1-500 | 501-782
L’amore
    Novella
1 Camp | la malaria.~Ad una certa ora il sole faceva biancheggiare, 2 Camp | aria e le fiamme del calore ora brulicavano insieme, si 3 Camp | stazione. E siccome era già l'ora di cena, entravamo dentro 4 Camp | d'una bottiglia. Dopo un'ora di attesa, quasi al buio, 5 Camp | ascensione del Soratte. Dura un'ora o poco più; ma noi la facevamo 6 Camp | Sant'Antonio, Santa Lucia.~Ora, intero c'è rimasto soltanto 7 Camp | pare che basti, ci grida:~- Ora vado a sciacquare quel che 8 Camp | libro della Fisumana; ed ora dirò due parole alla buona 9 Camp | la parola gli manca, per ora; ed egli ci fa comprendere, 10 Camp | biancheggiare per qualche mezz'ora i loro paesetti; e poi, 11 Camp | ma Fra' Camillo Coppini, ora, la tiene pulita e chiusa 12 Camp | e andava alla cerca, ed ora veste a quel modo per amore 13 Camp | destare, per sbaglio, un'ora prima. Sono soltanto le 14 Amor | perché proprio in quell'ora passò Virginia dinanzi a 15 Amor | zoppicando; e, dopo una mezz'ora, sebbene sembrassero lentissime, 16 Tev | e guardai il Tevere, che ora pareva di olio verdastro 17 Tev | Non gli scrivo né meno ora, che non mi vengono più 18 Tev | in tasca. Poi, disse:~- Ora andiamo: dev'essere tardi.~ 19 Bagn | che parlammo; ma, dopo un'ora, eravamo seduti più vicini. 20 Bagn | undici, venite a trovarmi. Ora, usciamo.~- Ma dove andiamo? 21 Bagn | bisognava che facessi l'ora. Sbadigliando, procurai 22 Bagn | altro. Quando mancò una mezz'ora soltanto, mi alzai perché 23 Bagn | era già tardi d'una mezz'ora. Salii, ansimante, tutta 24 Bagn | tempo che si ricollegava, ora, con la mia delusione. Era 25 Vino | come voleva lui. E perciò ora egli ne sentiva tale riconoscenza 26 Gall | tutto andasse bene!~- Ed ora? - gli chiese la figliola, 27 Gall | sottosopra anche la casa nostra! Ora per colpa sua non si potrà 28 Amic | con più forza di prima:~- Ora si starà a vedere come ti 29 Amic | che hai bisogno.~- Ma io, ora, ho bisogno di questo e 30 Amic | cinque anni al manicomio. Ora che mi hanno lasciato perché 31 Amic | io fossi stato di legno e ora fossi bruciato; e restasse 32 Mar | arrischiava ad approvare.~Ora, a tutti quelli che conoscevano 33 Mar | Esci fuori.~- Non esco. Ora deve tornare la mia moglie. 34 Mar | oliveta.~- A fare che? A quest'ora? Non mi moverei né meno 35 Mar | ed è sempre lo stesso. Ora basta. Levatevi di qui. 36 Mar | provocarlo, qualche mala parola. Ora volevano sul serio che Mariano 37 Mar | devo fare? Siete contenti ora? Che ci sarà? Uno spauracchio 38 Mar | pigliare a zollate.~Ma egli, ora era desolato ed esclamava 39 Lett | mandarti. Ma la leggerai ora...~Ho un appuntamento con 40 Lett | fosse possibile trovarci.~Ora, sta in via del Pignattello, 41 Lett | da voi, non mi vedono.~- Ora! Ora! C'è tempo!~Io credo 42 Lett | voi, non mi vedono.~- Ora! Ora! C'è tempo!~Io credo che 43 Lett | son messo a scrivere a te.~Ora, ti racconto tutto di mano 44 Lett | ammazzare; perché viene da me.~- Ora, prima d'andarmene, vi darò 45 Lett | camera. È passata una mezz'ora già: ho sentito battere 46 Lett | non verrà di certo; ma, ora, più di dianzi, l'aspetto 47 Lett | Suonano le undici: è già un'ora! A mezzogiorno, il suo marito 48 Elia | levi lo specchio da dove è ora, dove metti il canterano? 49 Stes | loro doveva dissimulare. Ora, la loro amicizia li molestava 50 Stes | È bella la città dove ora stai?~Ma Felice pensava 51 Stes | su gli occhi, e disse:~- Ora mi sembra un'allucinazione.~ 52 Stes | bella quando sorrideva.~Ora, , in quel caffè, dove 53 Vend | è il mio dovere morale.~Ora sento il ritorno di questa 54 Vend | veramente una soddisfazione, com'ora mi pare? Certo è che la 55 Vend | doventerei da vero un ragazzo.~Ora, no: questa insoddisfazione 56 Vend | spirituali. I miei pensieri, ora, hanno un'ombra: quella 57 Vend | desiderio di ammazzarlo. Ora, invece, non saprei né meno 58 Rob | n'era più bisogno.~Egli ora ricordava ciò; e, dopo aver 59 Rob | Quando mi vedo io, dov'ella ora si guarda, sono anche più 60 Rob | stesso: «È venuta a piangere! Ora la devo abbracciare; perché 61 Rob | avrei voluto sempre bene! Ora che credo al nostro amore, 62 Rob | sempre, invece.~Ma giungeva l'ora che Natalia doveva essere 63 Cap | cambiate ai suoi orecchi.~Ora egli era già a un altro 64 Cap | in poco meno di una mezz'ora. E perciò, prima d'entrare 65 Cap | a quel che era avvenuto. Ora egli voleva stare sempre 66 Cap | stupidaggine di non dirmi niente, ora?~Ella si rigirò di scatto, Bestie Par.
67 1 | dove la luna non va mai! ~Ora, se anche io t'amo così, 68 4 | ragazza che si spogliava. Ora non lo farei più! ~Ogni 69 7 | voglia di piangere, come ora, anche per piccola cosa 70 9 | ad olio tutti i sabati. Ora c'è rimasta la madonna e 71 10 | figura ogni canto. Quando è l'ora di riposo cava dalla sporta, 72 10 | venne il padrone, perché l'ora del desinare era passata, 73 11 | legni. Era già più di un'ora; ma il vento tirava sempre 74 13 | che me l'immaginavo come ora la vedo disegnata in qualche 75 23 | definitivamente la mia anima. ~Ma ora avrei voglia di scrivere 76 30 | abbastanza intenso verso l'ora del pranzo. Ma nessuna vera 77 31 | cosa. Ma perché, proprio ora, un maggiolino morto? ~* * *~ 78 32 | piacere che spaventa. ~Un'ora dopo la mezzanotte non avevo 79 33 | tutte quelle ragazze, forse ora madri, e non le riconosco, 80 33 | per la prima comunione! ~Ora non ho più paura quando 81 35 | stavo fermo, anche più di un'ora, senza saper perché, allo 82 41 | Al podere, che ora ho dovuto vendere, tenevo 83 49 | raccontassi quanto le amo, ora che non ho altro da amare. 84 51 | ne ha fatte sempre meno. Ora, cinque o sei sole, che 85 57 | bene: forse, è quello dove ora c'è sopra un merlo. ~* * *~ 86 59 | Non c'era più; più lontano ora, ma distante da me quanto 87 64 | vivere con la mia anima! Ora devo imparare a vivere con Gli egoisti Capitolo
88 1 | dicessero che a una data ora gli sarebbe venuta una malattia 89 1 | prima, era stata rossa, e ora quel colore era rimasto 90 1 | tanto bene! Tu lo sai.~Ma, ora, a parlare del suo sentimento 91 1 | Usciamo prima che sia l’ora; così andiamo a mangiare. 92 2 | provarne nessun piacere. Ma ora, a tutti i costi, voleva 93 2 | villa; a Monte Mario.~Ma, ora, non gliene importava nulla; 94 2 | sicuro di averla sentita! Ora, gli pareva d’essere in 95 3 | scriverò la musica che io sento ora!~E, quando egli si fu calmato, 96 5 | Albergo del Sole. È già l’ora. Va’ tu: io ti raggiungo 97 5 | parliamone. In ogni caso, per ora, lasciami del mio parere.~— 98 6 | rovesciasse nel fiume!~Ambedue, ora, sghignazzavano e fremevano; 99 6 | quando veniva un lampo. Ma ora, ogni lampo era sempre meno 100 7 | traballare per più d’una mezz’ora; talvolta, sbattendo la 101 8 | comprava, in Piazza di Spagna, ora che passava di , un fascio 102 8 | tanta voglia di baciarti!~Ma ora, andava dal Carraresi che 103 8 | facevo qualche riserva, ora non ne farei più; meno 104 8 | acquietarono. Il giovanotto, che ora brandiva la stecca, osò 105 8 | sollievo, esclamò:~— Non vedo l’ora di essere a casa mia; dove 106 8 | contento. Quando sarà venuta l’ora, io sarò con gli altri. 107 8 | qualche letterato. A quell’ora il suo viso s’imbambolava, 108 9 | aveva amato inutilmente. Ora, piangeva volentieri; perchè, 109 9 | sentendo che tra lui e le cose ora c’era Albertina e ch’egli 110 10 | qualche giorno, forse qualche ora, senza meno cambiarsi 111 10 | affranta da una stanchezza che ora non capiva più.~Destandosi 112 10 | Destandosi nella sua camera, ora ebbe, invece, un piacere 113 10 | Dove era Albertina a quell’ora? Il cuore gli batteva, quasi 114 11 | tutta la sua giovinezza.~Ma, ora, inutile, si sentisse tanto 115 11 | strada.~Mentre la luna, ora, era piccolissima; come 116 12 | in molte circostanze; e, ora, quegli non ne teneva nessun 117 12 | palpitava, che di a mezz’ora ci sarebbe stato e avrebbe 118 14 | ritrovò dinanzi al gregge; che ora era fermo, benchè non pascolasse.~ 119 15 | Si ridestava ogni mezz’ora e accendeva la lampadina 120 16 | grande città; rasentando ora la miseria e ora il lusso. 121 16 | rasentando ora la miseria e ora il lusso. Roma non aveva 122 16 | alle sue amanti; benchè ora sospettasse che fossero Con gli occhi chiusi Capitolo
123 1 | Il Pesce Azzurro.~     Ora avevano un figliolo che 124 1 | era stata la sua balia e ora faceva da serva e da cantiniera. ~      125 1 | possibile, qualche mezz'ora prima di lui. Una notte, 126 1 | ed egli, perché era già l'ora che gli avventori andavano 127 2 | gli occhi, la maltrattò. Ora Ghìsola apparteneva a quella 128 3 | cena, disse a Masa:~     «Ora non c'è più pericolo». ~      129 6 | invadevano senza tregua! Ora gli pareva di avere la propria 130 6 | avere la propria anima; ora diminuiva; mentre questi 131 6 | da vero. Se tu vuoi fare ora lo stesso a me...»~     « 132 7 | volta lo facevo così, ma ora no».~     Strascicava la 133 8 | Più forte».~     «No, no; ora basta».~     E lo allontanò 134 9 | Pensaci tu a lui. Anche tu ora...». ~     Ella non osava 135 11 | suoi gesti.~     «Mi lasci, ora! Ci parleremo un'altra volta... 136 11 | tempo!».~     «Oh, ma per ora son tutti e due ragazzi! 137 11 | Non vedi che stai fermo? Ora farò tutto il mio comodo, 138 13 | a me di dirglielo prima? Ora non c'è più tempo! E quanto 139 13 | altrettanto Antonio, giacché ora fingeva d'esser attento 140 14 | collera, le domandò:~     «Ed ora che cosa fai?».~     Ghìsola 141 15 | Domenico ed Anna, dopo mezz'ora per mettersi d'accordo, 142 15 | stessa ci si dedicava qualche ora del giorno, quando stava 143 20 | la sua enorme violenza, ora, gli pareva cambiata in 144 20 | avrebbero dovuto consolarlo! Ora si pentiva di non averle 145 20 | obbedire. Piuttosto, era ora spaventato di qualche sciagura 146 21 | sola persona che a quell'ora si trovasse sempre come 147 21 | adorato la moglie, come ora voleva far credere?~      148 21 | tutte le altre volte:~     «Ora va alla tomba del marito». ~      149 21 | pregava almeno una mezz'ora, faceva la spesa; e nessuno, 150 21 | conveniente ammogliarlo presto, ora che non c'era una padrona 151 21 | Ma, accortosi che ora, a sua volta, Pietro non 152 21 | stesso non impari?».~     Ora parlava con il figliolo 153 21 | spinte da Domenico, che in un'ora voleva sempre preparare 154 21 | tavolino, afflitto. ~     Ora era un giovinetto magro 155 22 | occhi sempre aperti.~     Ora, ad una gatta, fece scegliere 156 23 | lui quanto Giacco.~     «Ora vengo io! Non frughi nel 157 23 | Vede com'è fatta bella? Ora le piacerebbe da vero!».~      158 23 | braccio, gli chiese: ~     «Ed ora che cosa se ne fa?». ~      159 24 | Domenico un senso d'avversione: ora lo considerava, magro e 160 24 | per essere lasciato solo. Ora ne provava una scontentezza 161 24 | imboccatura della capanna. Ora, essi si riposavano; stando 162 24 | barroccio. ~     «Tocca a noi ora».~     «Dunque quanto ci 163 25 | trattoria, si empiva un'ora prima del tempo, di mendicanti; 164 25 | risposto:~     «Ma per arrivare ora vi reggono!». ~     Allora 165 26 | matrigna, gli diceva:~     «Ora toccherebbe a te! Ma tu, 166 26 | Portami quell'altro tegame, ora». ~     Quegli obbediva, 167 27 | avrebbe voluto, né meno ora che ci metteva tutto il 168 27 | Ma, visto che né meno ora poteva farsi obbedire, lo 169 27 | i suoi sentimenti. ~     Ora quei tre anni gli parevano 170 27 | se lo tollerassero, anche ora? Perché tentare invano di 171 27 | ai suoi amici di Siena, ora conosceva lo sbaglio acre; 172 28 | Il cervello l'ho debole ora, ma la ragione l'ho sempre...».~      173 29 | Gettò via il sigaro che ora gli faceva male e gli aumentava 174 30 | suonassero:~     «Tu che ora hai?».~     Le campane si 175 30 | ostilità che quello ha. Ora, a Ghìsola, s'erano aggiunte 176 30 | Come odiava Radda, ora! No, Borio non avrebbe fatto 177 31 | pensò: "Si è affezionata ora a lei, come prima a Giacco 178 31 | se mi trovasse qui? Dov'è ora?»~     «Tornerà più tardi 179 34 | Certamente, il suo cielo ora è più azzurro di prima: 180 34 | dispiacesse tenere segreti anche ora che sentiva la necessità 181 34 | la Badia».~     «Verrò. Ora vattene». ~     Le baciò 182 34 | trovarlo, di rado, qualche mezz'ora, nello studio d'uno dei 183 35 | bruciare e fiammeggiare; ora, gli pareva, ad ogni stazione, 184 35 | attese che parlasse lei, ora.~     Allora Ghìsola lo 185 35 | bene a fare il comodo suo ora che era giovine. Ma il droghiere 186 39 | lingue; e non le pareva l'ora che Ghìsola se ne andasse, 187 39 | Ghìsola li guardava ambedue, ora l'uno ora l'altra. Pietro 188 39 | guardava ambedue, ora l'uno ora l'altra. Pietro la baciò 189 40 | Lo so. Ho indovinato... Ora mi accarezzi in un altro 190 40 | Staremo insieme in seguito. Ora facciamo questo sacrificio. 191 41 | pensato a scandalizzarsi.~     Ora doveva guadagnare giorno 192 41 | incapace di essere almeno un'ora come voleva lui. Perciò 193 42 | diceva:~     «Sono arrivata ora. Ha voluto, per forza, che 194 44 | aveva accolta in casa! Ed ora, la disonesta, glielo metteva 195 44 | nella bottega, fino all'ora del pranzo. E doveva aspettare 196 44 | idealmente gli altri, provava ora uno struggimento amaro. 197 45 | confessargli la gravidanza; ma ora le parve impossibile; e Giovani e altre novelle Novella
198 Pigion | lasciavano.~Dopo un quarto d'ora, Gertrude suonava il campanello 199 Pigion | E lei?»~«Io non vedo l'ora di morire. Non posso dir 200 Pigion | tentato di riavvicinarcisi.~Ma ora, gli anni erano sempre uguali; 201 Pigion | che andasse in paradiso.~Ora chiamava la gatta non perché 202 Pigion | vedeva quel che vedeva lei. Ora capiva, però, senza saperne 203 Oster | facchini invece che a me.~«Ora viene la neve.»~«La neve?»~« 204 Oster | La padrona: è cieca. Ora la fanno mangiare.»~Infatti 205 Oster | modo di tenere il viso, ora, pareva che il fumo le piacesse, 206 Oster | smaniava.~Dopo una mezz'ora, fumato tutto il pacchetto 207 Pittor | fattore di una grande tenuta e ora viveva tranquillamente in 208 Pittor | di dire: «Voi ascoltate ora la sua voce, ma io lo sapevo 209 Pittor | dipingerlo a quel modo, ora non scherzava più; e guardava 210 Pittor | Perché?».~Il prete disse:~«Ora ho già chiuso l'armonio».~« 211 Pittor | ascoltava malvolentieri, ed ora il suo amor proprio lo faceva 212 Pittor | altro; e, chi sa perché, ora certi ricordi di lui gli 213 Pittor | Bichi gli assicurava che ora non diceva più né meno una 214 Pittor | dato nessuna educazione. Ed ora muore senza sapere né meno 215 CasaVe | Achille, il biondino, disse:~«Ora che ha voluto farci prendere 216 CasaVe | dispiacesse di sporcarlo. Ora era tutto impaurito che 217 CasaVe | qualche cosa? Badi che lei è ora responsabile di tutta questa 218 CasaVe | mattina, perché a quell'ora sapevo che i miei pigionali 219 Crocif | silenziosi.~E anche nell'ora che il buio è più fitto, 220 Crocif | del Lungotevere, a quell'ora, era proprio deserto; con 221 Crocif | quando è notte. E intanto ora spera, ma non molto, che 222 Crocif | Di passano, quando è l'ora dell'uscita, parecchi soldati. 223 Crocif | mano; ma non piange né meno ora: Ella, parecchie volte, 224 Crocif | punto è abbagliante. Qualche ora prima era piovuto, e ora 225 Crocif | ora prima era piovuto, e ora la terra vapora.~La veste 226 Miser | dopo la scuola, macchiati ora dalle mosche; con i guanti 227 Miser | mani insieme.~«Dove vai ora, con il vestito buono?»~« 228 Miser | di piangere?~Ma intanto ora non era più deciso di andarsene 229 Miser | prenderla per il collo? Ora in vece le dette ragione. 230 Miser | da spolverare il cappello ora. Digli che aspetti. Perché 231 Giovan | guardarla come una volta: ora gli pareva di conoscere 232 Giovan | fece più vedere fino all'ora di cena, finendo di imbullettare 233 Giovan | lui, che mi picchia anche ora?". Non si reggeva più ritto, 234 Giovan | spinse al muro. Il giovane ora si difendeva, senza vedere 235 Recita | odiò Calepodio. Fino ad ora sapeva soltanto che egli 236 Recita | d’oro; e, dopo una mezz’ora, Calepodio sa che la signora 237 Recita | nel fiume.~Si tratta, per ora, di una prova; e, quando 238 Matta | barroccio a vendere le frutte».~Ora avevo capito da vero, come 239 Matta | dissero alla suora:~«Oh, ora s'è avuto un sollievo!».~ 240 Figliol | pareva che scappasse; ma ora è lei che china la testa 241 Figliol | una ricca. Anzi né meno ora riesce a vincere questa 242 Figliol | cassetta sotto i cuscini. Ora, proprio uno di loro vuol 243 Figliol | si raccomandò:~«Babbo, ora basta!».~Il giovane non 244 Figliol | cavallo; perché tra mezz'ora voglio attaccare il calesse».~ 245 Figliol | le parlava per qualche ora su quello che doveva fare 246 Amico | qualche cosa?».~«No: anzi, ora mi sei meno antipatico. 247 Amico | abilità che io non avevo.~«Ora, vattene. Devo lavorare 248 Amico | possiamo vedere la sera. Io, ora, esco».~Ma, per quanto lo 249 Amico | perché si vergognava; ma, ora, egli mi ha pregato, prima 250 Amico | chiamarla. Esse, perciò, ora erano doventate amiche e 251 MortoF | quella tenerezza di cui ora si sentiva curiosa. Era 252 MortoF | lei provava il marito.~Un'ora dopo che Clelia se n'era 253 MortoF | poco impallidito e basta.~«Ora non c'è più: è andata via 254 MortoF | strada; camminando più lesto, ora.~Jacopo aveva mangiato certe 255 MortoF | divertiva di ciò che mezz'ora prima lo aveva spaventato. 256 MortoF | parlare doveva appoggiare ora un braccio e ora un altro 257 MortoF | appoggiare ora un braccio e ora un altro alla casa; rigirandosi 258 MortoF | incolparla:~«Egli crede che io ora ti ammazzi».~«E' possibile 259 MortoF | passeggiare nel mio giardino, dove ora sono in vece quelli della 260 MortoF | riuscivo a rassegnarmi. Ed ora, benché ci abbia fatto un 261 MortoF | era passato presto: quanto ora mi ci voleva a respirare. 262 MortoF | meno attenzione di prima. Ora si vedeva bene che teneva 263 MortoF | rispose Lina.~«Ma io almeno un'ora: mentre aspettavo la pettinatrice.»~« 264 MortoF | pensato sempre... però prima d'ora... Vuole che io l'aiuti... 265 MortoF | voluttà che mi sconvolse:~«Ora no... un'altra volta».~Io 266 MortoF | così sconvolta, mi disse:~«Ora, vada».~Io le sorrisi appassionatamente; 267 MortoF | Che posso fare per te, ora?»~Ma lo dissi a malincuore. 268 MortoF | meno a stare a sedere; e ora mi accomodavo più a destra 269 MortoF | accomodavo più a destra e ora più a sinistra; tanto che 270 MortoF | sogghignare anch'io. E, ora, pensando che forse sarebbe 271 MortoF | rivolli subito bene. Ma, ora, egli non voleva più saperne 272 MortoF | lontano corse a rialzarmi. Io, ora, ero solo con lei; e, quando 273 MortoF | smettessi, almeno per una mezz'ora, di essere buono.~Una volta 274 MortoF | tutti tremare».~Il suo viso, ora, era quasi giocondo benché 275 MortoF | un poco di tempo vicino; ora con un pretesto e ora con 276 MortoF | vicino; ora con un pretesto e ora con un altro, guardandola 277 MortoF | intorno a Corrado; che, ora, teneva la punta del mento 278 MortoF | correndo. Egli passava, ora, le giornate a quel modo. 279 MortoF | ce l'hanno dove sono ora».~Ma il più giovine ebbe 280 MortoF | prendendosi la barba grigia. Ora ci mancava poco che non 281 MortoF | come credeva di amarla mezz'ora prima, quando è escita.~ 282 MortoF | è attaccato a lei, così ora s'è staccato, e pare che 283 MortoF | questa volta proprio per lei. Ora sono tutti e due tranquilli.~ 284 MortoF | altra volta. Anche egli, ora, s'accorge che il suo desiderio 285 MortoF | potuto raccontare la vita che ora faceva tutti i giorni, da 286 MortoF | stette più d'un quarto d'ora fermo dinanzi all'uscio 287 MortoF | rispondeva:~«Ti aspetto sempre».~«Ora, che sono con te, non andrei 288 MortoF | non ci fossi io, a quest'ora saremmo due mendicanti. 289 MortoF | riderne con me.»~«E tu, ora, pretendi, perché mi sei 290 MortoF | rincantucciò sotto il tavolino.~«E ora perché picchi la cagna?»~ 291 MortoF | fuori volentieri, perché ora era restato solo. Egli non 292 MortoF | suoi insegnanti; e, benché ora fosse libero e ricco, gli 293 MortoF | andare in città. A quest'ora? Non sai che bisogna stare 294 MortoF | dagli la biada. Tra mezz'ora rivado via».~Andando a piedi 295 MortoF | stato sempre lontano; e ora le presentiva a due passi, 296 MortoF | non si era ancora aperto, ora fosse addirittura abbacinato. 297 MortoF | campo senza stancarsi mai.~"Ora faccio vedere a costoro 298 MortoF | somigliava agli occhi e aveva, ora, lo stesso accento di chi 299 MortoF | con me».~Egli rispose:~«Ora, non è più necessario che 300 MortoF | guardare il giovane; che ora cercava di prepararsi a 301 MortoF | guanciali sotto la testa. Ella, ora, piangeva; le lacrime escivano 302 MortoF | e non si può difendere. Ora, piangendo, pareva che non 303 MortoF | fosse innamorato di lei. Ora egli non la voleva più? 304 MortoF | con Dio. Ma, rinunciarvi, ora, il sacrificio era troppo 305 MortoF | richiamarlo a se stessa. Ora si pentiva di aver creduto 306 MortoF | chiudere, dopo aver fallito. Ora, per vivere, faceva il commesso 307 MortoF | sbrigata a quel modo; ed ora si trattava soltanto di 308 MortoF | sposata?~ ~ ~UNA SBORNIA~ ~Ora che ho già quarant'anni, 309 MortoF | poi vicino a Bologna; ed ora sto a Firenze.~Stasera scriverò 310 MortoF | mi vedeva, arrossiva.~Ma, ora, forse, capisco perché non 311 MortoF | quel che c'è scritto, ed ora mi suscitano un sentimento 312 MortoF | perché digerivo male.~Ma ora sono certo ch'ella mi ha 313 MortoF | sposarla? E che penserà di me? Ora tutto ch'io le dicevo crederà 314 MortoF | Basta» disse il vecchio. «Ora l'ho.» Sciolse con l'unghie 315 MortoF | erano affaticati invano.~«Ora? L'ammazza se non glielo 316 MortoF | lo trova il latte a quest'oradisse il vecchio.~«Acqua 317 MortoF | provati gli uomini invano.»~«Ora guardo io. La impastoieremo.»~ 318 MortoF | via tutti quanti siete... Ora vi insegno io.»~E aprì la 319 MortoF | tegole, a cucire.~Era l'ora presso il tramonto. Il cielo 320 MortoF | padrone dov'è?»~«Deve venire ora» disse Beppa. «Abbiamo mandato 321 MortoF | che è andato via?»~«Mezz'ora, quasi.»~Il padrone non 322 MortoF | Leggimi qualche cosa.»~«Ora no. Leggo per me. Ma sto 323 MortoF | ombra che ho su l'anima? Ora non penso più come dianzi."~ 324 MortoF | ripeterono nell'orecchio.~"Ora mangia anche egli." Tale 325 MortoF | ratteneva le lacrime. Ed ora avrebbe voluto che tutte 326 MortoF | Vittorio diceva:~«Non ci sono ora?».~«Le streghe sono lontane 327 MortoF | sovente, ritorno a quell'ora non perché mi senta appetito 328 MortoF | portano verso il cimitero? Ora mi par che siamo su per 329 MortoF | dianzi abbiamo voltato: ora, forse, siamo fermi. Chi 330 MortoF | doventare cieco. Ma ecco che ora riconosco il clarinetto! 331 MortoF | posso tornare a casa mia?~Ora mi par d'esser preso. Mi 332 MortoF | piaciuta immensamente; ed ora non vedevo più la sua bellezza; 333 MortoF | vivere se non dove fosse lei.~Ora questi ricordi, che già 334 MortoF | quando ci si addormenta. Ed ora mi passano come dinanzi 335 MortoF | meglio quella sua tristezza d'ora? Tristezza come l'acqua 336 MortoF | mente che questa giovine ora fosse morta; e che l'immagine, 337 MortoF | ragazzo, li aveva caricati; e ora ci aveva fatto l'abitudine.~ 338 MortoF | vedovo, l'aveva riceduta e ora viveva con una discreta 339 MortoF | Si alzava sempre di buon'ora; andava a prendere il caffè 340 MortoF | uno per volta, anche mezz’ora per ciascuno: era capace 341 MortoF | volta fosse venuto al mondo! Ora era in rigoglio altra gente, 342 MortoF | soltanto il suo nome e l’ora che doveva andare; con una 343 MortoF | della scrittura.~David era ora su i quarant’anni; e, quando 344 MortoF | cognata non rispose. Ella, ora, cominciava a credere che 345 MortoF | non era più lo stesso. Ora si sentiva capace di vendicarsi 346 MortoF | con più forza di prima:~«Ora si starà a vedere come ti 347 MortoF | che hai bisogno».~«Ma io, ora, ho bisogno di questo e 348 MortoF | cinque anni al manicomio. Ora che mi hanno lasciato perché 349 MortoF | io fossi stato di legno e ora fossi bruciato; e restasse 350 MortoF | cambiate ai suoi orecchi.~Ora egli era già a un altro 351 MortoF | in poco meno di una mezz’ora. E perciò, prima d’entrare 352 MortoF | a quel che era avvenuto. Ora egli voleva stare sempre 353 MortoF | stupidaggine di non dirmi niente, ora?».~Ella si rigirò di scatto, 354 MortoF | di avere in quel caso:~«E ora perché piangi?».~Ella inghiottì 355 MortoF | strada e tornò a casa mezz’ora dopo. Ella credette che 356 MortoF | tremare tutta la gabbia. Ora si vergognava anche ad escire L'incalco Atto, scena
357 , , 1 | con molto affetto~Quasi un’ora e mezzo.~ ~Virgilio~E allora 358 , , 1 | sgarbo~Non occorre più. Ora bisogna che parli a mio 359 , , 1 | Che cosa ho fatto fino ad ora? Niente. Qui mi sento vecchio 360 , , 1 | giallo e sporco come lui. Ora è la stessa cosa. E perchè, 361 , , 1 | Sì: tu verrai con me. Ed ora bisogna scegliere tutto 362 , , 1 | della morte. Ed ecco che, ora, non sono più buono a niente! 363 , , 1 | inconsumabile dinanzi a me, ora è scomparsa di colpo. Io 364 , , 1 | spugne di sogni e basta, ed ora le hai spremute tutte!~ ~ 365 , , 1 | tragicità giovanile~Non altro. Ora vedo un’altra limpidezza. 366 , , 1 | sarcasmo~ ~Mario~sorpreso~Tu ora non pensi che se io non 367 , , 1 | voglio riprendermi subito. Ora verrà mio padre a parlarmi, 368 , , 1 | a Dio, anzi, se fino ad ora abbiamo cercato fuori della 369 , , 1 | c’è mai riescito fino ad ora, ma è proprio questo il 370 , , 1 | essere abbattuto~In mezz’ora, tutta la mia vita è cambiata 371 , , 1 | sicuri di averlo con me. Ed ora, perchè è grande, non dev’ 372 , , 1 | cercando di tornarsene via~Tu ora mi fai paura. Non mi lasci 373 , , 1 | te. Io ti vorrei bene, ed ora m’ero dimenticato di tutto.~ ~ 374 , , 1 | ammettere con la tua testa; ma ora arrivi alla stessa conclusione 375 , , 1 | Silvia~Credevo di no; ma ora che sono fuggita da lui, 376 , , 1 | solenne e con enfasi~Ed ora dobbiamo parlare tra noi.~ ~ 377 , , 1 | erano sempre diversi da un’ora a un’altra. Era diventata 378 , , 1 | Virgilio~contenendosi~Per ora, no.~ ~Guido~Tu, poi, mi 379 , , 1 | vendicherò di tutto. Sono io ora che respingerò tua sorella, 380 , , 2 | restasse incontaminato. Ed ora tua sorella non deve essere 381 , , 2 | animo. Discutere è inutile. Ora vado ad avvertire Silvia. 382 , , 2 | di sognare.~ ~Virgilio~Ed ora fai un confronto, se ti 383 , , 2 | qualunque iniziativa, ed ora la mia natura s’è cambiata 384 , , 2 | dunque, mi parlate fino da ora per lui.~ ~Enzo~È la tua 385 , , 2 | sentimento, che è stato fino ad ora una promessa.~ ~Silvia~Resterà 386 , , 2 | contraccambiata da voi. Ma, ora, tutto mi sembra impossibile 387 , , 2 | io che ti amo: tu no. Ed ora piangi! Non è la prima volta 388 , , 2 | Silvia~con angoscia~Vedi che ora tu dubiti di me? Non dubitare 389 , , 2 | forse, non mi sono uccisa; e ora ritorno con te.~ ~Guido~ 390 , , 2 | assurdità. Lo sento bene, ora che ti vedo e sono in faccia 391 , , 3 | ci siamo più chiusi; ma ora che abbiamo la ragione, 392 , , 3 | poche ore fa?~ ~Mario~Un’ora fa. E sono venuto subito 393 , , 3 | differenza tra allora ed ora. Tu sei stato sempre sincero; 394 , , 3 | e dobbiamo rispettarlo. Ora capisco così bene mio padre, 395 , , 3 | anima e nella mia coscienza, ora che non è più vivo e non 396 , , 3 | donna che tu amavi.~E io, ora, mi appago di qualunque 397 , , 3 | Vattene lontano da lui, ora che è morto. Tornerai quando 398 , , 3 | devozione e il rispetto di me.~E ora io sono un uomo qualunque, 399 , , 3 | mi esaltava; la morte che ora non temo più.~Perchè non 400 , , 3 | m’era stata data da voi. Ora perchè tu vivessi per sempre, 401 , , 3 | fratello e sorella. Ma, ora, la cosa è un’altra. Le 402 , , 3 | la ridestasse almeno un’ora sola, perchè ella mi togliesse 403 , , 3 | questo rimorso! Basterebbe un’ora sola!~ ~Mario~Tu troverai 404 , , 3 | viluppi, di cui eri composto, ora comincierai a scioglierti.~ Novale Parte, Lett. (GG.MM.AA)
405 1, 081202| consolare gli uomini, ma ora, ohimè, la sola leggenda 406 1, 081202| J’aime qu’on m’haïsse».~Ora, meno il suo intelletto 407 1, 131202| ossia... stando zitta!~Ora, perdoni la troppa confidenza 408 1, 131202| più vere, anzi esagerate. Ora devo forse dire che due 409 1, 171202| rimanente?~Ma Annalenaora sono io che faccio la domanda410 1, 171202| l’ha già trovato...~Ed ora su ciò mi permetta di non 411 1, 171202| altrimenti lo riconosce subito!~Ora è contenta?~Deve anche comprendere 412 1, 211202| offesa.~In ogni modo fin da ora le chiedo perdono per sempre.~ 413 1, 070103| anormale.~Del resto, anche ora, la donna, per me, nuota 414 1, 070103| profumare la mia prosa! Ora non lo faccio, ma lo farò 415 1, 070103| anch’io. Non è giusta?~..... ora non mi faccio indirizzare 416 1, 070103| domicilio fisso; ma vagolando ora in questo albergo, poi in 417 1, 070103| albergo, poi in quella casa, ora a Siena, ora in un altra 418 1, 070103| quella casa, ora a Siena, ora in un altra città.~Ricevette 419 1, 110103| concede ad un giovane. Per ora sto a Siena, ma da un giorno 420 1, 110103| non lo so. – Certo, per ora non ho altri orizzonti!~ 421 1, 110103| sensibilità patologica che ora di tratto in tratto a lui 422 1, 110103| violenza che di sincerità.~Ed ora, Annalena, ora che tutte 423 1, 110103| sincerità.~Ed ora, Annalena, ora che tutte le piaghe della 424 1, 140103| sempre. Mi fanno paura.~– Ora sono neri, ma sembra che 425 1, 170103| non le avevo chiesto. Se ora volessi abusare della mia 426 1, 170103| avversario.~È così. Per ora le mie convinzioni politiche ( 427 1, 290103| fino alle sette della sera, ora in cui modestamente ceno. 428 1, 290103| avevo preso alla scuola. Ora all’infuori delle lettere 429 1, 290103| pettinati alla Chopin, ma ora, invece, li lascio crescere 430 1, 030203| tardi, uscendo avrò paura.~Ora mi soffermo, il mio cuore 431 1, 030203| come fossi inseguito.~Ed ora ho come una vertigine. Mi 432 1, 030203| uccide la mia giovinezza.~Ora io penso a una novella che 433 1, 020403| concetto modesto come abbiamo ora del tempo. Lo spazio sarà 434 1, 020403| ecc..., di tutte le idee. Ora riesce difficile a concepire 435 1, 070403| il mondo che la compra...~Ora si deve vendere perché il 436 1, 070403| più. Ci sono delle giovani ora! E quante! Bisogna vederle. 437 1, 070403| quella pace inaspettata.~Ora tosse e tiene una mano sul 438 1, 070403| poi torna su la strada.~Ora sente un malessere opprimente 439 2, 1a0906| e ciò che mi piaceva un’ora fa mi pare orribile. La 440 2, 1a0906| aperto, così come si apre ora. Mai in tutta la mia vita, 441 2, 1a0906| si curva per la rabbia?~Ora tace, ascoltando ciò che 442 2, 1a0906| mia anima sta per dire. Ora parla. E la mia anima si 443 2, 1a0906| amicizia.~Mi sembra che ora si riproducano gli istanti 444 2, 2a0906| non quando avrò me stesso; ora, no.~Molte cose devo fare, 445 2, 200107| relazione....~Ma di ciò ora non mi sento di scrivere.~ 446 2, 260107| Ora sono nervosissimo perché 447 2, 250207| di fare alcuna cosa.~(Un’ora dopo)~Sono stato alla C. 448 2, 070307| nel pensiero. Leggendo, ora, mi tornano tutte le sensazioni, 449 2, 120307| mio lavoro non pensare per ora. Se non viene, che dobbiamo 450 2, 120307| trasformare i miei nervi!~Ora non posso scrivere. Vorrei 451 2, 120307| infezione prendesse i pensieri d’ora. Devo ricominciare a vivere.~ 452 2, 120307| anima. Che freschezza c’è ora! Sembra un senso di rigagnolo 453 2, 160307| a memoria cose note.~Ma ora mi sono dato tutto a Dante.~. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .~ 454 2, 160307| allucinazione. Non ho veduto ora la tua fronte? E odo la 455 2, 160307| simile ad un pianto. Oh, come ora ritorna! È bello molto . 456 2, 170307| Villa Borghese, e ti mando ora queste violette colte attraverso 457 2, 170307| sappia fermare. Così è per ora. Non ti posso dire tutte 458 2, 220307| raccolte. Ma io lo faccio ora imaginando il tuo volto. 459 2, 220307| sua completa esistenza. Ora esso è ancora in formazione.~ 460 2, 220307| rispetto. Pazzo addirittura. Ed ora ciò mi fa dubitare. Ma io 461 2, 220307| alcuna volta sull’anima, ma ora ne ho un’imagine soltanto. 462 2, 240307| devi percepirne qualcosa.~Ora ho pensato ad una statua 463 2, 240307| È stata una fatica per ora, la quale mi ha guastato. 464 2, 270307| non averti adorata come ora. E questo intensifica di 465 2, 270307| del mio passato, del quale ora sono vincitore.~Dalla signora 466 2, 270307| ricordavo più la sera, stando un’ora fermo a guardare lontano.~ 467 2, 270307| pianto insieme.~Tu vedi ora quanto la mia anima ha camminato, 468 2, 010407| tante incertezze, in un’ora di amore! Non saprei spiegarti 469 2, 070407| finestra, inquieto come ora, come una tavola nell’acqua 470 2, 070407| ricordo mi ha agghiacciata ora l’anima, come una colonna 471 2, 090407| che ogni giorno, a ogni ora, è come se il mio io si 472 2, 170407| godessi più della vita che fai ora. Il non desiderarmi, il 473 2, 170407| il tuo poco affetto. Ma ora non posso giudicare nulla. 474 2, 190407| 19 aprile 1907.~Ora vado dal direttore del Giornale 475 2, 190407| non avrei creduto. Forse è ora ch’io lavori.~. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .~ 476 2, 190407| Mi paiono brutti.~Penso ora che a Siena potrò lavorare, 477 2, 190407| fiorire, sia pure poco per ora, il mio animo.~Vedi: ogni 478 2, 190407| perché sono insensibile ora a Siena ; certamente perché 479 2, 210407| non ho potuto parlare per ora; ma lo cercherò anche domani.~. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .~ 480 2, 310507| secondo il nostro piano. Per ora non rispondo al C. e mi 481 2, 010607| ch’io lavori con la vita. Ora mi pare d’essere pieno solamente 482 2, 050607| a qualunque volere mio. Ora sta alla fortuna. Perdonami. 483 2, 060607| travolgimenti profondi. Ora ho la coscienza di tali 484 2, 060607| di tali fatti in un modo, ora vedo altri aspetti.~. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .~ 485 2, 070607| Sono stato seduto mezz’ora sull’inforcatura di un ciliegio .~ 486 2, 070607| oscurissimo di te. Ed ho pianto. Ora dimentico e ti scrivo.~Vorresti 487 2, 100607| ritorno. Ma vorrei vivere ora per ora, come se l’avvenire 488 2, 100607| Ma vorrei vivere ora per ora, come se l’avvenire fosse 489 2, 120607| mesi, come ho chiesto io.~Ora, egli m’ha detto d’aspettare 490 2, 130607| pugni. Sei il più debole, ora.~– Io non voglio fare ai 491 2, 130607| Ma nessun accenno a te. Ora so che scriverà alla padrona 492 2, 130607| niente.~Da queste parole, ora comprendiamo bene quali 493 2, 130607| Ora vedo che dentro quest’anno 494 2, 150607| togliermi le ore dell’impiego. Ora non te lo posso spiegare 495 2, 190607| caldo di Roma. Mi ricordo ora della via Venti Settembre 496 2, 220607| ti scriverò con più pace. Ora sono ancora inquieto per 497 2, 090707| m’ha fatto star male ogni ora e m’ha fatto dubitare.~Quando 498 2, 090707| perché stavi laggiù. Ed ora pensa al dolore che mi daresti 499 2, 100707| sta volentieri qua.~– Per ora certamente.~– Io non l’ho 500 2, 100707| Va bene, va bene. Per ora sono contento che ella non


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License