimo. Caso strano, ai pomelli di Lucia era 59 5 | più spiccava, era il suo strano carattere, che destava la 60 5 | loro madri come un tipo strano. Ella lo sapeva; e girava Fior di passione Novella
61 9 | malcontenta di tutto. Il più strano, però, era osservarla quando, 62 10 | Che ne sapevo io? Era così strano il modo come ci eravamo 63 13 | Massenzio, un giovanotto strano e ragionevole, che non credeva 64 18 | disillusa. Non trovava nulla di strano, nulla di nuovo. Lui comprese.~ ~- 65 19 | ella si turbava, per uno strano effetto, gli occhi si facevano 66 20 | elegante di figura, con uno strano e gracile volto bruno sotto L'infedele Parte, Cap.
67 Inf | a Paolo Herz un ambiente strano, ma pur confacente alla 68 1 | parola d'amore...~ ~- È strano... è strano... - ella mormorò.~ ~- 69 1 | amore...~ ~- È strano... è strano... - ella mormorò.~ ~- Vi 70 Att | Che ne sapeva io? Era così strano il modo come ci eravamo Leggende napoletane Par.
71 2 | frasi, in un linguaggio strano che niuno poteva comprendere. 72 8 | E qual malore grave e strano è il suo, che non trovi 73 9 | spaventati, dall’abituccio strano: e talvolta lo ingiuriavano, 74 13 | carissima Napoli, un uomo molto strano. Io non vi dico l’epoca 75 13 | come era fatto questo uomo strano, come vestiva, che cosa O Giovannino, o la morte Par.
76 2 | chiedendole un colloquio. Strano a dirsi; la matrigna acconsentì La mano tagliata Par.
77 1 | nécessaire da toilette? Bene strano, dunque: troppo lungo: troppo 78 1 | ancora, — ella disse con uno strano sorriso.~ ~— Ma il tuo cuore 79 1 | ella gridò, in preda a uno strano terrore.~ ~— Che dici? Che 80 1 | tranquilla. — ~ ~Ed ebbe uno strano sorriso.~ ~— Dormirai?~ ~— 81 1 | aperta, contemplando lo strano oggetto che vi era depositato 82 1 | venuto in suo potere quello strano oggetto e, salvo che con 83 1 | suoi esperimenti. Era uno strano tipo di scienziato e di 84 1 | Non mio. Un segreto strano, forse tragico, forse mortale, 85 1 | terrificante! Un'altra volta, è strano, ho incontrato quest'uomo 86 1 | ma poco lontano!~ ~— È strano, è strano, — mormorò Roberto.~ ~— 87 1 | lontano!~ ~— È strano, è strano, — mormorò Roberto.~ ~— 88 1 | molto tristi e molto dolci, strano sguardo di meraviglia, di 89 1 | saliti, formando un gruppo strano: del resto, in quella fine 90 1 | Henner, interrompendo il suo strano silenzio.~ ~— Eccolo, — 91 2 | espressione sul viso di quello strano medico. La folla lo guardava, 92 2 | Italia?~ ~— Nulla.~ ~— È strano!~ ~— È stranissimo, Eccellenza.~ ~— 93 2 | Marcus Henner.~ ~Adesso, lo strano dottore gobbo aveva preso 94 2 | candore della camera.~ ~Lo strano era che in quella stanza, 95 2 | balbettava: uno smarrimento strano si dipingeva nei suoi occhi 96 2 | odiosamente la vita, e in carcere, strano a dirsi, non hanno voluto 97 2 | e mi diede il cappello. Strano a dirsi, appena io fui uscito, 98 2 | tre o quattro minuti, caso strano, apparvero due guardie di 99 2 | mormorò lui, con un tono tanto strano che io ebbi ancora un brivido.~ ~« 100 2 | moltissimo. Ho un presentimento strano, che da voi mi verrà il 101 2 | potere, per un caso tanto strano, capitata sotto i miei occhi, 102 2 | fiume, ne rendevano più strano e più pauroso l'aspetto. 103 2 | nominato spesso un nome strano, quello. …~ ~— Di Marcus 104 2 | Inghilterra mi parve alquanto strano, ma appunto per la sua stranezza, 105 2 | che agonizzava in quello strano ed angoscioso malore, io 106 2 | lei, vale a dire l'oggetto strano e affascinante che valse 107 2 | involucro di pergamena.~ ~— È strano, è strano!~ ~— Marcus Henner 108 2 | pergamena.~ ~— È strano, è strano!~ ~— Marcus Henner deve 109 2 | Germania, dove noi per uno strano caso risiedevamo da più 110 2 | ipnotismo dava un terrore strano, mentre esercitava su lui La moglie di un grand’uomo, ed altre novelle scelte dall’autrice Novella, Cap.
111 Trion, II| interessante; ma caso nuovo e strano, il lettore era molto distratto; 112 10Mus | punto culminante di ogni più strano desiderio, la poesia più 113 Silv, I| non dormite dopo pranzo? è strano — ella rispondeva freddamente:— 114 Silv, I| freddamente:— Non vi è nulla di strano, è il mio temperamento.~ ~ 115 Duali, I| che le accadeva era molto strano, ma senza un briciolo di 116 Duali, II| anzi in questo fenomeno strano del suo spirito si sentiva Nel paese di Gesù Parte, Cap.
117 4, VII| scalino, non resse più. Anzi, strano a dirsi, per un minuto, 118 5, III| ricamato all’orlo da uno strano disegno rosso e azzurro, 119 6, I| casco!~ ~— Vi sembra così strano, in Oriente? È il gran mezzo 120 6, II| modo di locomozione nuovo e strano, mentre lascia le ossa più 121 7, V| Sicuramente, nulla era più strano di questo alto e vacillante 122 7, V| morte del grande sventurato. Strano, strano: padre Marcello 123 7, V| grande sventurato. Strano, strano: padre Marcello di Noilhac 124 7, X| mormorio animale che è così strano nella notte. Infine, l’ultimo 125 9, I| mezzo, il più comodo, il più strano e il più artistico. Da Gerusalemme Pagina azzurra Parte
126 4 | Consiglio? Un Consiglio strano, eterogeneo, o troppo giovane 127 9 | punto culminante di ogni più strano desiderio, la poesia più Piccole anime Parte
128 4 | le mani pendenti lungo lo strano abito-tonaca dell’adolescenza 129 7 | precoci, hanno quel sapore strano e acre delle piccole anime, 130 8 | poi lo saldò in un modo strano, mandando a chiamare l’albergatore, Il paese di cuccagna Par.
131 2 | fermare innanzi a quello strano personaggio, come se anche 132 2 | una mensola, accanto allo strano personaggio, donde gli veniva 133 2 | attorno, avevano scorto quello strano miserabile, a cui con tanta 134 2 | susurrata, corse, con uno strano stridore, con un sibilo 135 4 | guardando con pietà quello strano trasporto; e una stanchezza 136 5 | di legno scolpito: sullo strano carro un vecchio curvo, 137 7 | che si accavallavano nello strano museo. Don Gennaro, ogni 138 12 | guanti; era forse l’aspetto strano della sorella Maddalena, 139 15 | temperatura della pelle. Strano a dirsi, mentre la fanciulla 140 19 | infiammavano i giuocatori col loro strano gergo, con le loro strane Il romanzo della fanciulla Racconto, Cap.
141 1, IV| soffriva un morbo capriccioso e strano che la prendeva a sbalzi, 142 2, I| iersera.~ ~E si affibbiava uno strano braccialetto di ferro.~ ~— 143 2, I| capra, dal paltoncino di uno strano color giallastro, dal vestito 144 2, I| non so cucire.~ ~— Mi pare strano, — osservò Anna Doria, malignamente.~ ~ 145 2, II| con la sua aria di uomo strano se n’era andato via dalla 146 2, II| ballava, li guardava, con uno strano sorriso sulle labbra. Anche 147 2, III| Francesco Montemiletto. Strano a dirsi, non più la faccia 148 3, IV| grande silenzio, improvviso, strano: il gobbo non pensò, non 149 4, III| non disilluderla, quale strano pasticcio ella aveva fatto Storia di due anime Par.
150 3 | farle diventar rosse. E, strano a dirsi, era leggermente 151 3 | quell'interrogatorio; ma, strano a dirsi, anche il desiderio 152 3 | scorgervi qualche cosa di strano, ma di cui fosse in attesa, 153 4 | semplice, il suo contegno strano, la ricamatrice ebbe un Suor Giovanna della Croce: l'anima semplice Capitolo
154 2 | un particolare anche più strano: quel giovanotto si nascondeva, 155 3 | di quell'aspetto nuovo e strano. Donna Costanza era una 156 4 | alla volta; e nulla era più strano che quel passaggio di gente La virtù di Checchina Par.
157 4 | lestamente di capo quel berretto strano e ne staccò la piuma.~ ~—
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on touch / multitouch device
IntraText® (VA2) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2011. Content in this page is licensed under a Creative Commons License